8.5

Recensione Nacon CL-700 OM e GM350L, tastiera ottico-meccanica e mouse gaming

Lorenzo Delli -




Recensione Nacon CL-700 OM e GM-350L

CL-700 OM e GM350L: due sigle che, dette così, significano davvero poco, ma che nascondono in realtà due prodotti davvero niente male. Si tratta di una tastiera meccanica (per la precisione ottico meccanica) e di un mouse gaming cablato prodotto da Nacon, un marchio espressamente dedicato ad accessori gaming di cui potreste aver già letto qualcosa proprio qui sulle pagine di SmartWorld. Scopriamoli insieme!

8.5

Nacon CL-700 OM

Iniziamo dalla tastiera. Come già accennato si tratta di una tastiera ottico-meccanica. Una tecnologia del genere non dovrebbe spaventare i puristi delle tastiere meccaniche: semplicemente, si fa per dire, l’azionamento del tasto passa attraverso un raggio di luce. L’interruzione del raggio corrisponde ad un segnale che viene convertito dal computer nell’azione da svolgere. C’è comunque una componente meccanica, c’è ancora il classico clic rumoroso che caratterizza le tastiere meccaniche e in generale richiedono meno forza di pressione per l’attivazione.

Per la precisione il modello di Nacon sfrutta switch di tipo Blue Kailh, molto simili agli Cherry MX Blue anche se necessitano di più forza per l’attivazione del tasto: 50 grammi in tutto. E come gli Cherry MX Blue emettono un suono ben distinguibile, tanto da non consigliare l’utilizzo della tastiera di Nacon in ambienti lavorativi affollati, come sto facendo mentre vi scrivo queste righe attirando l’odio di tutti i colleghi. La CL-700 OM di Nacon ha qualche altra freccia niente male al suo arco: può vantarsi di avere un anti-ghosting completo e ogni tasto ha la sua retro-illuminazione e un ciclo di vita di 50 milioni di pressioni.

Veniamo un attimo alla retro-illuminazione. Grazie al software proprietario è possibile scegliere fra una serie di effetti che spaziano tra i classici “Respiro“, “Pioggia” e “Onda“, ma di fatto è anche possibile personalizzare al massimo la tastiera colorando ogni singolo tasto diversamente scegliendo tra i classici 16,7 milioni di colori disponibili. È possibile memorizzare fino a 8 diversi profili, permettendo quindi anche la creazione di profili gaming, lavorativi o personalizzati per singoli videogiochi. I profili permettono anche la disabilitazione di qualsiasi tasto vogliate della tastiera o anche l’assegnazione di eventuali task, come l’apertura di un programma, comandi multimediali e macro. A proposito delle macro, sempre tramite il software è possibile crearne quante volete e assegnarne fino a 5 a qualsiasi tasto vogliate. Massima personalizzazione quindi, con un po’ di pazienza però. Il software non è propriamente una bellezza

Ma tralasciando un momento switch e software, come si presenta la tastiera? Più che discretamente. Sul retro troviamo un ampio cavo ricoperto di tessuto lungo 1,5 metri, e la scocca superiore è realizzata in metallo. Si tratta di un modello completo, comprensivo quindi di tastierino numerico. Ai lati troviamo altre due strisce led che seguono il tema o il colore scelto per il resto dei pulsanti. Non ci sono particolari soluzioni per incrementare la comodità, come cuscinetti o simili, e la confezione non riserva grandi sorprese. Peccato anche per l’assenza di pulsanti speciali dedicati, magari da abbinare proprio alle macro o a funzioni personalizzate.

Per quanto riguarda la manutenzione, rimuovere i pulsanti e reinserirli nel loro switch è piuttosto facile. Come ogni tastiera meccanica tende ad accumulare facilmente la polvere, visti i tasti rialzati, ma come già accennato la manutenzione non è affatto complicata. Nacon CL-700 OM ci ha fatto compagnia a questo punto per svariate settimane, sia in ambito gaming (con Overwatch, Fallout 76 e Battlefield V) che in quello lavorativo. È un vero piacere scrivere nonostante la resistenza applicata dai tasti (ci sono switch ben “peggiori” comunque), e in generale l’inclinazione della tastiera, la distanza dei tasti e altre scelte di disposizione favoriscono l’ergonomia generale.

Quando si cambia tastiera di solito ci vuole un po’ per abituarsi, non con questo modello (almeno nel nostro caso). L’unico vero difetto di questo modello di tastiera Nacon riguarda la reperibilità. Il modello a nostra disposizione vanta il layout italiano, ma sul web è praticamente impossibile da trovare se non con layout francese, spagnolo o tedesco, ed è strano visto che Nacon Italia la pubblicizzava sui propri canali giusto questa estate. L’unica soluzione è rivolgersi ai negozi fisici: da quanto ci ha detto la stessa Nacon è al momento reperibile da Gamestop (non online). Il prezzo di listino aggiornato è pari a 79,99€.

9.0

Nacon GM-350L

Il GM-350L di Nacon è un mouse gaming che per la verità è in circolazione da un bel po’ di tempo, ma abbiamo colto l’occasione per provarlo a fianco della tastiera di cui vi abbiamo parlato finora. E in questo caso non ci sono problemi di reperibilità, visto che può essere tranquillamente acquistato su Amazon o da altri shop a un prezzo piuttosto vantaggioso. Ci torniamo a breve.

Si tratta di un mouse molto particolare e, ovviamente, molto vistoso. Vanta diversi LED, sparsi un po’ per tutto il corpo: ci sono strisce colorate, un pulsante centrale (che poi è quello per variare i DPI), il logo Nacon e persino dei LED aggiuntivi nella scocca inferiore che, in teoria, dovrebbero riflettere la luce sulla vostra scrivania. Peccato che non siano controllabili singolarmente, ma comunque la colorazione dei LED stessi, oltre ad avere una funzionalità estetica, è anche utilE a capire quale profilo DPI stiamo utilizzando. Alcuni mouse utilizzano dei mini display (anche delle varianti prodotte da Nacon), altri ancora mandano delle notifiche sullo schermo del PC ogni qualvolta si cicla tra i DPI; tramite il software del GM-350L si può invece abbinare ai colori le configurazioni che più vi aggradano.

Si tratta di un mouse cablato: anche in questo caso troviamo un cavo protetto da tessuto lungo 1,80 metri. Sulla parte inferiore troviamo un sensore laser Avago 9800 che vi permette di impostare risoluzioni da 250 fino a 8200 dpi e fino a 1000 Hz di polling rate. Vi assicuriamo che le prestazioni sono all’altezza anche dei gamer più incalliti, ma c’è una particolarità su cui ci dobbiamo per forza soffermare. Il mouse di Nacon vanta una base metallica di un colore oro piuttosto vistoso che incrementa il peso complessivo del mouse. Per intenderci, è ben più pesante di un mouse gaming di Razer o altri marchi, circa 165 grammi in tutto. Ciò significa che dovrete regolare i dpi non solo in base alle vostre abitudini, ma anche in relazione al peso del mouse. Giusto per fare un esempio, di solito utilizzo il Razer Mamba a 1800 dpi, mentre con il GM-350L lo uso a ben 2250 dpi.

La rotellina si lascia usare piacevolmente emettendo il classico feedback rumoroso da rotazione per ogni scatto, ma purtroppo non è possibile regolarne durezza/morbidezza. Non è neanche possibile regolare la durezza dei tasti sinistro e destra, caratteristica presente solo su mouse top di gamma, ma a parte questo non ci sono altri difetti da additargli. Sono piuttosto lunghi e percepiscono la pressione in praticamente qualsiasi punto restituendo un clic sufficientemente rumoroso. Sul lato sinistro ci sono tre pulsanti programmabili: in tutto, contando anche il pulsante normalmente adibito ai dpi, i due classici e la rotellina, abbiamo in tutto 7 pulsanti programmabili. Di fatto poi, visto il suo form factory pensato per l’ergonomia e per permettere a tutta la mano di poggiarvisi comodamente, non è utilizzabile da utenti mancini.

Il software è leggermente più rifinito di quello della tastiera, è comunque molto elementare ma in grado di svolgere il suo “sporco” dovere. Alcuni dei parametri modificabili ve li abbiamo già anticipati. Tra le altre cose è possibile creare macro, regolare luminosità ed eventuali effetti da far compiere ai led del mouse, creare più profili e altre cose che ci si aspetterebbero da un software del genere. Venendo infine al prezzo, come accennato inizialmente si tratta di uno dei punti di forza del prodotto. Il prezzo di listino aggiornato ammonterebbe a 49,99€, ma su Amazon è possibile acquistarlo a 37,49€, un prezzo più che ottimo per un mouse del genere. Da quanto si legge in rete poi, nei negozi fisici talvolta è possibile scovarlo a prezzi addirittura più vantaggiosi.

Foto Nacon CL-700 OM

Foto Nacon GM-350L

Giudizio Finale

Nacon CL-700 OM e GM-350L

8.5

Nacon CL-700 OM e GM-350L

Un'accoppiata che ci ha sorpreso in positivo. Con una spesa nemmeno troppo esosa, almeno rispetto a molti concorrenti, vi portate a casa una tastiera meccanica perfetta per lavorare e giocare dotata, tra le altre cose, di un grado di personalizzazione particolarmente elevato, ed un mouse gaming dotato di quasi tutti i comfort. Peccato solo per la qualità (ma non le funzionalità) dei software e per la scarsa reperibilità della tastiera che, se non fosse per le orecchie dei miei colleghi, continuerei ad utilizzare giornalmente.

di Lorenzo Delli
Pro
  • Tastiera (CL-700 OM)
    • Personalizzabile al massimo
    • Solida
  • Mouse (GM-350L)
    • Prezzo goloso
    • Ottime performance
Contro
  • Tastiera (CL-700 OM)
    • Mancano pulsanti speciali
    • Software "bruttino"
  • Mouse (GM-350L)
    • Non si può regolare la durezza di clic e rotellina
    • Non per mancini