ASUS ROG Strix XG27ACS recensione: che sorpresa la qualità d'immagine!

Monitor gaming IPS a 180 Hz con un prezzo molto conveniente
Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola Tech Master
ASUS ROG Strix XG27ACS recensione: che sorpresa la qualità d'immagine!

ASUS ROG Strix XG27ACS è un monitor da gaming molto onesto. Non ha una scheda tecnica che lascia a bocca aperta, non ha effetti luminosi con LED RGB, non ha un pannello super sottile, super curvo o super veloce. La sua vera forza sta nell'equilibrio tra le caratteristiche offerte e il prezzo di listino, che è molto accattivante. Questo è un monitor alla portata di tutti, con le carte in regola per diventare un vero best buy. Se siete alla ricerca di un pannello dall'ottimo rapporto qualità/prezzo, date un'occhiata alle prossime sezioni e scoprite se il ROG Strix XG27ACS fa per voi.

PRO

  • Qualità d'immagine molto alta
  • Ottima calibrazione di fabbrica
  • Refresh rate elevato per IPS (180 Hz)
  • Supporto G-SYNC, FreeSync ELMB
  • Software per PC molto completo

CONTRO

  • Design anonimo per un ROG
  • Tempo di risposta nella media
  • Supporto HDR poco apprezzabile
  • USB-C con Power Delivery solo a 7,5W

Unboxing

ROG Strix XG27ACS arriva in una confezione abbastanza grande. All'interno troviamo due strati di polistirene, che proteggono i vari elementi smontati: pannello del monitor, stand e base inferiore.

In confezione c'è anche una borsetta in tessuto, che contiene il cavo DisplayPort e il cavo di alimentazione tripolare. Infine, non mancano il foglio della garanzia, i classici adesivi con i loghi ROG e il manuale utente, che trovate anche in formato digitale a questo indirizzo.

Segnaliamo la mancanza dei cavi USB-C e HDMI, dunque dovete acquistarli a parte se volete usare tali tipi di connettori. Abituati alle altre confezioni di dispositivi a marchio ROG, molto più ricche, bisogna dire che su questo modello l'unboxing è meno soddisfacente.

Caratteristiche Tecniche

  • Dimensioni pannello: 27"
  • Formato: 16:9
  • Tecnologia pannello: Fast IPS
  • Superficie: Anti-riflesso
  • Risoluzione massima: 2560 x 1440 pixel
  • Tempo di risposta: 1 ms (GTG)
  • Refresh rate: fino a 180 Hz
  • Cetificazioni: NVIDIA G-Sync (compatibile), FreeSync
  • Luminosità: 350 cd/㎡ (tipica), 400 cd/㎡ (picco)
  • Contrasto: 1.000:1
  • Angolo di visualizzazione: 178° / 178°
  • Colori: 16,7 milioni
  • Copertura colore: 133% sRGB, 97% DCI-P3
  • HDR: VESA Display HDR400
  • Connettività:
    • 1 x HDMI 2.0
    • 1 x DisplayPort 1.4
    • 1 x USB-C (DP Alt Mode, Power Delivery a 7,5W)
    • 1 x jack audio 3,5 mm
  • Consumo energetico: 23,1 W
  • Dimensioni:
    • senza stand: 614,81 x 367,08 x 60,12 mm
    • con stand: 614,81 x 392,88~512,88 x 218,82 mm
  • Peso:
    • senza stand: 3,93 kg
    • con stand: 6,61 kg
  • Altro: base regolabile, supporto VESA, ELMB SYNC

Abbiamo anticipato nell'introduzione che il ROG Strix XG27ACS non è un top gamma, ma si tratta comunque di un monitor gaming di buona qualità.

Il pannello è un Fast IPS da 27" a risoluzione QHD (2560 x 1440 pixel). Il tempo di risposta arriva fino a 1 ms, valore ormai standard per questo tipo di pannelli.

Molto più interessante il refresh rate, che si spinge fino a 180 Hz. Sono supportate le tecnologie NVIDIA G-Sync, AMD FreeSync e soprattutto ASUS Extreme Low Motion Blur Sync, che permette di ridurre al minimo l'effetto sfocato.

Tutti i valori dichiarati nella scheda tecnica sono abbastanza buoni, anche quelli relativi alla luminosità massima, al contrasto e al supporto per gli spazi colore. Vedremo poi nel capitolo dedicato alla qualità d'immagine come questa sia un grande punto di forza per XG27ACS.

Rispetto ad altri modelli della serie ROG, il design è un po' anonimo. Le cornici sono abbastanza ridotte, il pannello però ha uno spessore ben visibile e anche il peso non è proprio basso: siamo oltre i 6,6 kg con base e stand montati.

Funzionalità

ROG Strix XG27ACS ha un sistema di supporto molto versatile. Il pannello può essere ruotato su asse verticale, inclinato su asse orizzontale, spostato in alto o in basso, e messo anche in verticale se ne avete necessità.

Nelle immagini qui in basso in galleria vi mostriamo tutte le posizioni in cui potete mettere il monitor. L'altezza non è elevatissima, anche se dovrebbe bastare per poterlo gestire bene su qualsiasi tipo di scrivania.

Facciamo notare anche due cose molto specifiche. Lo stand ha un foro per il passaggio dei cavi, sempre molto gradito. La base ha invece una piccola parte incavata, che permette di appoggiare uno smartphone, un tablet o altri dispositivi del genere.

I pulsanti fisici per la regolazione si trovano tutti sulla parte sinistra del retro: dall'alto verso il basso abbiamo lo stick principale per la navigazione, tre tasti per i menu rapidi e il pulsante di accensione/spegnimento, con un piccolo LED sul bordo inferiore che indica se il dispositivo è acceso.

Non male la dotazione di porte, con una DisplayPort 1.4, una HDMI 2.0, una USB-C e un jack audio 3,5 mm. La porta USB-C ha ingresso video (DP Alt Mode) e supporto Power Delivery per la ricarica, che però arriva solo fino a 7,5W, che è un valore molto basso.

Inoltre, attenti a quale porta scegliete. Il refresh rate a 180 Hz si può usare solo su DisplayPort e USB-C, mentre collegando una sorgente alla porta HDMI potete arrivare solo fino a 144 Hz.

OSD

Il menu OSD integrato sul ROG Strix XG27ACS si presenta con la classica interfaccia ROG, che abbiamo già visto su tanti altri modelli. Il software è facile da navigare e permette di personalizzare qualsiasi parametro del monitor, dalla qualità d'immagine alle funzionalità speciali.

In particolare potete usare le sezioni GameVisual per impostare una modalità di visualizzazione particolare oppure attivare le funzioni GamePlus per aggiungere un contatore FPS, un mirino, un timer o altri elementi a schermo.

Tra le altre funzionalità incluse segnaliamo sempre la presenza del filtro luce blu, del potenziamento ombre e del risparmio energetico. A seguire trovate la galleria con tutte le schermate del menu OSD.

Software

Il software da usare per gestire ROG Strix XG27ACS si chiama DisplayWidget Center. Si tratta della stessa suite software disponibile per modelli come ROG Swift OLED PG27AQDM e anche su questo nuovo monitor funziona molto bene.

DisplayWidget Center ed è programma completissimo e permette di controllare molti parametri del monitor, quasi tutti quelli che trovate nel menu OSD. Sono disponibili, ad esempio, le sezioni GameVisual e GamePlus per cambiare modalità visiva e aggiungere elementi a schermo, ma potete anche regolare finemente i parametri di visualizzazione dell'immagine come contrasto, luminosità, vividezza e altro ancora.

Sezione molto interessante è quella del MultiScreen, nella quale potete impostare la visualizzazione a finestre MultiFrame per gestire due o tre finestre diverse sul desktop, anche quando usate funzioni avanzate come lo schermo esteso.

Qualità immagine

Una delle cose che ci ha lasciato più colpiti del ROG Strix XG27ACS è la qualità d'immagine, che è molto meglio delle aspettative. Il panello Fast IPS utilizzato su questo monitor è certamente una buona base per offrire una resa cromatica di buon livello, ma anche la calibrazione di fabbrica fatta da ASUS è davvero ottima.

La risoluzione QHD (1440p) su una dimensione di 27" va benissimo sia per giocare che per lavorare. Stando alla distanza corretta, i pixel non sono distinguibili e si può godere di immagini nitide e ben leggibili. Se però lavorate con le immagini e avete bisogno della massima precisione visiva, potreste trovarvi meglio con un monitor 4K.

ASUS ROG Strix XG27ACS

Resa della risoluzione su ROG Strix XG27ACS

Come da tradizione, anche su ROG Strix XG27ACS abbiamo eseguito i classici test con il ColorChecker di Calman (per maggiori informazioni potete andare su questa pagina) per capire le prestazioni del pannello e la calibrazione di fabbrica in modalità SDR.

La luminosità standard è buona anche se non altissima, con un valore di 363 cd/㎡ registrato durante il test. Ottima la resa dei colori, con un Delta E medio di soli 1,59 e un buon supporto agli spazi colore più diffusi: 99,9% del profilo sRGB, 91,6% per il DCI-P3.

La taratura del colore e la definizione d'immagine sono più che soddisfacenti per un prodotto di fascia media come questo ROG Strix XG27ACS. Come detto, vanno anche oltre le aspettative, garantendo una qualità d'immagine molto alta.

Lo stesso non si può dire per il supporto VESA HDR 400. La luminosità di picco è troppo bassa per garantire una resa HDR davvero godibile, quindi non avrete grandi vantaggi nella riproduzione di contenuti HDR. Di certo, il fatto che tale supporto sia presente è comunque una buona cosa, ma non puntateci troppo.

Prestazioni gaming

Anche le prestazioni in gaming del ROG Strix XG27ACS sono ottime.

La compatibilità con NVIDIA G-Sync e AMD FreeSync fa la differenza su un pannello di questo tipo, che raggiunge i 180 Hz di frequenza d'aggiornamento: non è un valore altissimo, però permette di giocare con una buona fluidità e avere un'esperienza complessiva molto piacevole.

Il tempo di risposta di 1 ms è forse l'unico fattore meno entusiasmante tra quelli relativi alle prestazioni gaming. Si tratta, in ogni caso, di un valore abbastanza basso e in linea con quello della maggior parte dei pannelli sul mercato.

Certo, modelli come ROG Swift Pro PG248QP e ROG Swift OLED PG27AQDM offrono prestazioni ancora più elevate e latenze molto ridotte, però parliamo di prodotti con una fascia di prezzo completamente diversa.

Per il suo costo, XG27ACS è un prodotto riuscitissimo e offre un'ottima esperienza di gioco, soprattutto con i giochi che possono sfruttare la qualità visiva del suo pannello.

Parlando di generi, un monitor IPS ad alto refresh rate come questo è perfetto per RPG, avventure, action, MOBA, RTS, platform. Fa un po' più fatica con FPS e titoli più frenetici, anche se sono tranquillamente giocabili.

Prezzo e Acquisto

ROG Strix XG27ACS è disponibile sul mercato da marzo 2024 con un prezzo di listino pari a 349€ per l'Italia. Come detto, proprio il prezzo è uno dei suoi punti forti, perché siamo su una soglia abbastanza alla portata.

Se siete giocatori ultra-competitivi e volete il massimo delle prestazioni, non è questo quello che state cercando. Per voi esistono prodotti come ROG Swift Pro PG248QP, ROG Swift OLED PG27AQDM e ROG Swift OLED PG49WCD, che portano all'estremo alcune caratteristiche e hanno prezzi molto più elevati.

Il nuovo XG27ACS punta sull'equilibrio e offre tanto a meno di 350€. Tra i monitor gaming a risoluzione QHD può già essere considerato come una delle migliori soluzioni sul mercato.

Se poi dovesse calare un po' di prezzo nei prossimi mesi, magari con qualche offerta sugli store online, allora potremmo parlare di best buy assoluto.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

ASUS ROG Strix XG27ACS

ROG Strix XG27ACS è una gradita sorpresa. Un prodotto bilanciato, con ottime prestazioni e un prezzo conveniente. Non ha effetti speciali o funzioni particolari, anzi il design è sin troppo anonimo per un prodotto ROG. Semplicemente fa quello che deve, lo fa alla grande e costa il giusto. Per questo può essere considerato come uno dei migliori monitor gaming del momento in rapporto qualità/prezzo. Se siete alla ricerca di un 27" con una qualità d'immagine elevata, ecco quello giusto.

Voto finale

ASUS ROG Strix XG27ACS

Pro

  • Qualità d'immagine molto alta
  • Ottima calibrazione di fabbrica
  • Refresh rate elevato per IPS (180 Hz)
  • Supporto G-SYNC, FreeSync ELMB
  • Software per PC molto completo

Contro

  • Design anonimo per un ROG
  • Tempo di risposta nella media
  • Supporto HDR poco apprezzabile
  • USB-C con Power Delivery solo a 7,5W

Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola Scrivo, fotografo, smanetto coi PC, sfreccio con bici e monopattini elettrici. Ogni tanto m'innamoro di giochini indie e gadget assurdi, che poi diventano protagonisti delle mie recensioni. Tra le cose che mi tengono lontano dal PC ci sono la Storia (con la S maiuscola), la musica e lo sport.