Recensione Dreame L10s Ultra: il più completo

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Dreame si è guadagnata un enorme popolarità negli ultimi anni per i suoi robot aspirapolvere, distaccandosi così dal marchio Xiaomi per cui ha prodotto per i primi anni della sua esistenza. Scopriamo oggi il top di gamma dell'azienda.

PRO

  • Completissimo
  • Pulisce molto bene
  • Supporto nativo per il detergente
  • Prezzo inferiore ai concorrenti

CONTRO

  • Il riconoscimento degli oggetti non è perfetto
  • I tappeti a pelo alto potrebbero comunque venire a contatto con i moci bagnati
  • Non svuota la polvere durante le soste intermedie per lavare i panni

La cavalcata di Dreame è stata sorprendentemente veloce e soprendentemente potente. Questo L10s Ultra è la massima espressione del lavoro fatto da Dreame in questi anni. Lo si capisce subito guardandolo: L10s Ultra è un robot che offre la base di svuotamento automatica e anche quella di lavaggio. Ma sarebbe troppo semplicistico ridurre il tutto a queste due funzionalità, visto che Dreame ha integrato la migliore tecnologia nel suo prodotto.

Andiamo con ordine: il robot si presenta ancora una volta con il classico design circolare di molti suoi "fratelli" e concorrenti. Superiormente troviamo la torretta circolare per il Lidar utile alla navigazione e alla mappatura degli spazi. Frontalmente invece troviamo la videocamera per il riconoscimento degli oggetti e per perfezionare la mappatura degli spazi. Superiormente troviamo lo sportello per accedere al contenitore della polvere, nel caso voleste svuotarlo manualmente. Si tratta di un contenitore da 350 ml: non enorme, ma considerando il sistema di svuotamento automatico non è un vero problema.

Piccolo il contenitore dell'acqua da 80ml che non è accessibile. In questo caso è ancora meno un problema visto che il robot dosa con preceisone l'acqua da passare ai panni e che comunque viene fatto un rabbocco ogni volta che il robot torna alla base a lavare i panni.

Questi panni sono due moci rotanti agganciati magneticamente ai supporti posteriori inferiori del robot. Possono ruotare fino a 180 giri al minuto e imprimono un po' di pressione sulle superfici. Possono essere sollevati quando viene riconosciuto un tappeto per evitare di bagnarlo. È una soluzione molto intelligente e anche sufficientemente efficace, anche se una modalità come quella di Roomba rimane imbattibile. Il robot mappa in automatico i tappeti in casa e dal software si può scegliere se evitarli del tutto o se aspirare sollevando i panni. Funziona bene, ma non è impossibile che sui bordi del tappeto vengano a contatto con i panni umidi. Il lavaggio sui pavamenti duri è risultato molto buono, al top della gamma fra tutti i robot che offrono anche il lavaggio.

Ci sono tre livelli di acqua che può essere passata ai panni per inumidirli.

Molto buona anche l'aspirazione grazie alla potenza massima di 5.300 Pa e alla spazzola centrale. La spazzola laterale è solo una. La mappatura della casa è ottima e richiede solo pochi minuti se si utilizza quella rapida, che permette di avere da subito una mappa della casa, da migliorare poi pulizia dopo pulizia. Ovviamente la casa è divisa automaticamente in stanze e eventuali errori possono essere corretti manualmente. Può essere indicato anche un nome per ogni stanza ed è possibile personalizzare la pulizia per ogni spazio, scegliendo per esempio potenza di aspirazione, flusso di acqua e numero di passaggi. Potrete anche farvi suggerire in automatico l'impostazione migliore in base al tipo di stanza e pavimento.

La navigazione dello spazio è molto buona e la telecamera permette di riconoscere oggetti "anomali" ed evitarli. Non è una funzionalità perfetta, come non lo è per nessun prodotto simile in circolazione, ma potrà salvarvi da qualche impigliamento di troppo.

Ma non da tutti. A fine pulizia sulla mappa verranno mostrati gli oggetti riconosciuti (con eventualmente la possibilità di segnalare riconoscimenti errati).

Passiamo a parlare della base di ricarica, che considerando il grande numero di funzionalità non è poi così grande (riferimenti ad altri robot sono puramente casuali). Sollevando il coperchio superiore troviamo i contenitori dall'acqua pulita e di quella sporca, rispettivamente da 2,5 e 2,4 litri. Dovrete occuparvi di riempire e svuotare ciclicamente questi contenitori che comunque non hanno bisogno di manutenzione costante, almeno per una casa di medie dimensioni. C'è poi un ulteriore spazio centrale per alloggiare il contenitore del detergente che permette di aggiugnere un ulteriore grado di pulizia alla vostra casa. Come sempre è altamente sconsigliato utilizzare detergenti non specifici su robot di questo tipo. Frontalmente, dietro al coperchio dorato si cela invece il sacchetto dello sporco da 3 litri che andà gettato ciclicamente quando sporco, ragionevolmente ogni circa 2 mesi. Nella base dove il robot torna a ricaricarsi troviamo invece tutto il sistema che permette al cassetto dell'acqua di riempirsi, come anche di sciacquare i panni e lavarli ciclicamente durante il lavaggio.

È dall'applicazione che potrete scegliere ogni quanti metri quadri far sì che i panni vengano puliti. Ovviamente questo processo allunga il tempo di pulizia, ma ne migliora il risultato.

In termini di autonomia questo robot può durare fino a oltre 2 ore e mezzo in sola aspirazione più di 2 ore con il lavaggio. Questo vi permette di pulire case di circa 200 mq (secondo le nostre stime) senza nessuna ricarica intermedia, che è comunque possibile nel caso l'autonomia della batteria da 5.200 mAh non fosse sufficiente.

In passato abbiamo sempre provato i robot Dreame con l'applicazione di Xiaomi Mi Home. Questo perché già ampiamente conosciuta e adottata da molti. Questa volta abbiamo scelto di sfruttare invece l'app Dreamehome, questo perché quest'ultima permette di abilitare aggiornamenti firmware più rapidi e soprattutto la funzione di videosorveglianza, non integrate nell'app Mi Home. Da qui potrete utilizzare il robot per effettuare un controllo visivo della casa, oppure di programmarne uno

Giudizio Finale

Dreame L10s Ultra

Dreame L10s Ultra è il robot aspirapolvere più completo in circolazione e lo è mantenendo il prezzo anche inferiore a vari concorrenti e in una base di ricarica più compatta. Fa bene tutto e se amate le app ricche di opzioni e personalizzazioni ne sarete sicuramente felici. Incorpora anche funzioni di videosorveglianza e supporto ufficiale per il detergente.

Voto finale

Dreame L10s Ultra

Pro

  • Completissimo
  • Pulisce molto bene
  • Supporto nativo per il detergente
  • Prezzo inferiore ai concorrenti

Contro

  • Il riconoscimento degli oggetti non è perfetto
  • I tappeti a pelo alto potrebbero comunque venire a contatto con i moci bagnati
  • Non svuota la polvere durante le soste intermedie per lavare i panni

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Mostra i commenti