Recensione Gloring: la mia prima prova di un anello smart

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Tech Master

Il fenomeno degli smart ring sembra proprio in crescita, anche e soprattutto dopo l'annuncio di Samsung. Scopriamo però oggi un anello smart che potete già comprare e utilizzare: Gloring.

PRO

  • Leggero
  • App chiara
  • Discreta misurazione del sonno
  • Interessanti sviluppi futuri

CONTRO

  • Passi sovrastimati
  • Misurazioni del battito non sempre precise
  • Non fa molto altro
  • Misurazione SpO2 solo su richiesta

Gloring si presenta in una confezione di cartone abbastanza semplice e che non trasmette certo una sensazione di lusso di qualche tipo. Ma la verità è che Gloring non è un prodotto costoso e vuole prima di tutto essere un prodotto accessibile per tutti. Nella confezione troviamo il cavo USB/USB-C e la basetta di ricarica dove attaccare magneticamente l'anello per "sfamarlo" di energia. Simpatico che rimanga agganciato magneticamente solo per un punto e pertanto sembri rimanere sospeso. La ricarica impiega circa un'ora.

L'anello ha un piccolissimo led all'interno che mostra se la ricarica è in corso. L'anello è ovviamente sempre acceso (finché è carico) e non c'è quindi modo per riavviarlo, spegnerlo o metterlo in standby, per esempio spegnendone il Bluetooth. Gloring è semplice come è stato concepito: lo caricate e ve lo mettete al dito. L'azienda propone 8 misure diverse, dalla taglia 6 a quella 13 con tutte le istruzioni per capire quale sia quello più giusto per voi.

Nel mio caso la misurazione era intermedia fra 9 e 10 e testando la versione da 10 l'ho trovata un po' larga, motivo per cui l'assistenza mi ha proposto il cambio con la versione 9 che è risultata perfetta per la mia misura.

Gloring è leggerissimo. L'azienda parla di titanio, ma è difficile capire se si tratti solo del rivestimento o meno. Di sicuro pesa molto meno (solo 5 grammi) di un anello di pari dimensioni in argento od oro bianco. È un po' più spesso di un anello che potrai mai portare alle dita. Tenendo di conto che non sono una persona che prima d'ora portava mai anelli l'effetto è stato inizialmente un po' di scetticismo. L'ho messo sulla mano sinistra perché con la destra mi dava fastidio usando il mouse, mentre mi da a volte ancora un po' fastidio al volante. Se però portate già anelli non troppo sottili difficilmente questo Gloring sarà un impedimento. Anche perché, come dicevamo, è veramente leggerissimo.

Non c'è un verso in cui tenerlo: ho fatto un po' di tentativi tenendo i sensori sia sulla parte superiore che inferiore del dito e non sembra fare troppa differenza. Di sicuro c'è che i sensori di battito cardiaco, ogni volta che si attivano fanno una luce che di sera e di notte è chiaramente visibile a tutti. È un effetto un po' sci-fi che sicuramente incuriosirà i vostri vicini di tavolo a cena. Tenetene di conto se siete super sensibili alla luce quando dormite. Questo perché l'utilizzo per tracciare il sonno è a mio parere la funzionalità più utile per cui, al momento, valutare un anello smart come Gloring. Se per voi tenere uno smartwatch al polso la notte è troppo impegnativo o fastidioso, questo smart ring potrebbe risolvere i vostri problemi. L'anello è ovviamente IP68 e noi l'abbiamo sempre indossato ogni volta che ci siamo lavati le mani o il viso, senza mai incappare in problemi.

L'azienda consiglia di far sì che non rimanga bagnato, per non compromettere le misurazioni.

Il tracciamento del sonno è preciso e benché non sembri segnalare i risvegli notturni, il momento di addormentamento e di risveglio la mattina sono invece molto precisi.

Lo smart ring ha i sensori necessari per tracciare i passi, il battito cardiaco e l'ossigenazione del sangue. Per quanto riguarda i passi abbiamo notato una tendenza a sovrastimarli, e non di poco. Questo probabilmente a causa del molto lavoro al computer che faccio ogni giorno, anche in rapporto alla vita sedentaria. Si parla anche di un 20-30% di passi in più. Il valore probabilmente si ridurrebbe drasticamente se il mio lavoro prevedesse più passi e meno lavoro al PC.

La misurazione del battito sembra più precisa, anche se nel registrare l'attività fisica abbiamo anche incontrato alcuni picchi (palesemente errati) dovute a delle misurazioni sballate. C'è poi la misurazione della variabilità del battito cardiaco, che può essere una misurazione interessante per qualcuno.

L'ossigenazione del sangue si misura invece solo a richiesta partendo dall'interfaccia dell'app.

I dati raccolti quindi non sono estremamente precisi, ma neanche completamente sballati, nella media giornaliera, mensile e settimanale sono comunque un buon indicatore di quanto ci siamo tenuti attivi e di come il nostro cuore si sta comportando. Se cercate un dispositivo per tracciare in modo preciso l'attività fisica forse dovreste ancora puntare ad uno smartwatch. Potete comunque registrare le sessioni di attività fisica utilizzando lo smartphone per avviare e terminare l'attività e anche per monitorare il posizionamento con il GPS.

L'app è poi fatta molto bene, con grafici facili da leggere, notifiche di raggiungimento degli obiettivi, fasi del sonno e indicazioni delle fasce cardio durante la giornata e per ogni dato la possibilità di visualizzarlo per il giorno, oppure aggregato per settimana o mese.

L'azienda ha poi promesso (con una precisa timeline) l'integrazione i sistemi fitness con Google, Apple e Samsung, oltre ad un assistente di intelligenza artificiale che possa darvi consigli per migliorare come lavorare sulla vostra salute.

Le funzioni di Gloring finiscono qui. Questo smart ring è un primo interessantissimo spaccato del mondo degli smart ring, senza aggiungere nessuna funzione stupefacente ma garantendovi di tracciare la vostra attività giornaliera senza dover tenere un (forse anche antiestetico) bracciale al polso.

L'autonomia di questo smart ring è di circa 4 giorni e per fortuna, come detto, la ricarica è abbastanza rapida.

Il prezzo di Gloring è di 229€ sul sito ufficiale, a parer nostro decisamente troppo alto. Potete però comprarlo in questi giorni a 189€ e potete aggiungerci un ulteriore 5% di sconto usando il nostro codice sw5.

Foto

Giudizio Finale

Gloring

Gloring è un primo vero smart ring che potremmo consigliare. Non ha troppe funzioni, ma l'app è fatta bene e mostra in modo chiaro i dati raccolti su passi, ossigenazione e battito cardiaco. L'azienda ha poi interessanti sviluppi per il futuro. Non va oltre questo, ma se non avete troppe pretese di precisione ma volete tracciare passi e sonno, potrete adesso finalmente sbarazzarvi del vostro fitness band.

Voto finale

Gloring

Pro

  • Leggero
  • App chiara
  • Discreta misurazione del sonno
  • Interessanti sviluppi futuri

Contro

  • Passi sovrastimati
  • Misurazioni del battito non sempre precise
  • Non fa molto altro
  • Misurazione SpO2 solo su richiesta

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vivo nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Ma quello che provo oggi qui su SmartWorld sono principalmente smartphone, smartwatch e prodotti per la smart home. Ma le mie passioni riguardano anche il LEGO e la musica elettronica.