Recensione Final Fantasy VII Remake Intergrade: su PS5 è tutto più bello

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Da qualche giorno è finalmente disponibile Final Fantasy VII Remake Intergrade, nuova edizione ottimizzata per PS5 dell'ottimo remake lanciato lo scorso anno da Square Enix.

PRO

  • Performance migliorate  e 60 fps
  • Texture ottimizzate e modalità Grafica per chi vuole il 4K
  • Lo stesso, fantastico gioco di un anno fa
  • Un nuovo capitolo che ci permette di scoprire il personaggio di Yuffie

CONTRO

  • Episode INTERmission poteva durare di più
  • Nessun supporto particolare al Dual Sense

Questa versione aggiornata non cambia l'esperienza di gioco, ma la migliora sotto diversi punti di vista e integra un nuovo capitolo interamente dedicato alla ninja Yuffie. Noi lo abbiamo giocato a lungo durante il weekend: ecco cosa c'è di nuovo.

Editore Square Enix
Sviluppatore Square Enix
Piattaforme PS5
Versione provata PS5
Genere Action RPG
Modalità di gioco Singolo
Lingua Audio: inglese, giapponese | Testi in italiano

Final Fantasy VII Remake Intergrade: cosa cambia

Performance e Grafica

Se avete già giocato a Final Fantasy VII Remake, il primo cambiamento che sicuramente noterete è una maggiore fluidità generale: la nuova edizione, infatti, sfrutta a dovere l'hardware di PS5 e, con la modalità Performance si spinge fino ai tanto attesi 60 fps (a 1620p).

Inutile precisare come i 60 frame al secondo facciano la differenza, soprattutto nelle battaglie: intendiamoci, FFVII Remake non è mai stato un gioco lento e anche a 30fps è assolutamente un piacere da giocare, ma la maggiore fluidità riesce ad esaltare ulteriormente la frenesia dei combattimenti, che su PS5 risultano davvero più coinvolgenti.

Se preferite, potete anche sacrificare la maggior fluidità in funzione di una risoluzione migliorata: la modalità Grafica, infatti, porta il gioco alla risoluzione 4K, limitando però gli fps a 30.

La differenza di risoluzione si vede, soprattutto in alcuni dettagli: nelle due immagini qui sotto, fate attenzione alla trama del dolcevita di Cloud e agli elementi sulle piattaforme di sfondo.

Sebbene alcuni scorci di Midgar siano semplicemente spettacolari in 4K, alla maggior risoluzione abbiamo preferito più FPS, che contribuiscono a quella rinnovata sensazione di massima fluidità del gioco.

E quando parliamo di fluidità non parliamo solo di frame al secondo, ma anche di tempi di caricamento: su PS5, infatti, sono letteralmente assenti. Merito della SSD della nuova console Sony, che ci toglie di mezzo tutte le schermate di caricamento: in un ottimo video comparativo realizzato da ElAnalistaDeBits (da cui proviene anche lo screenshot qui sotto) si vede come per entrare in gioco partendo dal menu iniziale su PS4 ci vogliano ben 43 secondi, mentre su PS5 ne bastano appena 2.

Peccato che Square abbia perso l'occasione per svecchiare un po' qualche meccanica legnosa che anche nella prima recensione ci aveva fatto storcere il naso, come ad esempio passaggi nascosti o scale che rallentano inutilmente il ritmo di gioco.

Fortunatamente, però, con questa versione Intergrade, Square Enix ha rivisto alcune texture che lasciavano un po' a desiderare: prima tra tutte la tanto famosa porta di camera di Cloud, che adesso sembra effettivamente di legno, e non di qualche ignoto materiale fumoso.

Screenshot dal video di ElAnalistaDeBits

Screenshot dal video di ElAnalistaDeBits

Modalità foto

Per apprezzare tutta questa rinnovata estetica, Square Enix ha introdotto la Modalità Foto, che può essere attivata in qualsiasi momento mettendo in pausa il gioco e premendo quadrato.

Quanto si attiva la modalità foto, il gioco rimane immobile ma è possibile spostare l'inquadratura, allargare o restringere il campo, modificare l'esposizione, inclinare l'immagine ed applicare dei filtri.

Infine, è possibile nascondere menu (consigliato) ed eventualmente anche personaggi (nel caso ci interessasse solo il panorama) per poi scattare comodamente col tasto dedicato sul Dual Sense.

A proposito di Dual Sense...

Nonostante una delle grandi novità di PS5 sia proprio il controller Dual Sense con i suoi grilletti adattivi, su Final Fantasy VII Remake Intergrade non ci sono grandi novità in questo senso.

D'altra parte, nel gioco non si usano in maniera "attiva" i tasti L2/R2: l'unica sequenza in cui Square Enix ha integrato un feedback particolare per i due grilletti è nel (discutibile) combattimento in moto, unico momento in cui i tasti L2 ed R2 si usano davvero per compiere un'azione concreta.

Final Fantasy VII Remake Intergrade: Episode INTERmission

Infine, la più grande novità di questa nuova versione per PS5 è il capitolo dedicato alla ninja Yuffie Kisaragi, chiamato Episode INTERmission.

Sebbene Square Enix abbia dichiarato che Episode INTERmission sarà una sorta di ponte che introduce l'attesissimo secondo capitolo, non vi aspettate grandi rivelazioni in termini di trama.

La trama, infatti, è piuttosto lineare: Yufie e Sonon cercano di rubare una materia rara alla Shinra e nelle 5 ore (circa) necessarie per completare il capitolo non ci sono grandi rivelazioni, anche se la narrazione si riprende un po' sul finale.

Anche l'ambientazione è già nota: il capitolo è ambientato sempre a Midgar, quindi non ci sono nuovi scenari da esplorare.

Quel che invece è da apprezzare è la caratterizzazione del personaggio di Yuffie, che probabilmente farà ritorno nei prossimi capitoli. Se nel gioco originale del 1997 il personaggio della ninja era appena abbozzato (ricordiamo che si trattava di un personaggio opzionale), in questo DLC iniziamo a vedere una personalità, definita e piena di sfaccettature.

Per quel che riguarda il sistema di combattimento, invece, la più grande differenza rispetto al remake è che in questo episodio possiamo controllare direttamente solo Yuffie: il suo compagno Sonon, infatti, sarà sempre guidato dall'IA.

Tuttavia, non manca la possibilità di interagire con il guerriero: possiamo impartire comandi (aprendo l'apposito menu con L2) e sfruttare le barre ATB dei due personaggi per eseguire attacchi combinati, che vi regaleranno grandi gioie.

Neanche a dirlo, i combattimenti (specialmente quelli con i boss!) sono sempre molto divertenti: le sinergie tra i due personaggi, il già ottimo e consolidato sistema di combattimento e la spettacolare evocazione di Ramuh vi offriranno un po' di ore di spettacolare intrattenimento.

Infine, con l'episodio INTERmission ritorna il mini-gioco Fort Condor che, a scanso di equivoci, è piuttosto diverso (e molto più sfaccettato) rispetto la versione originale del 1997.

Come ottenere Final Fantasy VII Remake Intergrade

Se avevate acquistato Final Fantasy VII Remake per PS4 e avete adesso una PS5, potete scaricare gratuitamente la nuova versione Intergrade.

Tuttavia, se avevate ottenuto Final Fantasy VII Remake tramite i giochi inclusi nell'abbonamento PlayStation Plus, non potrete avere gratuitamente Intergrade.

Il costo di Final Fantasy VII Remake Intergrade è di 79,99€ (o 69,99€ su Amazon) ma per i fan è disponibile anche l'edizione Deluxe (con album di illustrazioni e mini colonna sonora digitale) al prezzo di 99,99€.

Giudizio Finale

Final Fantasy VII Remake Intergrade

Final Fantasy VII Remake Intergrade è una versione rinnovata e corretta del già ottimo remake lanciato lo scorso anno. Performance migliorate (finalmente 60fps!) caricamenti azzerati e texture rinnovate adattano alla Next Gen un titolo già ampiamente apprezzato; inoltre il DLC di Yuffie aggiunge la ciliegina sulla torta. I fan della saga che non avevano ancora giocato a FFVII Remake non possono proprio lasciarselo scappare.

Voto finale

Final Fantasy VII Remake Intergrade

Pro

  • Performance migliorate  e 60 fps
  • Texture ottimizzate e modalità Grafica per chi vuole il 4K
  • Lo stesso, fantastico gioco di un anno fa
  • Un nuovo capitolo che ci permette di scoprire il personaggio di Yuffie

Contro

  • Episode INTERmission poteva durare di più
  • Nessun supporto particolare al Dual Sense

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", si è avvicinato al mondo dell'informatica alla tenera età di 5 anni. Si occupa principalmente di news e recensioni legate al mondo del gaming (mobile e non) e dei canali Social per il network SmartWorld.

Commenta