Recensione Dreame L10 Ultra: il miglior rapporto qualità/prezzo

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Tech Master

Solo pochi mesi fa avevamo speso parole di elogio per Dreame L10s Ultra, il robot aspirapolvere che abbiamo definito il più completo del mercato. Oggi vi parliamo di Dreame L10 Ultra, che perde una S ma, ve lo anticipiamo, mantiene intantte tutte quelle caratteristiche del fratello maggiore che ci avevamo convinto di più.

PRO

  • Completissimo
  • Pulisce molto bene
  • Il prezzo è più concorrenziale
  • La base non è troppo grande

CONTRO

  • Non c'è il detergente automatico
  • I tappeti a pelo alto potrebbero comunque venire a contatto con i moci bagnati
  • Non svuota la polvere durante le soste intermedie per lavare i panni

Dreame si è fatta negli ultimi anni fra tutte le varie aziende di tecnologia che producono robot aspirapolvere. L'azienda è diventata rapidamente molto conosciuta, grazie ad una qualità già consolidata (grazie alla storia collaborazione con Xiaomi) e prezzi sempre vantaggiosi. Negli ultimi mesi questa crescita è stata quasi vertiginosa, con prodotti di qualità uno dopo l'altro, fino ad arrivare al culmine con L10s Ultra, alzando però anche il prezzo. Pensavamo che fosse finita qui, almeno per un po', e invece ci sbagliavamo.

Perché, ve lo anticipiamo, questo Dreame L10 Ultra (senza la "s") è il miglior robot aspirapolvere per rapporto qualità prezzo del momento. Andiamo però con ordine.

Esteticamente il robot e la sua base appaiono quasi identici al modello "gemello". La base è delle stesse dimensioni ed è una delle più compatte fra quelle che integrano non solo lo svuotamento automatico ma anche tutto il sistema di lavaggio automatizzato.

Questo è un vantaggio non da poco, soprattutto se lo paragoniamo al concorrente diretto Ecovacs. Superiormente c'è una delle prime differenze: non ci sono i tasti touch per il controllo del robot. Questo vuol dire che per praticamente qualsiasi operazione dovrete necessariamente utilizzare l'applicazione per smartphone. Mal di poco dal nostro punto di vista.

Aprendo il coperchio troviamo i due contenitori dell'acqua da 2,5L che permettono di rifornire il robot di acqua pulita, di lavare i suoi moci e di aspirare l'acqua sporca. Non c'è lo spazio per la cartuccia di detergente, visto che questo robot non è compatibile con questo prodotto. Nel manuale viene indicata comunque la possibilità di aggiungere del detergente apposito a mano, ma non abbiamo al momento maggiori dettagli su questo. A metà della "torretta" abbiamo invece il coperchio che una volta aperto vi da accesso al sacchetto usa e getta da 3L.

Molto capiente, per poter non dover pensare a sostituirlo per svariate settimane, ovviamente variabile in base a molti fattori.

La vera e propria base di ricarica è leggermente inclinata e all'interno nasconde tutti gli strumenti necessari, non solo per riempire il robot di acqua pulita, ma anche per lavare i due moci rotanti, facendoli strofinare contro delle parti in plastica sporgenti. Da qui l'acqua sporca viene poi risucchiata dentro al contenitore dell'acqua sporca. Nonostante il prezzo inferiore questo robot non rinuncia al sistema di asciugatura dei panni con aria calda: comodissimo per evitare che si possa formare della muffa dopo un lavaggio.

Il robot L10 Ultra è poi abbastanza "classico" dal punto di vista del design: circolare con un paraurti frontale e una torretta superiore per la navigazione Lidar. Frontalmente abbiamo una telecamera che riconosce gli oggetti (per poterli evitare) e inferiormente una spazzola centrale sopra al motore di aspirazione e una spazzola laterale per spostare lo sporco verso il centro.

Sempre inferiormente sul retro troviamo gli agganci magnetici per i due supporti ruotanti con aggancio per i moci. Anche questo sistema non è stato in alcun modo sacrificato: l'acqua viene costantemente fornita dal robot grazie al suo serbatoio interno da 80ml (che viene costantemente riempito ogni volta che torna alla base per sciacquare i panni) ed è ancora presente il sistema che permette di sollevare in automatico questi supporti di 7 millimetri quando il robot riconosce un tappeto. In questo modo è possibile avviare una pulizia completa di lavaggio di tutta la casa con la garanzia che i tappeti (almeno quelli con il pelo più corto) non verranno bagnati e non vorranno però neanche esclusi dalla pulizia con aspirazione. Anzi, come tutti i concorrenti, quando riconosce la presenza di un tappeto aumenta la sua potenza di aspirazione.

Il motore di aspirazione è da ben 5.300 Pa, uno dei più potenti in circolazione e questo si vede nei risultati quotidiani.

Eccellente anche la navigazione degli spazi, forse la migliore della categoria, e la mappatura degli ambienti. Tutte le funzioni smart che potreste aspettarvi da un robot di questo tipo sono tutte presenti: pulizia per stanza, anche differenziata nelle impostazioni, pulizia per zona e possibilità di programmare queste pulizie. È possibile utilizzare il robot su più piani con più mappe e anche creare una mappa 3D, anche se nel nostro caso non è risultata molto corretta. Sempre dall'applicazione potrete decidere delle zone vietate o delle zone dove è vietato il solo lavaggio (nel caso i due panni si sollevano). Sempre dall'app (che sia quella Dreamehome o Mi Home di Xiaomi) potrete poi gestire tutte le altre impostazioni di questo Dreame L10 Ultra. Potrete controllare la cronologia della pulizia, la protezione bambini e la funzione che vi permette di riprendere la pulizia se la batteria si fosse esaurita prima.

La batteria da 5.200 mAh in ogni caso garantisce un'autonomia notevole, sufficiente per pulire una casa di circa 200 mq secondo i nostri calcoli. Leggermente meno se avete attivato anche il lavaggio e un ritorno per il risciacquo molto frequente.

Due funzioni molto utili che non avevano trovato nella recensione originale di L10s Ultra: c'è una funzione che mostra la mappa della copertura del Wi-Fi in casa e una funzionalità per avviare un'auto-pulizia della base.

L'ultima differenza è che questo robot non ha la funzione di videosorveglianza e non potrete quindi usare la fotocamera frontale per controllare da remoto la propria abitazione.

Ma è il prezzo la chiave di questo robot, che è praticamente identico al predecessore: costa infatti 899€, che diventano 849€ al lancio con in omaggio un kit di accessori. Li potete riscattare usando il codice L10FREEKIT.

Foto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Dreame L10 Ultra

Dreame L10 Ultra è il miglior robot per la pulizia in circolazione per rapporto qualità prezzo. Rispetto alla versione L10s perde il detergente automatico e la funzione di videosorveglianza, ma come si capisce sono funzioni marginali in un prodotto che fa della pulizia e del lavaggio la sua chiave. Ottima aspirazione, ottimo lavaggio automatico, buona autonomia, ottimo software e tante opzioni fra cui scegliere.

Voto finale

Dreame L10 Ultra

Pro

  • Completissimo
  • Pulisce molto bene
  • Il prezzo è più concorrenziale
  • La base non è troppo grande

Contro

  • Non c'è il detergente automatico
  • I tappeti a pelo alto potrebbero comunque venire a contatto con i moci bagnati
  • Non svuota la polvere durante le soste intermedie per lavare i panni

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vivo nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Ma quello che provo oggi qui su SmartWorld sono principalmente smartphone, smartwatch e prodotti per la smart home. Ma le mie passioni riguardano anche il LEGO e la musica elettronica.

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici