Recensione Huawei Watch D: vi misura la pressione

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Lo avevamo visto a settembre a IFA 2022. Huawei Watch D è un prodotto che non c'era e che ha stupito fin da subito. Si tratta del primo smartwatch che permette di misurare la pressione sanguigna nel metodo "classico", ovvero facendo gonfiare una camera d'aria.

PRO

 

  • Misura (davvero) la pressione
  • Buona autonomia
  • Buoni i dati sul fitness
  • Software veloce

CONTRO

  • Gestione notifiche scarsa
  • Niente NFC per i pagamenti
  • Può incastrarsi in qualche indumento
  • Prezzo non contenuto

Confezione

Già dalla confezione si capisce subito che Watch D è uno smartwatch unico nel suo genere. All'interno della confezione, oltre all'orologio e al caricabatteria troviamo infatti un secondo cinturino. I due cinturini sono di taglia L e M. È importante prima misurare la circonferenza del polso con il metro di carta in confezione e poi di conseguenza agganciare il cinturino giusto e poi selezionare il foro corretto in base alla misurazione. Alla prima configurazione poi si dovrà indicare quale dei due cinturini si è utilizzato.

Costruzione e Vestibilità

Guardando Huawei Watch D si capisce che è uno smartwatch "diverso". Non è compatto o sottile (13,6 millimetri) ma è indossandolo che ci si rende conto che il cinturino è più spesso e largo degli altri prodotti. Questo perché all'interno c'è la camera d'aria che si gonfierà al momento della misurazione della pressione. Detto questo però dobbiamo riconoscere come nel quotidiano questo non sia un impedimento e anzi l'orologio è abbstanza comodo.

Se vi vestite con indumenti particolarmente aderenti potrebbe un po' darvi fastidio al polso. È comunque abbastanza sorprendente come Huawei sia riuscita a integrate tutta questa tecnologia in così poco spazio.

Lo smartwatch ha poi un design moderno ma semplice, con una corona in metallo a circondare lo schermo rettangolare. Sul lato destro sono presenti gli unici due tasti fisici. Molto grandi e con una buona pressione al click. L'orologio pesa 40,9 grammi e resiste ad acqua e polvere secondo lo standard IP68.

Hardware

Dal punto di vista hardware "classico" non abbiamo moltissimo da dire. È presente il GPS per il posizionamento, il Bluetooth per la connessione allo smartphone e anche il chip NFC, seppur sia di fatto inutilizzato visto che Huawei non ha un suo sistema di pagamento per mobile. Non c'è supporto alle reti Wi-Fi e non c'è microfono e speaker.

Più completa la parte dedicata alla salute e al fitness.

È presente infatti un sensore di battito cardiaco, uno per l'ossigenazione del sangue, tutto ciò che serve per poter misurare l'ECG, il sensore per la misurazione della temperatura sulla pelle e anche, come ampiamente pubblicizzato, la misurazione della pressione grazie al sistema che fa configare la camera d'aria sul bracciale.

Display

Lo schermo di questo Huawei Watch D è un luminoso pannello da 1,64 pollici con tecnologia AMOLED. La sua risoluzione è di 456 x 280 pixel. Si tratta di un pannello di ottima qualità e che ci ha pienamente soddisfatto. La luminosità poi si regola in automatico con buona precisione. Il dispositivo supporta anche l'always-on display per poter vedere l'orario anche senza riaccendere il display, anche se solo utilizzando uno dei due temi predefiniti.

Software

Huawei Watch D utilizza un sistema operativo proprietario che offre tutte le funzionalità più comuni da prodotti di questo tipo. Abbiamo il tracciamento delle sessioni di allenamento, il controllo della musica dello smartphone dal polso, il meteo, il cronometro, le sveglie e l'opzione per far squillare lo smartphone smarrito.

Ma è tutto l'ecosistema di funzioni per la salute che fanno la differenza. Come già detto l'orologio è l'unico a poter tracciare non solo il battito cardiaco e l'ossigenazione del sangue, ma anche la temperatura della pelle, la misurazione dell'ECG e la pressione. Ovviamente non mancano le notifiche di inattività e il tracciamento del sonno.

La funzione che fa davvero la differenza rispetto ai concorrenti è sicuramente quella della misurazione della pressione. Il processo è semplice e impiega una trentina di secondi. Da seduti con le gambe poggiate in terra si incrocia sul petto il braccio su cui si indossa l'orologio e la misurazione inizia. Il bracciale si gonfia e poi si sgonfia, proprio come un comune sfigmomanometro.

Le misurazioni sono state precise e ancora di più sono state consistenti, confrontando questo Watch D con uno sfigmomanometro elettronico classico. Ecco qualche misurazione.

Huawei Watch D

Sfigmomanometro Omron
110 / 78 - 75 bpm 108 / 76 - 74 bpm
116 / 78 - 61 bpm 107 / 73 - 63 bpm
115 / 80 - 60 bpm 105 / 69 - 64 bpm
116 / 82 - 62 bpm 107 / 73 - 65 bpm

Come è possibile vedere i valori del prodotto Huawei sono stati mediamente un po' più alti, ma comunque consistenti nel tempo.

In base alla singola persona e realizzando un po' misurazioni comparative in contesti diversi è facile capire quale può essere (se c'è) lo scostamento medio fra i due. Dai nostri test, comunque ridotto.

La parte smart è sicuramente più sacrificata, con una gestione delle notifiche solo sufficiente. Sono presenti le risposte rapide, ma in ogni caso non si mostrano le emoji nelle notifiche e che in caso di messaggi multipli dalla stessa app tenda a mostrare sempre per primo il più vecchio. C'è ancora del lavoro da fare. Non supporta poi le chiamate al polso.

Tra le varie altre applicazioni troviamo: il registro dell'attività, il sonno, lo stress, gli esercizi di respirazione, il controllo della musica, il meteo, il cronometro, il timer e le sveglie.

Autonomia

La batteria di questo Huawei Watch D garantisce circa 4-5 giorni di utilizzo con una singola carica. Ovviamente un numero considerevole di misurazioni della pressione, dell'ECG o l'uso intenso del GPS potrebbe abbassare l'autonomia, ma al contrario se usato solo come smartwatch potrebbe anche essere superiore.

È un buon risultato, in linea con altri prodotti indossabili di questo tipo.

Prezzo

Huawei Watch D è ovviamente un prodotto "speciale" e pertanto anche il suo prezzo, purtroppo, lo è. Si tratta infatti di 399€ richiesti per l'acquisto di questo dispositivo, un prezzo che si allinea a quello dei prodotti della fascia più alta del mercato. Ovviamente la cifra è giustificata dalla tecnologia innovativa per la misurazione del polso e non dal prodotto in sé. Al momento Huawei Watch D è in vendita solo sul sito ufficiale di Huawei.

Foto

Giudizio Finale

Huawei Watch D

Huawei Watch D è un buon smartwatch che strizza l'occhio al fitness e all'attività fisica. Se lo vedessimo solo così però il prezzo sarebbe molto alto. Questa cifra è giustificata però da una funzione "eccezionale": la misurazione della pressione tramite uno sfigomanometro. Le misurazioni sono abbastanza precise per farlo diventare il miglior amico di chi ha necessità di misurarsi spesso la pressione. Con qulche compromesso, accettabile per il suo target.

Sommario

Confezione 8

Costruzione e Vestibilità 8

Hardware 8

Display 8.5

Autonomia 8

Prezzo 7

Voto finale

Huawei Watch D

Pro

 

  • Misura (davvero) la pressione
  • Buona autonomia
  • Buoni i dati sul fitness
  • Software veloce

Contro

  • Gestione notifiche scarsa
  • Niente NFC per i pagamenti
  • Può incastrarsi in qualche indumento
  • Prezzo non contenuto

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Mostra i commenti