8.8

Recensione ASUS ZenBook S: instancabile lavoratore (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione ASUS ZenBook S

ZenBook S è uno dei più recenti ultrabook di ASUS, sempre che mi passiate il termine. Si tratta di un ultraportatile da poco più di un chilogrammo di peso, con una scheda tecnica di tutto rispetto ed un’autonomia che vi sorprenderà. Best Buy?

9.0

Costruzione

ASUS ZenBook S parte senz’altro bene, essendo costruito con materiali di pregio, ed una grande attenzione a contenere il peso. Il notebook si è fermato infatti a 1,015 Kg sul piatto della nostra bilancia. Acer Swift 5 riesce a fare di meglio di circa 80 grammi (e si sentono), ma il modello di ASUS si distingue anche per un’altra caratteristica (oltre alla batteria più capiente).

Difficile infatti che non salti all’occhio il particolare meccanismo di apertura del monitor, che va anche a rialzare la tastiera di conseguenza. ASUS la chiama “cerniera ErgoLift“, e va ad inclinare di 5,5° la tastiera verso l’utente. La presa sul tavolo è assicurata da due gommini sul profilo posteriore dello schermo, che contribuiscono ad aumentare il grip ed evitare che scivoli il metallo della scocca.

Tenere la base del notebook sollevata rispetto al piano d’appoggio favorirebbe anche un migliore ricircolo d’aria. Peccato che non ci siano prese di ventilazione sul fondo, ma che siano invece nella parte superiore alla tastiera, con sfiati alla base del monitor.

Ci si potrebbe poi lamentare della sola presenza di porte Type-C a bordo, ma in confezione è presente anche un piccolo dongle con HDMI ed USB Type-A, per ovviare in parte alla carenza di porte su una così sottile scocca. Insomma, ASUS ha fatto i compiti a casa, realizzando un prodotto molto maturo dal punto di vista costruttivo, seppur con lievi margini di miglioramento.

8.5

Tastiera e touchpad

L’inclinazione di ZenBook S è indubbiamente un’arma in più. La tastiera di questo notebook è infatti nettamente più comoda della media. Guardate anche che bei tasti ampi è riuscita a metterci ASUS! La corsa breve (1,2mm) vi assicura notevole velocità, e non preoccupatevi di possibili flessioni a causa dell’inclinazione, perché non ce ne sono. Il piano d’appoggio risulta infatti stabile e rigido, ed i key cap, complice anche la breve corsa, sono efficaci anche se non premuti precisamente al centro.

C’è anche una retroilluminazione su tre livelli, un po’ soffocata dall’ampiezza dei tasti stessi (solo 0,2 mm tra un e l’altro), ma efficace al buio. Utile anche la combo fn+esc per bloccare i tasti funzione in prima battuta.

Unico appunto: i tasti pagina su/giù e inizio/fine sono assieme ai tasti funzione. Personalmente li preferisco in basso, magari in combo con le frecce direzionali, dove siano più facilmente raggiungibili. Idem dicasi per la “u” accentata, che è sopra il tasto invio anziché a fianco. Personalmente preferisco avere invio su due righe e la ù alla sua sinistra su quella più in basso. Se tutto ciò non vi turbasse minimamente, meglio per voi.

Bene anche il touchpad di precisione. Scorrevole e preciso nel riconoscere le gesture, anche quelle con 4 dita. Nel suo caso si poteva pretendere qualcosa di più in termini di dimensioni, soprattutto in larghezza. Inoltre è piuttosto avido di impronte, come testimonia la foto qui sopra, laddove la scocca lo è meno. Integra anche un lettore di impronte digitali, piccolo ma rapido e sensibile, ovviamente compatibile con Windows Hello. Forse sarebbe stato meglio al di fuori del touchpad stesso, visto il poco spazio, ma tendenzialmente non dà noia.

8.5

Hardware e benchmark

ASUS ZenBook S è disponibile in varie configurazioni, a seconda di processore, schermo, RAM e storage. Noi abbiamo provato la prima ad arrivare in Italia, descritta sommariamente qui sotto.

  • Schermo: 13,3” full HD IPS
  • CPU: Intel Core i7-8550U
  • RAM: 16 GB LPDDR3
  • Memoria interna: 512GB SSD
  • Webcam: 720p 16:9 a 30 fps
  • Connettività wireless: Wi-Fi ac dual band, Bluetooth
  • Porte: 2x USB 3.1 Type-C Gen 2 (Thunderbolt), 1x USB 3.1 Type-C Gen 1, jack audio
  • Batteria: 51,3 Wh
  • Peso: 1.015 grammi
  • OS: Windows 10 Pro

ASUS ha scelto un insieme di componenti non casuali, e l’uso di Windows 10 Pro ne è la conferma. ZenBook S vuole infatti essere il business laptop per chi sia sempre in mobilità, ma non voglia rinunciare alle prestazioni. Disco molto capiente, tanta RAM a disposizione, e mancanza di porte più “vetuste” compensata dal piccolo dongle in dotazione. I benchmark evidenziano bene di che pasta sia fatto ZenBook S, ma lasciano intravedere anche qualcosa di meno prevedibile dalla mera scheda tecnica.

  ZenBook S Acer Swift 5 Xiaomi Mi Notebook Pro
PC Mark 10 2.498 2.435  3.395
GeekBench single-core 4.500 4.870  4.170
GeekBench multi-core 13.800 14.450  14.050
GeekBench GPU 20.000 22.100 20.880
Crystal Disk lettura 3.282 MB/s 1.580 MB/s 1.845 MB/s
Crystal Disk scrittura 1.577 MB/s 600 MB/s 1.455 MB/s

Notate anzitutto l’SSD, due spanne avanti ai concorrenti che gli abbiamo messo al fianco. Sono valori da vero top di gamma, che si fanno sentire nella vita di tutti i giorni, e che donano uno scatto in più al sistema.

Al contempo GeekBench lascia intravedere una CPU (la stessa scelta da Acer per il suo Swift 5) un po’ inferiore alle aspettative. Ancora di più se guardiamo i valori del Mi Notebook Pro, che monta un i5-8250U. Il motivo è da ricercarsi nell’ottimizzazione apportata da ASUS a questo portatile, che privilegia l’autonomia a scapito delle performance, in particolare per periodi prolungati di stress.

Se infatti ZenBook S sfrutta tutta la potenza ed il clock dei sui 4 core nell’immediato, se il carico permane le frequenze della CPU vengono scalate notevolmente, prima ancora di giungere al thermal throttling propriamente detto.

Le ragioni possono essere molteplici. Anzitutto contenere temperature e dispendio energetico, a tutto vantaggio dell’autonomia. L’idea è che ZenBook S non sia il portatile impiegato da chi cerchi una simil-workstation, e pertanto non abbia bisogno di un sistema spinto al massimo sul lungo periodo. A indiretta conferma di ciò, ASUS ha introdotto anche una modalità, chiamata Quiet Fan, che rende le ventole (già abbastanza silenziose) quasi inudibili, con conseguente peggioramento nel contenimento delle temperature (in questo caso un po’ di thermal throttling è possibile) e performance ridotte.

Nella video recensione ho mostrato bene questo aspetto in pratica. L’importante è che sia chiara una cosa: ZenBook S non è lento. Non è semplicemente un maratoneta, bensì un centometrista. Vi dirò di più: le prestazioni nell’immediato sono così buone, che potete anche attivare la modalità quiet fan piuttosto tranquillamente, specialmente se voleste ancora più autonomia e se non dovete utilizzare il laptop per nulla più che Office e browsing. ZenBook S è costruito con un target preciso in mente, e raggiunge il suo scopo. Di questo non possiamo fare una colpa ad ASUS, ma è bene sapere di che pasta è fatto.

9.0

Esperienza d'uso

ASUS ZenBook S è instancabile. C’è abbastanza spazio di storage per la maggior parte delle esigenze, considerando anche che non ha alcuna vocazione ludica. Ed i componenti scelti sono di prim’ordine, in grado di regalarvi un’esperienza scattante. Le applicazioni si avviano tutte molto rapidamente, e potete aprire anche una ventina di tab su Chrome senza mettere in crisi il sistema.

C’è anche un audio discreto, complice il rialzo della base che fa da cassa di risonanza quando il notebook è appoggiato su un piano. Dal punto di vista multimediale quindi è tutto ok, anche perché i Kaby Lake-R sono una garanzia in tal senso. Questo significa che anche video in 4K HDR non lo impensieriscono minimamente. Anzi, il loro carico sul sistema è piuttosto esiguo, e li potete riprodurre serenamente anche con quiet fan attivo.

Il risultato è un portatile che nell’uso “essenziale” (navigazione, multimedia, video-chat) e produttivo (scrittura, fogli di calcolo e simili) ha prestazioni più che convincenti. A questo unite un’ottima portabilità, e tutta l’autonomia che potete desiderare. Difficile insomma separarsene, che siate a casa, in ufficio o in viaggio.

Il fianco lo mostra, come già sottolineato, quando lo sforzo si prolunga. Non è il modello pensato per il montaggio video, per l’elaborazione 3D, per compilare quel vostro vecchio progetto in C da 100.000 righe di codice. Non è che non ce la faccia proprio, ma ci metterà molto più del previsto. Come già sottolineato, ASUS ha quasi esaltato questo aspetto, proprio alla luce delle ottime performance “sullo scatto”. Ne viene fuori un portatile ancor più connaturato, in grado di regalarvi grandi soddisfazioni se avrete ben compreso dove stanno i suoi punti di forza ed i suoi limiti.

Probabilmente questo è frutto anche della gestione termica in generale. C’è in pratica una sola ventola, che anche al massimo regime è piuttosto silenziosa. Per spingerlo al massimo ci sarebbe stato bisogno di un’organizzazione interna diversa, per quanto il Kaby Lake-R impiegato abbia un TDP di 15W e non richieda chissà quale sistema di raffreddamento elaborato. Anziché tenerlo sempre al limite però, regalandogli magari un’autonomia solo nella media, ASUS ha puntato prima di tutto a farne un “portatile” nel senso vero della parola. Non ce ne sono più molti, perché i 15” difficilmente possono esserlo a prescindere, ed i modelli più piccoli spesso sacrificano l’autonomia per leggerezza o prestazioni. Questo ZenBook S invece riesce a coniugare un po’ tutto, e non è poco.

Nell’uso quotidiano è quasi come avere un tablet. Il risveglio dalla sospensione è istantaneo, lo sblocco col lettore d’impronte altrettanto e l’immediatezza è una sua chiave vincente. Peccato che il display non si inclini più di tanto (e non sia nemmeno dei più stabili, vista anche la sua insolita posizione). È una piccolezza, ma in un notebook così leggero uno schermo ruotante, o quantomeno più flessibile, poteva fare la differenza. Vi segnaliamo inoltre qualche saltuario impuntamento, probabilmente frutto di troppa gioventù. Sto parlando di alcuni reset dei driver video (pur aggiornati), o della difficoltà riscontrata nell’utilizzare alcuni dongle Type-C di terze parti. Piccolezze, probabilmente appunto causate da un software non ancora del tutto rodato, e niente che un update non possa risolvere.

8.0

Schermo

Il modello da noi provato di ZenBook S monta un pannello IPS da 13,3” full HD opaco non touch. C’è anche una variante 4K touch, ma è sconsigliata, dato che impatterebbe senz’altro su autonomia e peso. Questo a meno che non vogliate per forza il digitalizzatore, ma sinceramente non è questo il tipico notebook adatto all’uso con stylus, data la scarsa flessibilità delle cerniere del monitor.

Nel complesso il display è buono, con il pregio degli ottimi angoli di visione tipici degli IPS, e il difetto di neri non troppo intensi tipico degli IPS. La pecca maggiore è però la retroilluminazione piuttosto bassa, attenuata ulteriormente dalla finitura opaca. Il 25% potrebbe non bastarvi anche in interno, in presenza di una forte fonte di luce.

9.0

Autonomia

La batteria da circa 50 Wh, unita alla “parsimonia” di cui sopra, garantiscono un’ottima autonomia a ZenBook S. Portare a casa l’intera giornata lavorativa lontano dalla presa di corrente non è insomma un’utopia, e non è un risultato da poco, specialmente in un notebook di queste dimensioni. Date infatti un’occhiata ai test seguenti, condotti con luminosità al 25% e modalità di risparmio energetico impostata su “batteria migliorata”.

  • PCMark 8 Home (browser, casual gaming, video chat, scrittura, foto editing): 5 ore e 39 minuti
  • PCMark 8 Creative (browser, video editing, multimedia, gaming, foto editing, video chat): 5 ore
  • PCMark 8 Work (browser, videochat, scrittura, fogli di calcolo): 6 ore e 56 minuti

Come vedete, anche con un test che tiene comunque continuamente occupato il sistema, ZenBook S sfiora le 7 ore di autonomia lavorativa. C’è da dire che il 25% di luminosità non è detto sia sempre sufficiente per tutti gli ambienti, ma è comunque un risultato notevole. A questo unite il fatto che, attivando la modalità quiet fan, guadagnerete almeno un’ora in più di autonomia. Considerando che difficilmente starete 8 ore tenendo continuamente impegnato il PC, ma avrete comunque momenti a carico quasi zero (per esempio mentre starete leggendo), arrivare anche 9 ore non è impossibile.

In ogni caso, anche stressando di più il PC, 4-5 dovreste sempre portarle a casa, il che non è da tutti. Da un ultraportatile così poi, è difficile pretendere di più.

6.5

Prezzo

ASUS ZenBook S, nella configurazione da noi provata, la prima ad arrivare in Italia, costa 1.799€. Il prezzo è elevato, indubbiamente. C’è tanta qualità, e se rapidità ed autonomia fossero le principali caratteristiche che cercate, non potrete rimanere delusi. Ciò nonostante è evidente che per questo prezzo si trovino portatili più veloci (ma magari non così leggeri) e più potenti (ma con meno autonomia). Tutto ciò in attesa di offerte che lo rendano più appetibile.

A questo proposito, vi segnaliamo che su Amazon Italia è comparsa la variante con 8 GB di RAM e 256  GB di storage. Al momento non è disponibile, ma il prezzo inserito è di 1.299€, che sono decisamente più appetibili.

Foto

Giudizio Finale

ASUS ZenBook S

8.8

ASUS ZenBook S

ASUS ZenBook S è il sogno di chi abbia esigenze di mobilità, autonomia e prestazioni. Riesce a coniugare bene questa trinità come pochi altri, e lo fa anche con un'eleganza invidiabile. Mostra il fianco se vi metterete a stressarlo a lungo, ma del resto non è e non vuole essere una workstation. Peccato solo per il prezzo di lancio un po' elevato.

di Nicola Ligas
Pro
  • Costruzione e "inclinazione"
  • Autonomia
  • Tastiera
  • Prestazioni molto buone (sul breve termine)
Contro
  • Prezzo
  • Throttling
  • Solo porte Type-C (ma c'è il dongle)
  • Touchpad un po' sacrificato
  • AndreDNA

    Una recensione dell asus zenbook ux331un? 🙂

    • Per ora non è in programma, i prossimi saranno 2 Dell a ruota, poi un po’ di pausa, e poi si ricomincia! 🙂

      • AndreDNA

        Peccato! grazie della risposta però!

  • Jie Lin

    Piccola nota: l’SSD dello Xiaomi notebook pro arriva alle stesse velocità del Zenbook. È solo necessario aggiungere il BIOS ad una versione più recente.

  • micersoft

    @Nico con questa configurazione ASUS ZenBook S UX391UA-EG007T (13,30 “, Full HD, Intel Core i7-8550U, 16 GB, SSD) prezzo 1290 euro , lo consiglieresti o hai un alternativa da consigliare a questo prezzo?

    • Ciao, scusa il ritardo. Se sono ancora in tempo, a quel prezzo mi sembra molto valido. Come detto qui sopra, se guardiamo solo le specifiche ci sono alternative, ma se vuoi il pacchetto completo di leggerezza, autonomia e prestazioni, zenbook s non ti deluderà