6.8

D-Link AX1500 DIR-X1560, la recensione (foto)

Emanuele Cisotti -




Recensione D-Link AX1500 (Wi-Fi 6)

Per molti anni il motivo per cambiare un router è stato il cercare una maggiore stabilità e velocità, poi sono arrivate le porte ethernet gigabit e poi il Wi-Fi a 5 GHz a salvarci dalle congestioni. Dopo un po’ di anni di stallo però è finalmente arrivata la prossima grande novità: il Wi-Fi 6. Questa tecnologia, evoluzione del precedente Wi-Fi ax (5), ci permetterà non tanto di garantire maggiore velocità di navigazione, ma sarà piuttosto concentrato sul garantire una migliore connessione simultanea a sempre più dispositivi. Un’ottima cosa con il riempirsi di dispositivi domotici casalinghi.

In questo mondo di router Wi-Fi 6 per adesso non sono ancora tantissime le soluzioni low cost. Noi fra queste abbiamo avuto modo di provare il nuovo D-Link AX1500 DIR-X1560.

Rispetto ad altre soluzioni questo router D-Link si presenta come un prodotto decisamente classico. Il router è abbastanza contenuto nelle sue dimensioni e abbiamo quattro grosse antenne regolabili nella direzione che escono dai suoi lati. Sul retro abbiamo quattro porte ethernet gigabit e una porta WAN. Comodo il tasto per accendere o spegnere il dispositivo (sì, non tutti ce l’hanno), ma la sua dotazione finisce qui. Purtroppo non è presente alcuna porta USB. Allo stesso modo è un peccato che non ci sia alcuna possibilità di aggregare le porte LAN o WAN per superare il singolo gigabit, comunque un valore altissimo per buona parte degli utenti casalinghi. La prima configurazione è stata semplice e si riesce a realizzare interamente tramite l’applicazione per smartphone: spartana nella grafica ma funzionale. Ci torneremo a breve.

Come detto il router è dotato di 4 antenne, supporta il Wi-Fi 6 e di conseguenza anche il Wi-Fi a 5 GHz. La configurazione dei canali è 2×2 in 2,4 GHz con un massimo di 300 Mbps e 2×2 a 5GHz con un massimo di 1200 Mbps. Quindi i 1500 Mbps totali che danno il nome al router. Quando si parla di Wi-Fi bisogna sempre capire che tipo di canale venga utilizzato. In questo caso il più veloce canale da 160 MHz non è disponibile. Questa scelta è fatta, anche da tanti altri produttori, per favorire la retro compatibilità (sugli 80MHz). È comunque un peccato non poter scegliere.

Come si è comportato in termini di performance? Abbiamo riscontrato ottimi valori di velocità con tutti i nostri test alle varie distanze, sia con dispositivi Wi-Fi 6 che Wi-Fi 5. Si parla di velocità comunque di circa un 10-15% inferiore a quelle realizzate con altri router Wi-Fi 6 (e non) top di gamma, che però spesso costano anche più del doppio. Quello che non ci ha convinto appieno è invece la stabilità. Rispetto ad altre soluzioni, abbiamo riscontrato sporadici cali di velocità o anche brevi interruzioni, soprattutto su dispositivi che magari non stavamo usando fino a poco prima. Non il massimo.

L’interfaccia che possiamo raggiungere da browser è la classica D-Link. Forse anche troppo classica, visto che l’indicazione del copyright 2016 ci fa intuire come in realtà sia un software abbastanza standard. Che un aggiornamento più “cucito addosso” a questo router possa migliorare anche le performance? È facile trovare le opzioni che cercavate in giro per i menù, anche se anche abilitando i vari selettori riguardanti le opzioni avanzate non sono poi così tante quelle che potrete davvero gestire. Vi lasciamo un po’ di screenshot per poter navigare all’interno di queste voci e scoprire se c’è ciò che vi serve. L’unica opzione di livello un po’ più avanzato è quella del QoS che in ogni caso è possibile gestire solo a livello di dispositivo e non di app o tipologia di servizio. Non c’è poi un menù per i controlli parentali, ma solo un filtro per i siti web e un firewall.

L’applicazione per smartphone ricalca un po’ la semplicità dell’interfaccia web, ma permette un controllo su parametri diversi, visto che qui c’è il controllo parentale e anche la possibilità di eseguire uno speedtest utilizzando un tool realizzato in collaborazione con Speedtest.net. Comodo per scoprire davvero quanto veloce si può navigare partendo proprio dal router. Purtroppo non c’è nessun menù avanzato per quanto riguarda la possibilità per monitorare il traffico e il consumo dei singoli dispositivi.

Sicuramente interessante la possibilità di integrare alcune funzioni basilari di controllo del router con Amazon Alexa e Google Assistant.

Foto

Giudizio Finale

D-Link AX1500 (Wi-Fi 6)

6.8

D-Link AX1500 (Wi-Fi 6)

In conclusione D-Link AX1500 DIR-X1560 è un prodotto interessante soprattutto perché con un prezzo contenuto è possibile portarsi in casa un router Wi-Fi 6 da poter sfruttare magari con i propri nuovi dispositivi. Ad oggi però soffre un po' per colpa di un software probabilmente acerbo. È lui il vero limite del router, considerando invece alcuni limiti tecnici ragionevoli per il prezzo di vendita.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Supporto Wi-Fi 6
  • Prima configurazione semplice
  • Economico
Contro
  • Software un po' datato
  • Sporadici blocchi
  • Niente USB
  • Alcune funzioni sono disponibili solo dall'app (o da browser)