9.3

Recensione Kindle Oasis 2017: il top di gamma migliora ancora (foto e video)

Giuseppe Tripodi -




Recensione Kindle Oasis 2017

Lo scorso anno Amazon aveva stupito tutti lanciando Kindle Oasis, un ebook reader di fascia elevata, tanto per esperienza d’uso quanto per prezzo: proprio a causa del costo proibitivo, molti avevano bollato il top di gamma Kindle come un esercizio di stile, anche considerando alcune imperdonabili mancanze. Ma adesso è arrivato Kindle Oasis 2017, che colma tutte le lacune del predecessore, introduce interessanti novità e ha un prezzo di listino più basso: riuscirà a far breccia nel cuore dei lettori?

9.5

Costruzione ed ergonomia

La nuova edizione del Kindle Oasis non delude chi era rimasto entusiasta dal design asimmetrico dello scorso anno: anche in questa caso, infatti, abbiamo una parte bombata che contiene i componenti interni, mentre il resto dell’ebook reader è spesso solo 3,4 millimetri e ospita unicamente il grande display da 7″.

Mettendo da parte lo schermo (sul quale torneremo più avanti), ci sono due grandi differenze estetiche rispetto al al modello dello scorso anno: su Kindle Oasis 2017, infatti, la scocca posteriore è in alluminio anodizzato e non c’è la cover inclusa nella confezione.

Partendo dalla prima, il retro in metallo è un piacere: questo è il primo ebook reader disponibile in Italia ad abbandonare la plastica per la scocca e la sensazione al tatto e alla vista è ottima, come ci si aspetterebbe da un prodotto premium come questo. Nonostante l’alluminio lo renda leggermente più scivoloso, non c’è alcun pericolo che il Kindle Oasis 2017 vi sfugga di mano: il peso bilanciato da un lato e la parte sporgente lo rendono davvero comodo da utilizzare con una mano, che siate destri o mancini (l’interfaccia ruota a seconda di come lo impugnate). Inoltre, questione non da poco, nonostante il retro in alluminio, questo ebook reader non trattiene le impronte ed offre una discreta presa: insomma, è evidente che Amazon ha fatto i compiti a casa, prima di passare all’alluminio.

Torniamo quindi alla seconda questione accennata in precedenza: nella confezione di vendita non c’è più alcuna cover. Se da un lato questo può far storcere il naso chi voleva fregiarsi della bella custodia in pelle, in realtà non è del tutto un male, anzi: eliminare la cover ha contribuito alla riduzione del prezzo di listino e, soprattutto, ha portato più batteria all’interno del dispositivo. Le due cover abbinabili a questo Kindle, infatti, non fanno più da battery pack come in passato: servono solo a proteggere il dispositivo e fungono da stand. Per questa ragione, a differenza dello scorso anno, anche senza custodia si ha l’impressione di aver in mano un prodotto completo, con buona pace di qualsiasi accessorio aggiuntivo.

Non spenderemo molte parole sui tasti VoltaPagina, che sono semplicemente il miglior metodo di avanzamento mai testato su un ebook reader dai tempi di Kindle 4: i due pulsanti in questione sporgono solo leggermente dalla scocca ma la risposta al clic è davvero ottima.

Veniamo dunque allo schermo, che rappresenta un’importante novità in casa Kindle: dopo anni di ebook reader da 6″, questo Kindle Oasis 2017 è dotato di uno splendido display e-ink da 7″, con densità di pixel di 300 ppi; non manca ovviamente la sovrailluminazione integrata, assistita finalmente da un sensore di luminosità. Grazie alle dimensioni dello schermo più generose, Kindle Oasis 2017 ospita oltre il 30% di parole in più per ogni pagina rispetto ai modelli precedenti.

Ma il più grande cambiamento in casa Amazon è certamente la resistenza ai liquidi: abbiamo un Kindle impermeabile, finalmente. Era una mancanza che iniziava a farsi sentire, considerando che molti produttori avevano già realizzato ebook reader che non temono l’acqua. Kindle Oasis 2017 ha certificazione IPX8 e  può resistere ad immersioni in acqua dolce fino a 2 metri per 6o minuti: adesso potete leggere anche in piscina o mentre fate il bagno.

Infine, snoccioliamo un po’ di numeri: le dimensioni di questo nuovo Kindle Oasis sono 141 x 159 x 8,3 millimetri (ma lo spessore scende a 3,4 mm nella parte più sottile) e il peso è di 194 grammi. Se volessimo trovare una nota “negativa” in termini di costruzione, sarebbe che le dimensioni generose limitano un po’ la portabilità, impediscono di inserire comodamente il Kindle Oasis 2017 nella maggior parte delle tasche, cosa invece possibile con i modelli precedenti (il Voyage entra tranquillamente nella tasca posteriore dei pantaloni e nella tasca interna delle giacche).

10.0

Esperienza di lettura

Lo scriviamo a chiare lettere, così che sia inequivocabile: Kindle Oasis 2017 offre la miglior esperienza di lettura mai testata su un ebook reader.

Il display a filo con le cornici è un piacere da guardare e il nuovo formato da 7″ (ma sempre a 300 ppi) è una scelta apprezzata: durante la lettura si cambia pagina meno spesso e la dimensione della pagina è più simile a quella della maggior parte dei libri cartacei. Quest’ultimo punto può sembrare una cosa da poco, ma personalmente credo possa contribuire a rendere la lettura anche più immersiva, specialmente per chi non è abituato agli ebook e ha poca familiarità con questi dispositivi: qualsiasi cosa renda quello strano aggeggio più vicino ad un libro da sfogliare, verrà considerato un punto a favore. Inoltre, lo schermo da 7″ sarà particolarmente apprezzato da chi legge fumetti.

In questo nuovo Kindle Oasis, ai bordi del display troviamo ben 12 LED (contro i 6 del Voyage e i 4 del Paperwhite); l’illuminazione è assolutamente uniforme e la regolazione automatica della luminosità funziona decisamente bene: la sera, a letto, leggo sotto l’illuminazione di un piccolo faretto e ho apprezzato molto come questo Kindle modifichi rapidamente la sovrailluminazione quando, rigirandomi nella perenne ricerca della posizione più comoda, la quantità di luce che arrivava allo schermo varia, anche di pochissimo.

A tal proposito, l’impressione che ho avuto è che la regolazione automatica della luminosità funzioni molto meglio rispetto a quanto avviene su Kindle Voyage (che è il dispositivo su cui leggo quotidianamente); inoltre, la tonalità dei LED è più calda rispetto al modello del 2016 e fa tendere lo schermo verso un giallino simile al colore della carta. Non posso negare di essermi domandato perché Amazon abbia scelto di non inserire LED di diversi colori per permettere all’utente di regolare la tonalità della luce, come avviene su Tolino e Kobo, ma d’altra parte in questi giorni di utilizzo non ho mai sentito la necessità di una luce meno fredda.

Kindle Voyage a sinistra, Kindle Oasis 2017 a destra

Ad affiancare l’ottimo display ci sono i graditissimi tasti fisici che permettono di avanzare di pagina in modo immediato, senza pensarci e senza sbagliare un colpo, esattamente come dovrebbe essere su ogni ebook reader. A costo di ripeterci, lo ribadiamo ancora una volta: attualmente, nessun touch può eguagliare il feedback meccanico di un vero tasto fisico per cambiare pagina.

9.0

Hardware e software

Quando si parla di ebook reader, solitamente non c’è molto da soffermarsi sull’hardware; tuttavia, le specifiche di questo Kindle Oasis 2017 meritano una menzione particolare. All’interno di questo Kindle, infatti, troviamo per la prima volta un processore dual core: in dettaglio, si tratta di un NXP i.MX7D con clock a 1GHz e 512 MB di RAM. Inoltre, cresce la memoria interna, che è da 8GB (nel modello base) o 32GB: per darvi una stima veloce, anche con il taglio di memoria inferiore, potete portarvi dietro oltre 10.000 libri.

In realtà, infatti, così tanta opulenza in termini di GB sarà apprezzati di più all’estero, dove su Kindle Oasis 2017 è anche possibile ascoltare gli audiolibri: su questo ebook reader, infatti, Amazon ha introdotto l’integrazione con Audible.

Purtroppo, nonostante il servizio sia già disponibile anche in Italia, nel nostro paese non è ancora possibile utilizzare questo Kindle per ascoltare dei libri narrati. In ogni caso, per completezza, spieghiamo un po’ come funzionerà: Kindle Oasis 2017 è dotato di Bluetooth 4.1, con cui collegare cuffie o speaker senza fili e, una volta scaricato un audiolibro dall’Audible Store, un popup vi chiederà di collegare un dispositivo Bluetooth. Precisiamo che attualmente non c’è alcuna configurazione relativa al Bluetooth tra le Impostazioni, ma cambiando la lingua del dispositivo in inglese e attivando il VoiceView (impostazione per la lettura delle voci su schermo, pensata per i non vedenti) siamo riusciti ad associare delle cuffie Bluetooth (sì, è stato un test sostanzialmente inutile, dettato solo dalla curiosità).

Per quel che riguarda il software, il Kindle Oasis 2017 porta con sé il nuovo firmware 5.9.2, che migliora l’interfaccia della home, sfruttando al meglio gli spazi maggiori offerti dal display da 7″. Inoltre, la nuova versione porta un po’ di novità nella gestione dei font: permette di scegliere tra un maggior numero di dimensioni dei caratteri (14 diverse grandezze) e impostare cinque livelli grassetto (o neretto, che dir si voglia), che rendono il testo più marcato.

 

Troviamo poi alcune nuove impostazioni in esclusiva per questo Kindle Oasis 2017: alcuni accorgimenti per l’accessibilità (possibilità di scegliere la dimensione degli elementi dell’interfaccia e inversione bianco/nero) e, tra le Opzioni avanzate, un nuovo sistema per la gestione dell’archiviazione. Questo permette di eseguire un’archiviazione rapida che rimuove dal dispositivo (mantenendo però sul cloud Amazon) i contenuti che non vengono più aperti da un certo lasso di tempo (1, 3, 6 o 12 mesi).

Peccato che Amazon non abbia colto l’occasione per migliorare la gestione dei PDF, che rimane come sempre a dir poco discutibile.

Per quel che riguarda il resto del firmware, troviamo la solita, ottima esperienza utente offerta dal software di Amazon, con tutte le funzioni che apprezziamo: ricerca delle parole sul dizionario o su Wikipedia, traduzione dei termini, note e sottolineatura, Kindle FreeTime (ottimo per chi ha figli da iniziare alla lettura), Whispersync (sincronizza avanzamento di lettura, segnalibri, etc tra i dispositivi) e tutto il resto.

D’altra parte, come sempre non cambiano i formati supportati: come tutti i Kindle, anche questo di default supporta solo ebook in MOBI, AZW, AZW3  (oltre a TXT, PDF, DOC e HTML), ma sempre niente ePub o fumetti (CBZ o CBR). Gli acquisti rimangono quindi sempre vincolati allo Store di Amazon, ma se avete ebook o fumetti comprati da altri rivenditori non dovete temere poi molto: per fortuna ci sono sempre il fidatissimo Calibre e il macchinoso (ma utile) Kindle Comic Creator. Ancora una volta, insomma, il chiuso ecosistema Amazon rimane una bella gabbia dorata: la migliore in cui farsi rinchiudere, ma che non tutti sono disposti ad accettare.

Andando oltre, se in termini di funzioni non abbiamo nulla di troppo rilevante rispetto al passato, su questo Kindle Oasis 2017 abbiamo notato una migliore reattività (probabilmente merito del processore dual-core): vi accorgerete che questo ebook reader è più fluido degli altri non tanto quando sfogliate un libro, ma quando navigate tra i menu e, soprattutto, quando digitate sulla tastiera virtuale (inserire la password della WiFi non sarà più un incubo).

Tema leggermente più controverso è la durata della batteria: i pionieri degli ebook reader potranno rinfacciare che nei primi modelli le batterie duravano mesi e mesi ma, ad onor del vero, ormai da tempo (tra illuminazione e connessione WiFi) non è più così. In termini di autonomia, Amazon dichiara un generico dura per settimane, precisando che il riferimento vale per chi legge per mezz’ora al giorno con wireless e Bluetooth disattivati e luminosità impostata a 10 (poco meno di metà). Come avrete capito, insomma, l’autonomia varia molto a seconda dell’utilizzo: dovendo azzardare una stima basata sulle mie abitudini di lettura (circa un’ora al giorno, illuminazione a 10-12 e WiFi spento) e sulla batteria consumata in cinque giorni di test, direi che con una singola ricarica potrei andare avanti per circa 4 settimane. Non sarà un’autonomia paragonabile a quella del caro, vecchio Kindle 4, ma ricaricare un dispositivo una volta al mese difficilmente rappresenterà un problema per chi ogni ogni giorno collega il proprio smartphone ad una presa.

Parlando di ricarica, come sempre nella confezione non è incluso l’alimentatore da parete ma solo il cavetto USB-microUSB; inoltre, non ci sarebbe dispiaciuto se Amazon avesse trovato il coraggio di utilizzare un connettore USB-C, ma capiamo le esigenze di andare incontro ad un pubblico più vasto possibile.

Infine, concludiamo con l’unica, piccola nota stonata in un dispositivo quasi perfetto: se il Kindle è bloccato da molto tempo, dopo il clic del tasto di sblocco ci vuole un po’ prima che si risvegli (parliamo anche di 5 secondi abbondanti).

5.5

Prezzo

Nonostante Amazon abbia ridotto il prezzo rispetto allo scorso anno, i 250€ necessari per portarsi a casa la versione base di questo dispositivo rimangono probabilmente un costo troppo alto per la maggior parte degli acquirenti. Chi si avvicina per la prima volta al mondo degli ebook continuerà a preferire lettori più economici come il Paperwhite (che costa meno della metà); tuttavia, chi cerca la miglior esperienza di lettura mai testata su un ebook reader dovrebbe tenere d’occhio questo Kindle Oasis 2017, magari sperando in modelli ricondizionati o sconti (qualcuno ha detto Black Friday?).

Ovviamente, potete comprarlo su Amazon; di seguito elenchiamo il costo dei vari modelli e degli accessori, e la relativa disponibilità:

  • Kindle Oasis 2017 WiFi 8GB: 249,99€, con disponibilità dal 23 novembre
  • Kindle Oasis 2017 WiFi 32GB: 279,99€ con disponibilità dal 21 novembre
  • Kindle Oasis 2017 WiFi + 3G gratis: 339,99€ con disponibilità immediata
  • Cover in tessuto resistente all’acqua: 44,99€ (disponibile in bianco, nero e blu)
  • Cover in pelle: 59,99€ (disponibile in bordeaux, marrone chiaro e nero onice)

Foto

Giudizio Finale

Kindle Oasis 2017

9.3

Kindle Oasis 2017

Il Kindle Oasis 2017 è l'ebook reader che abbiamo atteso da tempo: generoso display da 7", impermeabilità, tasti fisici e design ergonomico lo rendono probabilmente il miglior dispositivo per leggere in digitale. Ma la qualità si paga, e il prezzo non è per tutti: 250€ per la versione base da 8GB. Tuttavia, se il costo non vi spaventa e acquistate regolarmente ebook su Amazon, rallegratevi: avete trovato il lettore ebook praticamente perfetto.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Ottima ergonomia: perfetto da tenere in mano sia per destri che mancini
  • Scocca in alluminio
  • Tasti fisici per avanzare pagina
  • Grande display da 7"
  • Impermeabilità
Contro
  • Prezzo non per tutti
  • Portabilità ridotta a causa delle dimensioni
  • Audible non (ancora) disponibile
  • Yuto Arrapato

    andrà in sconto per il black friday? se si di quanto?

    • Davide Gamba

      Secondo per il black Friday è più facile che vengano scontati il paperwhite e il voyage, considerando che questo kindle è appena uscito; poi spero di sbagliarmi

    • Giuseppe Tripodi

      È una bella domanda: il fatto che lo lancino proprio il giorno prima del Black Friday un po’ fa sperare, ma d’altra parte non ci conterei troppo (purtroppo) 😉

      • Yuto Arrapato

        Tra questo oasis e gli altri Kindle c’è molta differenza (per le dimenisioni) quando a comfort di lettura?

        • peppeuz

          Credo dipenda molto da dove e in che condizioni leggi.

          Personalmente, nonostante le dimensioni più generose, mi sono trovato molto bene con questo Kindle Oasis, anche perché si regge benissimo con una mano sola.
          Inoltre, come ho scritto, secondo me il display più grande è un punto a favore, in termini di lettura.

          D’altra parte, ricordo quando prendevo quotidianamente l’affollatissima metro a Roma: in quel caso, avere un Kindle che non sta nella tasca di una giacca (e per il quale avrei dovuto sfliarmi lo zaino e aprire la zip) mi avrebbe causato molti più grattacapi.

          • Yuto Arrapato

            Grazie! E del voyage che mi dici? A breve c’è il Black Friday vorrei approfittarne

  • Davide Gamba

    Confrontato con un aura one questo kindle giustifica il maggior prezzo rispetto all’ereader kobo?

    • Giuseppe Tripodi

      Sono entrambi prodotti molto validi, ma anche piuttosto diversi. I prezzi sono alti in entrambi i casi, ma secondo me la cosa importante non è tanto la differenza di 20€, quanto le caratteristiche peculiari di ognuno dei due.

      Se sei indeciso tra i due, ti elenco un po’ di differenze che mi vengono in mente così, su due piedi:

      – Il Kobo ha display più grande (7,8″ vs 7″): se leggi molti PDF o fumetti, anche 0,8″ fanno la differenza;
      – Il Kindle ha i tasti fisici per avanzare pagina, un’ergonomia migliore ed è più piccolo: se leggi spesso in posizioni scomode (in autobus, metropolitana…), considera la comodità di lettura con una mano;
      – Il Kobo ha l’integrazione con Pocket: se usi molto questo servizio, è una gran cosa averlo integrato nell’ebook reader;
      – Il sistema operativo e lo store di Kindle secondo me sono ancora leggermente migliori di quelli Kobo; d’altra parte, Kobo legge nativamente più formati.

      Fai un po’ le tue valutazioni e decidi cosa è meglio per te 😉

  • guineja

    Ottimo articolo, se non avessi ancora un Soni perfettamente funzionante, ci farei un pensierino.
    Soprattutto per l’impermeabilità e i led del display 😉

    • peppeuz

      In compenso, sappi che da quando ho visto il tuo vetusto Sony, sbraito ogni volta che provo un ebook reader per la terribile gestione dei PDF!

  • Fuz

    L’ho letto di fretta, ma mi sembra ci sia un piccolo refuso:
    “Non posso negare di essermi domandato perché Amazon abbia scelto di non inserire LED di diversi colori per permettere all’utente di regolare la tonalità della luce, come avviene su Tolino e Kobo, ma d’altra parte in questi giorni di utilizzo non ho mai sentito la necessità di una luce meno fredda“, presumo intendessi “meno calda”, con riferimento alla prima parte della frase

    • peppeuz

      No, non è un refuso 🙂
      Forse non sono stato chiarissimo, ma intendevo proprio quel che ho scritto.

      In due parole: secondo un gran numero di studi scientifici, la luce fredda affatica la vista più di quella calda e, allo stesso tempo, riduce la qualità del sonno, inibendo la produzione di melatonina.
      Qui una spiegazione leggermente più accurata: http://www.mobileworld.it/2016/03/22/night-shift-ios-alternative-android-pc-mac-72944/

      Per questo motivo, alcuni produttori di ebook reader come Kobo e Tolino hanno realizzato modelli con LED di diversi colori, in modo che la sera virino su tonalità di luce più calda e affatichino meno la vista.

      Amazon con questo Kindle non ha fatto nulla del genere ma, d’altra parte, la luce dei LED mi è parsa abbastanza calda e, come ho scritto, non ho senitto l’esigenza di una luce meno fredda 🙂

  • Valerio Pastore

    tra i ‘contro’, cortesemente mettici la batteria. Io devo ricaricare ogni 4 giorni, 5 ad andare lungo. Ho dovuto comprarmi un power bank per le emergenze, e nun se po’!
    Per il resto, un gioiellino!^^