7.6

Fresh ‘n Rebel Code ANC

Giuseppe Tripodi -




Recensione Fresh 'n Rebel Code ANC

Recensione Fresh ‘n Rebel Code ANC – Fresh ‘n Rebel è una società olandese, che spicca per la produzione di cuffie, speaker e accessori particolarmente colorati.

Qualche settimana fa, la società ha annunciato le novità per il 2021: il primo modello ad arrivare sul mercato sono le Code ANC, cuffie on ear con cancellazione del rumore. Le abbiamo provate nelle ultime settimane: ecco cosa dovete sapere.

LEGGI ANCHE: Migliori cuffie Bluetooth

Confezione

La confezione di vendita è molto ricercata e, al suo interno, troviamo le cuffie, una sacchetto in tessuto per il trasporto, jack audio e cavo USB/USB-C.

I due cavetti sono in tinta con le cuffie: nel nostro caso, di un bellissimo rosso rubino.

Costruzione e comodità

A prima vista, le cuffie fanno decisamente la loro figura: hanno un design pulito, con colori luminosi e un rivestimento lucido che maschera la plastica (di cui sono fatte le cuffie) e dona una certa brillantezza, che esalta logo e nome del brand.

La qualità costruttiva è complessivamente buona, seppur non eccellente: da sempre, Fresh ‘n Rebel sa su cosa puntare darsi un tono. E così, la struttura in metallo, i cuscinetti rivestiti in similpelle e la verniciatura brillante fanno quasi passare in secondo piano i pulsanti plasticosi e qualche scricchiolio di troppo.

Le Fresh ‘n Rebel Code ANC sono cuffie on-ear: i padiglioni non circondano le orecchie ma vi si poggiano sopra. I padiglioni che ruotano leggermente e i cuscinetti abbondanti fanno sì che le cuffie non premano troppo sulle orecchie, ma sarebbe stata apprezzata un po’ di imbottitura in più nell’archetto, che dopo un po’ di ore di utilizzo dà qualche fastidio. In ogni caso, tenete presente che quando si parla di sensazioni fisiche è tutto estremamente personale: un disagio che io posso provare (per via della conformazione del mio cranio) può non presentarsi per altri, e viceversa.

Sul padiglione sinistro troviamo il tasto per attivare/disattivare l’ANC e il connettore USB-C per la ricarica, mentre sul destro abbiamo il pulsante Play/Pausa e i due tasti per la regolazione del volume (e per cambiare brano), seguiti dal jack audio.

Le cuffie si ripiegano su sé stesse per facilitarne il trasporto, che avviene nell’apposita sacca in tessuto. A proposito di quest’ultima, l’interno è soffice e morbido, per non rovinare le cuffie, mentre l’esterno è rivestito in un materiale che sembra essere idrorepellente. Al contrario, le cuffie non hanno alcun tipo di resistenza ai liquidi.

Funzioni e qualità audio

Qualità audio

Le Fresh ‘n Rebel Code ANC non sono cuffie particolarmente “smart”: non hanno un’app dedicata né funzioni particolari ma, come suggerisce il nome, includono un sistema di cancellazione del rumore, funzione tutt’altro che banale per la fascia di prezzo.

Ma partiamo dalla qualità audio, che è ok: non eccellente, ma sufficiente per ascolti spensierati in metropolitana o in giro per la città. Perché le Code ANC sono proprio cuffie “da città”, di quelle ideali per distrarsi con un po’ di musica o un podcast mentre ci si sposta, senza badare troppo alla risposta delle varie frequenze.

A tal proposito, non aspettatevi una resa da audiofili: i bassi sono un po’ preponderanti, mentre gli alti e i medio-alti mancano un po’ di chiarezza.

Prendiamo una canzone come Paris 1919 di John Cale, la cui base è dominata da basse frequenze, fatte di pianoforte e strumenti a fiato: con le Code ANC la voce di Cale risulta un po’ meno calda di come dovrebbe, sparisce sullo sfondo, e gli archi che subito dopo il ritornello (ad esempio a 1:05) dovrebbero far indovinare un'”apertura” della musica, risultano mozzati e un un po’ spenti.

Ma al netto della firma sonora oggettivamente orientata sui bassi, il suono può risultare più o meno gradevole a seconda del genere che si ascolta: prendendo ad esempio dei brani con un groove più sporco e pieno di bassi, come può essere quello dei Gorillaz in On Melancholy Hill, il suono di queste Code ANC risulta ovviamente più gradevole.

Il Bluetooth è ovviamente in versione 5.0 e i codec supportati sono i classici SBC e AAC: niente aptX e niente sorprese.

Cancellazione del rumore

Parlando di ANC, la prima cosa da considerare è che queste sono cuffie on-ear: i padiglioni si poggiano sopra le orecchie, non le circondano. Per forza di cose, quindi, l’isolamento acustico di base non può essere paragonato a quello di cuffie over-ear.

Tenendo presente questo e quindi accettando che la cancellazione del rumore non può fare miracoli, l’ANC di queste cuffie di Fresh ‘n Rebel tutto sommato fa il suo dovere: riduce e attenua i rumori dall’esterno, specialmente quelli costanti e composti da basse frequenze.

Per intenderci: ad una stanza di distanza, riesce a coprire abbastanza bene il rumore del robot aspirapolvere, ma meno bene le voci delle riunioni di lavoro su Teams della mia ragazza.

Attivando l’ANC si nota una certa influenza sulla resa sonora: il suono viene “ovattato” un po’, perde qualcosa in chiarezza. Niente di troppo drammatico comunque e, soprattutto, è un “problema” comune alla maggior parte delle cuffie con cancellazione del rumore, specialmente in questa fascia di prezzo.

L’unico segnale del passaggio da modalità normale ad ANC (e viceversa) è un piccolo LED blu che si accende sotto l’auricolare sinistro. Da un lato bene non avere la classica voce che si sovrappone (e rovina) musica e podcast, dall’altro a volte vi capiterà di dover sfilare le cuffie per capire se l’ANC è attivo o meno.

Da notare che l’ANC può rimanere acceso anche a cuffie spente: utile ad esempio per fare un pisolino durante un viaggio in aereo.

Manca una modalità trasparenza, qualcosa che permetta di sentire i rumori esterni senza rimuovere le cuffie.

Controlli e funzioni

I tasti si premono bene e sono facili da trovare: il tasto Play/Pausa fa da On/Off se premuto a lungo e, cliccato due volte, avvia l’assistente vocale. I due pulsanti del volume, invece, permettono anche di cambiare traccia tenendoli premuti.

Molto apprezzata la presenza di multipoint, ossia la possibilità di collegare le cuffie simultaneamente a due dispositivi. Purtroppo, come avviene nella quasi totalità delle cuffie dotate di questa funzione, a volte la gestione dei due input audio può dare qualche problema.

Autonomia

L’autonomia delle Code ANC è assolutamente nella media: circa 30 ore di riproduzione con cancellazione attiva del rumore disattivata, che scendono a circa 17 con ANC acceso.

Microfoni

I microfoni sono discreti: vanno più che bene per una telefonata in luoghi relativamente calmi ma, come sempre, non vi aspettate di poterli utilizzare in situazioni in cui c’è molto rumore o vento.

Come potete sentire dalla registrazione di seguito, i microfoni riescono ad isolare abbastanza bene la voce, riducendo i rumori di fondo.

Prezzo

Le Fresh ‘n Rebel Code ANC hanno un costo di listino di 99€, ma su Amazon si trovano già a 90€. Il costo è molto interessante se cercate cuffie on-ear con cancellazione del rumore, di cui ad oggi c’è pochissima offerta.

Foto

Giudizio Finale

Fresh 'n Rebel Code ANC

7.6

Fresh 'n Rebel Code ANC

Le Fresh 'n Rebel Code ANC sono un prodotto tipico dell'azienda olandese: un paio di cuffie dal look accattivante, ben costruite e con più o meno tutto a posto per essere amate quando ci si sposta in città. La qualità audio non è al livello di altri concorrenti, ma la presenza di ANC in questa fascia di prezzo compensa.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Ottimo design: pulito e colorato
  • Cancellazione attiva del rumore
  • Supporto a due connessioni simultanee
  • Buoni microfoni
Contro
  • Bassi preponderanti
  • Comodità con alti e bassi
  • Pulsanti plasticosi
  • Nessuna modalità trasparenza