Logitech MX Keys Mini: piccola di fatto, ma non nel prezzo

La MX Keys taglia il tastierino numerico, ma non il suo listino
Logitech MX Keys Mini: piccola di fatto, ma non nel prezzo
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Logitech ha ristretto la tastiera MX Keys e l'ha resa "mini". Vale quindi il vecchio adagio che nelle botti piccole sta il vino buono, o è meglio affidarsi al precedente modello?

PRO

  • Compatta
  • Comodità di scrittura
  • Buona autonomia (senza retroilluminazione)
  • Piccola ma con tutti i tasti che occorrono

CONTRO

  • Prezzo di lancio elevato
  • Autonomia con retroilluminazione scarsa
  • Dongle USB non incluso
  • Frecce direzionali rimpicciolite

Costruzione

Prendete la tastiera Logitech MX Keys (qui la nostra recensione) e tagliate di netto tutto ciò che c'è a destra del tasto invio. Ecco MX Keys Mini!

In realtà qualche piccola differenza c'è, perché le dimensioni ridotte hanno costretto Logitech a riposizionare alcuni controlli essenziali, come quelli per cambiare dispositivo accoppiato (fino a 3 diversi), rivedendo un po' i controlli rapidi disponibili. Gli unici tasti davvero un po' scarificati sono le frecce direzionali: a dimensione standard sulla MX Keys, ridotti su questa MX Keys Mini.

Di base le due tastiere restano comunque parenti strettissime. E giusto per completare l'albero genealogico, bisogna menzionare la tastiera Craft, dalla quale tutto è partito.

MX Keys Mini, essendo meno larga della precedente, è ancora più "inflessibile", tanto che è praticamente impossibile vederla piegarsi anche se avete la battitura pesante. Non c'è però, ancora una volta, la possibilità di regolarne l'inclinazione. È un peccato infatti che Logitech non abbia mai voluto mettere mano al design iniziato con Craft, perché qualche modifica poteva starci 4 anni dopo.

Sul fondo troviamo 5 gommini, che tengono la MX Mini ben piantata sulla scrivania, mentre in alto a destra rimane il LED di stato che lampeggia di rosso quando la batteria è scarica. La ricarica avviene sempre tramite USB-C, con porta posta sulla parete posteriore, a fianco del tasto di accensione.

In alto a destra troviamo l'unico LED di stato presente. Di solito non ci farete caso, ma quando la batteria scarseggia si tingerà di rosso, invitandovi ad avvalervi della porta USB-C posta sul profilo posteriore per la ricarica (in confezione troverete un cavo dedicato).

Invariate anche la forma, la dimensione e la corsa dei key-cap, con la loro tipica incavatura centrale, assente solo sulla prima e l'ultima riga della tastiera. I tasti hanno inoltre un'ottima retroilluminazione regolabile su 7 livelli: ben visibile anche di giorno, la luce circonda ogni singolo tasto e lo illumina al centro, ma è un vero macigno sull'autonomia, soprattutto se tenuta sempre al massimo.

Esperienza d'uso

MX Keys Mini è una tastiera desktop che ammicca al mondo dei portatili. Guardate la foto qui sopra: è praticamente identica per dimensioni alla tastiera di un comune laptop, ed infatti il passaggio da una all'altra viene molto naturale. La memoria muscolare dell'utente non deve cambiare abitudini: i tasti sono praticamente gli stessi, nelle stesse posizioni (inclusi i tasti di macOS); la curva di apprendimento è molto rapida.

La comodità di scrittura poi rimane su un buon livello per una tastiera a membrana. La forma incavata dei tasti accoglie le dita al suo interno e dà sia un buon feedback al tocco che una presa più sicura sui singoli key cap. Dopo poco volerete su questa MX Mini al pari del vostro portatile. 

La tastiera è anche piuttosto silenziosa, ma non afona, adatta quindi all'uso in ufficio. MX Mini è quindi pensata non tanto per l'utente esigente in termini di tastiere in sé e per sé, quanto magari per chi si sposti spesso tra fisso e portatile e sia già abituato al feeling della tastiera di quest'ultimo: qui si sentirà subito a casa, e per lui sarà la tastiera migliore che potrebbe desiderare.

Se non sentite l'esigenza del tastierino numerico, una tastiera più piccola ha i suoi vantaggi sia in termini di ingombro sulla scrivania, che di praticità nell'uso del mouse, che sarà ancora più vicino alla mano destra. Con la precedente MX Keys a volte mi capitava di toccare il bordo della tastiera muovendo il mouse, mentre "il vuoto" lasciato dalla MX Keys Mini è perfetto.

Rispetto alla MX Keys mancano però anche alcuni tasti personalizzabili, ma abbiamo comunque i controlli multimediali, screenshot, emoji, dettatura vocale e controllo del microfono.

La connessione avviene sempre via Bluetooth, e potete memorizzare fino a 3 dispositivi diversi (anche smartphone, tablet o altro), passando da uno all'altro con i tasti dedicati. In alternativa al Bluetooth potete usare un adattatore "logi bolt", che però non è fornito in confezione e costa di listino 13,49€. In generale non abbiamo avuto problemi nell'usare MX Keys Mini assieme ad altri due dispositivi Bluetooth (mouse e cuffie), su più di un PC.

Riguardo l'autonomia, con retroilluminazione sempre attiva al massimo, abbiamo fatto una settimana di uso da ufficio. Spegnendola invece, non siamo ancora riusciti a scaricarla (Logitech parla di 5 mesi). Quando prima dicevamo che la retroilluminazione è un "macigno", era da intendersi in senso letterale.

Prezzo

Il prezzo di MX Keys Mini è di 109€ sul sito ufficiale, contro i 114,99€ di MX Keys: praticamente non c'è quasi differenza. Tra l'altro la MX Keys include anche il dongle unifying che qui è assente. Speravamo insomma in qualcosa di meglio sul fronte del prezzo, segno anche di come Logitech non veda questo modello come una MX Keys con qualcosa in meno, ma piuttosto come vera e propria alternativa. Da una parte ciò è vero, dall'altra sono comunque passati quasi 2 anni dal lancio del precedente modello, e prenderla a prezzo pieno non può certo definirsi "un affare".

Le cose purtroppo non migliorano tanto guardando Amazon, dove la vecchia MX Keys ora costa "appena" 77,99€, mentre la nuova MX Keys Mini è disponibile ad 81,99€ ma solo di colore rosa.

Se cercate insomma il miglior rapporto qualità/prezzo, al momento vince la MX Keys, ma ciò non rende la MX Keys Mini meno adatta alla tipologia di utenti già descritta in precedenza.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Logitech MX Keys Mini

MX Keys Mini è la tastiera ideale per chi passi spesso da portatile a desktop. Le sue dimensioni affini alla maggior parte dei notebook (almeno di quelli senza tastierino) la rendono familiare nell'uso. Le dimensioni più compatte consentono inoltre di tenere il mouse più vicino, e di velocizzare quindi il continuo passaggio tra i due dispositivi.

Rimane il grande comfort di scrittura tipico della serie MX Keys, con pochissimi sacrifici in termini di funzionalità. Peccato però che il prezzo di lancio sia troppo vicino alla sorella maggiore per rendere invitante la più piccola, almeno sulla carta.

Sommario

Costruzione 8

Esperienza d'uso 8

Prezzo 7.5

Voto finale

Logitech MX Keys Mini

Pro

  • Compatta
  • Comodità di scrittura
  • Buona autonomia (senza retroilluminazione)
  • Piccola ma con tutti i tasti che occorrono

Contro

  • Prezzo di lancio elevato
  • Autonomia con retroilluminazione scarsa
  • Dongle USB non incluso
  • Frecce direzionali rimpicciolite

Nicola Ligas
Nicola Ligas Nicola scrive, e parla. Molto. Solitamente non nello stesso momento. Spesso parla di ciò che scrive, e scrive di ciò di cui parlerà. No, Nicola non è un bambino di 6 anni, anche se non gli dispiacerebbe tornare a quell'età.

Commenta