Recensione Corsair M65 RGB ULTRA: il mouse gaming più amato dai cecchini

Recensione Corsair M65 RGB ULTRA: il mouse gaming più amato dai cecchini
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Corsair M65 RGB ULTRA è l'ultimo arrivato nella scuderia dei mouse Corsair. Anche questo modello è un vero concentrato di tecnologia, pensato per chi cerca qualcosa di più pesante (proprio in relazione al peso) di quelli che la stessa Corsair ha lanciato ultimamente. Ma il peso non è l'unico dettaglio che salta all'occhio. Scopriamo insieme di che pasta è fatto.

PRO

  • Bilanciamento personalizzabile
  • 8 pulsanti programmabili
  • Fino a 8.000 Hz di Polling Rate

CONTRO

  • Solo per un pubblico destrorso
  • Wireless costa 50€ in più

Corsair M65 RGB ULTRA è un mouse dalle forme estremamente peculiari. La sua struttura è pensata unicamente per un'utenza destrorsa, visto che sia i pulsanti programmabili che le forme laterali sono appunto ideate per l'utilizzo con la mano destra. Un form factor comunque che i fan del marchio e della serie M riconosceranno ed apprezzeranno.

Il modello M60 debuttava infatti nel 2011, ben 10 anni fa. Sin dai primi minuti comunque la mano, almeno la nostra, si trova a suo agio. Ogni dito trova il suo posto, e anche chi utilizza la presa ad artigilio non avrà problemi di alcun genere. Forse è un po' più basso di quanto ci saremmo aspettati, ma non abbiamo riscontrato affaticamenti o altri problemi legati ad un utilizzo prolungato. Come di consueto il dispositivo ci ha accompagnato per diversi giorni, non solo nell'utilizzo gaming, ma anche in quello lavorativo, in modo da permetterci test prolungati che coinvolgessero l'utilizzo di software e di videogiochi.

Tornando a noi, oltre alle forme peculiari, Corsair M65 RGB ULTRA nasconde tante altre caratteristiche di rilievo. La scocca sottostante, che fa capolino sia dalla parte frontale che dal retro, è in alluminio. La resistenza del prodotto quindi è fuori discussione. Lo strato superiore è ovviamente in plastica, gradevole al tatto e non troppo liscia, quanto basta insomma per garantire una presa sufficiente. Ad aumentare il grip ci sono anche le zigrinature laterali dove poggiano pollice e mignolo.

Come accennato nell'introduzione, Corsair M65 RGB ULTRA è un mouse che, a differenza dei tanti che stanno arrivando sul mercato ultimamente (come anche il Sabre PRO RGB Wireless della stessa Corsair), vanta un peso che può superare anche i 100 grammi. Di base pesa 97 grammi, ma nella parte posteriore, quella che ospita il sensore per intenderci, è possibile inserire tre pesi aggiuntivi che permettono di spingersi fino a 115 grammi. La peculiarità poi non è solo il fatto di poter inserire questi tre pesi, ma di poterli disporre anche diversamente o impiegarne solo uno o due in modo da crearsi il proprio bilanciamento. E il modo in cui bilanciare il mouse torna utile anche per un'altra funzionalità che andremo a scoprire a breve.

Le particolarità non terminano qui. A risultare ancora più vistoso del frame in alluminio è il grosso pulsante rosso presente sul fianco sinistro. È la stessa Corsair a descriverlo come "Sniper button", pulsante del cecchino. Di default, la pressione prolungata del pulsante permette di rallentare la sensibilità, riducendo i DPI e permettendo di conseguenza movimenti di maggior precisione. Senza quindi dover passare da una configurazione DPI all'altra, è possibile programmare il pulsante cecchino per ridurre solo momentaneamente la velocità, impostandola al valore desiderato. Una funzione che può tornare utile anche in altri contesti, non solo negli FPS. Il feedback uditivo del pulsante è molto, molto simile a quello degli altri due pulsanti programmabili che troviamo subito sopra di lui, ma in ogni caso non vi troverete mai a premere per errore né lui né gli altri due. Il feedback tattile è più che sufficiente per distinguere il pulsante cecchino, ben più grosso e più a portata di pollice, dagli altri due. Anzi, a dirla tutta il pollice si poggia naturalmente sul tasto, permettendovi di essere sempre pronti all'utilizzo.

Subito prima della rotellina del mouse ci sono altri due pulsanti programmabili, utili ad esempio per ciclare tra le configurazioni DPI. La rotellina è molto grande, e presenta una copertura in stile "pneumatico" che garantisce un ottimo grip. Più che discreto il feedback del pulsante integrato nella stessa rotellina. Qualche cenno tecnico prima di preseguire oltre. I pulsanti principali sono i CORSAIR QUICKSTRIKE che avevamo già apprezzato nella recensione del SABRE PRO RGB Wireless uniti a switch ottici OMRON, pensati appunto per garantire una velocità di attuazione praticamente istantanea. I due pulsanti sono premibili lungo tutta la loro struttura. La scorrevolezza del mouse è garantita da 4 classici piedini in PTFE che seguono la particolare struttura della scocca in alluminio. Diamo anche un'occhiata alla scheda tecnica:

  • Sensore: CORSAIR MARKSMAN, 26.000 DPI, step di 1 DPI, 650 IPS tracking, fino a 50G di accelerazione
  • Pulsanti programmabili: 8
  • Illuminazione: RGB a due zone
  • USB Polling Rate: fino a 8.000 Hz hyper-polling
  • Connettività: cablato USB-A 2.0, variante SLIPSTREAM WIRELESS
  • Lunghezza cavo: 1,8 metri
  • Dimensioni: 117 x 77 x 39 mm
  • Peso: 97 grammi (senza pesi aggiuntivi)

Come avrete probabilmente intuito dalle foto del prodotto mostrate finora, abbiamo testato la variante cablata del nuovo M65 RGB ULTRA di Corsair. Anche in questo caso abbiamo a che fare con un lungo cavo (1,8 metri) in Paracord, già apprezzato anche nella recensione del Corsair SABRE PRO dello scorso aprile. È come non averlo. Il cavo scorre agilmente sul tappetino o sulla superficie in cui solitamente usereste il mouse senza esservi di impaccio. Anzi, è proprio la presenza del cavo a permette un polling rate 8 volte superiore a quello della maggior parte dei mouse gaming. Di solito, proprio per via delle recensioni, alterniamo l'utilizzo di mouse wireless a quelli cablati, e vi assicuriamo che il passaggio a quelli con cavo Paracord di Corsair è assolutamente indolore.

A permettere il raggiungimento degli 8.000 Hz di polling rate (la stessa raggiunta dalla versione cablata del SABRE PRO cablato) è la tecnologia proprietaria Corsair AXON Hyper-Processing. Attenzione però: la modalità a 8.000 Hz è attivabile solo dal software iCUE e solo nel caso abbiate hardware sufficientemente prestante. Grazie poi al sensore proprietario Corsair MARKSMAN si possono raggiungere i 26.000 DPI di sensibilità, un valore esageratamente alto che difficilmente vi troverete a sfruttare. Ciò che conta davvero è che la sensibilità può essere incrementata di un 1 DPI alla volta, permettendo, ovviamente sempre tramite iCUE, di trovare i propri valori di riferimento (anche per il pulsante Sniper).

Vi avevamo anticipato che il fatto di cambiare il bilanciamento del peso del mouse era legato anche ad un'altra funzionalità dell'M65 ULTRA. Tra le tante migliorie hardware integrate c'è anche il così detto Sensor Fusion Control, un sistema che integra accelerometro e giroscopio a 6 assi. I due sensori hanno un duplice scopo: il primo è quello di migliorare il tracking del riposizionamento del mouse nel caso lo solleviate dalla superficie; il secondo è quello di permettervi di abbinare alle inclinazioni del mouse delle funzioni. Sempre da iCUE, è possibile calibrare un'inclinazione di 20, 30 o più gradi verso una delle 4 direzioni (sinistra, destra, davanti, dietro) e abbinare tali inclinazioni a funzioni specifiche. Ad esempio potreste far sì che inclinando il mouse a destra di 20 gradi, il sistema risponda come se l'utente stesse premendo il tasto V della tastiera. Potete persino abbinare intere stringhe di testo, magari un messaggio specifico da inviare nella chat di gioco o qualsiasi altra cosa.

Una funzionalità particolarmente difficile da trovare in altri mouse, che va ad aggiungersi alla già ottima dotazione hardware di cui dispone questo M65 RGB ULTRA. Quando dicevamo che si tratta di un vero concentrato di tecnologia non scherzavamo affatto. Un cenno d'obbligo anche all'illuminazione LED. Visto che in questo caso Corsair non si è dovuta risparmiare per tenere il peso entro soglie particolarmente basse, sono stati integrati molti più LED che contribuiscono a loro modo a rendere il mouse ancora più aggressivo e iconico. Ne troviamo uno circolare nella rotellina; uno tra i due pulsanti programmabili posti di seguito alla rotellina, utile tra l'altro a capire quale profilo di utilizzo è attualmente impostato; uno posteriore che illumina il logo Corsair e che, allo stesso tempo, filtra da una serie di feritoie posteriori della scocca in alluminio proiettando sulla superficie di utilizzo gli stessi colori.

Un ultimo cenno ad iCUE prima di occuparci dei prezzi di commercializzazione. Come avrete capito, e come lasciamo intendere da tutte le review relative ai prodotti Corsair, senza iCUE non si ha accesso a buona parte delle funzionalità top del mouse in questione. Continuiamo a trovarlo un po' acerbo e complicato, ma se non altro, collegando M65 ULTRA e aprendo iCUE, si viene accolti da una serie di tutorial che spiegano passo passo come impostare ad esempio le funzionalità relative alle inclinazione, come assegnare nuovi tasti e come gestire l'illuminazione. Molto utile anche la funzione per calibrare il mouse sulla superficie di utilizzo, un passo essenziale per poter usare M65 ULTRA al meglio delle sue possibilità. 

Prezzo

Due le varianti disponibili: quella cablata a 79,99€ e quella wireless con tecnologia SLIPSTREAM (2.000 Hz di Polling Rate) a 129,99€. Per la variante cablata si tratta 20€ in più del SABRE RGB PRO (o 30€ per il modello senza LED). C'è da dire che la somma richiesta in più è giustificata da tantissimi fattori: il tasto Sniper, accelerometro e giroscopio, scocca in alluminio e peso regolabile, tanti LED. La variante wireless mantiene più o meno lo stesso distacco di 30€ a confronto con il SABRE PRO RGB WIRELESS. Il nuovo M65 ULTRA va in sostanza a coprire non tanto una fascia di prezzo diversa, quanto più una tipologia di utenza diversa che cerca un prodotto molto particolare e prestante.

Recensione Corsair M65 RGB ULTRA - Foto

Il PC su cui effettuiamo i test

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Corsair M65 RGB ULTRA

Corsair M65 RGB ULTRA è uno di quei mouse che, a primo acchito, potrebbe sembrare quasi di nicchia. La verità è che facilissimo innamorarsene. Sotto la pregevole scocca in alluminio nasconde il meglio dell'hardware proprietario di Corsair, che permette tra l'accesso ad alcune funzionalità particolarmente originali e, in certi casi, davvero comode. Il pulsante SNIPER farà la gioia degli amanti degli sparatutto, così come il sensore da 26.000 DPI che permette scatti di sensibilità di 1 DPI alla volta. Considerate comunque che non tutti hanno bisogno di così tante opzioni, tasti programmabili e performance così elevate. Il prezzo non è alla portata di tutte le tasche, soprattutto nel caso vogliate optare per il modello wireless. Sappiate però che il cablato se la cava alla grande.

Voto finale

Corsair M65 RGB ULTRA

Pro

  • Bilanciamento personalizzabile
  • 8 pulsanti programmabili
  • Fino a 8.000 Hz di Polling Rate

Contro

  • Solo per un pubblico destrorso
  • Wireless costa 50€ in più

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", si è avvicinato al mondo dell'informatica alla tenera età di 5 anni. Si occupa principalmente di news e recensioni legate al mondo del gaming (mobile e non) e dei canali Social per il network SmartWorld.

Commenta