Majority Sierra recensione: la soundbar Dolby Atmos a 200€

Unità driver frontali e superiori, Dolby Atmos e una scocca solida per una soundbar che potrebbe essere vincente in certe configurazioni
Giorgio Palmieri
Giorgio Palmieri
Majority Sierra recensione: la soundbar Dolby Atmos a 200€

Scegliere una soundbar può rivelarsi un compito arduo. Vi aiuterà senz'altro la nostra guida delle migliori soundbar, ma laddove non arriva lei, ci pensano le nostre recensioni a dare manforte. Andiamo subito a vedere di che pasta è fatta la Majority Sierra, un modello che, a circa 200€, vi assicura una notevole potenza sonora, tra 280 W e Dolby Atmos. Sarà sufficiente a soddisfare le vostre esigenze? Se invece desiderate qualcosa di più economico, c'è la Majority Snowdon II.

PRO

  • Altoparlanti frontali e superiori
  • Supporto a Dolby Atmos
  • Buona qualità costruttiva

CONTRO

  • Bassi non stupefacenti
  • Solo AUX in confezione
  • Situazionale, necessita di spazio in alto

Confezione

Sarebbe banale sottolineare quanto la confezione di Majority Sierra sia lunga, viste le dimensioni del prodotto. Include la soundbar, l'alimentatore, il telecomando, il manuale, l'occorrente per il montaggio a parete (staffe, adesivi e viti), due pile AAA e un solo cavo, l'AUX. Il consiglio è quello di provvedere all'acquisto dell'HDMI o del cavo ottico.

Costruzione

  • Dimensioni: 96 x 10,8 x 8,1 cm
  • Peso: 3,55 kg
  • Potenza: 280 W
  • Canali Audio: 2.0.2
  • Subwoofer: no
  • Funzionalità: Dolby Atmos, Suono Surround con altoparlanti superiori
  • Connettività: Ottico, AUX, USB, HDMI ARC, Bluetooth

Il design della Majority Sierra non riserva grandi soprese, come invece faceva la più economica e funzionale Majority Snowdon II, che, tuttavia, aveva uno scopo ben diverso. Sierra è infatti una soundbar classica, un lungo parallelepipedo dall'estetica minimale, costruito affinché possa mimetizzarsi nel vostro assetto, nei limiti nel possibile.

PVC e legno sono i due materiali che costituiscono la solida qualità costruttiva del prodotto, che di certo non nasconde la natura premium rispetto ad altri prodotti dell'azienda, che appunto cercano di contenere i costi al massimo.

Sul fronte vi sono dei LED che segnalano lo stato della soundbar, dalla modalità di input, al volume: non sono invasivi, quindi potete starne certi sul fatto che non vi distrarranno dalla visione del vostro contenuto su TV. Vale la pena ribadire quanto questa soundbar sia di grandi dimensioni: non pensate di poterla posizionare tra i rialzi di una TV, perché ha bisogno di molto spazio non solo per la sua altezza, ma anche per far "respirare" al meglio i suoi driver superiori.

Sul retro vi è l'angolo della connettività, con i relativi ingressi per l'alimentazione, cavo ottico, jack, ingresso USB e 3 HDMI (compreso l'HDMI ARC). È disponibile la predisposizione per il montaggio a muro grazie a tutto l'occorrente presente in confezione, come già segnalato nel paragrafo precedente.

Il fronte gode di un materiale zigrinato per i driver, così come la parte superiore, mentre il resto della scocca è di un nero lucido che trattiene un po' le impronte.

Infine, nascosti nella zigrinatura superiore, ci sono i comandi per il controllo sulla soundbar, ma è meglio affidarsi al telecomando per una gestione più completa.

Funzionalità

Majority Sierra riesce a raggirare il limite di essere una soundbar sposando una soluzione ad unità driver frontali e superiori, spinte poi dal Dolby Atmos: questo mira a ricreare un effetto surround, perché l'audio viene erogato sia in maniera frontale, sia verso l'alto, rimbalzando così sulle pareti e propagando un audio più coinvolgente. È pur sempre una soundbar, non ci si può aspettare un suono tridimensionale, ma collocandola al posto giusto (e nella giusta stanza) si possono ottenere degli ottimi risultati.

La potenza sonora totale dichiarata è di ben 280 W, notevole anche per coprire senza problemi stanze molto grandi. I sistemi di input sono diversi ed intercambiabili tramite telecomando dedicato: si può collegare la soundbar via jack audio, Bluetooth, HDMI o uscita ottica, oppure è possibile optare per la riproduzione via USB con chiavetta.

In generale, la soundbar in questione se la cava più nei film, considerando che i dialoghi risultano ben più puliti, mentre i bassi fanno certamente il loro dovere, ma non sono di sicuro la parte migliore. L'assenza di un'unità subwoofer si fa sentire, eppure, modificando l'equalizzazione, si riesce ad ottimizzare l'audio in base al tipo di contenuto, anche quelli in cui i bassi sono predominanti. Inoltre, ai volumi più elevati, Sierra fornisce un suono pulito e bilanciato, sintomo che le unità driver sono di qualità. L'abbiamo persino collegata ad una pianola, apprezzando la pulizia degli speaker.

Il telecomando include una serie di opzioni di personalizzazione del suono, come film, musica e dialoghi, pensata per enfatizzare appunto le voci. I LED segnalano comodamente la modalità scelta, oltre al livello di regolazione dei bassi/alti e del volume stesso. Ottima poi la presenza dell'HDMI ARC, così potrete modificare il volume e gestire la TV con un unico telecomando.

Prezzo

Majority Sierra è disponibile su Amazon a 229,95€: spuntando la casella "COUPON", potrete pagarlo il 10% in meno, quindi circa 206,95€. Non è una cifra combattiva come invece lo sono altri prezzi dei prodotti della scuderia Majority.

Majority Sierra - Foto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Majority Sierra

Majority Sierra cade in un limbo: una volta acquistata, ci si chiede se sarebbe stato più saggio spendere di meno per una soundbar più economica e più piccola, o di più per un prodotto più completo. Ed è una delle cose più spiacevoli che può accadere a chi punta spesso alla gamma media. Tuttavia, dopo aver assimilato le qualità di Sierra, le si apprezza: non è la soundbar che consiglieremmo a chiunque, ma è di certo quella che soddisferà chi mira ad una soundbar ben costruita e in grado di cavarsela più che discretamente in ogni tipologia di contenuto, soprattutto nella consumazione di film e serie TV.

Voto finale

Majority Sierra

Pro

  • Altoparlanti frontali e superiori
  • Supporto a Dolby Atmos
  • Buona qualità costruttiva

Contro

  • Bassi non stupefacenti
  • Solo AUX in confezione
  • Situazionale, necessita di spazio in alto

Giorgio Palmieri
Giorgio Palmieri Da oltre 10 anni scrive sulle pagine del network di SmartWorld. Adora la tecnologia come Winnie The Pooh con il miele. Ama scrivere di videogiochi e si occupa di info-commerce, ed è anche particolarmente bello. Almeno, così dice sua madre.

Tutte le news sulla tecnologia su Google News
Ci trovi con tutti gli aggiornamenti dal mondo della tecnologia
Seguici