8.7

Logitech MX ERGO, la recensione della trackball che dovreste provare (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione Logitech MX ERGO

MX ERGO è il primo mouse con trackball che Logitech produce da diversi anni a questa parte. Non vuole quindi essere uno dei tanti, ma un dispositivo a suo modo da pietra miliare. Ci riuscirà?

8.0

Confezione

MX ERGO si presenta con una confezione piuttosto classica, soprattutto per chi sia abituato ai prodotti Logitech. Oltre al mouse abbiamo infatti l’ormai immancabile adattatore unifying. Per chi non lo conoscesse, si tratta di un dongle USB da collegare al dispositivo sul quale volete utilizzare il mouse, che sfrutta un protocollo wireless dedicato a 2,4 GHz. Il vantaggio è che così potete fare a meno del Bluetooth, e che la connessione unifying è molto veloce e stabile. In ogni caso è richiesto un sistema Windows 7 o superiore (Windows 8 per il Bluetooth) o macOS 10.12 e superiori.

Oltre a questo, abbiamo un cavo USB – micro USB per la ricarica del mouse. Logitech MX ERGO non è infatti dotato di Type-C, inspiegabilmente. Completano la confezione i classici manuali del caso.

8.0

Costruzione

MX ERGO è solido e realizzato con buoni materiali, e non presenta difetti apparenti. Clic destro e sinistro sono molto ampi e non avrete problemi nel raggiungerli. Qualche perplessità in più l’abbiamo sui due pulsanti posti a fianco del clic sinistro. Con la mano che pende verso destra, anche solo a causa dell’inclinazione del dispositivo, non è sempre comodo spostare l’indice per raggiungerli, soprattutto se avete la mano piccola (come la mia – NdR) e volete utilizzare il tasto destro con il dito medio. Passando ad una configurazione del tipo indice – clic sinistro, medio – rotellina, anulare – clic destro, la mano risulta più rialzata e raggiungere i due pulsanti in questione diventa più facile. È comunque una cosa abbastanza soggettiva, e dipende molto da quanto li vorrete utilizzare.

La rotellina è invece oggettivamente troppo scorrevole. Basta sfiorarla per azionarla. A volte, soprattutto facendo un clic centrale, capita di muoverla inavvertitamente, spostando la posizione nella pagina. In compenso il mouse è ben piantato sulla scrivania, grazie alla base gommata. Non avrete infatti mai bisogno di muoverlo, come un normale mouse. Il pulsante di accensione però è sul fondo, quindi almeno in quel caso lo dovrete sollevare.

Peccato poi che l’azienda non abbia utilizzato una porta Type-C per la ricarica. Una scelta quasi ingiustificabile, tanto più che è stata invece adottata nella nuova tastiera Logitech Craft, lanciata in contemporanea con MX ERGO.  Infine è bene puntualizzare un aspetto, che probabilmente avrete già notato. Logitech MX ERGO non è per mancini, e non esiste una sua variante che lo sia. Peccato!

9.0

Comodità

Logitech MX ERGO è incredibilmente riposante. Fintanto che non proverete una trackball, non vi accorgerete di quanti movimenti “inutili” vengono fatti con un normale mouse. MX ERGO, invece, dove lo metti sta. Tutti i movimenti del puntatore necessitano solo del pollice. Logitech reclamizza una diminuzione del 20% di dolore da sforzo muscolare rispetto a un mouse normale. È una percentuale impossibile per noi da verificare, ma sulla comodità di questo MX ERGO siamo pronti a metterci la firma.

Il palmo appoggia completamente sull’ampia superficie a disposizione. Questa è lievemente inclinata verso destra, favorendo un posizione naturale per la mano. Se non vi bastasse, potete inclinare ulteriormente MX ERGO di 20°. Non ci sono però posizioni intermedie: o zero o 20°.

La trackball offre una giusta resistenza allo spostamento, ovvero non è eccessivamente morbida ma nemmeno rigida. Nel corso del tempo richiederà probabilmente un po’ di manutenzione per rimanere sempre scorrevole. L’affaticamento è comunque nettamente inferiore a quello di un mouse tradizionale, e lo sforzo in più sul pollice non ci ha mai dato fastidio, anche perché è molto contenuto.

Nel complesso l’esperienza trackball si rivela quindi più che consigliabile, anche e soprattutto per tutti coloro che usino tantissimo il mouse ogni giorno. Anche i movimenti di precisione non sono un problema. C’è infatti un apposito pulsante che in pratica diminuisce i DPI e vi consente spostamenti lenti e puntuali. Ideale quindi il suo impiego nella grafica o nel montaggio video. Abbiamo provato MX ERGO anche in ambito ludico, in particolare con gli FPS, che richiedono appunto rapidità e precisione. Non siamo del tutto convinti di questo suo impiego, soprattutto sul fronte rapidità, ma c’è del potenziale. Questo anche solo per farvi capire che, una volta che avrete fatto l’abitudine al diverso sistema di controllo, avrete una padronanza del puntatore del tutto paragonabile a quella di un ordinario mouse.

9.0

Funzioni

Logitech ha arricchito l’esperienza di MX ERGO con l’ormai collaudato software Options. Potrete quindi personalizzare i 6 pulsanti disponibili (clic centrale, rotellina inclinata a sinistra, rotellina inclinata a destra, i due pulsanti a fianco del clic sinistro, ed il tasto per aumentare la sensibilità) come più vi aggrada. Clic destro e sinistro non sono personalizzabili, così come non lo è il pulsante per cambiare dispositivo accoppiato (MX ERGO ne memorizza due al massimo), per ovvie ragioni. Potrete inoltre associare una seconda funzione a ciascuno di questi 6 tasti. Per utilizzarla è sufficiente premere il tasto FN sulla tastiera ed il pulsante corrispondente sul mouse. In questo modo potrete associare anche delle gesture allo scorrimento della trackball nelle quattro direzioni principali. Le immagini qui sotto vi daranno una buona idea delle tante opzioni disponibili, che sono quasi impossibile da elencare tutte.

Potrete ovviamente regolare la sensibilità della trackball, ed invertire la direzione di scorrimento della rotellina. Inoltre, tramite la funzione flow, avrete una clipboard unificata tra più dispositivi. Installando Logitech options su più OS compatibili, potrete infatti fare copia-incolla di testo, immagini ed altro, da un PC all’altro, con estrema semplicità. Non è un’esclusiva di MX ERGO, ma è bene comunque che sia presente.

Riguardo l’autonomia di MX ERGO, Logitech dichiara fino a 4 mesi di utilizzo con singola carica. Non abbiamo ovviamente avuto modo di verificarlo così a lungo, ma il fatto di poterlo ricaricare con un semplice cavo micro USB è comunque una comodità.

7.5

Prezzo

Logitech MX ERGO costa 144,99€ di listino. È una cifra decisamente elevata per un dispositivo di puntamento, ma in linea con qualità e concorrenza diretta. Vi possiamo però dire che il vostro polso ed il vostro braccio ringrazieranno. Se non aveste mai preso in considerazione l’idea di una trackball, vi suggeriamo caldamente di non provarla.

Foto

Giudizio Finale

Logitech MX ERGO

8.7

Logitech MX ERGO

Logitech MX ERGO è un mouse con trackball tanto atteso. Sono passati anni infatti dall'ultimo dispositivo Logitech di questo tipo, ma l'attesa è stata ben ricompensata. MX ERGO è infatti un dispositivo comodo, preciso, ed ampiamente personalizzabile. Qualche piccolezza non lo fa arrivare alla "perfezione", ed il prezzo di lancio non è dei più popolari, ma se usate il mouse diverse ore al giorno, e se lo proverete, potreste non tornare più indietro.

di Nicola Ligas
Pro
  • Notevole comodità
  • Trackball precisa
  • Software ricco di opzioni
Contro
  • Mancanza di porta Type-C
  • Prezzo
  • Non per mancini
  • PasquAle

    Io ho da un annetto il trackball di Logitech M570 e, a parte il primo giorno di utilizzo che volevo restituirlo, mi ci sono subito abituato ed è davvero comodissimo, utilizzo quotidianamente il pc spartendomi tra software come AutoCAD, 3ds max e Photoshop senza troppi problemi; noto che alcune “imperfezioni” del vecchio modello sono state affinate. Il prezzo però è proibitivo, l’M570 l’ho beccato a 38€ (versione europea) su Amazon in luogo dei 70-80€ consueti (versione italiana), ok che adesso rientra nella famiglia “MX ERGO” più professionale ma se non scende sotto i 100€ io non lo considero nemmeno come acquisto.

    • dagli tempo, e vedrai che un po’ scenderà. Logitech ha un po’ calcato la mano con questi ultimi prodotti, ma sono di qualità e considerando che di sue trackball non ne escono ogni 3×2 vale la pena prenderlo in considerazione