8.7

Lomo’Instant Automat Glass, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Lomography Lomo'Instant Automat Glass

Lomography è sicuramente una delle aziende più attive nel mondo della fotografia analogica votata al divertimento e alla creatività. Il ritorno della fotografia istantanea ha fatto sì che l’azienda mettesse a listino vari prodotti molto rilevanti. Fra questi oggi parliamo della Instant Automat Glass.

Il nome indica chiaramente tre cose: è una fotocamera istantanea, è automatica e ha la lente in vetro. Si tratta della tipologia di fotografia istantanea più classica, ovvero quella davvero istantanea e senza alcuna copia digitale. Il formato è quello Fujifilm Instax Mini che avevamo già avuto modo di apprezzare in passato. Certo, le foto sono piccole, ma sono comunque abbastanza grandi per essere divertenti e godibili anche in futuro. Se poi vorrete delle foto in versione più grandi potrete sempre scansionarle.

La versione da noi provata aveva il rivestimento in gomma Magellan. Non ci ha fatto impazzire, ma ha sicuramente i suoi vantaggi, fra cui la resistenza nel tempo ai graffi e la buona presa. Sono presenti i due ganci per un laccetto ma purtroppo nessun laccetto viene fornito nella confezione. C’è un mirino ottico, che in quanto tale è preciso solo su foto non troppo ravvicinate. C’è l’aggancio a vite per il cavalletto e sul retro vari tasti che spiegheremo a breve.

Se il laccetto non è presente nella confezione è interessante scoprire cosa invece è presente nella confezione. Partiamo con dei simpatici cartoncini con delle foto esemplificative e dietro la spiegazione di come sono state realizzate e quali tasti premere di conseguenza. I tasti sono pochi ma questi cartoncini sono un ottimo modo per iniziare a fare pratica. Abbiamo poi una lente per macro a 10 centimetri e un simpatico accessorio per coprire metà (o più) della lente per lo scatto multiplo. Veramente un accessorio intelligente e che vi permette di aiutarvi nella creazione di immagini creative. Infine troviamo il tappo della fotocamera che, grazie agli infrarossi ed una batteria a bottone, può diventare un telecomando per lo scatto remoto o lo scatto con timer. Chiudiamo con 4 piccole gelatine colorate da inserire nel flash. L’impatto non è importante come si potrebbe pensare e il risultato è invece molto gradevole.

La qualità delle immagini generate da questa Instat Automat Glass è veramente notevole e ad oggi batte praticamente tutte le altre istantanee viste nelle nostre recensioni. Intendiamoci: le differenze non sono poi enormi e nel formato Instax Mini è difficile godere delle differenze fra i vari modelli, ma è comunque bello scoprire che il Glass nel nome non fosse marketing. Le foto hanno tutte un fantastico effetto bokeh naturale e una buona definizione sul soggetto in primo piano. Una accortezza: se la luce non è quella solare dovrete necessariamente rimanere immobili una frazione di secondo in più dopo aver premuto il tasto o la foto verrà mossa. Anche con il flash acceso.

Veniamo alle possibilità offerte dalla fotocamera. Sulla parte frontale c’è un tasto da premere per sbloccare la rotazione dell’obiettivo e così accendere la fotocamera. È un blocco di sicurezza, che però vi costringerà sempre ad accendere la fotocamera con due mani. Ruotando l’obiettivo potrete poi cambiare punto di messa a fuoco: da 1 metro ad infinito, 60 centimetri e 30 centimetri. Con la lente da 10 centimetri (e l’impostazione di messa a fuoco da 60) potrete fare delle super macro. Dovrete però misurare questi 10 centimetri alla perfezione, altrimenti otterrete solo una foto sfocata.

I tasti permettono di aumentare o diminuire di uno step l’esposizione dell’immagine, di spegnere il flash e di attivare la modalità Bulb, che permette di scattare fintanto che il tasto di scatto viene premuto. Ottimo per scatti artistici notturni con la luce. Infine abbiamo lo scatto multiplo che non si limita a fare una doppia esposizione, ma piuttosto sovrappone immagini finché continuerete a scattare e stamperà la foto solo premendo nuovamente questo tasto.

Una noia, molto relativa, è la presenza di batterie da acquistare a parte. Sono 2 batterie CR2 che però vi daranno accesso a centinaia di scatti.

Automat Glass non è una fotocamera totalmente diversa da altre che costano la metà e scattano nello stesso formato, ma è però un prodotto che giustifica fino in fondo il suo prezzo. È un concentrato di creatività e grazie alle varie possibilità offerte e gli accessori in dotazioni vi permetterà di sbizzarrirvi più di tutti gli altri prodotti.

Secondo noi al momento Automat Glass è la migliore istantanea sotto i 200€ per chi cerca qualcosa in più di una semplice punta e scatta. Automat Glass è disponibile a 189€ sullo store ufficiale o a 10€ in meno su Amazon.

Foto

Giudizio Finale

Lomography Lomo'Instant Automat Glass

8.7

Lomography Lomo'Instant Automat Glass

Lomography Lomo'Instant Automat Glass e più di una semplice "punta e sviluppa". È concepita per spingervi a sperimentare e creare. Gli accessori di cui è dotata e le modalità di scatto sono una inesauribile fonte di ispirazione.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimi accessori in dotazione
  • Ottima autonomia
  • Buona qualità dell'immagine
  • Esposizione multipla (e non solo doppia)
Contro
  • Il mirino è solo indicativo
  • Al chiuso ci vuole un minimo di mano ferma
  • Il prezzo è un po' più alto di altri prodotti simili
  • Le batterie non sono ricaricabili