Dell XPS 13 (2015), la recensione (foto e video)

Nicola Ligas
Nicola Ligas

XPS è da sempre la fascia di portatili di spicco di Dell, caratterizzati da prestazioni che non scendono a compromessi con la portabilità, e questo è particolarmente vero per il nuovo XPS 13 2015, un ultrabook che sembra puntare direttamente alla vetta del settore. Ci sarà riuscito?

PRO

  • Ottimo display
  • Prestazioni solide
  • Più compatto di così non si può
  • Audio potente

CONTRO

  • Touchpad non sempre preciso
  • Ventola fin troppo presente
  • Manca una versione con 16 GB di RAM
  • Manca una versione con scheda video dedicata

Costruzione e portabilità

Dell XPS 13 colpisce, anche nel design. Scocca in alluminio, quasi un must ormai sui modelli di fascia alta, lievemente spiovente in avanti, con la parte inferiore rialzata da due strisce orizzontali gommate, che aumentano assai il grip, altrimenti "inesistente", dell'alluminio. Appena aperto il portatile, è impossibile non notare le cornici sottilissime attorno al display, come difficilmente ne avrete viste in altri portatili della concorrenza; tanto sottili che anche la webcam è stata spostata nell'angolo in basso a sinistra sotto al display. Proprio per questo fatto delle cornici assai contenute, sembra quasi di avere tra le mani un modello più piccolo di 13'', anche se le dimensioni così compatte hanno il difetto di accentuarne un po' la sensazione di peso, che sul modello touchscreen da noi provato arriva comunque a 1,26 Kg, un valore non proprio contenutissimo (1,18 Kg nella variante non touch).

Tastiera e touchpad

Ci aspettavamo qualcosa di più su questo fronte. Non che ci siano criticità particolari, ed in particolare la tastiera si colloca anche un pelo sopra la media in quanto a comodità di scrittura, con una corsa piuttosto breve, dei tasti non troppo pesanti, ed un buon piano d'appoggio per i polsi, ma in ogni caso il touchpad non riesce a brillare, ed il materiale "composito" con cui è realizzata la scocca interna tende a trattenere le impronte in modo piuttosto sensibile.

Tornando un attimo alla tastiera, registriamo una buona retroilluminazione, ma con soli due livelli di intensità, ma attenzione al fatto che di default la riga dei tasti funzione regola invece le opzioni del portatile (volume, luminosità, ecc.), e se vorrete usare la classica combo alt+F4 (o altre) dovrete aggiungerci anche il pulsante Fn.

Tornando invece al touchpad, quest'ultimo è meno prono di altri a trattenere le impronte, è ampio, ed ha un buon clic sonoro ed efficace, ma la risposta al tocco non è sempre quella che ci si aspetta, in particolare nello scrolling con due dita, che a volte non parte subito ed a volte scorre un po' troppo. Se non esistesse il trackpad dei Mac forse non ci lamenteremmo troppo, ma sapendo che si può fare di meglio è frustrante che tra i portatili Windows sia ancora così difficile trovare qualcosa che gli si avvicini.

Hardware

Come molti portatili Dell, anche XPS 13 (2015) è disponibile in un'ampia fascia di configurazioni, non più personalizzabili come un tempo, ma sufficientemente differenziate le une dalle altre. Noi abbiamo provato il modello di punta, che ha la seguente scheda tecnica:

  • Schermo: 13,3'' IPS (3.200 x 1.800 pixel) touchscreen UltraSharp™ Infinity
  • CPU: Intel Core i7-5500U di quinta generazione
  • GPU: Intel HD 5500
  • RAM: 8 GB DDR3L-RS a 1.600 MHz
  • Memoria interna: 512 GB SSD
  • Connettività wireless: Wi-Fi 802.11ac + Bluetooth 4.0
  • Peso: 1,26 Kg
  • Batteria: 6.618  mAh
  • OS: Windows 8.1 (64-bit)

Sul fianco sinistro troviamo la porta di alimentazione, una mini DisplayPort, una USB 3.0 ed il jack audio; sul fianco destro abbiamo un'altra USB 3.0 ed un lettore di schede SD.

È una dotazione di alto profilo, ma è un peccato che non esistano né una variante con 16 GB di RAM, né una con scheda video dedicata.

Software e prestazioni

XPS 13 (2015) non delude, ed offre una delle migliori esperienze Windows che possiate trovare. Prestazioni solide, schermo touch in modo da sfruttare anche la propensione al tocco del sistema operativo, ed una reattività generale da primo della classe.

Dell ha aggiunto alcuni suoi software, che non vanno a stravolgere l'esperienza d'uso, ma che in alcuni casi si rivelano molto mirati, in particolare per il risparmio energetico, che ci permette non solo una buona gestione delle temperature, ma anche di preservare la durata nel tempo della batteria, utilizzando accorgimenti diversi a seconda che lavoriamo principalmente collegati alla corrente o meno. Abbiamo poi utility di backup e ripristino, e software atti a tenere il sistema aggiornato e sicuro. L'utenza professionale, e non solo, gradirà poi Dell Protected Workspace, che rende più sicura la navigazione in internet e l'utilizzo di documenti scaricati.

La webcam da 720p produce dei buoni video, ma la sua posizione decentrata in basso a sinistra la penalizza non poco, anche perché le riprese risulteranno tutte un po' troppo dal basso e dovrete inclinare in maniera abbastanza pronunciata lo schermo per riprendervi correttamente in volto.

Anche l'audio non delude, con una potenza davvero fuori dal comune, ed ai due speaker laterali si può rimproverare solo di non essere troppo "corposi", ma non certo di mancare di potenza.

Se dovessimo dire un difetto, probabilmente penseremmo alla ventola un po' troppo prona ad entrare in funzione (ed in alcuni casi anche abbastanza sonora), un difetto che attribuiremmo più al software impiegato che non all'hardware. Durante i benchmark infatti la ventola parte precisamente quando ve lo aspettereste: quando il carico si fa più pesante. Durante l'utilizzo quotidiano è invece meno predicibile, ed a volte la sentirete anche al secondo tab aperto in Chrome, o durante la ricarica, anche in assenza di effettivo utilizzo. Intendiamoci: il portatile non scalda mai eccessivamente, quindi è un bene che la ventola ci sia e faccia sentire il suo influsso, peccato solo a volte ci sia appunto un po' troppo spesso.

Concludiamo con la consueta carrellata di benchmark, che nei numeri non rendono abbastanza giustizia alla bontà del comportamento di questo XPS 13:

  • PCMark home accelerated: 2525
  • PCMark creative accelerated: 3450
  • PCMark work accelerated: 3330
  • 3DMark 11: P1260
  • Geekbenck single-core: 2900
  • Geekbench multi-core: 5950

Schermo

Lo schermo Infinity di questo XPS 13 difficilmente potrà deludervi. La sua sottile cornice in qualche modo lo esalta ancor di più, la resa cromatica è ben bilanciata, la luminosità elevata, e tranne quando Windows non riesce a ridimensionare bene il testo, è tutto straordinariamente leggibile. In fase di login o a seconda della combinazione di colori scelta nel menu Start, in particolare con uno sfondo sul grigio, noterete che i lati del display sono un po' più illuminati del resto: piccola pecca cui nell'uso quotidiano non presterete attenzione. Forse un po' troppo lucido, anche se dipende un po' dai gusti, e di certo nell'utilizzo indoor la cosa non sarà penalizzante. Se preferite le soluzioni più opache dovrete ripiegare sui full HD.

Autonomia

Lo schermo Infinity fa probabilmente sentire il suo peso sull'autonomia del modello da noi provato, così come il processore stesso; questo per dire che il modello full HD con i5 farà senz'altro meglio, tanto che se puntate all'autonomia è quello che dovrete prendere, ma in ogni caso anche questo QHD+ con i7 riesce a difendersi bene, anche se non proprio in tutte le situazioni. Sotto carico pesante si superano di poco le due ore, e con "carico pensate" intendiamo anche una diretta su hangouts on air, che nel giro di mezz'ora ha fatto tranquillamente fuori il 25% di batteria. Navigando in internet senza particolari pretese arriviamo anche 7 ore, ma è difficile dire con precisione se riuscirete a fare di più (più facile che facciate di meno): dipende molto dal browser, dai plugin utilizzati, e dai contenuti visualizzati. Buona anche la riproduzione video, che con video a 720p fa scendere la batteria di poco più del 10% in un'ora.

Prezzo

Dell XPS 13 (2015) parte da 999€ sul sito ufficiale, e sebbene spendere 1.099€ per il modello con 256 GB di storage e 8 GB di RAM sia praticamente un obbligo, non dovrete per forza spingervi più in là per ritenervi soddisfatti del vostro acquisto, a meno che non vogliate a tutti costi il modello di punta come il nostro, che è quello qui sotto. Non sono cifre basse, ma considerando anche le tante configurazioni disponibili, probabilmente riuscirete a spendere qualcosa meno che con la concorrenza, senza rinunciare alla qualità.

[eprice url="http://www.eprice.it/portatili-DELL/d-7447907"]

Giudizio Finale

Dell XPS 13

Sommario

Costruzione e portabilità 8.5

Tastiera e touchpad 7.5

Hardware 8.5

Software e prestazioni 8.5

Schermo 8.5

Autonomia 7.5

Prezzo 8

Voto finale

Dell XPS 13

Pro

  • Ottimo display
  • Prestazioni solide
  • Più compatto di così non si può
  • Audio potente

Contro

  • Touchpad non sempre preciso
  • Ventola fin troppo presente
  • Manca una versione con 16 GB di RAM
  • Manca una versione con scheda video dedicata

Nicola Ligas
Nicola Ligas Nicola scrive, e parla. Molto. Solitamente non nello stesso momento. Spesso parla di ciò che scrive, e scrive di ciò di cui parlerà. No, Nicola non è un bambino di 6 anni, anche se non gli dispiacerebbe tornare a quell'età.

Commenta