8.8

Recensione D-Link COVR-1102 Mesh (foto)

Emanuele Cisotti




Recensione D-Link COVR 1102

Ormai i prodotti wireless mesh sono diventati una realtà sempre più diffusa e ogni produttore di router ha ormai introdotto un sistema di questo tipo. Si tratta, per chi ancora non lo sapesse, di una tecnologia che va a sfruttare la connettività Wi-Fi per creare una rete locale estesa composta non più da un solo componente (il router stesso) ma anche da vari satelliti, che senza che l’utente si accorga di nulla, permettono di creare una rete unica ed estesa nella propria casa. Oggi parliamo della soluzione economica di D-Link, ovvero COVR-1102 (il singolo elemento si chiama COVR 1100).

LEGGI ANCHE: Recensioni router

Si tratta di un kit da due dispositivi esattamente speculari. Non è quindi importante quale installerete “sopra” il vostro router: il funzionamento sarà identico. Sono due piccoli cubi bianchi abbastanza anonimi con un piccolo led sulla parte superiore che si illuminerà non appena connessi alla corrente. Sul retro troviamo anche due porte ethernet, di cui una dedicata alla connessione al router e una per collegare un altro dispositivo a piacimento. Presente un tasto per accendere o spegnere la corrente, cosa niente affatto scontata per prodotti simili.

Una volta collegato il primo COVR di D-Link si dovrà passare tramite l’applicazione per Android o iOS per configurare il sistema. I passaggi sono molto intuitivi e nel caso fosse disponibile un aggiornamento software ve lo proporrà fin da subito. Ovviamente potrete subito decidere il nome della vostra rete Wi-Fi, la sua password e la password per collegarsi al pannello di amministrazione.

L’applicazione ha una grafica molto spartana ma offre subito tutto quello che serve, mostrando immediatamente il numero di satelliti e quanti dispositivi sono connessi alla rete locale. Aprendo la lista dei dispositivi si potrà andare a creare una programmazione di connessione specifica per ciascun dispositivo, attivando così un controllo parentale (basato sull’orario) diverso per ogni prodotto connesso alla rete. Premendo sulla rotellina sarà invece possibile accedere alla lista delle altre funzionalità, come la gestione della rete Wi-Fi e la possibilità di pianificazione per l’intera rete wireless, permettendovi di scegliere quindi in quali ore questa debba essere attiva. Si potrà anche scegliere di separare con due nomi diversi la rete a 2,4 e quella a 5 GHz.

Nel menù relativo ad internet ci sono le impostazioni più basilari, come l’attivazione del DHCP, il nome e host e il DNS. Per opzioni più avanzate bisognerà accedere al pannello web, ma comunque siamo felici di trovare già nell’app opzioni che solitamente non sono presenti. È poi presente un menù specifico per la rete ospite, che avrà un suo nome, una sua password e che potrà essere esclusa dalla rete locale e far sì che possa quindi accedere solo ad internet. Infine è presente un menù di riepilogo per il controllo parentale orario e un altro che mostra invece lo stato della rete (quindi genericamente dicendovi se internet sta funzionando o meno). Sempre dall’applicazione sarà possibile aggiornare il firmware. Questa app D-Link è stata l’unica nei nostri test ad averci notificato proattivamente un nuovo firmware con una notifica, senza necessità di andare a verificare noi. Il menù “servizio cloud” potrebbe trarvi in inganno. Attivando l’account D-Link potrete infatti attivare il controllo vocale del vostro router con Alexa e Assistant. Come sempre le possibilità non sono molte, ma è un limite di queste piattaforme e non di D-Link. In termini di software abbiamo riscontato solo un bug: l’impossibilità di accedere all’interfaccia web dopo l’aggiornamento al firmware 1.04, che ha costretto ad un reset.

Ma passiamo a raccontare la prestazioni. Come si è comportato D-Link COVR 1102? Decisamente meglio delle nostre aspettative, sopratutto venendo da un ultimo test non proprio brillante. Le prestazioni sono in linea, se non leggermente superiori, a quelle del corrispettivo economico di Amazon, che però ha un prezzo superiore. Con un singolo COVR siamo riusciti ad ottenere una copertura di un appartamento da 100mq senza interruzioni della connessione o rallentamenti visibili. Sempre confrontandolo al prodotto Amazon, questo COVR 1102 ha offerto in ogni punto della casa una velocità maggiore, soprattutto in upload. Aggiungendo il secondo satellite sarà possibile quindi garantire una buona connessione stabile e veloce su una casa di due piani o su un singolo piano ma molto grande. L’azienda parla di 325 mq (ma non abbiamo potuto testare). In più è possibile anche creare una singola rete ma far connettere entrambi i dispositivi alla “fonte” della connessione via cavo.

La velocità di picco in una situazione reale come la nostra è stata di circa 300Mbps, contro i 1200Mbps pubblicizzati, che sono comunque sempre teorici, un risultato leggermente sopra la media per i nostri test. Non è un prodotto di fascia alta e non supporta tecnologie di rete più recenti (ma supporta il MU-MIMO), ma si difende a dovedere.

Il suo vero punto di forza è però indubbiamente il prezzo. Il kit di due COVR 1100 (D-Link COVR 1102) è disponibile in questo momento su Amazon a 79€, un prezzo inferiore alla singola unità del corrispettivo Amazon. Veramente niente male!

Giudizio Finale

D-Link COVR 1102

8.8

D-Link COVR 1102

D-Link COVR 1102 è il miglior bundle da noi provato per entrare nel mondo delle reti Wi-Fi mesh spendendo poco. Con meno di 100€ il kit da due satelliti potrebbe risolvere già buona parte dei problemi di copertura di tanti, senza dover necessariamente a puntare verso qualcosa di più costoso.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Economici
  • Semplice configurazione
  • App chiara e funzionale
  • Buona stabilità e copertura
Contro
  • Velocità non da top
  • App spartana
  • Mancano un po' di funzioni avanzate
  • Software web non perfetto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.