8.6

Autonomia senza fine e tanta qualità: Marshal Major IV

Giuseppe Tripodi -




Recensione Marshall Major IV

Recensione Marshall Major IV – Marshall è un nome che non dovrebbe aver bisogno di alcuna presentazione tra gli appassionati di audio: l’azienda inglese produce amplificatori dal 1962 e negli ultimi anni si è fatta un nome anche nel mercato consumer con cuffie e auricolari.

Le Major IV sono l’ultimo modello di cuffie on ear, che spiccano per un’autonomia davvero incredibile. Ma non è solo questione di batteria: vediamo quindi come sono fatte e come suonano queste nuove cuffie di Marshall.

Confezione

Nella confezione di vendita troviamo le cuffie, un ottimo cavo per l’ascolto analogico via jack audio (con connettore a L e cavo a molla), un lungo cavo USB/USB-C per la ricarica e un po’ di manualistica.

Quel che manca è un astuccio di qualche tipo per portare le cuffie in giro senza rovinarle. Peccato.

Costruzione e comodità

Se c’è qualcosa che a Marshall di certo non manca è la brand identity: le cuffie Marshall sono iconiche e ben riconoscibili, con la finitura in vinile nero testurizzato che ricopre l’archetto e urla rock ‘n’ roll dal primo sguardo.

Nel complesso la qualità costruttiva è piuttosto buona: i padiglioni in plastica sono il componente meno ricercato, ma vengono compensati da tutto il resto. Alle estremità dell’archetto, una struttura tanto semplice quanto funzionale permette di far scorrere delle guide in metallo, che ci permettono di regolare comodamente l’altezza dei padiglioni. La stessa struttura di cui sopra si ripiega anche su sé stessa, per “richiudere” i padiglioni verso l’interno, riducendo le dimensioni delle cuffie e facilitandone il trasporto in uno zaino.

Si tratta di cuffie on ear, dove il padiglione non circonda l’orecchio ma ci si poggia sopra.

I cuscinetti dei padiglioni, rivestiti in similpelle, sono ben imbottiti e garantiscono una grande comodità. Inoltre, nonostante l’archetto sia praticamente privo di imbottitura, le cuffie sono sorprendentemente comode.

Sarò sincero: non lo avrei detto (anche considerando il paragone con altre cuffie on ear che utilizzo), ma le ho indossate per giornate intere senza alcun fastidio. Probabilmente merito anche del peso contenuto, 165 grammi. Nonostante tutto, però, a volte dopo sessioni prolungate di utilizzo può capitare di avvertire un fastidio, un senso di compressione ai lati.

Sul padiglione destro troviamo i connettori (USB-C per la ricarica e jack audio) e, soprattutto, il joystick multifunzione, con cui controllare le cuffie. Ne parlerò meglio nel prossimo paragrafo, ma per me il joystick è assolutamente promosso: uno dei sistemi più intuitivi e funzionali che mi sia capitato di provare su delle cuffie.

Funzioni e qualità audio

Qualità sonora

Partiamo parlando di qualità audio, decisamente elevata. Prima dei commenti personali, un po’ di specifiche:

  • Driver dinamici da 40 mm
  • Risposta in frequenza 20 Hz – 20 kHz
  • Sensibilità driver 99 dB SPL (100mV @ 1kHz)
  • Impedenza 32Ω

Il risultato è un suono ricco e pieno di dettagli: il profilo sonoro non è esattamente flat, ma con una leggera enfasi su bassi e alti. Insomma, un classico suono V-shaped, che piace a grandi e piccini, perfetto soprattutto per rock, hip hop e musica elettronica.

Un peccato che non ci sia un’app con cui regolare l’equalizzazione, ma nel complesso il suono è sufficientemente equilibrato da funzionare con qualsiasi genere di ascolto.

Prendiamo come riferimento un brano carico di bassi come Teardrop dei Massive Attack: nonostante le basse frequenze la facciano da padrone, lasciano comunque spazio alla voce di Elizabeth Fraser, chiara e udibile sullo sfondo dei battiti profondi.

Le Marshall Major IV hanno Bluetooth 5.0 e supportano i codec AAC e SBC.

Funzioni e controlli

Le Marsjall Major IV non hanno particolari funzioni smart: niente ANC o sensore di prossimità che manda la musica in pausa.

Sono “solo” delle ottime cuffie, con un ottimo sistema di controlli, ossia il joystick multifunzione con cui controlliamo qualsiasi cosa. In particolare, i comandi sono:

  • Clic prolungato: Accensione/Spegnimento/Accoppiamento Bluetooth
  • Clic: Play/Pausa
  • Doppio clic: Assistente vocale
  • Sinistra: Traccia precedente
  • Destra: Traccia successiva
  • Su: Alza volume
  • Giù: Abbassa volume

Prima di provarlo, ero sinceramente convinto che questo sistema di controlli non mi sarebbe piaciuto. E invece non solo mi piace, lo adoro: molto meglio di mille tasti sparsi per le cuffie e anche dei controlli touch. Mi piace il feedback meccanico del joystick e mi piace avere un punto di riferimento chiaro per tutte le interazioni.

A proposito di funzionalità, ci sono due aspetti interessanti da segnalare: il primo è che le Marshall Major IV supportano il multipoint e possono essere quindi connesse a due dispositivi allo stesso tempo. Non smetterò mai di dire quanto è comodo avere le cuffie  collegate al PC e allo smartphone contemporaneamente.

La seconda funzionalità interessante è la possibilità di condividere facilmente la musica. Come la maggior parte delle cuffie Marshall, anche le Major IV possono “fare da ponte” su un altro dispositivo: quando sono collegate via Bluetooth ad una fonte audio, possono ritrasmettere il segnale via jack audio.

È un sistema tanto semplice quanto geniale per condividere un input audio, utilissimo ad esempio per guardare un film insieme al proprio partner in treno senza disturbare nessuno.

Autonomia

L’autonomia è in assoluto uno dei migliori punti di forza di queste Marshall: l’azienda dichiara oltre 80 ore di ascolto via Bluetooth con una singola ricarica.

Sarò sincero: io non lo so se durano davvero più di ottanta ore. Non ho avuto modo di misurarlo e credo che sarebbe oltremodo difficile tenerne traccia. Quel che posso dirvi è che, dopo averle ricaricate al 100%, le sto utilizzando da una decina di giorni, un po’ col cavo e un po’ via Bluetooth, e sono ancora all’80% di batteria. Insomma, direi che l’autonomia è l’ultima cosa della quale preoccuparsi.

Le cuffie supportano anche la ricarica rapida: bastano 15 minuti di ricarica per avere 15 ore di ascolto. La ricarica completa, invece, dura circa 3 ore.

Infine, le Marshall Major IV supportano anche la ricarica wireless: basta poggiare il padiglione destro su un qualsiasi pad di ricarica Qi. Non sono convinto che la ricarica wireless sia così utile su un paio di cuffie (che per di più durano un’eternità), ma magari a qualcuno farà piacere.

Microfoni

I microfoni sono sufficienti ma sicuramente non il top: vanno bene per chiamate all’interno, ma non aspettatevi di poterle utilizzare per telefonate in ambienti molto rumorosi.

Come potete sentire dalla registrazione di seguito, la mia voce si sente bene, ma sembra che le cuffie non adottino alcun sistema di riduzione del rumore ambientale: quando apro l’ rubinetto, lo scrosciare dell’acqua è sempre ben chiaro e non viene attenuato.

Prezzo

Il costo di listino delle Marshall Major IV è di 150€, ma su Amazon si trovano già a 139€: non si può dire che sia un prezzo economico ma, considerando il marchio e la qualità complessiva del prodotto (in termini di audio e non solo), il costo non è eccessivo.

Foto

Giudizio Finale

Marshall Major IV

8.6

Marshall Major IV

Le Marshall Major IV sono delle ottime cuffie on ear, senza troppi fronzoli ma con tanti punti di forza: primo su tutti l'incredibile autonomia (oltre 80 ore dichiarate), che affianca un'ottima qualità sonora e una buona indossabilità. Meritano un plauso anche il joystick multifunzione, incredibilmente comodo per i controlli, e la possibilità di condividere musica tramite jack audio. Peccato invece per l'assenza di una companion app con cui regolare l'equalizzazione. Il prezzo è alto ma non eccessivo: adeguato per portarsi a casa uno dei migliori modelli di cuffie on ear del mercato.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Autonomia ridicolmente elevata
  • Buona qualità audio
  • Joystick multifunzione comodissimo
  • Multipoint
  • Condivisione della musica via jack audio
Contro
  • Un astuccio per il trasporto sarebbe stato apprezzato
  • Niente ANC, pausa automatica o altre funzioni smart
  • Niente companion app con equalizzatore
  • Microfoni mediocri

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.