8.0

Recensione FUSER: scatenate il DJ che è dentro di voi (foto e video)

Giorgio Palmieri




Recensione FUSER

Musica e videogiochi vanno di comune accordo negli studi di Harmonix. L’azienda del Massachusetts ha infatti una carriera più che ventennale di videogiochi musicali alle spalle, da Guitar Hero a Rock Band, fino ad arrivare a FUSER. A differenza dei precedenti lavori, quest’ultimo non richiede alcuna periferica particolare, oltre al semplice controller.

Editore NCSOFT
Sviluppatore Harmonix Music Systems, Inc
Piattaforme PS4, Xbox One, Switch, PC Windows
Versiona provata PS4 Pro
Genere Musicale
Modalità di gioco Singolo giocatore, Multigiocatore
Lingua Completamente in Italiano

9.0

Premessa

FUSER è un videogioco musicale dove è possibile combinare gli elementi di brani esistenti per realizzare dei mix personalizzati. Il quantitativo di variabili dalle quali attingere è incredibile, specie se rapportato all’estrema facilità di utilizzo e all’immediato riscontro soddisfacente che si ottiene. Lo stesso DropMix di Harmonix e Electronauts di Surviors avevano provato a fare qualcosa in tal senso, ma FUSER riesce a trovare un equilibrio mai visto prima tra complessità ed immediatezza.

8.0

Giocabilità

Prima di scendere sul campo, dietro alla console e dinanzi alla platea, vi sarà chiesto di selezionare una cartella digitale, cioè la libreria di canzoni che desiderate remixare. Ogni brano è composto da quattro dischi, che potete posizionare sulla plancia di gioco, composta anch’essa da quattro spazi. Gli strumenti prevedono campionatori, synth, chitarre, percussioni, voci e altro, che possono essere mescolati a proprio piacimento per realizzare sound unici, che si adattano in tempo reale. Tutto il sistema è ottimizzato con delle scorciatoie per facilitare l’inserimento, lo stop e l’unione dei vari beat.

Le meccaniche si complicano con il passare delle ore, aggiungendo opzioni per il tempismo, per gli assoli di singoli dischi e per i desideri del pubblico, che casualmente può avanzare una richiesta, da soddisfare entro un certo limite di tempo. L’ottica è quella di riempire il punteggio e di tenere alto il morale della platea, indicato da un’apposita barra. L’impiego dei dischi strumentali, ovverosia quelli i cui beat possono essere modificati al volo sulla plancia, non godono di un utilizzo veloce come invece impone il ritmo del gioco, ma fanno senz’altro il loro dovere non appena digeriti i meccanismi di funzionamento.

9.0

Tecnologia

L’algoritmo dietro le linee di codice, che adatta i vari elementi musicali di brani noti in remix, è semplicemente eccezionale. Il riscontro è immediato e il suono non è mai cacofonico, nonostante vi siano generi diversi, dal Pop alla musica Dance, passando dal Rock fino ai balli latini-americani e al R&B. Si possono pure aggiungere strumenti identici tra loro per rafforzare il sound, cambiare tonalità, scegliere il bpm, sia manualmente che in modo automatico. È estremamente intuitivo e il già citato riscontro visivo immediato aiuta nella comprensione del sistema, che riesce a capire quando e quanto il mix è azzeccato, premiandovi di conseguenza.

8.0

Attrazione

I primi vagiti dell’esperienza in FUSER spiegano eccellentemente le regole del gioco. La modalità carriera accompagna dolcemente nell’apprendimento e chiede al giocatore di rispettare delle richieste entro uno specifico lasso di tempo. Nel mentre si visitano sei palchi diversi, capitanati da sei personaggi differenti dal carisma eccentrico che fanno appena una piccola apparizione a schermo, per un totale di circa 6 ore di gioco per portare il tutto a termine.

Ogni attività ricompensa con punti esperienza, necessari a sbloccare delle valute con le quali acquistare nuove canzoni e accessori per lo stile del personaggio, liberamente personalizzabile a proprio piacimento. Anche il completamento delle missioni della campagna garantisce ricompense in base alla prestazione, ma francamente non è uno stimolo sufficiente a rigiocare i medesimi livelli, che di fatto sono delle fasi di pratica un po’ più elaborate. Maggiori incentivi sono disponibili nell’angolo online.

Nello specifico, FUSER ha ben due modalità multigiocatore online: una permette di partecipare ai freestyle in solitaria o in cooperativa online, insieme ad altri tre giocatori, per comporre remix insieme. La modalità è molto divertente, sia in compagnia di amici che con sconosciuti, e mostra l’estrema versatilità dell’algoritmo musicale.

La seconda modalità online è la Battaglia, cioè degli scontri testa a testa le cui richieste del gioco andranno rispettate per guadagnare punti e avere la meglio sull’avversario. È in pratica una versione digitale di DropMix, meglio strutturata e senz’altro meno dispendiosa, visto che il predecessore richiedeva l’acquisto di carte fisiche. La progressione è regolata da una sorta di pass stagionale gratuito che eroga (poche) ricompense con l’acquisizione di vittorie.

In più, come se non bastasse, vi è un Social Hub dove poter partecipare ad eventi, visualizzare i mix di altri giocatori (anche in tempo reale) e valutarli. Purtroppo non c’è traccia dello schermo condiviso in locale.

7.0

Grafica

La grafica di FUSER brilla per la pulizia dell’interfaccia, mentre lo stile grafico ricalca gli stilemi di The Sims, con personaggi dall’espressività meno caricata ma senz’altro esuberante. Non è particolarmente accattivante né caratteristica, eppure raggiunge il suo scopo soprattutto con i palchi, davvero ben particolareggiati. Delude però tutto ciò che concerne il pubblico o comunque la regia, piuttosto semplice e poco dinamica. Capiamo l’esigenza del gioco di mantenere chiaro e pulito lo schermo quanto più possibile, tuttavia avremmo preferito qualche trovata più originale quando il ritmo si impenna.

8.5

Sonoro

La colonna sonora di FUSER abbraccia circa 100 brani differenti, ciascuno appartenente a generi diversi: tra gli artisti spiccano Ava Max, Justin Timberlake, Billie Eilish, Sia, Carly Rae Jepsen e tantissimi altri. Sentire una versione dark di Call Me Maybe sulle note di Bring Me To Life non ha prezzo: vi verrà la voglia di combinare sound improbabili per vedere come il gioco riesce ad adattarli tra di loro, anche perché il risultato non delude mai. Peccato vi sia praticamente una singola canzone per artista, con il rischio, calcolato, che l’estrema varietà musicale possa accontentare tutti ma non soddisfare nessuno fino in fondo. Piccola postilla, prima di passare oltre: è presente il doppiaggio in italiano.

6.5

Prezzo

Il prezzo di lancio è pari a 69,99€, quindi il mercato accoglie FUSER alla stregua dei Tripla A. Lascia dell’amaro in bocca la commercializzazione di una Vip Edition a 89,99€, in esclusiva digitale, senza la quale non avrete accesso a 25 brani di artisti quali Evanescence, Alanis Morissette, Nicki Minaj e Usher. Senza la prenotazione, inoltre, non potrete ottenere “New Rules” di Dua Lipa, “Young Dumb & Broke” di Khalid e “Mr. Brightside” dei The Killers. Ogni brano potrà essere poi acquistato al cifra di circa 1,99€ cadauno.

  • 21 Savage “a lot”
  • Afrojack ft. Eva Simons “Take Over Control”
  • Alanis Morissette “Ironic”
  • Amerie “1 Thing”
  • Ava Max “Kings & Queens”
  • Bananarama “Venus”
  • The Cranberries “Linger”
  • DJ Snake, J. Balvin & Tyga “Loco Contigo”
  • Echo & The Bunnymen “Lips Like Sugar”
  • Erasure “A Little Respect”
  • Evanescence “Bring Me To Life”
  • Fetty Wap “Trap Queen”
  • French Montana ft. Swae Lee “Unforgettable”
  • Glen Campbell “Gentle On My Mind”
  • Ini Kamoze “Here Comes The Hotstepper (Heartical Mix)”
  • Justin Timberlake “Rock Your Body”
  • Kane Brown ft. Lauren Alaina “What Ifs”
  • Kelly Clarkson “Stronger (What Doesn’t Kill You)”
  • Mark Ronson ft. Miley Cyrus “Nothing Breaks Like a Heart”
  • Nicki Minaj “Starships”
  • Sean Paul “Get Busy”
  • Soulja Boy Tell ‘Em “Crank That (Soulja Boy)”
  • Tone-Loc “Funky Cold Medina”
  • Topic with A7S “Breaking Me”
  • Usher ft. Pitbull “DJ Got Us Fallin’ In Love”

Immagini

Giudizio Finale

FUSER

8.0

FUSER

FUSER è un ottimo videogioco musicale che si rivolge a tutti. Harmonix ha confezionato una curva di apprendimento dolce che accompagna il giocatore, per poi aprire le porte della sperimentazione, soprattutto nelle modalità online. La scelta musicale è vasta ma potrebbe non soddisferà tutti i palati, specie alla luce dell’assenza di alcuni brani vitali nella versione standard. Ciò detto, sentirsi DJ non è mai stato così immediatamente gratificante.

di Giorgio Palmieri
Pro
  • Intuitivo, ben spiegato
  • Immediatamente gratificante
  • Diverse modalità multigiocatore
  • Libreria musicale molto varia
Contro
  • Pochi stimoli in solitaria
  • Estetica poco dinamica
  • VIP Edition pressoché indispensabile

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.