Fastweb FASTgate, la recensione (foto)

Fastweb FASTgate, la recensione (foto)
Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Fastweb ha puntato di recente, oltre che sulla sua velocità e le sue promozioni, anche sul lancio di un nuovo router/modem per le reti in Fibra che tutti i nuovi e vecchi utenti potranno richiedere. Il prezzo è di 149€ (gratis per chi si abbona sul sito) per i nuovi utenti e 70€ (in 36 rate) per i vecchi utenti. Abbiamo avuto modo di provarlo su di una nuova linea in Fibra da 100 Mega e vogliamo raccontarvi la nostra esperienza. Parliamo ovviamente del nuovo FASTgate.

Solitamente i router forniti dalle aziende non sono mai particolarmente degni di nota e anche quando sono solidi, stabili e funzionali, non offrono spesso molto per cui emozionarsi e le opzioni di personalizzazione sono spesso ridotti all'osso. Abbiamo quindi voluto scoprire se dietro tutta la pubblicità che Fastweb stava facendo al suo router c'erano anche dei fatti concreti.

Sicuramente già dal design si capisce che qualcosa è cambiato: non sarà il prodotto di tecnologia più bello ma comunque la sua plastica nera elegante fa la sua bella figura e il led bianco di corretto funzionamento è scenico quanto basta. È possibile spegnerlo definitivamente o solo ad orari predefiniti. Sulla parte frontale troviamo tre tasti soft touch: verifica della connessione, verifica della Wi-Fi e attivazione della WPS per la connessione rapida.

Questa scelta mi è parsa subito inusuale ma mi è piaciuta l'idea che Fastweb voglia rendere nel suo FASTgate subito chiaro tramite un test da fare premendo un semplice tasto se connessione e Wi-Fi stanno funzionando correttamente.

PRO

  • Discreto e ben disegnato
  • Software chiaro e molto completo
  • Stabile e veloce (su ogni fronte)
  • Chiara indicazione dello stato di connessione e Wi-Fi

CONTRO

  • Ovviamente funziona solo con Fastweb
  • Manca una vera app specifica
  • DNS non modificabili

L'ipnotica luce di avvio (ferma dopo l'accesso)

L'ipnotica luce di avvio (ferma dopo l'accesso)

Sul retro troviamo invece una connessione per la rete telefonica, due uscite telefono/fax, 4 porte ethernet Gigabit e due USB 3.0. Non c'è un tasto di accensione ma c'è uno di reset. La prima installazione è banale e nella confezione troviamo il cavo telefonico, l'alimentazione e un cavo ethernet.

Una volta connessi alla rete è possibile da subito accedere all'interfaccia web accessibile all'indirizzo http://myfastgate. Quello che mi ha stupito, come per i tasti frontali, è il rendere subito chiari quali sono le prestazioni della linea, in modo da dare anche all'utente meno esperto gli strumenti per capire se c'è qualche problema sulla linea. Una bella differenza rispetto a quando si doveva fare tutto con degli speedtest di terze parti e lottare ore con i call center per far capire la presenza di un problema. L'interfaccia è gradevolmente disegnata e perfettamente accessibile anche da mobile (non per altro c'è una voce nell'app Fastweb che vi farà accedere proprio a questa interfaccia).

Ogni sezione del software di FASTgate è ri-organizzabile e mostra informazioni chiare ma complete, per dare a qualsiasi tipo di utente le informazioni necessarie. Nella home abbiamo le informazioni sul controllo parentale, sui dispositivi in famiglia (in pratica i dispositivi preferiti), tutti i dispositivi connessi, lo stato dei led e la velocità media giornaliera con cui ci si connette alla rete di Fastweb. Il controllo parentale permette di bloccare singoli siti per singoli dispositivi connessi alla rete.

La seconda voce è relativa al Wi-Fi. Si tratta di Wi-Fi a doppia banda (2.4 e 5 GHz) con nome della rete personalizzabile totalmente (mica male!). Potrete anche cambiare qui la password del Wi-Fi o separare con due nomi diversi le due reti Wi-Fi. Potrete anche scegliere di tenerne accesa solo una. Infine comoda la possibilità di attivare la rete per gli ospiti, con nome e password separati e con possibilità di disattivazione dopo tot tempo, oltre alla possibilità di escludere alcuni servizi.

Sotto al voce connessione troviamo poi il riepilogo del test automatico giornalieri sullo stato della rete e le informazioni sul canale Wi-Fi utilizzato. Un comodo grafico mostra eventuali rischi di interferenze con le reti Wi-Fi (di entrambe le bande) dei vicini.

La terza voce è quella dei dispositivi connessi. Riporta, come nella home, informazioni sul numero di dispositivi della famiglia connessi e del numero totale di dispositivi connessi (fino a 126 contemporanei). Molto intuitiva e comoda la possibilità di dare un boost o uno stop temporaneo a un certo dispositivo connesso, magari quando avete bisogno di più banda per Netflix o di rallentare un computer troppo "bisognoso" di rete.

Veramente ben fatta, e affatto scontata da trovare in un router, è la possibilità di impostare per i singoli dispositivi "famiglia" orari del giorno in cui ricevere automaticamente boost o stop.

Nel menù avanzate troviamo nuovamente il parental control, la possibilità creare una lista di dispositivi che possono accedere alla rete, abilitare l'apertura delle porte anche tramite UPnP e anche prendendo da una lista di servizi già presenti o abilitando console PlayStation o Xbox con semplcitià. Per i più esperti abbiamo firewall, DMZ e port mapping.

E poi ancora abbiamo il controllo delle USB (DLNA, server di stampa e condivisione file), supporto ai modem UMTS tramite porta USB (in caso di assenza di rete fibra) e DHCP.

La voce modem è sostanzialmente un riepilogo dello stato delle connessioni Wi-Fi, ethernet e fibra. Chiudono la carrellata la voce Informazioni, che mostra principalmente la versione del firmware e Telefono, con il riepilogo delle chiamate perse, in uscita e in entrata. Funziona ovviamente solo con i telefoni collegati direttamente al router. Gli unici che possono funzionare con la linea Fibra di Fastweb.

Ma parliamo di prestazioni: come si è comportato FASTgate? Nel nostro test siamo rimasti particolarmente colpiti dalle prestazioni di tutti i suoi comparti. La connessione in fibra è stata mantenuta stabile senza interruzioni e il Wi-Fi aveva una copertura paragonabile agli altri router top provati recentemente. Le temperature del prodotto sono sotto la media e il software è così ben fatto e così chiaro da domandarci (un po' come successo con Xiaomi) come ha fatto un'azienda il cui primo business non è fare router a riuscire nella chiarificazione dell'interfaccia laddove molte aziende leader ancora faticano.

Se proprio vogliamo trovare un difetto a FASTgate, possiamo parlare dell'assenza di un'app che possa notificare eventuali situazioni (come la connessione/disconnessione di un familiare) o che permetta di controllare il router da remoto, ma ammettiamo di stare un po' forzando la mano.

Giudizio Finale

Fastweb FASTgate

Fatichiamo a trovare difetti a questo FASTgate e forse è perché non ce ne sono. Considerando poi il prezzo, anche contenuto rispetto ad altri prodotti simili, pensiamo che questo router non solo sia il migliore mai fornito da un operatore di telefonia fissa, ma anche uno dei più interessanti nel panorama generale, fosse anche solo per la suo funzionamento e la sua interfaccia adatta a neofiti ed esperti.

Voto finale

Fastweb FASTgate

Pro

  • Discreto e ben disegnato
  • Software chiaro e molto completo
  • Stabile e veloce (su ogni fronte)
  • Chiara indicazione dello stato di connessione e Wi-Fi

Contro

  • Ovviamente funziona solo con Fastweb
  • Manca una vera app specifica
  • DNS non modificabili

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.

Commenta