7.8

Kodak Printomatic, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Kodak Printomatic

Il mondo delle fotocamere istantanee è nuovamente esploso e le alternative non mancano. Anche Kodak ha voluto lanciarsi in questo mondo realizzando un prodotto che non vuole passare inosservato. Il design di Printomatic è infatti forse il più bello che abbiamo avuto modo di vedere in questi mesi. Si tratta di un design Kodak applicato ad un design moderno ma con chiarissimi richiami vintage. Il piccolo sensore frontale, per esempio, è incastonato in una grande cornice nera frontale leggermente sporgente.

Per il resto è un prodotto di una semplicità unica. L’unico connettore è quello microUSB per la ricarica, a fianco di uno slot per utilizzare una microSD per salvare gli scatti, cosa del tutto facoltativa (e secondo noi tutt’altro che obbligatoria). Sul retro è presente un tasto a molla che apre il comparto per inserire nuovi fogli. Non dovrete aver paura di aprire il tutto accidentalmente visto che la carta è chimica è quindi non teme la luce. Sempre sul retro è presente il tasto di accensione e tre led di stato per la batteria, la carta e la microSD. Superiormente infine troviamo il tasto di scatto e uno switch fisico per scegliere fra foto a colori o in bianco e nero. La fotocamera è estremamente leggera e una carica vi basterà per stampare almeno una ventina di foto (e forse di più, ma non avevamo più carta da testare).

Frontalmente troviamo un piccolo led flash (simile a quello delle fotocamere degli smartphone) e nell’angolo il mirino ottico. È ovviamente decentrato rispetto all’obiettivo quindi se scattate a distanze ravvicinate dovrete avere l’accortezza di ri-centrare un po’ il tutto. Non c’è messa a fuoco automatica non ci sono opzioni di attivazione del flash. Il tasto di scatto è molto sensibile ed è quasi impossibile che a fotocamera accesa non vi scappi almeno qualche foto per errore. È possibile scattare in sequenza: la fotocamera terrà la foto successiva in memoria e la stamperà quando la prima avrà finito. È una funzionalità comoda, ma dovrete comunque fare attenzione agli scatti involontari.

La carta è quella ZINK che avevamo già visto nei prodotti Polaroid. È nel formato 2×3 pollici impermeabile e adesiva. La qualità delle foto è discreta, ma soffre molto i controluce producendo foto scure. Non è poi adatta ai paesaggi che risultano in colori un po’ spenti. Molto meglio per i ritratti e i selfie. Le foto non hanno ovviamente una qualità particolarmente alta ma risultano sempre simpatiche e ovviamente, come per tutte le fotocamere istantanee, molto spontanee.

Kodak Printomatic ha un prezzo di soli 109€ su Amazon, mentre 50 fogli 2×3 ZINK hanno un prezzo di 34€, risultando in un costo a foto di circa 0,60/0,70€.

Giudizio Finale

Kodak Printomatic

7.8

Kodak Printomatic

Kodak Printomatic è forse il prodotto più grazioso e simpatico del mondo della fotografia istantanea. La carta è quella (piccola) ZINK impermeabile e adesiva. La qualità fotografica è sufficiente, ma non aspettatevi una sostituita allo smartphone o alla fotocamera classica.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Simpatica e dal bel design
  • Stampa molto rapida
  • Economica
  • La carta è impermeabile e adesiva
Contro
  • Qualità delle foto sottotono
  • Facile scattare per errore
  • Niente schermo
  • Nessuna possibilità di agire sul flash
  • Dilla

    Oh mio Dio, guarda ora sul nostro canale è più facile e più veloce qualità per esempio The Hobbits HD >>>>>> BIGMOVIES01HD.BLOGSPOT.COM