8.7

Recensione Kobo Clara HD: scacco matto a Kindle Paperwhite (foto e video)

Giuseppe Tripodi -




Recensione Kobo Clara HD

Negli ultimi anni il Kindle Paperwhite è stato il punto di riferimento per chi cercava un ebook reader che costasse 100€ o poco più, ma il nuovo lettore di Kobo riapre decisamente la sfida. Per molti utenti, questo Kobo Clara HD potrebbe diventare il nuovo prodotto di punta per la fascia media del mercato.

7.5

Costruzione e ergonomia

Il Kobo Clara HD non spicca sulla concorrenza per materiali utilizzati o design particolarmente ricercato: la scocca di questo ebook reader è interamente in plastica, ma il retro vanta una particolare trama zigrinata. Questa, se da un lato aiuta a tenere saldamente in mano l’ebook reader, dall’altro può contribuire a trattenere lo sporco, a causa dei piccoli forellini che la compongono.

Come per tutti i modelli di questa fascia di prezzo, il display non è a filo con la scocca, ma difficilmente il piccolo gradino tra cornici e schermo rappresenterà un problema per qualcuno.

Un aspetto che ho trovato davvero criticabile è la posizione del tasto di accensione: si trova nella parte inferiore, al centro, proprio dove la maggior parte degli utenti tiene una o due dita impugnando l’ebook reader con una sola mano. Intendiamoci: nelle settimane in cui l’ho utilizzato, effettivamente non mi è mai capitato di cliccare accidentalmente il tasto ma, per una questione di ergonomia, piazzare il pulsante di blocco/sblocco in una zona dove potrebbe essere premuto per sbaglio non è la migliore delle idee.

D’altra parte, a parte qualche piccolo scricchiolio della cover posteriore, il Kobo Clara HD è ben costruito e sembra anche molto solido quando lo si impugna. Le dimensioni sono perfette per chi vuole portare l’ebook reader sempre con sé, magari inserendolo comodamente in borsa, nella tasca interna della giacca o addirittura nella tasca dei jeans.

Kobo Clara HD vs Kindle Oasis (2017)

Infine, il Kobo Clara HD non è impermeabile, ma la resistenza ai liquidi non è una caratteristica che ci saremmo aspettati per questa fascia di prezzo. L’impermeabilità non è un aspetto cruciale per un ebook reader e l’importanza che gli si dà dipende molto dalle proprie abitudini di lettura, ma personalmente ci ho pensato due volte prima di mettermi a leggere sotto un’affollata pensilina dell’autobus durante un diluvio.

9.0

Esperienza di lettura

Difficile migliorare un’esperienza di lettura già praticamente perfetta, ma Kobo Clara HD riesce nell’impresa grazie al suo ottimo schermo, di cui parleremo più approfonditamente nella prossima sezione. Come abbiamo già scritto nel titolo, questo nuovo Kobo dà scacco matto a Kindle Paperwhite, riuscendo a compensare con tanti piccoli dettagli l’ecosistema Amazon (che, per chi lo considera un pregio, è il più grande valore aggiunto del Paperwhite).

L’esperienza di lettura è praticamente impeccabile; il display è un 6″ con tecnologia E-Ink Carta da 300 ppi, una densità che ormai è lo standard del settore ed è sufficientemente elevata da non aver nulla da invidiare alla carta stampata. Come da tradizione Kobo, anche quesot ebook reader supporta un gran numero di formati: EPUB, EPUB3, PDF e MOBI per quel che riguarda i libri, ma anche CBZ e CBR per i fumetti. Ovviamente, questo è un gran vantaggio per chi non vuole legarsi ad un ecosistema come quello di Kindle e preferisce copiare – con un semplice copia e incolla – gli ebook acquistati su qualsiasi Store. Unica, notevole eccezione è proprio il negozio virtuale di Amazon, i cui libri sono protetti da DRM proprietari e non possono essere letti da altri dispositivi (almeno in teoria e legalmente). Purtroppo, non è cambiato ancora nulla nella gestione dei PDF, che rimane pessima: anche questo Kobo – così come praticamente tutti gli ebook reader – rimane sconsigliato per la fruizione di questo formato.

Ma andando oltre i formati supportati, Kobo spicca per il gran numero di personalizzazioni che lascia all’utente: installare nuovi font è semplicissimo ed è possibile modificare dimensione, interlinea, margini e giustificazione del carattere. Inoltre, dalle Impostazioni di lettura, possiamo scegliere quale porzione di display cliccare per avanzare di pagina, ogni quanto aggiornare lo schermo e altri piccoli dettagli.

Non mancano ovviamente i dizionari (monolingua e bilingua) con possibilità di traudrre istantaneamente una parola (molto utile se leggete in inglese ma ogni tanto avete ancora qualche dubbio), i segnalibri e la possibilità di sottolineare e condividere brani.

Tra le chicche per cui spicca Kobo segnaliamo anche le statistiche di lettura e la possibilità di andare avanti o indietro rapidamente tra le pagine tenendo premuti gli angoli in basso; queste due opzioni, però, sono disponibili solo per i libri in formato kepub. Il kepub è un tipo di formattazione degli ePub sviluppato da Kobo, che viene utilizzato per gli ebook venduti sul Kobo Store. Tuttavia, se avete acquistato ebook da altri Store e volete comunque sfruttare queste funzioni, potete facilmente convertire un ePub in kepub tramite alcuni plugin di Calibre (KoboTouchExtended o KePub Output).

8.5

Hardware e software

Una delle principali novità dal punto di vista hardware è la memoria interna da ben 8GB, tra l’altro su scheda microSD (nel caso in cui vogliate divertirvi a sostituirla). Ma difficilmente avrete bisogno di ulteriore spazio, considerando che nei quasi 7GB disponibili per l’utente (esclusi quelli del sistema operativo) dovrebbero starci oltre 6.000 ebook.

Molto buona anche la batteria da 1.500 mAh: difficile quantificare la durata, che dipende moltissimo dall’utilizzo, vi basterà sapere che potete utilizzarlo per settimane prima di ricaricarlo.

Oltre le numerose chicche software per personalizzare la lettura di cui abbiamo già parlato, vale anche la pena ricordare che Kobo Clara HD supporta i libri protetti da Adobe DRM e, di conseguenza, permette di leggere libri presi in prestito dalle biblioteche digitali.

Ma la killer feature del sistema operativo Kobo, ancora una volta, è l’integrazione con Pocket: per chi utilizza questo servizio, che permette di salvare offline gli articoli per leggerli in seguito, avere a disposizione sull’ebook reader le notizie che non c’è stato il tempo di leggere durante la giornata è una comodità impagabile. Pocket è disponibile in ogni dove, browser (tramite estensione), web, smartphone e tablet, e avere i proprio articoli direttamente su Kobo ad un clic di distanza è la migliore esperienza utente possibile.

In ogni caso, quel che fa la davvero la differenza rispetto a Kindle Paperwhite, è la tecnologia di sovrailluminazione ComfortLight PRO: l’avevamo già vista su Kobo Aura H2O ed è un sistema che modifica la temperatura dell’iluminazione a seconda dell’ora del giorno.

In sostanza, man mano che avanza la giornata, il Kobo adotta temperature sempre più calde per l’illuminazione, in modo da facilitare il sonno e ridurre la quantità di luce blu emessa nelle ore serali. Vale la pena precisare che l’ebook reader non è dotato di sensore di luminosità e che ComfortLight PRO si basa unicamente sull’ora del giorno e non sulla luce esterna. Una piccola chicca a proposito di luce: è possibile aumentare o diminuire l’illuminazione trascinando il dito sul bordo sinistro dello schermo.

A proposito di display, chiudiamo con una nota negativa: purtroppo non è possibile utilizzare il multi-touch per ingrandire o ridurre il font.

8.0

Prezzo

Con un costo di 129€ il Kobo si pone come diretto sfidante del Kindle Paperwhite, che fino ad oggi era il re indiscusso per quella fascia di prezzo. Al contrario, per chi non è interessato all’ecosistema Amazon, il nuovo concorrente da battere potrebbe essere prorpio il Kobo Clara HD.

Foto

Giudizio Finale

Kobo Clara HD

8.7

Kobo Clara HD

Kobo Clara HD è un ebook reader compatto e leggero che ha tutte le carte in regola per diventare il punto di riferimento della sua fascia di prezzo: l'ottima esperienza di lettura, associata all'illuminazione ComfortLight Pro, agli 8GB di memoria interna e all'integrazione con Pocket lo rendono uno degli lettori di ebook più interessanti sulla piazza.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Ottimo schermo e ottima sovrailluminazione
  • 8GB di memoria
  • Integrazione Pocket
  • Compatto e leggero
Contro
  • Tasto di accensione in posizione scomoda
  • Nessuna certificazione IP