Recensione iRobot Roomba Combo J7: il robot geniale

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

iRobot ha sempre separato il mondo dell'aspirazione da quello del lavaggio, fino ad oggi. Roomba Combo J7 infatti è un prodotto completamente nuovo che unisce i due mondi, in modo completamente diverso a come hanno fatto tutti gli altri produttori fino a oggi.

PRO

  • Davvero intelligente
  • Ottima aspirazione
  • Buon sistema di lavaggio
  • App semplice e chiara

CONTRO

  • Serbatoi non molto grandi
  • Il panno bagnato va sganciato e lavato "a mano"
  • Potrebbe soffrire il buio

Questo Combo J7 della famiglia Roomba è un prodotto che indubbiamente mancava nella lineup iRobot. Come detto l'azienda ha sempre separato l'aspirazione (Roomba) dal lavaggio (Scooba), ma con una concorrenza sempre più agguerrita anche il brand più famoso nel mondo della pulizia automatizzata ha dovuto fare il suo passo. E lo ha fatto "in stile Apple" aspettando per poi farlo "per bene".

Questo Roomba Combo J7 infatti adotta una soluzione imbrida mai vista prima. Ma andiamo con ordine. Come la totalità dei robot iRobot dotati di mappatura dell'abitazione anche questo Combo J7 fa affidamento su un sistema basato sulla fotocamera frontale, andando quindi in totale controcorrente con la maggior parte delle soluzioni alternative che optano per il laser. Questo ha un vantaggio istantaneo: poter produrre un robot (sempre dalla forma circolare) più basso vista l'assenza dell'obbligatoria torretta circolare dei sensori LiDar. Questa maggiore sottigliezza permette a Combo J7 di passare sotto qualche mobile in più rispetto agli altri concorrenti.

Affronteremo invece le differenze in termini di navigazione e mappatura a breve. Il robot ha sul retro il cassetto unico per sporco e acqua. Non abbiamo informazioni precise sulle dimensione dei due comparti, ma indubbiamente ci assestiamo sui valori più bassi del mercato. Non è un limite drastico, ma indubbiamente chi ha case molto grandi o molto sporche dovrà fare attenzione a svuotare il cassetto dopo ogni pulizia. Roomba Combo J7 ha però una funzione molto interessante che non abbiamo mai visto altrove: una notifica sull'app che il cassetto dello sporco è troppo pieno per avviare la pulizia.

Inferiormente abbiamo invece un sistema di doppia spazzola centrale: queste ruotano in senso opposto per evitare l'aggrovigliamento dei capelli. È ancora oggi il miglior sistema di spazzole provato su un robot aspirapolvere. La potenza di aspirazione non è dichiarata, ma è più che sufficiente per aspirare al meglio. C'è poi una singola spazzola laterale per spostare lo sporco verso il centro del robot dove è posizionata la bocchetta di aspirazione.

Come detto in apertura la navigazione e la mappatura sono totalmente affidata alla fotocamera frontale. Ed è per questo che è presente un led illuminante sulla parte frontale che aiuta nel riconoscere gli ambienti. Noi non abbiamo avuto alcun problema di navigazione o di mappatura, ma è indubbio che in una casa completamente buia potrebbe avere qualche problema in più rispetto ad un sistema laser. Rispetto alla concorrenza è un po' meno delicato nell'approcciarsi agli ostacoli e forse è anche leggermente più rumoroso. Ma per il risultato finale di pulizia e anche di navigazione siamo assolutamente soddisfatti.

Vogliamo spendere qualche parola specifica sul riconoscimento degli oggetti e degli ostacoli, a nostro parere il migliore in circolazione. Ha sempre riconosciuto tutti gli oggetti rimasti sul pavimento e anche qualcuno in più, come il disegno geometrico circolare del tappeto. Questo mi ha però permesso di testare l'apprendimento del robot, che è davvero sorprendente. Al termini di ogni pulizia viene proposto un report degli oggetti riconosciuti che potremo indicare come: ostacoli temporanei, ostacoli non temporanei o non ostacoli.

Nel primo caso potrete fare una pulizia rapida per pulire solo dove c'erano ostacoli temporanei, mentre nell'ultimo verrà indicato al robot che non è un ostacolo e questo verrà utilizzata come informazione già alla pulizia successiva. Notevole, rispetto ai concorrenti dove l'apprendimento spesso è solo sul lunghissimo periodo. Questo vi permette di pulire con tranquillità sapendo che nessun cavo dimenticato verrà travolto.

La mappatura nell'applicazione poi è risultata estremamente precisa: sicuramente la più precisa di quelle fatte tramite fotocamera e al pari di buona parte delle mappature tramite laser. La divisione in stanze non era perfetta, ma bastano pochi istanti per aggiustarla. Dopodiché potrete avviare pulizie per singola o multiple stanze, anche personalizzando le potenze in base all'ambiente. In più vengono mostrati nella mappa anche i tappeti e pochi robot come questo si adattano facilmente ad un cambiamento all'interno della casa. Una funzione molto intelligente è quella di poter creare una pulizia personalizzata e salvarla come preferita per ritrovarla velocemente.

Parlando di funzionalità intelligenti: l'app vi consiglierà delle zone da salvare (nel nostro caso davanti al bancone della cucina) e si potrà anche programmare la pulizia automatica di casa in alcuni giorni, ma solo quando si è usciti di casa.

Ma parliamo del lavaggio che è la sua peculiarità. Roomba Combo J7 è infatti il primo ad avere il sistema con il panno di lavaggio poggiato sopra il robot. Questo panno viene abbassato (come una sorta di capote di un'auto sportiva) sotto al corpo del robot solo quando questo è su un pavimento duro e non su di un tappeto. Benché sicuramente il sistema possa far venire qualche dubbio sulla fragilità del sistema abbiamo trovato il meccanismo estremamente robusto. In più ci è piaciuto molto il modo con cui il robot pulisca con attenzione vicino al bordo del tappeto con il panno bagnato, perdendo sì qualche minuto in più, ma garantendo una pulizia completa. Confermiamo che il contenitore dell'acqua sembra un po' piccolo e che in una casa da 100 mq gli ultimi mq sono stati fatti con un panno più asciutto rispetto all'inizio.

L'acqua comunque non era ancora terminata (ma quasi).

Il tempo di pulizia senza il panno (che ovviamente se avete tappeti allunga un po' i tempi) è stato di circa 75 minuti per una casa di 100 mq e la batteria avrebbe comunque ancora garantito almeno un'altra ora di pulizia. Siamo quindi molto soddisfatti di questo risultato, in un ambito in cui iRobot in passato aveva faticato a fare bene come la concorrenza.

Ancora una volta Roomba è poi compatibile con Alexa e Google Home, garantendo fra l'altro anche l'avvio della pulizia per singola stanza anche a voce.

iRobot Roomba Combo J7 ha un prezzo di 799€, che diventano 999€ con la base di svuotamento automatica. Considerando i prezzi dei prodotti Roomba e soprattutto l'aumento di prezzo della concorrenza abbiamo trovato la cifra assolutamente coerente per un robot aspirapolvere davvero top di gamma.

Giudizio Finale

iRobot Roomba Combo J7

Roomba Combo J7 è il prodotto iRobot più interessante del listino. L'attesa di un robot che aspirasse e lavasse è finita e ne è valsa la pena. iRobot ha fatto le cose nel suo stile, ovvero per bene. Siamo assolutamente soddisfatti di questo Combo J7 che è un prodotto completo, efficace e soprattutto intelligente, andando a aiutare davvero l'utente finale, senza fronzoli e con un software semplice da comprendere in ogni sfaccettatura. I più nerd potrebbero cercare numeri e funzionalità avanzate dei concorrenti, ma Combo J7, anche in rapporto al prezzo di vendita, è un prodotto eccezionale per un pubblico molto ampio.

Voto finale

iRobot Roomba Combo J7

Pro

  • Davvero intelligente
  • Ottima aspirazione
  • Buon sistema di lavaggio
  • App semplice e chiara

Contro

  • Serbatoi non molto grandi
  • Il panno bagnato va sganciato e lavato "a mano"
  • Potrebbe soffrire il buio

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Mostra i commenti