8.8

D-Link 2802KT telecamera di videosorveglianza (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione D-Link 2802KT

Il mondo delle telecamera di videosorveglianza è ormai esploso nel suo essere smart e sempre più aziende hanno proposto sul mercato ottime soluzioni per proteggere la propria casa in modo smart. D-Link è una di queste e alle spalle già vari anni di prodotti “intelligenti” per il controllo della casa si lancia anche nella realizzazione del suo primo kit completamente wireless. Il nome 2802KT non è dei migliori, ma non è questo che importa, no?

All’interno della confezione del kit troviamo la base con alimentatore, un cavo ethernet per la connessione cablata al vostro router (obbligatoria), le due telecamere e un altro alimentatore per poterle caricare. Le due telecamere possono essere collegate magneticamente a qualsiasi superficie metallica (anche se non potrete inclinarla) oppure usando i due supporti semisferici da attaccare al muro. Ovviamente basterà un gesto per “staccare” la telecamera dal supporto ed è quindi importante collocarla il più possibile in alto o nascosta. Un’altra soluzione è usare il piccolo braccio a vite in confezione che permette di collocarla più agevolmente anche all’esterno. L’attacco a vite è comunque quello standard e potrete quindi sbizzarrirvi per il montaggio.

Abbiamo parlato di montaggio all’esterno perché le telecamere sono IP65 e resistono quindi all’acqua, oltre che avere una buona portata (vari metri e almeno un paio di muri). Questi dispositivi sono dotati di una batteria interna ricaricabile tramite porta microUSB. Questa batteria può durare diversi mesi. Nel nostro caso la stima è di circa 3-4 mesi, ma l’azienda parla di fino a 6 mesi. Il valore ovviamente varia in base al numero di registrazioni che si fanno e per la quantità di tempo che le telecamere sono attive. Un valore decisamente buono e in linea con altri prodotti simili.

Le telecamere hanno capacità di registrazione e streaming fino al Full HD. La qualità di quello che viene registrato è molto buona e l’angolo di visione è veramente ampio, permettendo di vedere anche spazi laterali abbastanza ravvicinati. Sono poi dotate degli infrarossi per le visione notturna (abbastanza potenti da illuminare una grande stanza) e di audio a due vie. Potrete quindi sia ascoltare quello che succede a casa e anche parlare attraverso le telecamere. Un punto a favore che non è presente su molti altri concorrenti è la potente sirena da 100 dB che è possibile far scattare sulla base direttamente a distanza.

I video realizzati possono essere salvati nel servizio cloud di D-Link. Alla prima attivazione viene regalato un anno di sottoscrizione Premium che garantisce video salvati per 30 giorni e il cui costo sarebbe di 100€ all’anno. Esistono poi altri piani più economici: 50€/anno per 14 giorni di video, 25€/anno per 7 giorni di video e anche un piano gratuito per 1 giorno di backup (per molti forse già sufficiente). In più è possibile anche salvare i filmati su una memoria microSD o USB. È una aggiunta non da poco e che garantisce massima flessibilità all’utente finale, laddove la concorrenza invece spesso limita le scelte per favorire il proprio piano cloud a pagamento.

Passiamo quindi al software mydlink nodo fondamentale nell’esperienza d’uso del dispositivo. L’applicazione fin dal primo momento si presenta con un aspetto del tutto diverso da qualsiasi altra applicazione di questo tipo vista su smartphone e non segue i dettami stilistici di Android, iOS o altro. Ci sono scelte di design azzardate e la divisione dei menù richiede oggettivamente del tempo per essere interpretata. Per fortuna la prima configurazione è semplice e non ci vorrà molta prima di trovarsi a poter controllare e impostare le telecamere.

La schermata principale mostra subito le telecamere e con un tap sopra l’immagine potrete subito guardare in diretta il flusso video, registrare video (direttamente sullo smartphone), scattare foto o parlare attraverso il microfono. In più potrete anche verificare lo stato della batteria. È possibile poi visionare tutte le clip registrate, arrivando al calendario delle registrazioni da veri menù. Non vogliamo insistere troppo su quanto bizzarra sia questo software, ma è impossibile non notarlo e dispiacersi un po’ che nelle prime fasi sia veramente difficile capirne il funzionamento. Tranquilli, una volta “preso il via” o se guarderete la nostra recensione la situazione sarà sicuramente più semplice. È possibile poi gestire delle automazioni, che sono poi anche l’unico modo per far sì che le registrazioni avvengano in automatico in caso di movimento. Potrete da lì decidere in sostanza quale dev’essere l’evento che scaturisce l’azione e quale deve essere l’azione. Un po’ l’idea di IFTTT, ma con menù disegnati in modo anticonformista.

Un altro modo per attivare la registrazione (o meglio “disattivare la modalità privacy” nella visione di D-Link) è quello di programmare il periodo di attivazione. Altre cose che potrete fare dall’applicazione è creare dei comandi rapidi (per esempio per accendere o spegnere le telecamere) o modificare la sensibilità di attivazione (ma non l’area “sensibile”). Lo ribadiamo: l’app ci ha dato non pochi grattacapi all’inizio e ci ha strappato anche qualche sorriso di incredulità per alcune scelte bizzarre, ma non si può negare che alla fine funzioni bene, sia completa in termini di funzionalità e che sia anche “potente” una volta appresi i suoi meccanismi. Gli manca solo un’attivazione/disattivazione automatica basata sulla posizione. Potrete però integrarlo con Google Home, Alexa e IFTTT.

D-Link 2802KT ha un prezzo di 499€, non stracciato, ma in linea con quanto offerto dalla concorrenza. Le potete comprare su Amazon ed è quindi possibile che possa subire un abbassamento di prezzo nei prossimi mesi. Controllate il box qui sotto che si aggiornerà continuamente con il miglior prezzo Amazon.

Foto

Giudizio Finale

D-Link 2802KT

8.8

D-Link 2802KT

Il kit D-Link 2802KT è un prodotto estremamente completo che unisce il meglio di tanti altri prodotti che abbiamo visto fin'ora: lunga autonomia, impermeabilità, backup gratuito (o economico da 7 giorni in su) e possibilità di backup locale. Il tutto condito da un software all'inizio difficile da capire ma poi funzionale.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Piano cloud gratuito (o economico)
  • Salvataggio offline
  • Impermeabili
  • Buona autonomia
Contro
  • Applicazione da ridisegnare
  • Non funziona in base alla geolocalizzazione
  • Prezzo alto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.