8.6

Recensione Bluetti AC50S: il super-powerbank solare da viaggio (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Bluetti AC50S

Se devo essere sincero prima di incappare in questo Bluetti AC50S non avevo mai pensato all’esistenza di prodotti simili, se non in un formato più industriale e molto poco consumer (o “per tutti” se vogliamo usare una definizione diversa). Nel titolo l’ho chiamato super-powerbank, ma solo perché i powerbank sono i prodotti che più somigliano come concetto, ma è anche molto riduttivo.

Questo perché Bluetti AC50S fa parte della famiglia delle powerstation, ovvero una stazione di erogazione energia, ovvero più di un prodotto che serve a ricaricare qualcosa. Lo può fare, ma vista la sua capacità e la sua potenza si prefigge anche di tenere alimentati prodotti per molte ore, grazie a tecnologie decisamente più avanzate.

Partiamo dalle basi: Bluetti AC50S è un piccolo parallelepipedo in plastica rafforzato da protezioni in silicone e dal peso non indifferente di 6,2 Kg. Questo è ovvio però perché all’interno troviamo un accumulatore da 500Wh prodotto da LG di grado automotive, ovvero lo stesso che si usa per i mezzi di trasporto. Vengono garantiti almeno 1.000 cicli con una capacità di oltre l’80%, garantito anche dal fatto che il prodotto tiene sempre di riserva un 10% di carica per aumentare la propria vita.

Parlando di tecnologia non possiamo non menzionare la presenza di un circuito regolatore di carica MPPT e di un invertitore a onda sinusoidale pura. Se vi sembra che abbiamo “lanciato” dei termini a caso non vi spaventate. A tutto c’è una spiegazione. Il regolatore di carica MPPT si riferisce alla ricarica dell’AC50S tramite pannelli solari (di cui parleremo meglio dopo): è una tipologia di circuiteria più efficiente, ma anche più complessa e costosa. Per l’invertitore questo potrebbe essere naturalmente più chiaro per molti, ma lo rendiamo ancora più chiaro: si tratta del componente che permette di generare corrente alternata. In sostanza potrete usare qualsiasi (o quasi) dispositivo che alimentate solitamente tramite la presa di corrente di casa. Con qualche limite di potenza.

Partiamo da qui: AC50S è dotato di due prese schuko a due connettori che permettono di erogare potenza fino a 300W con un picco di 450W (carico sopportabile per un massimo di 2 minuti). L’azienda dichiara che la corrente sia “migliore” di quella di casa, grazie al loro invertitore. A tutti dovrebbe essere chiaro che 300W sono più che sufficienti per buona parte dei prodotti alimentati a corrente che usate nel quotidiano e può tranquillamente funzionare per mantenere attivo un frigo portatile (anche se come poi vedremo c’è un modo più efficiente di alimentare questi prodotti).

Ma AC50S non è incentrato solo su corrente alternata, ma anche su tante uscite a corrente continua. Parliamo di quattro porte USB-A da 15W (5V/3A, ma non QuickCharge), una porta USB-C Power Delivery da 45W e una porta accendisigari a 12V. È importante specificare che si tratta di una porta regolata a 12V e quindi adatta proprio ad alimentare prodotti che nascono con questo connettore, come per esempio un frigorifero da campeggio. Volete sapere quanto durerà il vostro prodotto alimentato da un AC50S? Il calcolo è 500*0,85/potenza assorbita.

Ma non finisce qui abbiamo due connettori AC da 120W: non ne avevamo mai visti di questa forma, ma da quello che abbiamo capito permettono di essere utilizzati per luci led o in generale da chiunque voglia realizzare un alimentazione personalizzata per qualsiasi prodotto. Sulla base superiore abbiamo poi una superficie di appoggio che garantisce ricarica wireless Qi a 10W. Ai lati si possono sollevare due maniglie per il trasporto. Sul pannello frontale abbiamo anche un display LCD, comodissimo per avere una visualizzazione chiara della carica residua, oltre che la potenza erogata sia in AC che in DC. In caso di problemi apparirà un codice errore, che potrete verificare nel manuale (per esempio se viene richiesta troppa energia o se non è abbastanza carico per alimentare). Dalla parte opposta è presente un grosso e potente LED che può funzionare in modalità forte, debole o lampeggiare SOS. Incredibile come Bluetti non abbia lasciato nessuna possibilità non implementata. Ai lati ci sono due ventole: si attivano quando entra in gioco l’inverter o durante la ricarica in alcuni momenti. Il rumore è udibile distintamente, ma se siete all’aperto non sarà niente di fastidioso. Dovrete comunque tenerne di conto.

Ma come si ricarica Bluetti AC50S? Sul retro abbiamo un connettore circolare e può essere caricato con un pannello fotovoltaico fino a 120W, oppure tramite l’alimentatore da casa o la presa accendisigari a 90W (circa 4-5 ore di tempo nel primo caso e circa 6-7 negli altri). Tutti i cavi sono forniti in dotazione, oltre ad un cavetto USB-C/USB-C.

Noi abbiamo avuto modo di provare i pannelli solari Solarpower SP120 che possono garantire i 120W di potenza massima supportata dall’AC50S e che hanno la grande comodità di essere ripiegabili e trasportabili con semplicità. Ma non solo: c’è una tasca per raccogliere i cavi e anche dei supporti inclinabili per tenere i pannelli all’inclinazione corretta verso il sole. E se vorrete anche appenderlo su di un muro o un camper. Stiamo testando questo prodotto da più di un mese ma il pochissimo sole invernale non è mai stato sufficiente per arrivare ai 120W massimi. Il sistema si ricarica comunque (ovviamente) ma molto più lentamente. Ci sono però vari video online che mostrano al sole la piena ricarica a 120W. SP120 pesa 4,3 Kg ed è IP67, potete quindi lasciarlo all’esterno alla pioggia, anche considerando che il cavo è lungo ben 3 metri.

Infine è supportata la ricarica del dispositivo durante la ricarica di AC50S: questo vi permette di sfruttare subito la ricarica senza attendere le ore necessarie per caricare completamente AC50S.

Il prezzi di questi prodotti sono ovviamente alti, ma meno di quanto avrei pensato in origine, soprattutto considerando la moltitudine di possibilità offerte da questo prodotto. Parliamo di 459€ (scontato al momento dai 599€ originali) per AC50S e 329€ (da 399€) per Solarpower SP120. In bundle vengono venduti a 689€, andando a risparmiare altri 110€ sul prezzo finale.

Giudizio Finale

Bluetti AC50S

8.6

Bluetti AC50S

Bluetti AC50S non è ovviamente un prodotto per tutti, visto il prezzo, ma è comunque un ottimo prodotto per tutti quelli che hanno bisogno di alimentare o ricaricare per lungo periodo prodotti anche quando si è fuori casa (o anche solo in giardino). La moltitudine di possibilità offerte (sia per caricare che per essere caricato) lo rendono indubbiamente un prodotto completo e valido.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Super completo
  • Può caricare mentre si ricarica
  • Si ricarica anche con il fotovoltaico
  • Uscita a 12V regolata
Contro
  • Un po' pesante
  • La ricarica USB-C poteva essere ancora più veloce
  • Le ventole nel silenzio totale si sentono

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.