8.0

New Nintendo 2DS XL, la recensione (foto e video)

Lorenzo Delli -




Recensione New Nintendo 2DS XL

È disponibile dal 28 luglio anche in Italia e si propone non solo come la versione di riferimento per le console portatili di casa Nintendo, ma anche come valido sostituto delle precedenti versioni 2DS e perché no anche delle versioni 3DS. I suoi punti di forza? Portabilità, compatibilità con tutti i giochi di vecchia e di nuova generazione e prezzo aggressivo. Scopriamo insieme il New Nintendo 2DS XL!

LEGGI ANCHE: Nintendo Switch


8.0

Confezione

La confezione di New Nintendo 2DS XL offre tutto il necessario per godersi sin da subito l’esperienza di gioco. Oltre alla console troviamo un piccolo ma corposo manuale, una selezione di carte per sfruttare le funzionalità di realtà aumentata del DS, e l’alimentatore con cavo integrato e presa proprietaria per la ricarica. Dulcis in fundo anche una microSD da 4 GB utile per la memorizzazione di eventuali giochi in formato digitale e altri dati. Ovviamente potrebbe tornarvi utile una microSD ben più capiente, ma è comunque un inizio. Ah, se non la trovate nella confezione è perché è già inserita nella console, idem dicasi per il pennino già inserito nell’apposita fessura.

8.0

Costruzione ed estetica

New Nintendo 2DS XL nasce con tutta probabilità da due fattori: la scarsa maneggevolezza di Nintendo 2DS e la volontà di realizzare un prodotto valido quanto il 3DS ma senza appunto l’effetto di tridimensionalità non apprezzato da tutti gli utilizzatori. In tal senso Nintendo ha svolto egregiamente i compiti a casa. 2DS XL è più compatto e più leggero (di ben 70 g) di 3DS XL, e soprattutto sposa il medesimo design a conchiglia di quest’ultimo garantendone appunto una maggior portabilità.

Plastica rigida protegge sia il guscio esterno che le sezioni interne che circondano pulsanti e display. In generale comunque restituisce una buona sensazione di solidità. Ottima anche la fattura dei pulsanti, compresi i quattro dorsali e la simil-levetta analogica posta sul lato sinistro. Sul lato frontale troviamo un bel po’ di roba: jack audio da 3,5 mm affiancato dall’alloggiamento per la stylus, lo sportellino dove troverete lo slot per la microSD (con quella in dotazione già inserita) e il vano dove inserire le cartucce, tasto di accensione/spegnimento con led per la notifica della carica e della connessione e i due speaker stereo.

Proprio gli speaker e la fotocamera frontale si trovano in una posizione diversa da quella a cui siamo normalmente abituati. La fotocamera è collocata stavolta nella cerniera, permettendo una ulteriore riduzione delle dimensioni (di solito era posizionata sopra il display principale). La posizione degli speaker è leggermente infelice, nel senso che a seconda dell’impugnatura potreste tapparli riducendo sensibilmente il volume.

Sul retro troviamo i pulsanti dorsali a cui abbiamo già fatto cenno e una coppia di fotocamere che permettono di realizzare scatti in 3D. Peccato che non siano visualizzabili sul modello in questione, un 2DS appunto. Sul lato sinistro infine troviamo lo slider per il volume. La cerniera a cui abbiamo fatto già cenno sembra solida come il resto del dispositivo, ma non garantisce stabilità allo schermo principale. Anche alla massima estensione basta scuotere leggermente il dispositivo per vedere lo schermo traballare. Niente di trascendentale comunque, durante le vostre sessioni di gioco, a meno di particolari arrabbiature, lo schermo se ne starà bello che fermo.

Non c’è molto altro da dire, se non che i nuovi colori scelti per questa versione non ci dispiacciono affatto. Abbiamo optato per il modello nero/turchese, che sfrutta proprio il turchese per far risaltare quasi tutti i pulsanti. Il modello alternativo è invece bianco/arancio.

Hardware

Su dispositivi del genere l’hardware conta ben poco, ma per i più curiosi abbiamo raccolto comunque alcune delle più importanti specifiche tecniche reperibili in rete. Grazie all’hardware presente le prestazioni sono praticamente identiche a quelle del 3DS XL, e il doppio della RAM rispetto al 2DS standard (che ne ha solo 128 MB) aiuta non poco.

  • Schermo Principale: LCD 4,88″ 400 x 240 pixel, 16,7 milioni di colori
  • Schermo secondario: 4,18″ 320 x 240 touch screen (resistivo)
  • CPU: 4 x VFPv2
  • GPU: ARM11 MPCore quad core 804 MHz
  • RAM: 256 MB FCRAM, 10 MB VRAM
  • Memoria interna: 4 GB (microSD)
  • Sensori e connettività: NFC, giroscopio, 802.11 b /g
  • Batteria: 1.300 mAh
  • Dimensioni: 160 x 86,3 x 20,3 mm
  • Peso: 260 g

6.0

Display

Mettiamola così: chi compra un Nintendo 3DS o un 2DS sa più o meno a cosa va incontro. Se però finora non avete mai acquistato una console portatile appartenente a questa famiglia, potreste rimanere fortemente delusi dagli schermi presenti. Quello principale è un LCD da 4,88″ con risoluzione pari a 400 x 240 pixel. L’ampiezza è più che sufficiente, considerato anche che c’è un display secondario da 4,18″ ad incrementare la superficie di gioco. La resa però è tutt’altro che ottima. L’angolo di visione è praticamente pari a zero (stiamo volutamente esagerando, ma neanche più di tanto), e data la risoluzione è veramente facile accorgersi dei singoli pixel che lo caratterizzano. Siamo abituati male, e la colpa è anche degli smartphone.

Nintendo comunque sceglie display del genere non tanto per discorsi economici (ci sono smartphone da 100€ dotati di schermi full HD), quanto più per l’hardware che caratterizza questo genere di dispositivi, perfetti per lavorare a risoluzioni ridotte e per mantenere quindi prestazioni più che ottimali. Giocando in casa comunque non avrete grossi problemi, ma sotto la luce diretta del sole, anche per colpa di una luminosità non troppo alta e dei riflessi, potreste avere qualche difficoltà. La resa cromatica però non è affatto malvagia

6.5

Software

La famiglia 3DS si offre anche come strumento multimediale in grado di proporre un gran numero di funzionalità aggiuntive. Il problema è che difficilmente interessano agli utenti! Oltre alle impostazioni e allo store virtuale dove acquistare nuovi titoli o scaricare demo gratuite, avrete a disposizione un classico browser, un player musicale con funzionalità di registrazione, il tool per la creazione dei Mii, il software per la gestione delle fotocamere posteriori e qualche altra piccola chicca.

Ci sono però tre cose che ci hanno fatto storcere il naso. La prima riguarda la regolazione della luminosità, che non si trova tra le impostazioni della console ma nelle Impostazioni del menu Home, insieme a tante altre impostazioni più o meno importanti. Una scelta contro intuitiva che non ha una vera e propria giustificazione. La seconda riguarda tutta la famiglia 3DS, e non solo questo modello: la necessità di un Nintendo Network ID diverso da quello utilizzato su Nintendo Switch, un’altra scelta ben poco intuitiva che obbliga alcuni utenti ad avere due account. Come se non bastasse durante i primi utilizzi della console, potreste trovarvi ad installare un applicativo che potrebbe scaricare in automatico demo. Fate quindi molta attenzione ai vari messaggi a schermo che appariranno.

8.0

Autonomia

La batteria da 1.300 mAh garantisce al New Nintendo 2DS XL un’autonomia niente male. In standby il consumo è particolarmente ridotto, a patto che chiudiate gli applicativi o i giochi in esecuzione. In esecuzione a livello massimo di luminosità e di volume potrete giocare per più di 3 ore filate. Attivando la modalità di risparmio energetico ovviamente l’autonomia ne risente, in modo positivo ovviamente.

8.0

Prezzo

Il prezzo di lancio di New Nintendo 2DS XL ammonta a 149,99€, un prezzo più che bilanciato visto quanto evidenziato finora. C’è da dire che il modello 3DS XL online raggiunge prezzi molti simili, e che il modello 2DS classico, ben più scomodo di questo, si trova addirittura sotto i 100€. New Nintendo 2DS XL ha però in mente un target ben specifico, e il prezzo, come già specificato, non è affatto male.

Acquisto

Potete acquistare New Nintendo 2DS XL da ePRICE al prezzo di lancio, ovvero 149,99€.

Foto

Giudizio Finale

New Nintendo 2DS XL

8.0

New Nintendo 2DS XL

Se non avete mai posseduto una console della famiglia 3DS, questo New 2DS XL potrebbe essere un ottimo punto di partenza. Ottima portabilità, schemi ampi quanto quelli del 3DS XL, ottime prestazioni, autonomia più che discreta. Tenete di conto comunque che gli schermi potrebbero apparirvi datati, specialmente se avete avuto per le mani Nintendo Switch. Detto questo è inutile girarci troppo intorno: se volete giocare ai titoli della serie Pokémon, o comunque alle tante esclusive che Nintendo continua a sfornare per le sue console portatili, siete di fronte ad un prodotto che fa il suo sporco dovere senza troppi sé e troppi ma.

di Lorenzo Delli
Pro
  • Più compatto e leggero del 3DS XL
  • Prestazioni simili (se non identiche) al 3DS XL
  • Prezzo
Contro
  • Schermi datati
  • Qualche difetto di troppo a livello software
  • Posizione degli speaker