Recensione Ecovacs Deebot T9 AIVI: con anche l'AeroForce di iRobot

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione Ecovacs Deebot T9 AIVI

Se ci seguite per la nostre recensioni dei robot aspirapolvere saprete come riteniamo i prodotti Ecovacs uno standard per la categoria. Aspettavamo da tanto l'evoluzione di T9+ provato a maggio e finalmente è arrivato. Ha portato con sé la tecnologia AIVI, ma non solo.

PRO

  • Completo nelle funzioni
  • Potente e con la tecnologia AeroForce
  • Software molto ricco
  • Ottima navigazione

CONTRO

  • Prezzo non contenuto
  • Il riconoscimento degli oggetti è migliorabile
  • La base di svuotamento non è inclusa nel prezzo

Ecovacs Deebot T9 AIVI è infatti non solo un concentrato del meglio delle tecnologie che Ecovacs ha messo in campo negli ultimi anni, ma porta con sé anche una novità assoluta. Parliamo dell'integrazione sotto licenza della tecnologia AeroForce di iRobot (l'azienda dietro ai robot Roomba). Abbiamo quindi sulla "pancia" del robot due spazzole in gomma invece di una sola. Queste ruotano in direzione opposta andando a raccogliere ancora meglio lo sporco, soprattutto sui tappeti andando tra le altre cose (almeno dai nostri test) a non far aggrovigliare troppo i capelli.

Questo sistema poi convoglia tutto lo sporco verso una bocchetta centrale più sottile e che può qiundi sfruttare meglio i 3.000 Pa di potenza di aspirazione. Se parliamo solo di numeri T9 AIVI non ha delle armi segrete, ma rimane assolutamente e degnamente nel mondo dei top di gamma. Il cassetto della polvere è da 420ml, quello dall'acqua (forse un po' piccolo) è da 180ml e il sacchetto nella base di svuotamento è da 2,4l.

Andiamo però con ordine: T9 AIVI è palesemente ancora una volta un robot aspirapolvere di Ecovacs, con un design assolutamente immutato dai primi Ozmo 920/950. Superiormente troviamo la torretta per i laser LiDar per la navigazione e il tasto di accensione, mentre per accedere al cassetto dello sporco dobbiamo sollevare il coperchio e accedere al cassetto della polvere. Il cassetto sul retro è un "fermaposto" e può essere sostituito con quello dell'acqua (incluso in confezione) leggermente più grande e quindi leggermente sporgente sul retro. Questo cassetto ha una pompa elettrica per decidere il flusso dell'acqua che finisce sulla piastra che meccanicamente strofina il panno in terra per una migliore pulizia con l'acqua.

Inferiormente oltre al sistema AeroForce troviamo due spazzole laterali (ormai sempre più rare sulla concorrenza) e i vari sensori anticaduta e di riconoscimento dei tappeti. Frontalmente troviamo la telecamera, leggermente inclinata verso l'alto. Questo gli permette di svolgere la sua nuova funzione. Oltre a riconoscere infatti 15 tipi di oggetti e ad evitarli, può anche riconoscere figure umane ed evitare così di iniziare a pulire dalle stanze più affollate. Il riconoscimento degli oggetti è buono, anche se non perfetto e in qualche raro caso può comunque ancora "incastrarsi" in qualche vestito.

In termini di mappatura della casa e di navigazione questo T9 AIVI non ci ha affatto deluso, mantenendo le altissime prestazioni dei suoi predecessori. Una casa di 100 mq viene perfettamente mappata e l'algoritmo lavora molto bene per riuscire a pulirla in poco più di un'ora e con solo poco più del 30% di autonomia, andando a confermare le tre ore di funzionamento raccontate dell'azienda. In più riconosce automaticamente i tappeti e se si aggancia il cassetto con l'acqua questi verranno automaticamente evitati. Ovviamente tramite l'app è possibile andare creare zone di pulizia e/o di lavaggio vietate, oppure dividere la casa in stanze diverse da quelle create dal software.

La pulizia di Deebot T9 AIVI è stata all'altezza delle nostre (alte) aspettative. Sui pavimenti duri non abbiamo notato significative differenze rispetto ai suoi predecessori che già garantivano un buon sistema di pulizia. La tecnologia AeroForce ha dato il meglio sul tappeto. Non sarà la svolta definitiva, ma siamo molto felici che Ecovacs non si sia fermata nella ricerca e che abbia voluto integrare un sistema di pulizia ancora più profonda.

L'applicazione per smartphone è poi ovviamente ancora una volta il centro di controllo unificato per tutte le funzionalità del robot. Alcune le abbiamo già raccontate, altre meritano invece una menzione aggiuntiva. Da qui infatti è possibile non solo modificare la mappa, ma anche modificare l'intensità di pulizia (sia aspirazione che con l'acqua) per ogni singola stanza e anche impostare un ordine di pulizia per le stanze della casa. Si può poi programmare la pulizia (anche per singola stanza) e verificare lo stato delle parti consumabili. Fra le funzioni più curiose c'è la creazione automatica della mappa della ricezione Wi-Fi di casa e anche la possibilità di mostrare la mappa di casa in 3D, includendi anche alcuni mobili come arredamento: tanto bello quanto inutile.

Il robot mostra poi l'accesso a un menù dedicato alla sorveglianza, possibile grazie alla telecamera AIVI frontale. È possibile guidare il robot o mondarlo ad un punto preciso della mappa per controllare in tempo reale cosa sta succedendo a casa, anche se siamo lontani. È possibile anche impostare dei luoghi "rilevanti" di casa e avviare o programmare una perlustrazione automatica. Le foto (più scatti per coprire tutta la visuale) vengono poi salvati sul cloud per essere riviste a piacimento. Sfruttando questa modalità di "sicurezza" è possibile anche fare "conversazione" con chi è presente in casa.

Come ogni robot top di gamma che si rispetti è poi possibile anche abbinarci la base di svuotamento automatica. Il vantaggio di questa base di svuotamento Ecovacs rispetto alla concorrenza è indubbiamente il fatto di essere più "compatta" rispetto ad altre soluzioni. Richiede comunque un suo spazio, soprattutto in altezza visto la presenza del coperchio per rimuovere il sacchetto. Come sempre lo svuotamento automatico è un'operazione decisamente rumorosa, che però dura solo circa 15 secondi e vi risparmia la fatica di svuotare il cassetto dello sporco dopo ogni pulizia. Se avete montato il contenitore dell'acqua il consiglio è sempre di rimuoverlo dopo ogni lavaggio, ma se doveste dimenticarvelo quantomeno è sollevato da terra grazie alla base di ricarica.

Ecovacs Deebot T9 AIVI è disponibile in Italia a 799€, un prezzo assolutamente in linea con la categoria dei robot top di gamma, benché ovviamente lontano dell'essere economico. Ci vorranno però purtroppo altri 299€ per la base di svuotamento automatica non inclusa in bundle con il robot.

Foto

Giudizio Finale

Ecovacs Deebot T9 AIVI

Ecovacs Deebot T9 AIVI è probabilmente il miglior robot aspirapolvere top di gamma della nuova generazione. Integra tutto quello che abbiamo visto di buono del passato e implementa anche delle soluzioni completamente nuove come il riconoscimento delle persone e soprattutto il sistema AeroForce in prestito da iRobot. Con la base di svuotamento automatica diventa ancora più completo. Il prezzo ovviamente è alto.

Voto finale

Ecovacs Deebot T9 AIVI

Pro

  • Completo nelle funzioni
  • Potente e con la tecnologia AeroForce
  • Software molto ricco
  • Ottima navigazione

Contro

  • Prezzo non contenuto
  • Il riconoscimento degli oggetti è migliorabile
  • La base di svuotamento non è inclusa nel prezzo

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Mostra i commenti