8.5

Recensione Mass Effect Legendary Edition: un’operazione nostalgia più sensata del previsto

Lorenzo Delli -




Recensione Mass Effect Legendary Edition

Editore Electronic Arts
Sviluppatore BioWare
Piattaforme PS5, Xbox Series X|S, PS4, Xbox One, PC Windows
Versione provata PC
Genere Action RPG
Modalità di gioco Singolo giocatore
Lingua Completamente in Italiano

Chi vi parla è un fan di vecchia data di Mass Effect. Sono fermamente convinto che l’universo creato da BioWare sia uno dei più convincenti e stratificati tra quelli visti nel mondo dei videogiochi. Il cast di personaggi, la trama e tutto ciò che gli fa da contorno sono entrati nell’immaginario collettivo di milioni di giocatori. La dice lunga anche la reazione del pubblico all’annuncio di questa Legendary Edition e la sua popolarità su Steam e le altre piattaforme di gioco.

“Name a more iconic trio… I’ll wait” – Semi-Cit.

Con questo non vi sto dicendo che il giudizio su questa collection sarà positivo a prescindere. Per l’importanza che ha rivestito (e che riveste) Mass Effect nell’universo videoludico, probabilmente, almeno il primo capitolo, avrebbe forse meritato un remake. Stiamo infatti parlando di versioni rimasterizzate dei primi tre giochi della saga. Le differenze, a livello grafico e di interfaccia, si vedono eccome, ma rimane pur sempre un gioco del 2007 con texture ed effetti rinnovati. Non è un problema per chi come me ci ha giocato nel 2007 (o negli anni subito successivi), godendoselo al massimo delle possibilità dell’epoca. Penso più a chi si è avvicinato da poco al mondo dei videogiochi, alle nuove leve insomma, o a chi si approcciato solo di recente avendo a che fare con titoli che a livello grafico (e in certi casi di gameplay) riescono a dare di più.

Gli occhi di Shepard nel primo Mass Effect hanno ancora qualche “problemino”. All’epoca, insieme ad alcune animazioni particolarmente “legnose”, ispirarono tutta una serie di meme.

C’è però una buona probabilità che anche le così dette nuove leve mettano ben presto da parte il contesto grafico per lasciarsi catturare dalla storia, dai suoi personaggi e dell’ambientazione fantascientifica così ben congeniata. La maggior parte del lavoro ad essere sinceri si è riversata sul primo capitolo, ed è ovviamente un bene perché non solo era quello più carente a livello grafico, ma anche a livello di interfaccia e in certe occasioni di gameplay. Con il secondo ed il terzo capitolo alcune componenti RPG sono state snellite (in certi casi anche troppo) e migliorate, facendo sì che la vena action non solo diventasse più importante, ma che risultasse anche più divertente. Tornando al primo Mass Effect, giocarlo in 4K in HDR, senza limitazioni di frame rate, con supporto ai 21:9 degli schermi più larghi e con una rivisitazione più o meno completa dell’intero mondo di gioco (anche a livello di effetti visivi), ha il suo perché. Anzi, finisce che sono proprio Mass Effect 2 e 3 a mostrare più il fianco in certi frangenti.

No, in origine Mass Effect non era così bello.

Tra gli altri miglioramenti che si notano quasi da subito ci sono quelli relativi ai comandi del Mako, all’interfaccia di gioco ottimizzata (ma ancora diversa da quella degli altri due capitoli) e anche alcuni bilanciamenti. Anche l’editor del personaggio è stato migliorato con tutta una serie di opzioni disponibili lungo l’intera trilogia, anche se personalmente ritengo blasfemo giocare con un volto diverso da quello degli Shepard di base (ma son gusti). Se per qualche motivo avete giocato da poco i tre originali noterete probabilmente molti più dettagli di quelli elencati. Come già detto però, Mass Effect 2 e Mass Effect 3 sono quelli che hanno subito le modifiche minori. Certo, anche questi, giocarli in 4K a frame rate sbloccato, è tutta un’altra storia, ma non vi aspettate grandi migliorie grafiche.

Già in Mass Effect 2 il modello di Shepard è leggermente migliorato, ma non vi aspettate chissà quale avanzamento grafico.

Da segnalare anche la presenza di una modalità fotografica. Non è tra le più avanzate in circolazione (tutt’altro) ma vi permette finalmente di rendere giustizia ad alcune scene e agli scontri a fuoco più violenti.

I tre giochi sono raccolti in un unico launcher e ovviamente, oltre all’editor di personaggio condiviso, è possibile giocare i tre capitoli con lo stesso Shepard. Il secondo e il terzo comprendono anche tutti i DLC rilasciati nel corso degli anni, tra cui la Extended Cut di Mass Effect 3 che ampliava il tanto discusso finale. E non solo, a breve dovrebbe arrivare anche il comparto multigiocatore. Ma la cosa più bella è che ora come ora acquistare i tre giochi originali, senza tutti i vantaggi offerti dalla Legendary Edition, vi costerebbe di più. Vero è che con alcune mod (non ufficiali) le versioni PC di Mass Effect 2 e 3 potrebbero risultare quasi migliori di quelle proposte nella nuova edizione, ma non avreste comunque a disposizione tutti i DLC né tanto meno un primo capitolo così restaurato.

Dark Souls? Sekiro?! I veri giocatori si sono temprati a guidare i Mako nel 2008! Da notare tra l’altro il dettaglio delle gocce d’acqua.

Anche perché non è da sottovalutare il fatto che la collection in questione si può giocare su console. Su PS4 e Xbox One i tre capitoli della saga non sono mai stati pubblicati, figuriamoci su PS5 e Xbox Series X|S. L’unico appunto che gli si può fare è che a questo punto la Legendary Edition, visti anche i lavori “minori” sugli ultimi due capitoli, poteva includere anche Mass Effect Andromeda. Ah, occhio che, almeno su PC, la collezione pesa più di 100 GB.

Giudizio Finale

Mass Effect Legendary Edition

8.5

Mass Effect Legendary Edition

Mass Effect Legendary Edition non è solo un'operazione nostalgia "senza arte né parte". Di fatto proietta tre, meravigliosi Action RPG nell'epoca moderna, permettendo all'utenza di goderseli sulle più attuali console di gioco. E anche su PC, grazie alle texture in 4K, le migliorie grafiche, il frame rate sbloccato e il supporto all'HDR e agli schermi wide fa la sua sporca figura. Certo, la grafica mostra comunque il fianco in più di un'occasione, ma a un'epopea del genere gli si perdona anche questo.

di Lorenzo Delli
Pro
  • I tre capitoli e tutti i DLC in un unico launcher
  • Il primo è decisamente migliore
  • Finalmente anche su console attuali
Contro
  • Il secondo e il terzo meritavano qualche miglioria in più
  • Non ci sarà mai più una saga bella come questa

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.