8.9

Recensione Logitech MX Anywhere 3: il mouse universale (foto)

Nicola Ligas




Recensione Logitech MX Anywhere 3

Dopo aver rinnovato il suo mouse di punta lo scorso anno, parliamo di MX Master 3, Logitech pensa anche alla sua serie “portatile”, con il nuovo MX Anywhere 3, un mouse che eredita tutte le migliori qualità del fratello maggiore, in un formato più compatto ed un po’ più adatto anche ai mancini. Stai a vedere che è lui quello da prendere!

8.0

Confezione

Nessuna sorpresa dalla confezione di MX Anywhere 3. Mouse, dongle unifying e cavetto USB-C. Nel caso non sapeste cosa sia il dongle in questione, si tratta di un mezzo per sopperire all’eventuale assenza del Bluetooth o per avere maggiori performance (la differenza, al netto di problemi del Bluetooth, è praticamente impercettibile). Di fatto è un piccolo ricevitore con porta USB-A che vi permetterà un collegamento wireless del mouse a bassa latenza e particolarmente efficiente.

Considerando che parliamo di un mouse “da viaggio”, una bustina dove riporlo era quasi d’obbligo, tanto più che smarrire il dongle unifying è questione di un attimo.

9.0

Esperienza d'uso

MX Anywhere 3 non è nulla di rivoluzionario, non dopo aver provato MX Master 3 almeno, e va bene così. Il nuovo mouse di Logiteh rimane infatti fedele a sé stesso, ovvero piccolo, leggero, con linee simmetriche e stondate. Al contrario di MX Master 3 infatti, MX Anywhere 3 è adatto anche all’uso da parte dei mancini, seppure sacrificando i pulsanti avanti/indietro, che sono sul fianco sinistro per essere premuti dal pollice destro (ma davvero i mancini sono così pochi da non rendere conveniente la realizzazione di due versioni del mouse?).

Personalmente lo trovo anche più comodo di MX Master 3 nell’uso di tutti i giorni, proprio perché più piccolo e leggero; se però vi piacciono i mouse dove il palmo appoggia completamente, questo non fa ovviamente al caso vostro. È però meno indicato del fratello maggiore per giocare, non per un fatto tecnico, ma per l’impugnatura un po’ meno salda, e se aveste la mano grande potreste trovarlo anche un po’ piccolo.

Rimane sempre la possibilità di collegare il mouse a 3 dispositivi Bluetooth diversi, con switch posto sulla base dello stesso. Laddove prima c’erano due pulsanti però, uno per passare da un device all’altro ed uno per l’accoppiamento, ora MX Anywhere 3 fa tutto con un unico pulsante: pressione breve = cambio dispositivo, pressione prolungata = accoppiamento.

Rimane anche il software Logitech Options, che vi consente di personalizzare ciascuno dei tasti del mouse anche a seconda dell’app in esecuzione (ci sono profili predefiniti per Photoshop, Premiere Pro, Final Cut Pro, Chrome, Safari e Microsoft Word, Excel e PowerPoint, ma potete aggiungere qualsiasi software presente sul vostro PC) e di attivare Flow, ovvero una funzione (qui in dettaglio) che vi consentirà di passare da un PC ad un altro semplicemente spostando il cursore oltre il bordo dello schermo. Funziona anche da Windows a Mac, a patto che Logitech Options sia installato su entrambi, e vi consente non solo un passaggio rapidissimo tra due dispositivi diversi, ma anche di scambiare file da uno all’altro con un semplice copia/incolla. Ma queste sono tutte funzioni software proprie di ogni recente mouse Logitech.

La vera forza di MX Anywhere 3 è la rotellina MagSpeed, presa in prestito dal fratello maggiore. La sua comodità è una cosa alla quale non vorrete più rinunciare. Precisissima nello scrolling, con un feedback aptico perfetto: non troppo marcato, non troppo morbido. Scorrere ogni pagina è adesso più facile che mai, perché vi fermerete esattamente dove volete, non una riga prima, non una dopo. E quando avrete bisogno di maggiore velocità, magari per andare in fondo ad una pagina bella lunga, basterà dare un colpo più deciso e la rotellina perderà attrito, scorrendo quasi all’infinito, per farvi arrivare velocemente dove volete. La magia del magnetismo!

Ed oltre ad essere sia precisa che veloce (un connubio non facile da realizzare), i materiali della rotellina sono la ciliegina sulla torta. MagSpeed è infatti realizzata in acciaio lavorato, laddove il resto del mouse è in plastica e silicone morbido (ai lati). E se pensate che manchi lo scrolling orizzontale, vi sbagliate. Tenendo premuto il tasto indietro, sul fianco del mouse, lo scorrimento avviene infatti in orizzontale, rendendo di fatto MX Anywhere 3 versatile quanto il modello master.

Inoltre, il sensore del mouse (200 – 4.000 dpi) è in grado di rilevare correttamente il puntamento su qualsiasi superficie, anche su quelle riflettenti e trasparenti, consentendovi di usare davvero il mouse dove volete. L’unico modo in cui potete metterlo un minimo in difficoltà è con una superficie scanalata. Se il piano d’appoggio è liscio (o quasi), il rilevamento è impeccabile anche su materiali difficili, ma se fosse appunto un po’ scanalato, quando il mouse passa sulle fenditure potreste notare qualche minimo scatto nello sposamento del puntatore. Stiamo cercando un po’ il pelo nell’uovo, ma del resto Logitech punta alla “perfezione”, quindi è giusto valutare ogni eccezione.

Infine l’autonomia è come sempre buona. Tendenzialmente non dovete pensare a ricaricarlo: una volta ogni 2 mesi (a spanne) potrebbe presentarsi questa necessità, e allora basterà collegarlo ad un cavo Type-C per caricarlo in poco tempo (dopo un solo minuto avrete già 3 ore di utilizzo)

7.5

Prezzo

MX Anywhere 3 costa 92,99€, ed è disponibile sul sito Logitech, sia in versione PC che in versione Mac (si tratta solo di un fatto di migliore compatibilità, non ci dovrebbero essere differenze hardware). Il prezzo è abbastanza elevato, soprattutto nell’ottica di un secondo mouse, da usare principalmente in mobilità. Certo è che le periferiche di input sono molto importanti ed una volta che avrete comprato un mouse di questo livello, sarete a posto per anni in tutti i vostri spostamenti, e non solo. Su Amazon lo trovate ad 89€, ma è arrivato da pochissimo, quindi ci vorrà ancora un po’ di tempo per un eventuale calo di prezzo, ma almeno potrete scegliere fra tre colori diversi: bianco, nero e… rosa!

Foto

Giudizio Finale

Logitech MX Anywhere 3

8.9

Logitech MX Anywhere 3

MX Anywhere 3 rende davvero onore al suo nome. È un mouse che potrete usare ovunque, perché anche le superfici trasparenti per lui non sono un problema. E poi c'è la precisione della rotellina MagSpeed che non teme davvero paragoni e che rende piacevole scorrere documenti ed usare applicazioni e strumenti di precisione. E grazie ad una combo di tasti potrete usarla anche per lo scrolling orizzontale. E se questo non bastasse, l'autonomia non è un problema, dato che lo ricaricherete una volta ogni 2 mesi. E poi c'è un ottimo software a corredo, che vi permette di personalizzare ogni pulsante ed anche di avere azioni specifiche a seconda dell'applicazione. E poi, e poi e poi... che altro dobbiamo dirvi per convincervi che sia uno dei migliori mouse portatili in circolazione? E poi se costasse meno...

di Nicola Ligas
Pro
  • Compatto ma completo
  • MagSpeed impeccabile
  • Funziona su praticamente ogni superficie
  • Sempre ottimo software a corredo
Contro
  • Prezzo elevato
  • No rotellina per scrolling orizzontale (ma c'è una gesture)
  • Per alcuni potrebbe essere troppo piccolo
  • Non del tutto per mancini

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.