Recensione AKKO 3084B Plus, tastiera meccanica senza fili a cui non manca nulla

Recensione  AKKO 3084B Plus, tastiera meccanica senza fili a cui non manca nulla
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

La AKKO 3084B Plus di EPOMAKER è una tastiera meccanica multi-funzione che potrebbe riuscire a fare breccia anche nei cuori degli utenti più esigenti ed esperti in materia. È la prima di EPOMAKER, e del suo sotto brand AKKO, che recensiamo qui sulle pagine di SmartWorld, insieme alla EPOMAKER Ajazz K870T e alla EPOMAKER EP84. Successivamente abbiamo recensito anche la AKKO ACR61. Si tratta di un marchio cinese particolarmente attivo nel settore che ha anche un suo store su Amazon Italia. La trovate anche sullo store ufficiale. Scopriamola insieme, e date un'occhiata anche alla recensione della EPOMAKER TH80.

PRO

  • Tasti PBT, switch hot-swappable
  • Solida e senza spazi sprecati
  • 3 modalità di utilizzo, 5 dispositivi contemporaneamente
  • Un sacco di funzioni già associate ai tasti

CONTRO

  • Solo layout ANSI
  • Software spartano
  • Manca lo strumento per rimuovere gli switch
  • La batteria è da 3.000 o da 1.800 mAh?

Confezione

La confezione della AKKO 3084B Plus comprende, oltre alla tastiera, anche un dongle USB Wi-Fi, un cavo Type-C per l'utilizzo in modalità cablata, un set di 20 keycap alternativi color rosa carne, uno strumento per la rimozione dei keycap e un piccolo manuale in inglese, comunque utile per imparare tutte le scorciatoie per la gestione delle funzionalità senza l'uso del software. Niente male insomma, soprattutto per la presenza di ben 20 keycap. Peccato solo che non ci sia anche lo strumento per la rimozione degli switch, visto che di fatto sono hot-swappable.

Caratteristiche tecniche

Prima di parlare di ergonomia e qualità costruttiva, bisogna chiarire alcuni aspetti di questo particolare modello. AKKO 3084B Plus è una tastiera meccanica formato 75% da 84 tasti NKRO, priva di tastierino numerico, ma anche dotata di una particolare disposizione dei tasti di destra. Si tratta di un posizionamento pensata per risparmiare quanto più spazio possibile, e non si tratta nemmeno della più piccola considerato che ci sono i modelli al 60%. Il layout è quello ANSI con tasti UK/USA, diverso quindi dal nostro (ISO), e anche per questo non adatto a tutti.

I keycap sono realizzati in PBT (polibutilentereftalato) double-shot, tra i più resistenti, sia per solidità che per qualità della stampa, che potete trovare in commercio. Non sono però shine-through (come nella recente NZXT Function). Il colore delle lettere è lo stesso rosa carne dei tasti aggiuntivi, stampato su tasti di colore grigio scuro e nero. Anche se non shine-through, i tasti sono ben visibili e le stampe sono grandi e ben leggibili. Il profilo dei tasti è ASA. Non lo avete mai sentito nominare? Molto probabile: si tratta di un profilo proprietario realizzato dalla divisione AKKO (qualche info qui) caratterizzato dalla stessa altezza del profilo OEM e da una maggior sfericità dei tasti. Lo potete vedere nella prossima immagine.

Anche gli switch potreste non averli sentiti nominare: si tratta degli AKKO CS Jelly Pink, realizzati dalla casa madre stessa. Si tratta di switch meccanici di tipo lineare, dotati di una forza di attuazione di 45 g, di una distanza di attuazione di 1,9 ± 0,3mm e di una corsa totale di 4,0 ± 0,3mm. Tra loro peculiarità, oltre il colore e la plastica traslucida rosa, c'è anche lo stelo antipolvere che protegge la croce centrale con due paratie laterali. Si tratta di una buona via di mezzo per chi cerca una tastiera meccanica che sia compagna di giochi e di digitazione. Gli stabilizzatori in dotazione ai tasti più lunghi non sono così malvagi: diciamo che il rumore emesso da barra spaziatrice e altri pulsanti con stabilizzatore è diverso da quello dei tasti classici, ma non così sgradevole come in altri modelli. La AKKO 3084B Plus è disponibile anche con gli switch tattili Jelly Purple, nel caso i lineari non facessero al caso vostro. Come già accennato poi, gli switch sono di tipo hot-swappable: di conseguenza potete anche decidere di cambiarli. Il che ci porta a parlare della PCB e della scocca.

La PCB (Printed Circuit Board) è compatibile con switch a 3 o 5 pin. Quelli in dotazione sono a 5 pin, tranne F1 e F2 che sono a 3 pin per via della presenza del connettore Type-C. Ogni slot per lo switch è dotato di LED a sé stante, ciò significa che tramite software è anche possibile creare un pattern di retroilluminazione completamente personalizzato. A rendere più gradevole il rumore di digitazione ci sono anche due strati di schiuma, uno per il case e l'altro per la PCB. La scocca è realizzata in plastica rigida di buona qualità. Il peso ammonta a 790 grammi, non male considerato che si tratta di una tastiera compatta. A renderla così "pesante" ci sono l'hardware aggiuntivo relativo alle connettività senza fili e la batteria, oltre ovviamente ai materiali impiegati per costruirla. Le dimensioni ammontano a 315 x 126 x 38 mm.

Lato connettività la EPOMAKER AKKO in questione può essere utilizzata in tre diversi modi: cablata, grazie al cavo USB Type-C in dotazione (o qualsiasi altro cavo), via Bluetooth (dovrebbe essere 5.0) o via Wi-Fi 2.4 GHz grazie all'apposito dongle di colore viola in dotazione. Si possono collegare fino a 5 dispositivi contemporaneamente, 3 in Bluetooth, 1 in Wi-Fi e l'altro via cavo, passando dall'uno all'altro con la combinazione FN + E, R, T, Y e U. La batteria a bordo è una 3.000 mAh al litio, in grado di garantire una più che discreta autonomia. Dipende ovviamente anche dall'intensità e dal movimento degli effetti di luce utilizzati e dalla modalità wireless che scegliete (Bluetooth o Wi-Fi). Dobbiamo però segnalare una discrepanza nella scheda tecnica: su Amazon, sul sito ufficiale di EPOMAKER e persino su quello specifico di AKKO si parla di una batteria di 3.000 mAh, mentre sul manuale incluso in confezione la capacità riportata è di 1.800 mAh. Per quanto riguarda la compatibilità, la 3084B Plus è utilizzabile su sistemi Windows, macOSdispositivi mobili tramite Bluetooth (o cablata su Android) e in generale su qualsiasi dispositivo normalmente compatibile con una tastiera.

Estetica, costruzione ed ergonomia

Da un punto di vista meramente estetico, la AKKO 3084B Plus strizza l'occhio ad un pubblico che non disdegna lo stile asiatico. La scelta del colore predominante, un rosa carne/cipria pastello che ritroviamo nel set di keycap aggiuntivo e nel colore della stampa dei tasti grigi e neri. Non solo, tra i tasti aggiuntivi ce ne sono alcuni molto "kawaii", come quello con la zampa di un gatto o quello con il logo di AKKO, una sorta di teschio puccioso con le cuffie. Non utilizzando affatto i tasti aggiuntivi, il modello risulta elegante e lineare, con tasti che richiamano uno stile classico e non necessariamente "gaming". Certo, l'illuminazione LED cambia tutto, ma nulla vieta di scegliere una colorazione uniforme o addirittura di non sfruttarla affatto. A proposito di quest'ultima, il livello di luminosità massimo è sufficientemente alto da essere visibile anche con tanta luce nella stanza. Ovvio che i tasti, non essendo shine-through, sono difficili da distinguere senza alcuna fonte luminosa. I colori dei LED sono a metà tra il pastello e il brillante.

Da un punto di vista costruttivo, quanto detto nel paragrafo relativo alle caratteristiche tecniche potrebbe avervi fornito già una discreta prospettiva a riguardo. I tasti sono solidi e di ottima fattura, e le accortezze a livello costruttivo, come il doppio strato di schiuma, fanno sì che il rumore emesso in digitazione sia piacevole. In generale, la tastiera di EPOMAKER ci è parsa solida, priva di scricchiolii o di altre debolezze strutturali tali da renderla delicata o di facile rottura. Il fatto poi di poter sostituire buona parte dei componenti, e anche di rimuovere la piastra che protegge la PCB, vi permette di portare avanti nel tempo una routine di manutenzione in grado di farla durare per anni.

Da notare che sul retro, oltre ad una serie di piedini gommati, troviamo anche due rialzi, anch'essi dotati di piedini gommati, che permettono di utilizzare la tastiera a 3 diverse inclinazioni. Dobbiamo ammettere che anche l'altezza base, quella che non sfrutta i rialzi, in combinazione con il particolare profilo dei tasti e della scocca, ci è parsa già di per sé sufficiente a garantire un'ottima comodità di scrittura e di utilizzo. Come di consueto abbiamo utilizzato la tastiera per scrivere questa recensione, utilizzandola anche nel corso delle nostre (lunghe, anche troppo) sessioni di prova della beta di Overwatch 2. L'esperienza di digitazione è fantastica, almeno per quelli che sono i nostri gusti. Per quanto oggettivi si possa essere, l'esperienza di utilizzo di una tastiera meccanica è una cosa così soggettiva che è impossibile stabilire a priori se sia adatta a tutti i gusti. Tra quelle con layout ANSI però dobbiamo ammettere che è una di quelle a cui ci siamo abituati molto rapidamente.

Funzionalità e Software

La AKKO 3084B Plus di EPOMAKER teoricamente non ha bisogno del software per essere gestita. Nel manuale incluso in confezione sono riportate tutte le shortcut da tastiera per regolare luminosità, dispositivi connessi (fino a 5), funzionalità di sistema e tanto altro. Teoricamente, imparando la mappatura, potete sfruttarla per la gestione dei contenuti multimediali o per aprire velocemente applicazioni quali Calcolatrice o Esplora File. Si può anche passare rapidamente dalla modalità Windows a quella macOS, visto anche l'ampio numero di dispositivi collegabili contemporaneamente. Con FN e l'ultima colonna di tasti a destra è possibile ciclare tra 20 diversi effetti di illuminazione, regolando anche luminosità, velocità e direzione. La domanda che sorge spontanea quindi è: a cosa serve il software?

Il software proprietario si chiama AKKO Cloud ed è reperibile senza grossi problemi dal sito ufficiale del produttore. Non è tra i migliori mai visti, e come già accennato buona parte delle funzionalità sono sbloccabili direttamente dalla tastiera. Si lascia però usare, ed è anche migliore di altri software EPOMAKER dedicati a modelli diversi. Tra le cose "particolari" che potete fare da AKKO Cloud si annoverano ad esempio la personalizzazione completa della retroilluminazione, decidendo i colori di ogni singolo tasto, la personalizzazione di tutti i tasti funzione e anche l'attivazione di combo come l'AltGr classico. Sì perché nel layout ANSI, gli Alt destro e sinistro sono identici. Di conseguenza se su una tastiera ISO per fare la chiocciola o il cancelletto basta premere AltGr e uno dei due tasti adibiti, su una tastiera ANSI dovete premere Ctrl+Alt+ il tasto adibito. Con la 3084B Plus, se siete disposti ad installare il software, non avrete di questi problemi.

Il software sblocca anche la possibilità di creare le Macro, una funzionalità probabilmente molto apprezzata dai gamer. Il sistema di registrazione è piuttosto classico, con gestione di tasti, millisecondi di ritardo e così via. Dalla sezione dedicata alla luminosità si possono regolare anche i tempi di standby della tastiera in caso di collegamento senza fili. Di default dopo due minuti di inattività la tastiera spegne la retroilluminazione e va in standby. Se proprio vogliamo trovare un difetto al software, oltre al suo essere di base molto spartano (ma comunque non così malvagio), è l'essere localizzato unicamente in inglese, tedesco, cinese o vietnamita.

Ultime due note. Sempre dal software si può tenere sotto controllo il livello di carica residua della tastiera. Inoltre, per chi conoscesse i modelli di casa AKKO e si chiedesse che differenze ci sono tra i precedenti modelli e questi della gamma Plus, sono stati aggiunti gli effetti di visualizzazione audio tramite retroilluminazione usandola con dongle  Wi-Fi (la tastiera mostra una equalizzazione grafica del suono tramite i LED), e varie modifiche al software come il già citato stato della batteria, la possibilità di personalizzare i tempi di standby e l'opzione di modifica della sensibilità della tastiera. Qualche altro dettaglio seguendo questo link.

Prezzo

Il prezzo di listino su Amazon della EPOMAKER AKKO 3084B Plus è di 129,99€, ma è scontata di 10€ oramai da diversi giorni. Il venditore è lo store italiano di EPOMAKER, ma la spedizione è a carico di Amazon. L'alternativa sarebbe acquistarla direttamente dallo store di EPOMAKER, ma si parla comunque di 109$ con possibilità di dogana.

Il prezzo è commisurato a quanto offerto a livello di scheda tecnica e di performance. Ci sono tastiere meccaniche di marchi blasonati che, allo stesso prezzo, o anche a di più, non offrono gli stessi vantaggi offerti da modelli del genere. Il fatto poi di avere funzionalità wireless, senza per questo sacrificare qualità e caratteristiche da tastiera meccanica classica la rende adatta ad un pubblico anche più vasto.

Recensione EPOMAKER AKKO 3084B Plus - Foto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

EPOMAKER AKKO 3084B Plus

La AKKO 3084B Plus di EPOMAKER rimane per certi versi un prodotto di nicchia, sia per via del layout ANSI che per il suo particolare rapporto di forma che influenza anche la disposizione di alcuni tasti, come DEL e le frecce direzionali. Superati questi scogli, la 3084B Plus è una tastiera di altissima qualità, personalizzabile sia lato hardware che lato software. È solida, dotata di un look accattivante, di una confezione ricca e, soprattutto, di ben 2 modalità d'uso senza fili. Il prezzo è commisurato, e ci sono anche alcune accortezze che faranno la felicità degli appassionati di tastiere meccaniche.

Sommario

Confezione 8

Caratteristiche tecniche 9.5

Estetica, costruzione ed ergonomia 9

Funzionalità e Software 8

Prezzo 7.5

Voto finale

EPOMAKER AKKO 3084B Plus

Pro

  • Tasti PBT, switch hot-swappable
  • Solida e senza spazi sprecati
  • 3 modalità di utilizzo, 5 dispositivi contemporaneamente
  • Un sacco di funzioni già associate ai tasti

Contro

  • Solo layout ANSI
  • Software spartano
  • Manca lo strumento per rimuovere gli switch
  • La batteria è da 3.000 o da 1.800 mAh?

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", si è avvicinato al mondo dell'informatica alla tenera età di 5 anni. Si occupa principalmente di news e recensioni legate al mondo del gaming (mobile e non) e dei canali Social per il network SmartWorld.
Mostra i commenti