9.0

Recensione ASUS ZenWiFi AX (XT8): il mesh router Wi-Fi 6 (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione ASUS ZenWiFi AX (XT8)

Il Wi-Fi 6 sta finalmente arrivando su un numero sempre più ampio di dispositivi e così finalmente anche le aziende produttrici di dispositivi di networking stanno ampliando il proprio listino di router compatibili con questa tecnologia. Oggi proviamo con piacere per la prima volta nelle nostre pagine un kit di router mesh con supporto al Wi-Fi 6.

Parliamo del kit ASUS ZenWiFi AX (XT8) che in Italia (e nel mondo) viene venduto come un kit da due router, con la possibilità di espanderlo in futuro. I due router, disponibili in bianco o nero, sono molto eleganti e si “intonano” con praticamente qualsiasi arredo che possiate avere in casa: non sono troppo grandi e hanno un design semplice che è quello che cerchiamo da un dispositivo simile. Una cosa che mi ha da subito stupito è che i due dispositivi sono identici e non c’è quindi distinzione fra la base e il satellite, confermando quindi che il massimo della tecnologia è stata utilizzata su entrambi i dispositivi.

Troviamo il jack per l’alimentazione, il tasto di accensione (che alcuni dispositivi non hanno), 3 porte ethernet LAN, 1 porta WAN per collegarlo al vostro modem e una porta USB 3.1. Frontalmente troviamo un piccolo led che indica l’accensione o meno del dispositivo (ma non lo stato della rete). All’interno del prodotto troviamo 6 antenne invisibili che generano 3 reti, una a 2,4 GHz e due da 5 GHz, di cui una nascosta e che garantisce la connessione senza problemi fra i due dispositivi. Interessane la possibilità di accorpare una porta ethernet con quella WAN per creare una connessione WAN fino a 2,5 GBps. Non è possibile invece accorpare due porte LAN. Il fatto che i due dispositivi siano identici vi permette poi di collegare tre dispositivi via LAN anche sul satellite: non è probabilmente il motivo per cui comprarlo, ma è un qualcosa in più che non fa mai male.

La prima configurazione tramite applicazione per smartphone è stata totalmente indolore e il fatto che i due dispositivi possano essere installati come base senza distinzione non crea nessun problema al semplice processo di installazione. Possiamo affermare senza ombra di dubbio che questo XT8 è il kit mesh che si è configurato più rapidamente fra tutte le nostre prove. I passi sono stati pochi e chiari, come la scelta del nome della Wi-Fi e la sua password e la scelta dei dati per accedere alle impostazioni. I router si sono poi aggiornati e tutto era funzionante in pochissimo tempo. Noi abbiamo scelto di mantenere la rete unica fra 2,4 e 5 GHz, ma potrete anche scegliere di separarla, mentre dalle impostazioni potrete abilitare fino a 3 reti guest.

Dal punto di vista di tecnologia wireless ASUS ha scelto di utilizzare la banda a 160 MHz solo per la connessione fra i due nodi, utilizzando quindi la maggior parte della velocità proprio per questa operazione. Potrete recuperarla se sceglierete di collegare i due nodi via cavo e di assegnare un nuovo SSID a questa terza banda a 5GHz liberata. Online si trovano informazioni per cui ASUS starebbe lavorando per utilizzare questa larghezza di banda anche sulla 5GHz già disponibile, ma al momento l’azienda non ha potuto confermare questa informazione. Questo garantisce che anche il nodo esterno, per quanto meno veloce della base, possa garantire ottime prestazioni, minimizzando le interferenze.

Parlando delle prestazioni che abbiamo rilevato possiamo garantire che ASUS ZenWiFi AX abbia superato le nostre aspettative sotto ogni aspetto. Ottima la portata con entrambe le bande e ottime prestazioni in Wi-Fi 6, battendo il nostro benchmark del FritzBox 7590. Non avendolo potuto provare in ufficio (dove la distanza fra i due nodi sarebbe stata maggiore) ci siamo accorti come in una casa di 100mq dove la base è sistemata al centro i vantaggi di avere un sistema mesh non siano poi tanti e anzi spesso i dispositivi si colleghino al nodo (perché più vicino) quando potrebbero ancora collegarsi alla base che pur essendo più lontana garantirebbe più velocità. Allontanandoci allora dall’abitazione abbiamo potuto quindi svolgere qualche test in più sulla portata (e sulla velocità) confermando le impressioni che avevamo avuto in casa. A due piani di distanza il segnale è ancora presente (vi ricordiamo che i due nodi sono sullo stesso piano) e che riceviamo ancora 10MBps, quando il nostro router non garantisce più nessuna copertura. Anche collegandoci al nodo e allontanandoci abbiamo riscontrato lo stesso risultato. Per il nostro uso casalingo la singola base sarebbe risultata più che sufficiente per offrirci più di quanto avevamo prima con il FritzBox, grazie alla portata, alla velocità e al Wi-Fi 6.

Siamo rimasti poi positivamente colpiti dall’applicazione per smartphone che offre molto più di quanto offrano quasi tutte le altre app concorrenti e non facendoci sentire la necessità di accedere all’interfaccia web, se non per curiosità e per lo scopo di studio della recensione. La grafica è forse un po’ troppo futuristica e avremmo preferito qualcosa di più minimale, ma è comunque tutto abbastanza chiaro. Abbiamo subito un resoconto del numero di dispositivi connessi ai singoli nodi e anche un grafico in tempo reale dell’utilizzo della rete, oltre al che al numero e al nome delle reti Wi-Fi attive al momento. C’è poi un semplice tasto che ci permette di rendere prioritario per un certo tipo di utilizzo grazie al QoS. Non troviamo poi solo le solite voci come gaming e streaming, ma anche funzionalità relative al download o al lavoro.

Troviamo poi la lista dei dispositivi connessi con un riepilogo rapido del consumo di banda e selezionandoli possiamo scegliere di bloccare il loro accesso a internet o limitarne il consumo di banda. Sempre da qui possiamo anche controllare lo stato della rete mesh (chiamata ASUS AiMesh) e aggiungere nuovi dispositivi alla rete mesh. Il menù famiglia offre le più classiche funzionalità di limitazione dell’accesso alla rete (in termini di blocco orario o di contenuti), ma ci ha colpito il fatto di poter aggregare i dispositivi per utente in modo da poter applicare questi limiti in blocco a tutti i suoi dispositivi. In più abbiamo anche un semplice riepilogo diviso per (diurno, sera e ora di dormire) per mostrare quando e come il traffico è stato generato. E infine scavando nel menù impostazioni troviamo le opzioni relative all’AiMesh, alla diagnostica, al QoS, al Wi-Fi, alla LAN e alla WAN.

Spendiamo due parole di elogio per AiProtection: benché sia difficile riconoscere la qualità di un servizio simile di sicurezza domestica in una prova di qualche settimana, è da lodare il fatto che il servizio offerto da Trend Micro sia qui gratuito a vita, mentre nei concorrenti richieda solitamente un abbonamento mensile o annuale. Infine ecco una lista di cosa potrete fare con la porta USB 3.1 sul retro del router: creare un NAS multimediale, un server FTP, un disco Samba di rete, un disco nel cloud ASUS, un server di stampa via USB, abilitare un download manager e anche abilitare una navigazione 3G/4G di emergenza collegandoci una chiavetta (o uno smartphone!) compatibile.

Non perderemo qui troppo tempo a mostrarvi e a raccontarvi tutte le altre opzioni avanzate offerte dal menù tramite browser di ASUS, ma potete approfondire scorrendo i nostri screenshot o guardando il video. Siamo rimasti comunque notevolmente colpiti dalla scalabilità dell’esperienza d’uso: tramite l’applicazione c’è molto con cui “giocare” nelle impostazioni, ma è tramite browser che si abilita una moltitudine di variabili a loro volta divise fra interfaccia semplice e avanzata. In quest’ultima ci sono opzioni così “raffinate” che anche noi ammettiamo di non conoscere l’utilità di tutte. I meno esperti vorranno sicuramente starne alla larga.

ASUS ZenWiFi AX (XT8) ci ha sorpreso in positivo sotto praticamente ogni aspetto superando anche le nostre aspettative, comunque alte sopratutto visto il prezzo di 529€ richiesto per il kit di due dispositivi. Se questa cifra vi sembra alta sappiate che la concorrenza chiede anche di più per un kit di due dispositivi Wi-Fi 6 mesh, rendendo anche il prezzo di questo XT8 un pro, anche se sicuramente non certo una cifra che possa rendere ZenWiFi AX abbordabile per tutti.

Per chi volesse è disponibile anche come router singolo a 299€.

Giudizio Finale

ASUS ZenWiFi AX (XT8)

9.0

ASUS ZenWiFi AX (XT8)

ASUS ZenWiFi AX è un prodotto eccellente: è potente, veloce, completo, semplice da configurare e adatto sia ai neofiti (con una prima configurazione semplicissima) che ai più esperti (con un pannello avanzato densissimo di opzioni). Lo consiglieremmo a deve coprire grandi spazi (anche varie centinaia di mq) con un Wi-Fi veloce e a prova di futuro. Il prezzo non è contenuto, ma è comunque inferiore ad altri concorrenti. Per chi non deve coprire superfici così ampie è forse anche eccessivo.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottima copertura
  • Applicazione completa ma semplice
  • Configurazione a prova di utente alle prime armi
  • Tanta tecnologia
Contro
  • La parte di WiFi più veloce è riservata alla connessione dei nodi
  • In spazi piccoli è anche eccessivo
  • Non è specifico per i pro gamer

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • Michele Del Grosso

    Consiglieresti questo o l’orbi rbk53?