Recensione Logitech M650: l'ufficio in tasca

Piccolo o grande, per mancini o destrorsi, il nuovo Signature M650 vuole essere il mouse per tutti
Recensione Logitech M650: l'ufficio in tasca
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Logitech lancia oggi la nuova linea di mouse M650: due taglie, più una variante per mancini, per adattarsi a tuttte le mani, ed un dispositivo a metà tra MX Master ed Anywhere, comodissimo per l'ufficio, e dal prezzo relativamente contenuto.

PRO

  • Silenziosissimo
  • Compatto e leggero
  • Dongle USB Logi Bolt

CONTRO

  • No multi-dispositivo
  • Batteria non ricaricabile
  • Precisione buona, ma non ottima

Costruzione

M650 non vanta il design ricercato delle serie MX, ma ciò non incide sulla sua comodità. Anzi, è addirittura disponibile in due taglie: medio-piccola e grande, più una versione per mancini, con i tasti laterali spostati sulla destra (quest'ultima ha solo la taglia "large").

(26% per i colori off white e rosa, 64% per il grafite), presenta comunque un buon grip ed una buona scorrevolezza.

I due tasti per clic destro e sinistro sono praticamente afoni: solo in una stanza davvero silenziosa li sentirete cliccare. I due tasti laterali invece hanno un clic più marcato, così come il pulsante centrale/rotellina. A proposito di quest'ultima, il suo scorrimento è a sua volta privo di rumori.

Sulla base del Signature M650 troviamo il pulsante di accensione e quello per l'accoppiamento Bluetooth. C'è anche lo sportellino per il vano batteria, che alloggia una pila AA (inclusa in confezione) ed il dongle USB-A Logi Bolt, per una connessione affidabile fino a 10 metri.

Il peso è contenuto: 97 grammi, batteria e dongle inclusi, al pari del più piccolo MX Anywhere 3.

Esperienza d'uso

Logitech M650 è un mouse entry-level, che non è entry-level. L'idea è quella di offrire un dispositivo dal prezzo più contenuto della serie MX, ma che non sia un semplice mouse con due tasti in croce ed una classica rotellina.

Circa la metà dei lavoratori al mondo non usa un mouse o usa un dispositivo entry-level con funzioni limitate. È da questa considerazione significativa che abbiamo sviluppato questa nuova line-up. La gamma Signature M650 offre un'esperienza completa, con funzioni semplici che rendono il lavoro quotidiano più veloce e facile, in linea con la visione di Logitech.

Abbiamo infatti 5 pulsanti (solo i 2 laterali sono programmabili), un sensore da 2.000 dpi, ed un'autonomia che dovrebbe raggiungere i 2 anni (con Logi Bolt, circa 20 mesi invece via Bluetooth: impossibile però dirvi adesso quanto precisi siano questi numeri, ma anche se non fossero del tutto esatti parliamo comunque di un ordine di grandezza importante).

Lo potete collegare praticamente a qualsiasi cosa: Windows, macOS, Linux, Chrome OS, iPadOS 13.4 ed Android. Al contrario della serie MX però non sono disponibili impostazioni specifiche per app, né la funzionalità flow, che consente di usare il mouse su più dispositivi. Potete infatti accoppiarlo solo con un device alla volta: o tramite Bluetooth, o tramite dongle Logi Bolt.

Lo abbiamo usato per circa una settimana come mouse principale in ufficio, ed è lì che si sente più a suo agio. Scorrevole, silenzioso, comodo anche nell'uso tutto il giorno, e preciso, soprattutto se abbinato ad una tappetino dedicato. Abbiamo provato a metterlo in crisi con una superficie bianca ma non liscia, bensì a losanghe, sulla quale molti mouse non riescono ad essere precisi, e lui si è comportato piuttosto bene, anche se non sempre in modo impeccabile; ma è appunto un caso estremo.

Buona la precisione della rotellina, che grazie al meccanismo SmartWheel è più precisa negli scorrimenti lenti, e rapida quando le darete un colpo deciso, per scrolling lunghi. Tuttavia il meccanismo affine della serie MX rimane superiore, sia nella velocità che nella precisione. In particolare, su M650, il singolo scatto della rotellina è fin troppo morbido al tocco, in un'ottica probabilmente di silenziosità e riposo.

Non è comunque quel mouse per professionisti della grafica, ma piuttosto per l'utente medio, che voglia un dispositivo comodo, affidabile e con quel tocco di personalizzazione in più che non guasta mai, ma senza eccessi.

Prezzo

Logitech Signature M650 ha un prezzo di 39,99€ sullo store ufficiale, indipendentemente da quale versione scegliate (piccola o grande, per mancini o non). Non è una cifra malvagia, per un modello di fascia media appena uscito. Peccato che su Amazon al momento non solo non ci siano offerte, ma si addirittura più caro.

Dategli comunque un po' di tempo, e soprattutto quando sarà sceso un po' potrebbe essere il mouse da ufficio (e non solo) più competitivo della sua fascia.

Immagini

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Logitech M650

M650 è il nuovo mouse Logitech per tutti. È sufficientemente portatile, ha la solita buona personalizzazione software, si connette anche tramite dongle USB, ed è silenziosissimo. Non è completo come un MX Master 3, non ha il design di un Anywhere, ma per l'uso da ufficio (e non solo) è già anni luce avanti al vostro classico mouse entry-level.

Sommario

Costruzione 8

Esperienza d'uso 8

Prezzo 7.5

Voto finale

Logitech M650

Pro

  • Silenziosissimo
  • Compatto e leggero
  • Dongle USB Logi Bolt

Contro

  • No multi-dispositivo
  • Batteria non ricaricabile
  • Precisione buona, ma non ottima

Nicola Ligas
Nicola Ligas Nicola è caporedattore su SmartWorld.it, e per questo motivo è odiato da tutti. I colleghi. Gli piace credere che il suo lavoro semplifichi la vita agli altri, in qualche modo. Ma non ai colleghi. Nel tempo libero cerca di complicare la sua vita, con nuovi progetti che non ha mai tempo di realizzare. Per fortuna. Dei colleghi.
Mostra i commenti