Dyson Supersonic Nural, la recensione dell'asciugacapelli smart: fa così tante cose che non tutti lo sfrutteranno al massimo!

Supersonic Nural è una versione più evoluta del celebre phon Dyson: tanti sensori, apprendimento di uso e una valanga di accessori inclusi. Ma non tutti sfrutteranno le sue potenzialità al massimo.
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Tech Master
Dyson Supersonic Nural, la recensione dell'asciugacapelli smart: fa così tante cose che non tutti lo sfrutteranno al massimo!

Dyson a questo punto si è guadagnata una certa fama anche nell'ambito della cura dei capelli, con phon ultra tecnologici, styler airwrap, piastre classiche e varianti che asciugano anche. Tra i nuovi arrivi c'è anche lui, Dyson Supersonic Nural, l'evoluzione del primo asciugacapelli. Più che lavorare sulla potenza bruta e sulla velocità di asciugatura, già eccellenti nel primo modello, Dyson ha cercato di integrare nuove tecnologie in grado di rendere sempre più smart sia l'asciugacapelli che l'asciugatura stessa. Vediamo quindi quali sono le novità di questo Nural e come si comporta all'atto pratico.

PRO

  • 5 (+1) accessori inclusi
  • Cavo lungo
  • Flusso d'aria potentissimo
  • Protezione del cuoio capelluto
  • Si ricorda le impostazioni
  • Adatto a tanti tipi di capigliatura
  • Design futuristico

CONTRO

  • Prezzo alto
  • Più pesante dei concorrenti
  • Pulsanti così e così
  • Usarlo solo per asciugare è sprecato
  • Si preme per errore il Getto freddo

Disclaimer

Per ovvie ragioni, che si possono ben intuire dalla mia foto autore, non ho condotto personalmente i test relativi all'esperienza di utilizzo sulla mia tutt'altro che folta capigliatura. Le prove sono state invece effettuate su capelli lunghi (di tipi diversi), come testimoniano le varie foto presenti in questa recensione.

INDICE

Unboxing Dyson Supersonic Nural

Non c'è ancora un'edizione dotata dell'apposito Box per proteggerlo e conservarlo che si trova in alcune versioni del Dyson Supersonic, ma spacchettare il Supersonic Nural è comunque soddisfacente, visto il contenuto. Al suo interno, oltre ovviamente al phon, troviamo 5 (+1) accessori: il diffusore Wave + Curl, l'accessorio per il finish, la bocchetta "Gentle Air", il concentratore e il pettine districante. Fra questi e l'uso senza bocchette, Supersonic Nural dovrebbe accontentare praticamente chiunque. La manualistica inclusa è più utile del previsto: gli effetti degli accessori sono diversi fra loro, e il Nural integra delle nuove funzioni che è bene imparare a sfruttare.

Caratteristiche tecniche

A livello estetico e di materiali, il Nural riprende le linee del primo Dyson Supersonic, osando però di più con un retro davvero fantascientifico. Si notano a vista vari componenti elettronici, e a differenza del predecessore ha un pulsante in più e vari LED che ci permettono di capire al volo cosa abbiamo selezionato. Non solo: nel foro centrale c'è anche un ulteriore sensore a vista che integra anche un altro LED molto brillante. Cambia anche la palette di colori: per il suo nuovo phon Dyson ha scelto una combinazione particolarmente vistosa, affiancando i colori aquamarina e tangerine. Negli Stati Uniti è disponibile anche una variante blu pervinca, che potrebbe prima o poi arrivare anche in Italia. Le dimensioni ammontano a 24,5 x 9,7 x 7,8 mm, in linea quindi non solo con il precedente modello, ma anche con i concorrenti attualmente disponibili sul mercato. Notevole il peso, che supera i 600 grammi in totale, ma ci sono comunque delle considerazioni da fare a riguardo.

Prima di procedere oltre, ecco una tabella comparativa che pone le caratteristiche del Nural a confronto con il precedente Supersonic e con altri modelli che abbiamo recensito su queste pagine.

  Dyson Supersonic Dyson Supersonic Nural JIMMY F7
Dreame Hair Glory
Potenza 1600W 1600W 1600W 1600W
Giri motore 110.000 rpm 110.000 rpm 110.000 rpm 110.000 rpm
Controllo velocità 3 velocità

3 velocità + Apprendimento Accessori

3 velocità 2 velocità
Controllo temperatura 4 temperature 4 temperature + Apprendimento Accessori 3 temperature, 4 modi d'uso 4 temperature
Controllo termico Chip dedicato, 40 misurazioni al sec Sensore ToF + Controllo intelligente del calore Chip PID, 50 misurazioni al sec Controllo con termistore NTC e chip dedicato, 100 misurazioni al sec
Flusso primario 13 l/s x 3 13,3 l/s x 3 18 l/s 15,3 l/s
Velocità flusso 26 m/s 26 m/s 20 m/s 70 m/s
Rumore 77 dB (massima potenza) 77 dB (massima potenza) 66 dB (massima potenza) 76 dB (massima potenza)
Ioni negativi 10 milioni/cm3 + nano ioni d'acqua 300 milioni/cm3
Interfaccia Pulsanti classici Pulsanti + Illuminazione LED LED Touch-Screen Pulsanti classici
Peso 659 g 659 g 460 g 345 g
Lunghezza cavo 2,8 m 2,62 m 1,8 m 1,8 m
Accessori Concentratore, Diffusore, accessorio per il finish, pettine districante, accessorio Gentle Air

Diffusore Wave + Curl, accessorio Gentle Air, pettine districante, accessorio per il finish, concentratore

Beccuccio magnetico per lo styling Beccuccio magnetico per lisciaggio

A primo acchito non sembrano esserci grosse differenze con il Supersonic, e anche i concorrenti (meno cari fra l'altro) sembrano in linea con le caratteristiche tecniche del Nural. Occhio però al flusso primario: i phon Dyson, a differenza dei concorrenti, hanno un sistema particolarissimo che triplica il volume d'aria spostato. Il brand la definisce tecnologia Air Multiplier: l'asciugacapelli, grazie anche al motore Dyson Hyperdymium, cattura l'aria sia da sotto che da dietro, per convogliarla tutta nel foro centrale, producendo appunto un getto d'aria più potente della concorrenza. 

Ci sono novità anche per riguarda il controllo del calore, uno dei fiori all'occhiello di questo modello. C'è sempre il controllo intelligente del calore effettuato tramite un chip dedicato che controlla più volte al secondo la temperatura del flusso d'aria, mantenendola costante in base a quelle che sono le impostazioni dell'utente.

Oltre a quello c'è anche un sensore ToF (time of flight, banalmente tempo di volo) che sostanzialmente calcola la distanza fra l'asciugacapelli e la testa. A cosa serve? Sulla parte posteriore del phon c'è un nuovo pulsante, che serve ad attivare la modalità Protezione del cuoio capelluto. Con quella inserita, il sensore ToF va a ridurre automaticamente il calore a seconda della distanza a cui teniamo il phon dalla testa, scendendo fino a 55° nel caso ci si avvicini troppo. È una protezione in più insomma, attivabile a piacere dall'utente.

Ci sono altre due chicche di cui parlare. Dentro il Nural di Dyson è nascosto anche un accelerometro. Serve a rilevare i movimenti dell'apparecchio, e nel caso vogliate poggiare l'asciugacapelli per pettinarvi o per sistemarvi i capelli prima di riprendere l'asciugatura, il sensore del Nural rileva l'assenza di movimento disattivando il calore e diminuendo il flusso d'aria, in modo anche da risparmiare corrente.

C'è poi un sensore Hall: serve a rilevare l'intensità del campo magnetico dell'accessorio che state applicando al Dyson Nural, cambiando automaticamente le impostazioni al phon in modo da applicare quelle più consone alla bocchetta che avete applicato.

Già di per sé è abbastanza geniale: non tutti hanno le conoscenze pratiche per capire quale velocità e quale calore applicare con diffusori, concentratori e altri accessori, e si arriva solo dopo tanti utilizzi a capire come sfruttarli al massimo. Il Nural invece fa tutto da solo. E la cosa ancora più geniale è che se non vi piacciono le impostazioni predefinite, potete cambiarle manualmente, e la prossima volta che collegate l'accessorio, il phon si "ricorderà" i settaggi da voi scelti impostandoli automaticamente.

Dyson Supersonic Nural ha 3 diverse velocità e 4 temperature fra cui scegliere. Vediamo proprio queste ultime: 28°C getto freddo costante, 60°C per l'asciugatura delicata (anche con diffusore), 80°C per l'asciugatura regolare e infine l'impostazione massima, 100°C per asciugatura rapida e styling. Le tre temperature basate sul calore si regolano con il pulsante con LED rosso sulla destra della corona circolare posteriore, mentre la velocità con il tasto a sinistra (ha il logo di una ventola).

Il getto freddo per il fissaggio è invece attivabile con un pulsante sul manico. A seconda della temperatura in uso, il foro centrale del phon si illumina di un colore che corrisponde all'impostazione scelta. In questo modo si ha un riscontro visivo immediato della modalità d'uso selezionata, e si ha anche un riscontro nel caso si usi la modalità di protezione del cuoio capelluto, visto che i LED cambiano in tempo reale. Le 3 velocità, a detta di Dyson, sono indicate per altrettanti casi d'uso: bassa per asciugatura con diffusore, media per asciugatura naturale delicata e alta per asciugare rapidamente e per lo styling.

Il peso, come già accennato, è elevato, ma praticamente identico a quello del primo Supersonic. Ciò significa che Dyson ha lavorato all'ottimizzazione, vista la presenza di componenti aggiuntivi. Ora, i phon tradizionali non sono leggerissimi: ci sono modelli come il Rowenta CV581LF0 Studio Dry che arrivano a 590 grammi, altri come il Bellissima Imetec Asciugacapelli K9 2300 che ci si avvicinano molto (562 grammi), e ci sono poi i modelli della tabella che abbiamo proposto poco fa che pesano la metà del Dyson.

Inutile girarci intorno, è un phon pesante, ma c'è da dire che il modo in cui lo si impugna fa sì che il peso, almeno in certe occasioni, si distribuisca abbastanza bene su mano e polso. Quando però lo si inclina, magari per lisciare le ciocche superiori, si fa sentire maggiormente.

Il Nural, esattamente come il suo predecessore, integra anche un generatore di ioni negativi. Dyson non spende troppi particolari a riguardo (la concorrenza indica addirittura i milioni di ioni generati), e in ogni caso sono valori difficili da dimostrare. Comunque c'è, ed è utile a ridurre l'elettricità statica, aiutando anche anche a chiudere le cuticole.

A livello di rumore, Dyson Supersonic Nural potrebbe non sembrare tra i più silenziosi con i suoi 78 dB dichiarati, soprattutto rispetto a quelli prima esposti nella tabella. In realtà è tra quelli meno rumorosi in circolazione, visto che ci sono tanti modelli che si spingono ben oltre i 90 dB.

C'è però da dire che alcuni brand hanno motori che emettono suoni più costanti, impostati su determinate frequenze uditive, in modo da non aggredire troppo l'orecchio. Il Nural in tal senso è più vecchio stile.

Accessori

Una rapida carrellata sugli accessori prima di passare alle modalità di utilizzo. Ce ne sono cinque più uno. Il più uno è giustificato dal fatto che il diffusore ha la parte sopra removibile: di fatto può essere usato come diffusore classico o a cupola, e gli effetti che si ottengono sono diversi, come vedremo a breve. Sono tutte bocchette magnetiche, e una volta collegate sono praticamente inamovibili. Come accennato, grazie al sensore a effetto Hall, il Nural cambia impostazioni automaticamente ogni volta che colleghiamo un accessorio diverso. Ecco le impostazioni automatiche previste e gli utilizzi previsti:

  • Accessorio Gentle Air - Calore massimo / velocità massima - Diffonde l'aria in modo più uniforme e delicata, ottimo per asciugature "rilassate".
  • Concentratore - Calore massimo / velocità media - Crea una lama d'aria larga e sottile, ottimo per lisciare e per styling di precisione.
  • Pettine districante - Calore massimo / velocità massima - Pensato per districare e allungare i capelli ricci (o molto ricci) in fase di asciugatura.
  • Diffusore Wave+Curl - Calore medio /velocità media - Doppia modalità, diffusore classico o modalità a cupola.
  • Accessorio per il finish - Calore minimo / velocità massima - Da usare alla fine, nasconde i baby hair e dona lucentezza.

Potete cambiare i settaggi, come già detto in precedenza.

Con l'accessorio collegato cambiate velocità o calore, e la prossima volta che lo inserirete il phon si ricorderà l'impostazione.

Esperienza d'uso

Iniziamo, come le altre volte, da quella che sembra una banalità: il cavo. Dyson per fortuna non lesina sulla lunghezza. 2,62 metri sono più che sufficienti ad accontentare tutti o quasi, anche a chi non ha una presa troppo vicina allo specchio.

A livello di ergonomia, come accennato il peso in certe occasioni si fa sentire. Finché lo tenete verticale, parte del peso si scarica su mano e polso, ma quando dovete sollevarlo e tenerlo in orizzontale si fatica di più. Se non altro il Nural compensa con un'altra cosa: la velocità! Spesso asciugarsi i capelli è così veloce che non si fa in tempo a sentire la fatica.

Quanto ci vuole quindi ad asciugare i capelli con il Dyson Supersonic Nural? Una domanda che, come di consueto, non ha una risposta univoca.

Con capelli medi o corti, usandolo a calore massimo (100°C) e velocità massima, molto poco, anche meno di 10 minuti. Dipende però quello che dovete fare. Se è mera asciugatura il tempo è pochissimo anche in caso di capelli lunghi. Vi concentrate su quello e nell'arco di qualche minuto avrete i capelli asciutti e lucenti. Se dovete lisciare i capelli, usare il diffusore sui capelli ricci, districare o nascondere i baby hair, il tempo è diverso. Facciamo quindi qualche esempio concreto in modo da capire tutti i casi d'uso, valutando non solo i tempi di asciugatura ma anche altri fattori.

Iniziamo dai capelli ricci. Uno degli enormi vantaggi del Nural è che al suo interno include il Diffusore. E non è un diffusore qualsiasi. Quello di questo modello è il così detto Diffusore Wave+Curl, che può essere usato in due modi: quello classico in modalità diffusa con le punte, o nella modalità a cupola.

In quest'ultimo caso il diffusore è cavo, e di fatto si va inserire la ciocca di capelli al suo interno stando fermi e aspettando che il Nural faccia "la magia".

Fa la magia perché non solo il risultato è ottimo, ma anche perché l'asciugatura è rapidissima (una decina di minuti, nel caso d'uso sottostante) e praticamente si sta fermi la maggior parte del tempo. Cosa significa risultato ottimo? Al solito, dipende tantissimo anche dai capelli ricci che si ha. Nel nostro caso d'uso, i ricci ottenuti erano morbidi e più voluminosi. Per vedere gli effetti dell'altra modalità, abbiamo provato il diffusore classico sull'altra metà dei capelli. In questo caso i ricci sono venuti decisamente più definiti e meno voluminosi. Dipende insomma dall'effetto che volete ottenere, e già il fatto che il diffusore in dotazione vi permetta di ottenere due risultati diversi è un gran bel pro.

Con i capelli mossi dipende al solito dall'effetto finale che volete ottenere.

Se volete mantenerli mossi e asciugarli rapidamente, dandogli anche un senso ovviamente, potete usare il diffusore in modalità cupola. I tempi, se i capelli sono di lunghezza media, sono davvero ristretti, e il risultato finale è ottimo.

Se volete lisciarli, la situazione è completamente differente. Prima di tutto occorre aprire una parentesi sulla modalità di protezione del cuoio capelluto. Se non avete fretta di portare a termine l'asciugatura va benissimo usarla, ma se il vostro obiettivo finale è lisciare i capelli, va assolutamente disattivata. Nel nostro caso d'uso, con quello attivo 3 passate su una ciocca di capelli con l'accessorio Concentratore non sono bastate per lisciarla. Basta disattivarla e attivare la modalità di calore massimo e la ciocca si liscia con una sola passata. Comunque sia, dopo un primo passaggio di asciugatura, magari con l'accessorio Gentle Air per stressare il meno possibile capelli e cuoio capelluto, lisciare tutti i capelli richiede ovviamente un po' più di tempo, ma con il concentratore e le giuste impostazioni è comunque questione di poco (10/15 minuti).

I capelli resistono anche discretamente durante la giornata, ma si torna sul solito discorso che avevamo fatto anche nelle precedenti recensioni: con la piastra dedicata non solo si lisciano meglio, ma il risultato è più durevole. Vista la somiglianza di budget, nel caso il vostro obiettivo sia sempre quello di lisciarli, forse è meglio rivolgere la propria attenzione al Dyson Airstrait.

Occhio all'accessorio per il finish. La sua forma particolarissima serve a far sì che il flusso d'aria emesso dal Nural si comporti secondo il così detto "effetto Coandă". Si tratta della tendenza di un getto di fluido a seguire il contorno di una superficie vicina. In questo caso il flusso d'aria è così rapido e consistente da comportarsi alla stregua di un fluido. In questo caso l'aria curva verso il basso, seguendo la particolare traiettoria dell'accessorio magnetico, e il suo scopo è quello di nascondere i baby hair.

Ne risente positivamente anche la lucentezza dei capelli, ma si ottiene in certi casi anche un effetto "anti-volumizzante", quasi come se i capelli risultassero un po' più appiattati. Nella gallery seguente il prima e il dopo usando l'Accessorio per il finish, oltre a qualche foto della bocchetta durante l'utilizzo.

Qualche altra considerazione dell'uso di tutti i giorni. I pulsanti posti sul retro del phon sono un po' duri, e il loro feedback non è nulla di che. La fortuna è che, specialmente se usate gli accessori, vi troverete a usarli molto poco. Occhio poi al pulsante per il fissaggio freddo: essendo sul manico risulta fin troppo facile da premere. Anche qui la fortuna è che prima di interrompere il flusso di aria calda ce ne vuole, ma in ogni caso il suo posizionamento non è dei migliori.

Ottimo che ci sia il generatore di ioni negativi che influisce sul risultato finale, ma è una tecnologia che si trova un po' ovunque, e c'è chi fa di meglio (spoiler: con i nano ioni d'acqua).

Per il resto c'è poco altro da aggiungere: il Nural è potentissimo, e lo si vede dalla velocità con cui asciuga diverse tipologie di capelli. E forse il vantaggio più grande è proprio da ricercarsi nei tanti accessori che lo rendono uno strumento a 360°, in grado non solo di asciugare, ma anche di rifinire, modellare e sistemare, il tutto preservando la cute (quando non si ha fretta).

Prezzo e acquisto

Tanti accessori, flusso d'aria triplicato, impostazioni automatiche, ottimi risultati: tutto fantastico, ma il prezzo è in linea con quello della precedente generazione. Dyson Supersonic Nural viene a costarvi 499€, allo stato attuale 50€ in più del Supersonic classico. L'investimento aggiuntivo è giustificato da svariate migliorie, come il diffusore a doppio uso e i sensori aggiuntivi (protezione cuoio capelluto, accelerometro, effetto Hall). A quanto pare il prezzo non spaventa l'utenza, visto che sul sito ufficiale risulta addirittura sold out. In compenso potreste trovarlo nei negozi fisici o, online, da MediaWorld e Unieuro.

Occhio agli sconti: da MediaWorld avete un centinaio di euro di sconto per gli iscritti MW CLUB, mentre da Unieuro il 20% di sconto superando a carrello i 350€ di spesa minima. Questo per quanto riguarda i primi giorni di giugno 2024.

Recensione Dyson Nural - Altre foto dal vivo

Il sample per questa recensione è stato fornito da Dyson, che non ha avuto un'anteprima di questo contenuto e non ha fornito alcun tipo di compenso monetario.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Dyson Supersonic Nural

È difficile rimanere delusi da Dyson Nural, ma c'è una considerazione da fare: non tutti lo sfrutteranno al massimo. Se avete i capelli ricci potrebbe dimostrarsi lo strumento definitivo, e anche con i capelli mossi vi permette di tirare fuori acconciature che phon normali non vi aiuterebbero a ottenere. Se però avete i capelli tendenti al liscio, o se per voi l'uso del phon si limita all'asciugatura classica quanto più rapida possibile, lo sfrutterete solo a metà. Strumenti come il Gentle Air, per un'asciugatura più "tranquilla", l'accessorio per nascondere i baby hair, o anche il diffusore a cupola che si adatta non solo ai ricci, richiedono tempo e dedizione. Se li avete e siete disposti anche a sperimentare con tutte le funzioni disponibili, il Nural saprà dimostrarsi più di un semplice asciugacapelli. Certo è che rimane uno dei phon più cari sul mercato, e ci sono margini di miglioramento per quanto riguarda l'interfaccia di utilizzo e la maneggevolezza.

Pro

  • 5 (+1) accessori inclusi
  • Cavo lungo
  • Flusso d'aria potentissimo
  • Protezione del cuoio capelluto
  • Si ricorda le impostazioni
  • Adatto a tanti tipi di capigliatura
  • Design futuristico

Contro

  • Prezzo alto
  • Più pesante dei concorrenti
  • Pulsanti così e così
  • Usarlo solo per asciugare è sprecato
  • Si preme per errore il Getto freddo

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", mi sono avvicinato al mondo dell'informatica e della tecnologia alla tenera età di 5 anni. Mi occupo di news e recensioni legate ai PC (desktop e laptop) e al gaming, ma non disdegno elettrodomestici smart quali scope elettriche e friggitrici ad aria, preferibilmente con Bluetooth e Wi-Fi. Se trovate un meme sui canali social di SmartWorld è probabilmente colpa mia.

Su WhatsApp le breaking news tech!
Solo il meglio della tecnologia
Seguici