Recensione HUAWEI WATCH GT 4: con le sue 7 varianti accontenta davvero tutti

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Tech Master
Recensione HUAWEI WATCH GT 4: con le sue 7 varianti accontenta davvero tutti

HUAWEI torna ad aggredire il mercato degli indossabili con HUAWEI WATCH GT 4, la versione GT della serie 4 caratterizzata da prezzi più aggressivi, senza però scendere troppo a compromessi in quanto a design, materiali e specifiche. Pensate che lo smartwatch in questione è stato lanciato in ben 7 varianti. Questa è, tra quelle da 46 mm, la più "lussuosa". Non ci rimane che scoprirla insieme!

PRO

  • 7 varianti per tutti i gusti e per tutte le tasche
  • Monitoraggio salute e sonno (quasi) completo
  • Ottimo display, ampiamente personalizzabile
  • Autonomia tra le migliori del settore
  • Cassa ottagonale nel modello 46 mm

CONTRO

  • Pagamenti NFC solo con Intesa
  • Risposte alle notifiche limitate
  • Assistente vocale solo con smartphone Huawei
  • Prezzo buono ma in linea con tanti concorrenti

Unboxing HUAWEI WATCH GT 4

Piuttosto classica la confezione di questo HUAWEI WATCH GT 4. Nel caso specifico di questo modello, ovvero la Grey Edition con cinturino in acciaio, trovate anche una serie di maglie aggiuntive per allungare il cinturino. Nel mio caso (polso di medie dimensioni) ho addirittura dovuto togliere una maglia, ma almeno in questo modo siete sicuri che troverete il numero di maglie adatto a voi. Oltre a questo, troviamo la classica manualistica e il cavo per la ricarica con base magnetica.

Costruzione e vestibilità

Sono 7 le varianti di WATCH GT 4, ma tralasciando per un attimo il cinturino, ciò che le accomuna tutte è l'utilizzo dell'acciaio inossidabile come materiale di costruzione della cassa. Il retro della cassa è in fibre di polimero. HUAWEI non ha specificato il materiale di cui è costituito il display. Non ci aspettavamo certo il vetro zaffiro del WATCH Ultimate, ma un'indicazione di massima sul grado di resistenza non guastava. Comunque sia, tutta la struttura sembra solida e ben piazzata, e soprattutto nella Grey Edition con cinturino in acciaio, sia ha ancor di più la sensazione di solidità per via della soluzione di continuità che sussiste tra cassa e cinturino.

In generale lo smartwatch sembra reggere bene agli urti, e durante il nostro utilizzo non abbiamo riscontrato graffi o ammaccature di alcun tipo. Sempre a proposito della cassa, stavolta HUAWEI ha optato per una forma un po' diversa dal solito: quella ottagonale. Qui entra in gioco un fattore soggettivo. A me è piaciuta molto, ma posso capire che non faccia al caso di tutti. Forse spicca un po' meno sul modello in questione per via della già citata soluzione di continuità. Sui modelli con cinturini diversi è più evidente, e l'effetto è davvero convincente e in stile orologio classico.

A livello di impermeabilità abbiamo certificazione IP68 e resistenza a immersioni fino a 5 atmosfere (secondo lo standard ISO 22810:2010 può sopportare fino a 50 metri di pressione statica dell'acqua per 10 minuti). Non è il modello da acquistare per immersioni "serie", visto che per quello c'è l'Ultimate, ma potete tranquillamente bagnarlo e farci le vostre vasche di allenamento in piscina senza paura di rovinarlo.

Il tutto è stato testato per resistere a temperature comprese tra i -20°C e i +45°C.

WATCH GT 4 ha due pulsanti fisici: una corona circolare premibile, ottima per navigare tra i menu e confermare le selezioni, e un pulsante classico subito sotto che, di default, serve ad avviare le attività sportive. La corona circolare contribuisce a donare al tutto quell'aspetto da orologio classico che contraddistingue anche tanti altri modelli di casa HUAWEI. Con la giusta watchface si fa fatica a distinguerlo dagli orologi analogici, il che potrebbe convincere qualche altro scettico ad avvicinarsi al mondo degli smartwatch.

Le 7 varianti sono accomunate dall'acciaio, ma cambiano dimensione della cassa e materiale del cinturino. Ci sono 4 modelli da 46 mm, con cassa ottagonale da 46 x 46 x 10,9 mm, peso (senza cinturino) di 48 g e compatibilità con polsi tra 140 e 210 mm, e 3 modelli da 41 mm con cassa circolare da 41,3 x 41,3 x 9,8 mm, peso di 37 g e compatibilità con polsi tra 120 e 190 mm.

L'indossabilità è ottima sia per il modello da 46 che da 41 (li abbiamo provati entrambi), e a riprova di ciò l'ho indossato anche di notte per svariati giorni senza mai sentirlo di peso o di impaccio. Per quanto riguarda gli altri modelli, quelli da 41 mm sono palesemente pensati per un pubblico femminile, anche se con il giusto cinturino potrebbero adattarsi anche a chi cerca qualcosa di meno appariscente. La scelta della variante dipende poi dal materiale del cinturino (fluoroelastomero, pelle, cinturino in nylon e plastica riciclata) e dai colori che caratterizzano alcuni dettagli della cassa. Comunque anche solo il fatto che ci sia così tanta scelta verte decisamente a favore di HUAWEI, che sta cercando in tutti i modi di accontentare quanta più utenza possibile.

Le 7 varianti

Visto che abbiamo fatto cenno alle sette varianti di HUAWEI WATCH GT 4 vediamole nella gallery seguente.

Hardware

Così come per altri smartwatch HUAWEI di recente concezione, non sono state diffuse tutte le specifiche tecniche riguardanti il prodotto.

Molto probabile che anche qui ci sia un processore HiSilicon a gestire il tutto. Non è dato sapere nemmeno il quantitativo di memoria interna. Davvero strano, visto che si possono trasferire file musicali al suo interno e anche installare app di terze parti.

Sono noti i sistemi di connettività: Bluetooth 5.2, GPS con il nuovo sistema Sunflower (solo nel modello 46 mm), QZSS, GLONASS, Galileo, Beidou e NFC. Quest'ultimo purtroppo in Italia non lo si può sfruttare.

Ottimo il GPS, così come nei precedenti modelli: fix rapido che aggancia il segnale all'esterno in meno di 10 secondi. E stavolta HUAWEI non ha lavorato solo sulla velocità, ma anche sulla precisione. Cos'è, a tal proposito, la tecnologia Sunflower? Il nuovo GPS di HUAWEI sfrutta il beam-forming per far sì che lo smartwatch colga il segnale sia quando lo si tiene in posizione orizzontale che in posizione verticale. Solitamente quando si corre lo smartwatch dondola al nostro fianco, ed è appunto più probabile che si trovi in posizione verticale, portando a una diminuzione di ricezione del segnale.

Con questo sistema si mantiene alta la precisione in entrambi i casi, e ciò si traduce in tracciati più precisi, e questo anche in caso di percorsi urbani con minore o maggiore densità di abitazioni e palazzi.

Più che buona la dotazione di sensori: accelerometro, giroscopio, magnetometro, barometro, di temperatura e ottico per battito cardiaco, SpO2 e non solo. Manca giusto il necessario per l'ECG, ma in quel caso si sale di prezzo e ci si deve rivolgere ad altri modelli. Non mancano microfono e speaker per le chiamate e anche, volendo, per ascoltare musica senza l'ausilio di cuffie.

Display

Nel modello che abbiamo testato più a fondo, quello protagonista di questa recensione, troviamo un display da 1,43" AMOLED 466 x 466 pixel a 326 ppi, leggermente più piccolo di quello che troveremmo su un WATCH Ultimate o un WATCH 4 Pro, ma dotato della stessa risoluzione e, di conseguenza, di un valore di PPI più alto.

Ottima la luminosità, sia all'esterno sotto il sole che in caso di scarsa luminosità. Anche in questo caso HUAWEI non ha reso noti i valori di picco, ma il pannello non dovrebbe essere troppo diverso da quelli che troviamo sui WATCH 4, e di conseguenza ci si può aspettare qualcosa intorno ai 1.000 nit (di picco). C'è ovviamente anche il sensore di luminosità per adattare il livello automaticamente.

Discreto il numero di opzioni per gestire il comportamento dello schermo. C'è l'always-on-display, a differenza di quanto detto da qualche nostro collega in altre recensioni, ed è ovviamente utile a rendere sempre visibile l'orario su schermo, sfruttando una grafica alternativa e più semplificata rispetto a quella della watchface. Addirittura c'è l'opzione per far sì che il classico movimento del polso per risvegliare lo smarwatch visualizzi la grafica essenziale invece di quella standard. Con questo sistema potete risparmiare tanta batteria preziosa.

In definitiva, HUAWEI WATCH GT 4 ha un ottimo display, sempre ben visibile e personalizzabile ampiamente a livello di comportamento.

Software

HUAWEI WATCH GT 4 sfrutta HarmonyOS, il sistema proprietario di Huawei, aggiornato alla versione 4.0. E la cosa bella è che ci sono già novità software che al momento non sono incluse in WATCH 4. Anche questo smartwatch è compatibile sia con Android che con iOS, a riconferma di come il marchio voglia imporsi come leader del settore senza precludersi nessun utente.

Prima di vedere funzionalità e novità, un cenno d'obbligo all'esperienza d'uso. Lo smartwatch risulta sempre fluido, privo di impuntamenti di alcun tipo. E questo a prescindere dal tipo di operazione che state compiendo. Anche questo modello integra la corona girevole e premibile che migliora la navigazione e vi permette di non dipendere interamente dal touchscreen.

L'interfaccia è organizzata in modo molto classico. Si hanno al solito 4 direzioni in cui scorrere: dall'altro verso il basso per impostazioni e toggle rapidi, come sveglia, torcia e trova telefono.

Qui si trova anche la funzione di drenaggio dell'acqua, che attiva lo speaker per rimuovere l'acqua accumulata nelle fessure. Dal basso verso l'alto si accede al menu notifiche. L'interazione con quest'ultime è la solita delle altre versioni di HarmonyOS: si visualizza solo il testo e si può rispondere solo con messaggi preimpostati ed emoji. Se non altro rispetto alle versioni precedenti qui si può scorrere tutti i messaggi ricevuti da una determinata app (come banalmente Telegram o WhatsApp), e non solo l'ultimo ricevuto. Le risposte possono essere personalizzate aggiungendone di nuovi e modificando l'ordine di apparizione. Non potete però rispondere sul momento. Alcuni smartwatch permettono risposte complete, altri nessun tipo di risposta, sta a voi capire qual è la vostra esigenza.

Con swipe da sinistra verso destra si apre una schermata con 3 soli widget: meteo, espandibile premendoci sopra, assistente vocale (usabile però solo in combinazione con uno smartphone HUAWEI) e player musicale. Potete trasferire musica sullo smartwatch, abbinarci un paio di auricolari Bluetooth e ascoltare musica mentre fate attività sportiva senza dipendere dallo smartphone, il che non è male.

Il più si ha scorrendo da destra verso sinistra: qui troviamo tante schermate che potete personalizzare direttamente dallo smartwatch. C'è purtroppo un limite di sei schermate, e di conseguenza dovrete decidere quali sono quelle per voi più utili, ma in compenso ce ne sono di inedite che includono tantissime funzioni, come una che integra monitor di battito cardiaco, valore indice di stress, punteggio del sonno, misurazione SpO2 e tasti rapidi per gli esercizi di respirazione, per la misurazione della temperatura e accesso a Trifogli Health. Sì, tutto in un'unica schermata, ed è tutto ben organizzato e accessibile. Alternativamente potete optare per quelle più semplici che indicano un solo dato, ovviamente con dovizia di particolari.

E per accedere a tutte le funzioni dello smartwatch? La pressione della corona girevole apre il menu con tutte le app e le funzionalità, visualizzabile in modalità griglia in stile Apple Watch o in elenco con nomi (molto più pratico).

Qui troviamo tutti gli strumenti per la salute integrati nello smartwatch.

Anche qui, come nella review di WATCH Ultimate, occorre aprire una grande parentesi, che continueremo anche nella sezione dedicata all'autonomia. WATCH GT 4 si conferma come uno strumento davvero fantastico per il monitoraggio della salute. Ovviamente, e ve lo dice anche HUAWEI, non può e non deve essere usato alla stregua di strumenti medici o clinici, ma può comunque tornare molto utile per monitorare una valanga di parametri. Livello di ossigenazione nel sangue, temperatura cutanea, livello di stress, andamento del battito cardiaco, attività fisica, analisi intelligente delle calorie assunte e perse, calendario del ciclo mestruale, andamento del sonno e la nuova funzionalità di "consapevolezza della respirazione del sonno": WATCH GT 4 vi controlla insomma 24 ore su 24, fornendovi ogni giorno un prospetto aggiornato sul vostro stato di salute e su eventuali alterazioni sia nella veglia che nel sonno.

Tutti i dati raccolti da WATCH GT 4 sono poi consultabili comodamente da Huawei Health. Mancano due cose che troviamo su altri modelli sempre di HUAWEI, ovvero l'ECG e il rilevamento di rigidità arteriosa, ma in compenso HarmonyOS4 porta con sé la già citata funzione di controllo del respiro nel sonno (per individuare eventuali apnee), il nuovo calendario intelligente del ciclo mestruale e l'analisi intelligente delle calorie. Quest'ultima risulta davvero interessante, soprattutto se state acquistando uno smartwatch con l'intento di indossare un qualcosa che vi permetta di seguire un ciclo di allenamento o di dieta particolare. Si va a creare un vero e proprio registro alimentare, dove si possono registrare pietanze mangiate (anche scansionando gli eventuali codici a barre) e, con l'abbonamento a Health+, anche avere accesso ad allenamenti specifici e a piani alimentari per perdere peso. Anche qui per piani alimentari specifici sarebbe meglio consultare esperti, ma nulla vieta di usare lo smartwatch e il suo software per tracciare eventuali programmi creati da medici e specialisti.

La scelta dell'attività sportiva è invece attuabile premendo il tasto in basso a destra, quello sotto la corona girevole. Ce ne sono oltre un centinaio, di conseguenza non andremo a elencarvele qui. Per alcune ce ne sono più varianti, e potete anche riordinarle in modo da trovare più velocemente quelle che usate con maggior frequenza. Ogni attività è dotata di una sua interfaccia con parametri personalizzati che vi accompagneranno durante l'allenamento. Cambia proprio l'interfaccia di tutto lo smartwatch, non privandovi comunque dell'accesso a informazioni importanti quali la posizione, il livello di ossigenazione del sangue o, banalmente, il ritmo e il battito cardiaco. Non c'è una modalità escursione completa e complessa quanto quella di WATCH Ultimate, ma c'è comunque un buon ripiego dotato comunque di bussola, navigazione e funzione per tornare al punto di partenza, il tutto ovviamente guidato dal GPS.

C'è anche il supporto di una sorta di assistente vocale, che vi tiene aggiornati via via sui progressi del vostro allenamento. Fa molto comodo ed è molto ben udibile grazie agli speaker integrati nello smartwatch, a patto ovviamente di non avere cuffie collegate ad altri dispositivi. Non avrete bisogno di consultare manualmente lo schermo, visto che arriveranno aggiornamenti periodici proprio dall'assistente.

È anche possibile installare app e giochi aggiuntivi tramite una versione di AppGallery integrata direttamente in HUAWEI Health. In verità però la scelta è davvero molto limitata. Tra quelle più interessanti ci sono Focus To-Do per la così detta tecnica del pomodoro, l'app di RTL 102.5, Hue Essential per gestire l'illuminazione Philips, Camera Opus per controllare la fotocamera dello smartphone dallo smartwatch, e G Maps Viewer per vedere le indicazioni di Google Maps direttamente sullo schermo dell'orologio.

Molto buono il livello di personalizzazione del look dello smartwatch.

Il bello delle watchface di default è che possono essere personalizzate nei colori e, in parte, anche in ciò che visualizzano. Alcune sono disponibili solo su determinate varianti, ma ci se ne fa presto una ragione. Se poi le watchface integrate non fossero di vostro gusto, tramite HUAWEI Health si ha accesso anche allo store dedicato, dove ne trovate centinaia sia gratuite che a pagamento. Una volta sincronizzate con lo smartwatch potete applicarle senza passare dall'app, e per ognuna il software vi indica anche il livello di consumo previsto. Banalmente, più animazioni e funzioni ci sono più è alto il consumo. E come accennato, ognuna ha anche la sua modalità always-on. Quelle di default presentano modalità sempre accese solitamente più accurate e in linea con la watchface stessa. Vorrei approfittare dell'argomento per snocciolare alcuni dati piuttosto interessanti riportati da HUAWEI alla presentazione dello smartwatch a Barcellona: pensate che ogni mese in Europa vengono scaricate oltre 2,5 milioni di watchface solo dallo store di HUAWEI.

E dei 25 milioni di utenti che usano smartwatch e smartband in Europa, più di 12 milioni hanno al polso un dispositivo HUAWEI. In Italia non ci sono dati precisi, ma a quanto pare lo smartwatch come dispositivo deve ancora fare breccia nel cuore degli italiani. Ecco perché il marchio punta forte al mercato italiano, rendendo disponibile ogni sua variante e creando spesso anche bundle piuttosto golosi.

Autonomia

La batteria da 524 mAh vi concede sulla carta fino a 14 giorni di autonomia. La vera domanda è: è possibile arrivarci? La risposta è sì, ma equivale a usarlo poco e con la maggior parte delle funzioni più utili disattivate. Se volete usarlo con alway-on-display, monitoraggio completo della salute (TruSleep, promemoria sul movimento, frequenza cardiaca e SpO2 continua, stress, temperatura e respirazione nel sonno), notifiche, chiamate Bluetooth e attività fisica giornaliera il valore più vicino alla realtà è quello di 5/6 giorni di utilizzo, che è comunque di più di quello che fa la diretta concorrenza (tipo Samsung, Apple o TicWatch).

Anzi, HUAWEI è anche più severa di noi nelle indicazioni che dà sul suo store: con tutte le funzionalità prima elencate parla di 4 giorni di autonomia. Se vi interessa, lo scenario di utilizzo per arrivare a 2 settimane è il seguente:

30 minuti di chiamata Bluetooth a settimana, 30 minuti di riproduzione audio a settimana, monitoraggio della frequenza cardiaca abilitato, HUAWEI TruSleep abilitato per il sonno, 90 minuti di allenamento a settimana (GPS abilitato), notifiche messaggi abilitate (50 SMS, 6 chiamate e 3 allarmi al giorno), accensione display 200 volte al giorno.

Una ricarica completa richiede circa un'ora e mezzo. Considerata quanta autonomia vi regala ci si può anche stare. E in caso di emergenza si può optare per ricariche di 10/20 minuti e ottenere anche una giornata di utilizzo medio. Non possiamo insomma che premiare gli sforzi di HUAWEI in questo campo.

Prezzo

Le 7 varianti vantano prezzi diversi. Si parte da un minimo di 249,90€ fino a un massimo di 399,90€.

Vediamo l'elenco completo:

  • Black Rubber 46 mm - 249,90€
  • Rainforest Green GMT 46 mm - 249,90€
  • Brown Leather 46 mm - 269,90€
  • Stainless Steel 46 mm - 369,90€ (modello recensito)
  • White Leather 41 mm - 249,90€
  • Milanese 41 mm - 299,90€
  • Two-Tone Piano Key 41 mm - 399,90€

Il modello base di HUAWEI WATCH GT 3 del 2022 partiva esattamente dallo stesso prezzo, davvero niente male quindi. Il protagonista della recensione arriva a ben 369,90€, e il più costoso è uno dei tre modelli da 41 mm. Questo per via del cinturino artigianale davvero particolare.

Niente male il bundle promo: acquistandolo da ora fino al 15 ottobre vi portate a casa anche le FreeBuds SE2 (50€ di valore) e, soprattutto, un anno di garanzia extra. Dovete però rivolgervi allo store Huawei. Alternativamente li trovate anche su Amazon, ma dovrete sacrificare la garanzia extra. Gli auricolari invece sono sempre inclusi.

HUAWEI WATCH GT 4 Store Huawei

Recensione HUAWEI WATCH GT 4 - Foto dal vivo

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

HUAWEI WATCH GT 4

Tanto di cappello a HUAWEI per aver rilasciato un'alternativa altrettanto valida al suo WATCH 4 che vi permette non solo di spendere meno, ma anche di poter scegliere fra tante varianti, ognuna con una sua personalità. Il look studiato per confondersi con gli orologi tradizionali è sempre più azzeccato, e tra i tanti Pro offerti ci sono anche un ottimo display, un'autonomia in linea con i prodotti HUAWEI (ovvero altrettanto ottima) e tantissime funzionalità, persino qualcosa in più rispetto a quanto visto su WATCH 4. Permangono però alcuni difetti che avevamo evidenziato nei modelli precedenti, come i pagamenti NFC limitati e una gestione delle notifiche che non si può essere all'altezza di WearOS o WatchOS. Ci troviamo comunque di fronte a un prodotto dotato di un'esperienza di utilizzo solida e piacevole, perfetto per essere sempre portato al polso e per diventare il vostro punto di riferimento per monitorare salute, sport e attività.

Sommario

Unboxing HUAWEI WATCH GT 4 7

Costruzione e vestibilità 9

Hardware 8.5

Display 9

Software 8.5

Autonomia 8.5

Prezzo 7

Voto finale

HUAWEI WATCH GT 4

Pro

  • 7 varianti per tutti i gusti e per tutte le tasche
  • Monitoraggio salute e sonno (quasi) completo
  • Ottimo display, ampiamente personalizzabile
  • Autonomia tra le migliori del settore
  • Cassa ottagonale nel modello 46 mm

Contro

  • Pagamenti NFC solo con Intesa
  • Risposte alle notifiche limitate
  • Assistente vocale solo con smartphone Huawei
  • Prezzo buono ma in linea con tanti concorrenti

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", mi sono avvicinato al mondo dell'informatica e della tecnologia alla tenera età di 5 anni. Mi occupo di news e recensioni legate ai PC (desktop e laptop) e al gaming, ma non disdegno elettrodomestici smart quali scope elettriche e friggitrici ad aria, preferibilmente con Bluetooth e Wi-Fi. Se trovate un meme sui canali social di SmartWorld è probabilmente colpa mia.

Su WhatsApp le breaking news tech!
Solo il meglio della tecnologia
Seguici