Recensione Heyup Boxe Lite: il mini proiettore che profuma d'estate

Heyup Boxe Lite è un piccolo proiettore già pronto fuori dalla scatola, sebbene non sia dotato di caratteristiche tecniche all'avanguardia
Giorgio Palmieri
Giorgio Palmieri
Recensione Heyup Boxe Lite: il mini proiettore che profuma d'estate

È dai tempi dello Xiaomi Wanbo T2 MAX che cercavo un buon mini proiettore, ma sono spesso rimasto con dell'amaro in bocca per colpa di problematiche sparse, tra prestazioni non all'altezza e versioni diverse vendute in giro per il web, alcune delle quali alimentate da firmware a dir poco deficitari. Vediamo dunque di che pasta è fatto Heyup Boxe Lite, nuovo modello di un produttore cinese che ha fatto capolino su Amazon Italia, e che quindi può essere acquistato con tutte le garanzie del caso.

PRO

  • Android 9.0 pre-installato e pronto all'uso
  • Solido anche nell'utilizzo a sé stante
  • Buona resa dei colori e della fluidità...

CONTRO

  • ... ma la risoluzione nativa è solo HD
  • La navigazione via telecomando è macchinosa
  • Scheda tecnica non brillante

Confezione

Super essenziale la confezione di Heyup Boxe Lite, visto che include l'alimentatore con presa europea, il telecomando ed un piccolo manuale in lingua inglese o cinese, tutto all'interno di una piccola scatola che protegge il prodotto dagli urti e dai movimenti involontari. Dovrete procurarvi almeno le pile per il telecomando per poterlo utilizzare.

Costruzione

Heyup Boxe Lite non è certamente un campione di originalità, visto che ricorda dei modelli già in commercio, come lo stesso Xiaomi Wanbo T2 MAX. Si tratta del classico, piccolo parallelepipedo con angoli stondati, molto compatto e molto leggero, dato il peso di meno di un chilo.

La scocca è in plastica, con un assemblaggio di discreta qualità, che al tatto non stupisce, ma non dà l'impressione di essere fragile: solo sul fronte vi è un rivestimento in tessuto che dovrebbe dissipare meglio il calore. Sul fondo, oltre ai rialzi gommati, non manca un foro per treppiedi con attacco standard, dunque è possibile utilizzarne uno qualsiasi di terze parti.

La ventilazione non è affatto rumorosa: ci sono delle griglie sia sulla parte destra, sia su quella posteriore, che mantengono il proiettore fresco. Mi sono premurato di effettuare test anche per 5 ore consecutive, senza riscontrare problematiche di surriscaldamento.

Nella parte superiore, oltre al tasto d'accensione con tanto di LED che ne indica l'accensione, vi è la rotellina per gestire manualmente la messa a fuoco. Sul lato destro c'è invece l'ingresso dell'alimentazione: strano che non sia sul retro, tanto è vero che potrebbe rappresentare uno svantaggio, o un vantaggio, a seconda della vostra configurazione. Sempre sulla destra fa capolino un singolo speaker da 3W, mentre sul retro ci sono l'HDMI, l'USB e il jack da 3,5 mm. Sul fronte vi è la lente incavata, ma purtroppo manca un coprilente.

La scelta più peculiare nell'estetica sta nel colore: l'unità testata è quella arancione, che di sicuro non tende a mimetizzarsi, anzi, ma per chi desidera qualcosa di meno appariscente vi è anche la variante bianca.

Telecomando

Il telecomando in dotazione è abbastanza classico, sebbene la sensazione al tatto sia quella di un prodotto economico. Sono presenti i tasti di accensione/spegnimento, impostazioni, indietro, home, volume su/giù e muto. C'è anche un d-pad con pulsante centrale e dei pulsantini extra per la rotazione dello schermo e il cambio di Aspect Ratio al volo. Per poterlo utilizzare sono necessarie due batterie AAA.

Hardware

  • Proiezione: 720p nativi, 1080p upscalati, 40-120"
  • Luminosità: 150 ANSI Lumen
  • Speaker: 3W
  • RAM: 1 GB
  • Memoria interna: 8 GB
  • Connettività: Wi-Fi Dual Band, Bluetooth 5.0
  • Porte: 1x HDMI, 1x USB 2.0, jack audio
  • OS: Android 9.0
  • Peso: 650 g
  • Dimensioni: 122 x 144 x 166 mm

La scheda tecnica di Heyup Boxe Lite lascia un po' a desiderare, almeno sulla carta. La risoluzione Full HD non è nativa, la luminosità di 150 ANSI Lumen è piuttosto bassa e vi è solo uno speaker da 3 W. Tuttavia. grazie alla tecnologia MEMC e alla buona gamma cromatica (75% NTSC), riesce a fornire una qualità di proiezione molto fluida e con colori fedeli.

Software

Il punto di forza di Heyup Boxe Lite è nel suo software, visto che monta una versione personalizzata di Android 9.0, che lo rende subito pronto all'uso, senza la necessità che dobbiate possedere un dispositivo esterno.

L'interfaccia risulta simile a quella di un TV Box, con una navigazione tramite telecomando macchinosa. Offre una correzione trapezoidale verticale e orizzontale fino a 40°, ma purtroppo non è automatica.

Non ha il Play Store, al suo posto c'è una versione confezionata dal produttore, dalla quale poter scaricare le app più note, ma badate bene che il dispositivo è sprovvisto dei DRM, quindi non potrete contare sull'alta risoluzione delle app come Netflix o Amazon Prime Video. Ciò detto, i contenuti consumati direttamente sul dispositivo, ad esempio tramite Youtube o chiavetta USB, funzionano molto bene, laddove lo Xiaomi Wanbo T2 Max soffriva nella fluidità. 

D'altra parte, Heyup Boxe Lite assicura una buona riproduzione quando lo si utilizza nella modalità a sé stante, un elemento importantissimo considerando che si presenta come un prodotto portatile, pronto all'uso non appena lo si esce dalla scatola.

Esperienza d'uso

Nonostante la scheda tecnica si sia rivelata al di sotto delle aspettative, sul campo Heyup Boxe Lite si comporta bene. Sia chiaro che il proiettore risulta utilizzabile solo in ambienti bui, poiché la luminosità di 150 ANSI Lumen è bassa. Certo, con qualche fonte luminosa, potrete comunque godere di contenuti vividi come i cartoni animati (per dire, ho gustato un'intera ora di SpongeBob su Youtube mentre la mia ragazza lavorava al PC con luce accesa, in galleria c'è una foto che dimostra il tutto), ma una serie TV un po' più cupa è praticamente impossibile da guardare in maniera degna con la luce accesa.

La navigazione tramite telecomando non è poi il massimo della comodità ed è consigliato munirsi di mouse e tastiera per migliorarla. Per quanto riguarda la riproduzione, come già detto, la proiezione in modalità a sé stante funziona abbastanza bene, al netto dei compromessi dovuti all'assenza dei DRM.

Ho visto la serie TV di Fallout sia tramite l'app di Amazon Prime Video integrata, sia via browser: in entrambi i casi l'esperienza di visione è stata la medesima, perfetta nella fluidità, mentre la risoluzione è presumibilmente SD, con colori ben distinguibili anche nei chiari.

Discorso diverso con Youtube, dove l'applicazione supporta l'alta risoluzione senza problemi e senza perdita di fotogrammi. Discreto anche l'audio, malgrado ci sia solo un singolo speaker da 3W, ma devo ammettere che risulta pulito. Ho provato a visualizzare vari video tramite penna USB collegata direttamente al proiettore ed e la riproduzione è stata perfetta. 

Nella porta HDMI sul lato posteriore, poi, è possibile collegare vari dispositivi, come Fire Stick TV o un PC, così da ovviare alla mancanza dei DRM e godere dei contenuti Netflix o simili in alta risoluzione. 

Ho voluto testare anche le potenzialità gaming collegando una AYANEO Slide tramite una dock che facesse da base comunicante, così da utilizzare la console portatile Windows sul proiettore.

Il funzionamento non ha mostrato difetti di alcun tipo.

La riproduzione in streaming del dispositivo avviene principalmente tramite MH Share, un hub con il quale è possibile sia condividere lo schermo del dispositivo, sia avere un telecomando digitale per il proiettore. Purtroppo l'immagine soffre di una fluidità non proprio ineccepibile, sebbene sia comunque utilizzabile. Tutto dipende dall'uso che ne dovrete fare: se desiderate mostrare qualche contenuto sullo smartphone, come un video o delle foto, andrebbe anche bene, ma se voleste guardare un intero film, la qualità dell'esperienza non sarebbe l'ideale.

Prezzo

Heyup Boxe Lite è disponibile su Amazon Italia al prezzo di 149€ nella colorazione arancione o bianca. La cifra di lancio non è molto appetibile, dunque vale la pena aspettare uno sconto. La presenza su Amazon, però, vi assicura tutte le tutele del caso, garanzia italiana inclusa.

Foto

Il sample per questa recensione è stato fornito da Heyup, che non ha avuto un'anteprima di questo contenuto e non ha fornito alcun tipo di compenso economico.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Heyup Boxe Lite

A dispetto di una scheda tecnica non propriamente all'avanguardia, Heyup Boxe Lite si è dimostrato un buon proiettore subito pronto all'uso, da portare ovunque voi vogliate. Chiaramente dovete essere consci dei suoi limiti prima di acquistarlo, ma tutto sommato se la cava in ogni ambito.

Sommario

Confezione 7

Costruzione 7.5

Telecomando 7

Hardware 6.5

Software 7

Esperienza d'uso 7.5

Voto finale

Heyup Boxe Lite

Pro

  • Android 9.0 pre-installato e pronto all'uso
  • Solido anche nell'utilizzo a sé stante
  • Buona resa dei colori e della fluidità...

Contro

  • ... ma la risoluzione nativa è solo HD
  • La navigazione via telecomando è macchinosa
  • Scheda tecnica non brillante

Giorgio Palmieri
Giorgio Palmieri Da oltre 10 anni scrive sulle pagine del network di SmartWorld. Adora la tecnologia come Winnie The Pooh con il miele. Ama scrivere di videogiochi e si occupa di info-commerce, ed è anche particolarmente bello. Almeno, così dice sua madre.

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici