Recensione EPOMAKER TH21: il tastierino numerico meccanico (con switch Flamingo)!

Recensione EPOMAKER TH21: il tastierino numerico meccanico (con switch Flamingo)!
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Recensione EPOMAKER TH21 Tastierino Numerico

"Un tastierino numerico a parte?! E meccanico per giunta! Che diavoleria è mai questa? A cosa potrebbe mai servire? Tanto vale che comprare una tastiera completa!": risponderemo a queste e a tante altre domande e provocazioni in questa recensione di un prodotto così particolare, un tastierino numerico a sé stante personalizzabile. Il marchio responsabile della sua creazione è EPOMAKER, che lo vende tramite il suo store ufficiale o anche su Amazon Italia.

PRO

  • È meccanico!
  • Personalizzabile a livello hardware e software
  • Da abbinare ad altre tastiere EPOMAKER (e non)

CONTRO

  • Prezzo
  • Solo per palati fini

Prima di addentrarci nei suoi possibili utilizzi, snoccioliamo un po' di caratteristiche tecniche. EPOMAKER TH21 è un tastierino numerico meccanico hot-swappable. Si tratta appunto di un tastierino numerico di quelli che solitamente troviamo nelle tastiere a layout completo, che però funziona in perfetta autonomia grazie al cavo in dotazione nella confezione di vendita. Inoltre è da considerarsi come una mini tastiera meccanica! Ogni pulsante nasconde un classico switch meccanico e, nel caso dei tasti lunghi, anche degli stabilizzatori. Il feedback quindi è davvero fantastico!

Nello specifico, la variante da noi testata vanta switch meccanici Gateron G Brown Pro. Si tratta di switch meccanici a 3 pin di tipo tattile, dotati di una forza di attuazione di 55 ± 15 gf, di una distanza di attuazione di 2 ± 0,6 mm e di una corsa totale di 4,0 ± 0,6 mm. Sono gli stessi che avevamo già provato sulla EPOMAKER TH80, una tastiera tra l'altro che si propone come la giusta compagna di questo particolare tastierino. La differenza tra i Gateron e i Gateron G Pro è da ricercarsi in vari piccoli dettagli: nella linea Pro gli steli sono in POM (Poliossimetilene), il case in policarbonato e ogni switch è pre-lubrificato. In ogni caso, essendo il TH21 hot-swappable, potete sempre decidere di cambiare switch (come abbiamo fatto noi). Sempre come la EPOMAKER TH80, anche il tastierino TH21 vanta profilo dei tasti MDA (una variante dell'SA, detto anche Spherical All), stabilizzatori discreti (anche se non al top), una PCB con LED rivolti verso sud per ogni switch (tra l'altro davvero molto luminosi) e uno strato di schiuma tra la piastra superiore e la PCB atta a rendere più piacevole il suono in digitazione. A dirla tutta, è proprio una versione in miniatura della TH80 (o della TH66) in tutto e per tutto. La scocca esterna è identica in forme e colori, e persino il retro ricalca alla perfezione lo stile. D'altronde è lo stesso nome del prodotto a contenere il prefisso TH, segno di appartenenza alla linea Theory di EPOMAKER.

Oltre ai numeri e agli operatori matematici di base, il tastierino TH21 include anche un tasto Enter, il tasto Num per passare dalle funzionalità base a quelle extra, e una fila di tasti in alto con Esc, Tab, FN e Backspace. Alla pressione di Num si spegne l'apposito LED di stato e i numeri possono essere usati come frecce direzionali. Il tasto FN, di default, serve in combinazione con il tasto 0 ad aprire il software Calcolatrice del PC che state utilizzando, ma può comunque essere usato anche per altri scopi, come ad esempio cambiare il pattern di retro-illuminazione o addirittura spegnere tutti i LED. C'è poi il supporto al software EPOMAKER Driver, che permette all'utente non solo di creare combinazioni personalizzate di retro-illuminazione, ma anche di riprogrammare tutto il tastierino e di creare macro, esattamente come se fosse una tastiera meccanica di stampo classico. Potenzialmente potreste crearvi delle stringhe di comando da usare rapidamente su Excel con la pressione di un paio di tasti (o addirittura uno solo).

Senza dilungarci ulteriormente, EPOMAKER TH21 è un prodotto quasi impeccabile, che tra l'altro ricalca alla perfezione molti dei punti a favore della già citata TH80, forse una delle migliori tastiere meccaniche budget che vi potete accaparrare in questo periodo. Rimane da capire quali sono i casi d'uso possibili. Perché esistono prodotti del genere? Perché non acquistare una tastiera meccanica completa, quindi già dotata di tastierino numerico? Come accennato di motivi ce ne sono diversi. Il primo e più banale potrebbe riguardare l'uso della TH21 a fianco di un notebook sprovvisto di tastierino, come banalmente un MacBook Pro 14" di Apple.

L'altro caso d'uso più ovvio è affiancarlo ad una tastiera, meccanica o non, di quelle compatte, come le TKL, le 75% o le 60%. Il fatto che uno voglia avere a disposizione una tastiera meccanica compatta non significa necessariamente non aver bisogno, in certi frangenti, del tastierino. In questo modo se ne può avere a disposizione uno di alta qualità da avvicinare alla propria mano solo al momento del bisogno. Uno dei punti di forza delle tastiere compatte, prive di tastierino, risiede infatti nel potersi permette una postura diversa nell'utilizzo di mouse e tastiera in contemporanea. Le braccia e le mani sono meno distanti tra loro, e anche raggiungere il mouse quando si ha entrambe le mani in digitazione richiede meno spazio e tempo. Alcuni le considereranno piccolezze, ma per altri sono punti a favore di non poco conto. C'è anche un altro campo di utilizzo, che ci è stato suggerito sul nostro gruppo Facebook: posizionarlo sul lato sinistro della tastiera. Sì, è un qualcosa che favorisce prevalentemente l'utenza mancina, ma potrebbe avvantaggiare anche chi ha dimestichezza in scrittura con entrambe le mani e non vuole sacrificare il posizionamento ottimale derivante da tastiere compatte. Come ultimo punto, considerate che una buona tastiera meccanica completa può benissimo costare quanto una 75% a cui aggiungerci il tastierino TH21. Avere la tastiera "spezzata" in due sezioni può avere comunque senso, anche in relazione a come è organizzata la scrivania.

Prezzo e acquisto

Il prezzo di vendita dell'EPOMAKER TH21 potrebbe però scoraggiare più di un utente. Su Amazon Italia viene a costare 42,99€, una cifra che vi permette fra l'altro di acquistare alcune tastiere meccaniche di gamma base. C'è da dire che a livello di caratteristiche tecniche, switch compresi, non si fa mancare davvero nulla, e c'è anche da considerare la possibilità di programmarla tramite software. Sullo store ufficiale viene qualcosa meno, ma non lasciatevi illudere: ci dovete aggiungere tasse e spese di spedizione. A meno di non fare acquisti più corposi, la convenienza c'è fino a un certo punto. E poi la pagina su Amazon Italia è gestita dalla stessa EPOMAKER! Ecco il link all'acquisto.

EPOMAKER Switch Flamingo

Abbiamo approfittato dell'occasione per provare con mano anche i nuovi switch meccanici EPOMAKER Flamingo. Il nome deriva dai colori scelti per la realizzazione dello switch: il corpo è viola traslucido, mentre lo stelo è rosa aceso. Da un punto di vista tecnico, ci troviamo di fronte ad uno switch meccanico lineare a 5 pin dotato di una forza di attuazione di 47 ± 5 g, di una corsa totale di 3,89 mm, e di una distanza di attuazione compresa tra gli 1,5 e i 2 mm. Sulla falsa riga degli switch AKKO di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa, anche EPOMAKER sta realizzando switch proprietari davvero molto interessanti dotati di stelo anti-polvere in POM (poliossimetilene), con apposite paratie laterali che donano anche più stabilità al tasto, e già lubrificati. Il rumore emesso in digitazione è sufficientemente deciso, e la distanza di attuazione è in media leggermente più bassa di switch lineari classici. Il corpo traslucido favorisce l'illuminazione del LED presente nello slot del tasto. E come se non bastasse, almeno a detta di EPOMAKER sono garantiti per 100 milioni di pressioni.

Dai nostri test sono risultati ottimi, anche se applicati in un contesto "mini" come quello di un tastierino numerico hanno senso fino a un certo punto. In ogni caso rinnoviamo il consiglio che abbiamo dato anche nell'articolo dedicato ai modelli AKKO: se dovete acquistare switch meccanici guardatevi intorno e non limitatevi agli Cherry MX. Anche quelli EPOMAKER sono di più che discreta qualità, e offrono delle caratteristiche che non si trovano su quelli classici. Venendo al prezzo, acquistati direttamente dallo store ufficiale hanno il loro perché (16 dollari più tasse e spedizione), mentre su Amazon risultano più cari e stranamente venduti e spediti direttamente da Amazon. Per risparmiare, e portarvi a casa sempre switch di qualità (con stelo particolare e corpo traslucido) vi consigliamo anche questi che trovate nel box sottostante.

EPOMAKER Botanical set di tasti

E visto che c'eravamo, abbiamo sfruttato l'occasione per provare anche il set di tasti EPOMAKER Botanical con cui abbiamo rinnovato il look sia del tastierino TH21 che della TH80. Si tratta di un nuovo set di keycap layout ANSI realizzati in PBT dye-sub, tra i più resistenti, sia per solidità che per qualità della stampa, non shine-through e realizzati con profilo XDA. Il profilo XDA è molto particolare, perché di fatto tutti i tasti che andranno a comporre la tastiera hanno le stesse altezza e sfericità superiore. Con modelli come la Theory 80 tasti del genere si prestano particolarmente bene, vista la forma della tastiera leggermente inclinata di base anche senza l'uso dei rialzi posteriori. Il colore predominante è ovviamente il verde, e ci sono anche dei tasti extra che rappresentano piante in vaso, foglie e rami. I caratteri su sfondo bianco sono stampati in verde salvia scuro. L'effetto finale non è affatto male, ma dipende ovviamente da quelli che sono i vostri gusti. Se volete spendere qualcosa di meno, c'è la variante Avocado che è identica (tranne appunto che nei colori e nei tasti extra).

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

EPOMAKER TH21

EPOMAKER TH21 è un prodotto di nicchia che non ha neanche bisogno di un voto finale in decimi. Se proprio dovessimo esprimerlo probabilmente sarebbe lo stesso dato alla TH80, per il semplice motivo che la qualità del prodotto è davvero la medesima. Detto questo, si tratta di un tastierino meccanico unico nel suo genere, che ha i suoi casi d'uso e che potrebbe ingolosire più di un utente che usa spesso la parte destra della tastiera per lavoro. Il prezzo però è quello che è. D'altronde la qualità si paga. Si tratta poi dell'ennesima prova che EPOMAKER sta diventando un marchio davvero interessante da considerare nel campo delle tastiere meccaniche.

Pro

  • È meccanico!
  • Personalizzabile a livello hardware e software
  • Da abbinare ad altre tastiere EPOMAKER (e non)

Contro

  • Prezzo
  • Solo per palati fini

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", si è avvicinato al mondo dell'informatica alla tenera età di 5 anni. Si occupa principalmente di news e recensioni legate al mondo del gaming (mobile e non) e dei canali Social per il network SmartWorld.
Mostra i commenti