Intel Core i5 13600K recensione: la produttività è tutto, ma a quale costo?

Il processore medio gamma della serie Raptor Lake ha alte prestazioni, anche se il prezzo rimane difficile da digerire
Intel Core i5 13600K recensione: la produttività è tutto, ma a quale costo?
Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola

Intel Core i5 13600K rappresenta un salto in avanti molto importante per l'azienda americana, perché è più di un medio gamma. Tra i modelli di 13a generazione è sicuramente il processore più interessante, quello col miglior equilibrio prestazionale e, soprattutto, col miglior rapporto qualità-prezzo. Non raggiunge i fasti (e gli eccessi) del top gamma Intel Core i9 13900K, ma aumenta considerevolmente le prestazioni rispetto al vecchio Intel Core i5 12600K e va a sfidare direttamente il rivale AMD Ryzen 5 7600X, accendendo un confronto mai così aperto. In questa recensione completa vi raccontiamo tutto su caratteristiche tecniche, risultati dei benchmark, prestazioni gaming, prezzo e acquisto.

PRO

  • Ottime prestazioni in produttività
  • Temperature ragionevoli
  • Supporto PCIe 5.0 e DDR5/DDR4
  • Compatibile con Intel Z690

CONTRO

  • Prestazioni gaming solo discrete
  • Consumo molto elevato per un medio gamma
  • Costo ancora un po' alto

Caratteristiche Tecniche

  • Processo produttivo: Intel 7 (10 nm)
  • Architettura: Raptor Lake
  • Struttura: 14 (6 P + 8 E) e 20 thread
  • Frequenze Base: 3,5 GHz (P) / 2,6 GHz (E)
  • Frequenze Turbo: fino a 5,1 GHz (P) / fino a 3,9 GHz (E)
  • Cache L2: 20 MB
  • Cache L3: 24 MB
  • TDP Base: 125 W
  • TDP Turbo: 181 W
  • Memorie supportate: DDR5 5600 / DDR4 3200
  • Memoria massima: 128 GB
  • Grafica integrata: Intel UHD Graphics 770

Intel Core i5 13600K fa parte della generazione Raptor Lake, la stessa del 13900K. Questo modello riprende e aggiornare la struttura ibrida in stile big.LITTLE proposta già nel 2021 dal 12600K e dalla famiglia Alder Lake-S, ma le novità sono molto sostanziose.

Partiamo dai numeri. Il 13600K propone una struttura con 14 core totali, divisi tra 6 Performance-core (P-core) e 8 Efficient-core (E-core). I thread sono 20 in totale: 12 thread dei P-core (grazie all'Hyper-Threading) e 8 thread degli E-core. Rispetto al 12600K, il nuovo modello aumenta i core (14 vs 10) e i thread (20 vs 16), alza leggermente le frequenze (fino a 5,8 GHz) e monta più memoria Intel Smart Cache (24 vs 20).

Il resto, però, rimane quasi identico tra i due Intel Core i5: entrambi sono realizzati con processo produttivo Intel 7 a 10 nm, supportano memorie DDR4 e DDR5, hanno un TDP base a 125 W ed hanno la grafica integrata Intel UHD Graphics 770. Sono integrate anche diverse tecnologie di ottimizzazione automatica, come la Intel Adaptive Boost Technology e la nuova Intel Thermal Velocity Boost, che incrementa le prestazioni dei P-core.

Intel Core i9 13600K utilizza il socket LGA1700 ed è compatibile con le schede madre serie Intel 600 e le nuove serie Intel 700, in particolare le nuove Z790. Grazie al moltiplicatore sbloccato è possibile fare overclocking, cosa di cui parleremo più avanti nella recensione.

Confronto Intel Raptor Lake

La famiglia Raptor Lake comprende non solo il protagonista della nostra recensione, Intel Core i5 13600K, ma anche due altri modelli molto interessanti: Core i7-13700K e Core i9-13900K. Nella tabella in basso trovate tutte le specifiche a confronto, in modo da poter apprezzare meglio le differenze tra i tre modelli.

In particolare, oltre al numero di core e di thread, fate bene attenzione al TDP Max Turbo e al limite delle frequenze in Boost Clock, perché è lì che si gioca una partita molto importante per tenere a bada le temperature. Ovviamente c'è anche una bella differenza a livello di prezzi di listino, fattore di cui parleremo a fine recensione.

  i5-13600K i7-13700K i9-13900K
Lancio
Q4 2022 Q4 2022 Q4 2022
Architettura Raptor Lake Raptor Lake Raptor Lake
Processo produttivo Intel 7 (10 nm) Intel 7 (10 nm) Intel 7 (10 nm)
Socket
LGA1700 LGA1700 LGA1700
Chipset
Intel 700 Intel 700 Intel 700
Core 14 (6 P + 8 E) 16 (8 P + 8 E) 24 (8 P + 16 E)
Thread 20 24 32
Base Clock 3,5 GHz (P) / 2,6 GHz (E) 3,4 GHz (P) / 2,5 GHz (E) 3,0 GHz (P) / 2,2 GHz (E)
Boost Clock 5,1 GHz (P) / 3,9 GHz (E) 5,4 GHz (P) / 4,2 GHz (E) 5,8 GHz (P) / 4,3 GHz (E)
Intel Smart Cache (L3)
24 MB 30 MB 36 MB
Cache L2 totale
20 MB 24 MB 32 MB
TDP base 125 W 125 W 125 W
TDP Max Turbo
181 W 253 W 253 W
Grafica integrata
Intel UHD Graphics 770 Intel UHD Graphics 770 Intel UHD Graphics 770
Supporto RAM
DDR5 (5600) / DDR4 (3200) DDR5 (5600) / DDR4 (3200) DDR5 (5600) / DDR4 (3200)
Massima capacità RAM
128 GB 128 GB 128 GB
Linee PCIe totali
20 20 20
Moltiplicatore Sbloccato Sbloccato Sbloccato
Prezzo
319$ 409$ 589$

Piattaforma di test

Per provare il nuovo Intel Core i5 13600K ci siamo dotati di una build davvero particolare. La regina assoluta di questo PC è sicuramente la scheda madre ASUS ProArt Z790-CREATOR WIFI, un modello dal design molto raffinato e dalle prestazioni elevatissime. Ad essa abbiamo collegato le memorie RAM Kingston FURY Renegade DDR5 (32 GB, 6.800 MHz, CL36), un Samsung 980 NVMe M.2 (1 TB) e la potentissima GPU NVIDIA GeForce RTX 4080.

Per sostenere le alte temperature del processore abbiamo usato un ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB, vale a dire un sistema di dissipazione a liquido AIO con radiatore da 360 mm e 3 ventole da 120 mm integrate.

Un prodotto non solo bello esteticamente, con i LED integrati sulle ventole e sul waterblock, ma anche molto efficiente per la dissipazione.

Tutti i test sono stati condotti sfruttando le ottimizzazioni del BIOS ASUS, quindi con i limiti di potenza sbloccati e con la tecnologia Intel Adaptive Boost attivata. In questo modo abbiamo potuto portare al limite sia le performance che le temperature.

Case Corsair 5000D Mid-Tower
Scheda Madre ASUS ProArt Z790-CREATOR WIFI
Raffreddamento ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB
Alimentatore Corsair RM1000x (1000W, 80+ Gold)
GPU NVIDIA GeForce RTX 4080
RAM Kingston FURY Renegade DDR5 (32 GB, 6.800 MHz, CL36)
SSD Samsung 980 NVMe M.2 (1 TB)

Benchmark produttività

Intel Core i5 13600K è un vero campione della produttività. Durante le prove con i benchmark più stressanti abbiamo ottenuto punteggi di tutto rispetto, molto superiori a quelli fatti registrare dal precedente 12600K e quasi sempre meglio anche dal rivale AMD Ryzen 5 7600X.

Rispetto al 12600K siamo su un altro pianeta. Su Cinebench R23 il nuovo 13600K fa registrare 5.000 punti in più in multi-core (+29%) e quasi 100 in più in single-core (+6%). Su Blender 3.3.0 il guadagno è del +50%, mentre su PCMark 10 siamo su un +28%.

In sostanza, l'incremento tra le due generazioni di Core i5 è veramente sorprendente, anche considerato che l'architettura non è stata modificata in maniera profonda, ma solo aggiornata. Pesano tantissimo i 4 E-core aggiuntivi del 13600K, che evidentemente danno una bella spinta e permettono di gestire meglio i carichi elevati.

Il 13600K di Intel riesce a prendersi belle soddisfazioni anche contro il 7600X di AMD, battendolo nettamente in due test: +60% su Cinebench R23 multi-core e +50% su Blender 3.3.0. Situazione diversa su PCMark 10, dove il modello AMD fa leggermente meglio, mentre su 3DMark nel test Time Spy siamo praticamente pari.

Certo, il confronto con il più potente Intel Core i9 13900K è praticamente impossibile (-40% su Cinebench R23 multi-core e -13% su PCMark 10), ma per essere un processore di fascia media il 13600K se la cava assolutamente alla grande nella produttività generale. Questo è il suo vero punto di forza.

Benchmark gaming

La situazione cambia molto in gaming, dove il nostro Intel Core i5 13600K è lontano dalle prestazioni del 13900K e in alcuni casi non riesce a reggere il confronto con il Ryzen 5 7600X.

Per i nostri benchmark nei giochi abbiamo usato la scheda video NVIDIA GeForce RTX 4080 in versione Founder's Edition. Tutti i test sono stati eseguiti a risoluzione 1080p e qualità minima, impostando i preset più bassi proposti dai giochi utilizzati. Questo ci ha permesso di spremere fino in fondo le capacità del processore, senza avere alcun collo di bottiglia per la generazione di frame.

Se su Cyberpunk 2077 il 13600K è praticamente alla pari, sugli altri giochi il 7600K prende il largo: in termini di fps medi, fa meglio del +4% su Red Dead Redemption 2, del +9% su Forza Horizon 5, addirittura del +20% su F1 22. Su Overwatch 2 il distacco nel 99° percentile è altissimo, solo su Civilization IV il 13600K prende una piccola rivincita.

Al netto del confronto, va comunque detto che il 13600K riesce ad ottenere valori prestazionali molto alti: tutti i giochi provati sono giocabili ad altissimi frame rate, anche a risoluzioni più alte come QHD o 4K.

Si tratta, insomma, di un buon processore anche per il gaming, ma non il migliore della fascia media.

Temperature e Consumi

Per quanto riguarda le temperature, ci sono ottime notizie: il nuovo Intel Core i5 13600K non scalda ai livelli del 13900K, ma si mantiene su valori molto più ragionevoli sia durante l'uso normale che sotto stress. Durante i test che abbiamo effettuato, il processore è rimasto sempre sotto gli 80° di picco, con valori inferiori ai 70° in gaming.

Nel Torture Test di 10 minuti su Prime95 siamo arrivati quasi a 90° di picco, con un andamento abbastanza lineare: piccole oscillazioni di temperatura nei primi 5 minuti, per poi stabilizzarsi intorno a 87°, temperatura che comunque è ampiamente fuori dalla zona di pericolo. Possiamo dire che, utilizzando un dissipatore di fascia alta, non ci sono problemi di throttling termico, emersi chiaramente invece sul 13900K.

Le temperature del 13600K sono generalmente più alte del 12600K, che non andava praticamente mai sopra ai 65°, ma sono molto meglio di quelle fatte registrare dal 7600X di AMD, in grado di superare i 91° di picco e stare comunque molto più in alto anche nell'uso normale.

Il vero problema del nuovo i5 di 13a generazione è il consumo energetico, che riteniamo essere un po' troppo alto. Il valore di picco raggiunge addirittura 215 W nel Torture Test di 10 minuti su Prime95, molto superiore rispetto ai 145 W del 7600X e anche ai 133 W fatti segnare dal 12600K.

Generalmente, possiamo dire che Intel Core i5 13600K consuma 20-30 Watt in più del rivale AMD, andando sempre oltre i 100 W di picco in ogni test che abbiamo effettuato. Anche l'andamento del Torture Test di 10 minuti su Prime95 mostra un comportamento abbastanza lineare, come già visto per la temperatura: si parte subito forte fino a superare i 210 W, per poi stabilizzarsi sui 200 W dopo circa 5 minuti di test sotto carico massimo.

Overclock e Undervolt

Nella recensione del 13900K avevamo mostrato come le performance fossero già al limite, dunque non era assolutamente consigliabile fare overclocking. Il discorso è simile anche per Intel Core i5 13600K, ma in questo caso qualche piccola possibilità esiste, a condizione di avere un dissipatore di fascia alta.

Utilizzando bene i parametri del BIOS o del software ufficiale Intel Extreme Tuning Utility si possono portare le frequenze leggermente più in su, andando a guadagnare piccolissime percentuali nei benchmark per la produttività – mentre la situazione in gaming non cambia.

Il punto, però, è che aumenta anche la temperatura e, secondo la nostra esperienza, il gioco non vale la candela.

Se invece siete amanti dell'undervolt, è possibile ottenere risultati più apprezzabili, come già visto anche su 13900K. Le prestazioni si mantengono alte anche tenendo più basso il voltaggio, segno di una buona efficienza energetica dei core di ultima generazione prodotti da Intel. Il margine è, comunque, molto risicato e non sperate in cambiamenti davvero notevoli: le CPU Raptor Lake sono già al limite appena uscite dalle fabbriche di Intel, quindi eventuali ottimizzazioni manuali sono molto difficili da ottenere.

Prezzo e Uscita

Intel Core i5 13600K è disponibile sul mercato internazionale da ottobre 2022 e ha un prezzo di listino pari a 319$. Non esiste un vero e proprio prezzo ufficiale per l'Italia, ma lo abbiamo visto sin da subito ad oltre 400€ sui maggiori store online. Una cifra di lancio sicuramente alta, considerando le prestazioni di questo modello.

Negli ultimi mesi la situazione è migliorata: il 13600K si riesce ad acquistare al di sotto della soglia dei 400€, quando va bene anche a circa 350€ con le offerte speciali, come potete verificare su Amazon Italia andando a questo link.

La differenza di prezzo con il vecchio 12600K è abbastanza ampia – tra 70€ e 100€ a seconda del periodo e delle offerte – e lo stesso vale anche per il Ryzen 5 7600X, che si trova tranquillamente sotto ai 300€ senza particolari sforzi. Se il confronto prestazionale con la vecchia generazione è tutto dalla parte del 13600K, la sfida con il medio gamma AMD è molto più difficile da vincere, perché ha meno prestazioni in produttività ma va un po' meglio in gaming e costa molto meno.

Il vero vantaggio del 13600K è sull'architettura. Il processore Intel può essere utilizzarlo anche su schede Z690 e con memorie DDR4, che magari già avete nella vostra build, mentre il 7600X ha bisogno necessariamente di una nuova scheda madre e delle nuove memorie DDR5 per essere usato, facendo lievitare moltissimo i prezzi.

La scelta è dunque più complicata di quello che potreste credere: non dovete solo confrontare il processore, ma anche l'intera build che volete assemblare. Una scelta di campo e di futuribilità, che potrebbe costarvi molto (in termini di soldi) e far pendere l'ago della bilancia da una parte piuttosto che l'altra.

Video confronto

Abbiamo realizzato un video confronto completo tra tutti i processori e le schede video più recenti, parlando dello stato del PC gaming e dell'informatica negli ultimi mesi. Trovate a seguire il video completo con i prodotti mostrati dal vivo, le analisi dei benchmark e i consigli per risparmiare sull'acquisto.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Intel Core i5 13600K

Intel Core i5 13600K è un processore con due facce. Da una parte ha prestazioni molto alte in produttività e per l'uso generale, con temperature più basse rispetto agli altri modelli Intel e AMD. Dall'altra non impressiona in gaming, consuma un po' troppo e ha ancora un prezzo alto in confronto ai rivali. Tirando le somme, si tratta comunque di un ottimo modello, molto equilibrato nell'uso generale, da consigliare prima di tutto ai professionisti e ai content creator. La possibilità di usarlo su schede Z690 e con memorie DDR4 è certamente l'arma segreta per risparmiare sul prezzo finale della propria build, quindi tenete bene in conto questo fattore.

Voto finale

Intel Core i5 13600K

Pro

  • Ottime prestazioni in produttività
  • Temperature ragionevoli
  • Supporto PCIe 5.0 e DDR5/DDR4
  • Compatibile con Intel Z690

Contro

  • Prestazioni gaming solo discrete
  • Consumo molto elevato per un medio gamma
  • Costo ancora un po' alto

Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola Nato in un posto che sicuramente non conoscerete, romano d'adozione, affascinato da qualsiasi cosa abbia tasti, schermi o lucine colorate.
Mostra i commenti