MSI GeForce RTX 4070 Ti SUPER, benchmark e recensione: ancora più golosa con 16 GB di VRAM

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Tech Master
MSI GeForce RTX 4070 Ti SUPER, benchmark e recensione: ancora più golosa con 16 GB di VRAM

Dopo aver visto in azione la RTX 4070 SUPER, passiamo alla seconda scheda video svelata da NVIDIA in occasione del CES di Las Vegas. Stiamo ovviamente parlando della GeForce RTX 4070 Ti SUPER, un aggiornamento della versione Ti del 2023 che porta con sé diverse migliorie hardware. Di questa scheda non esiste una versione Founders Edition (ovvero prodotta direttamente da NVIDIA), di conseguenza i nostri test sono stati eseguiti su un modello prodotto da MSI, una VENTUS 3X a tripla ventola. Vediamo come se l'è cavata in benchmark e test gaming di vario tipo!

PRO

  • Prestazioni in linea con le aspettative e anche più consistenti di quelle registrate con la 4070 SUPER
  • Temperature e consumi sempre molto ridotti
  • Tutti i vantaggi della serie 40, come il Frame Generation e il Ray Reconstruction
  • Performance solide anche con software professionali
  • Il prezzo non è aumentato

CONTRO

  • Alcune versioni avranno prezzi molto vicini alla 4080 SUPER FE
  • Se avete già una RTX serie 40 non c'è ragione di passare alle SUPER
  • È ancora una strana via di mezzo fra una 4070 e una 4080

INDICE

Unboxing GeForce RTX 4070 Ti SUPER 16G VENTUS 3X

Della GeForce RTX 4070 Ti SUPER non esiste una versione Founders Edition. Quella nelle nostre mani è una GeForce RTX 4070 Ti SUPER 16G VENTUS 3X di MSI, un modello tri-ventola destinato al mercato statunitense che da noi verrà venduto nella sua variante OC. Nella confezione, oltre alla scheda video, ci sono l'adattatore per la serie 40 con sdoppiatore e una staffa di sostegno da collegare al case, subito sotto la scheda. È una soluzione che avevamo già visto quando provammo la RTX 4070 Ti GAMING X TRIO di MSI più di un anno fa. Essendo una scheda a 2,5 slot da oltre un chilo, ci sta che lo slot PCIe soffra nel tempo, e avere un sostegno in più può far comodo.

Caratteristiche tecniche

Vediamo come prima cosa le caratteristiche tecniche di questa MSI GeForce RTX 4070 Ti SUPER 16G VENTUS 3X. La scheda è ovviamente basata su architettura Ada Lovelace a 4 nm. Si inizia con gli upgrade: si passa dai 12 GB di memoria dedicata della 4070 Ti ai 16 GB GDDR6X della variante SUPER, un miglioramento graditissimo soprattutto per chi vuole usare la scheda con impostazioni gaming spinte e anche per chi non disdegna operazioni di tipo professionale/lavorativo. Ma non finisce qui.

  • Architettura: Ada Lovelace
  • Processo produttivo: 4 nm TSMC NVIDIA Custom Process
  • Transistor: 45,9 miliardi
  • CUDA Core: 8.448
  • Tensor core: 264 (4a generazione)
  • RT core: 66 TFLOPS (3a generazione)
  • Memoria video: 16 GB GDDR6X
  • Ampiezza interfaccia di memoria: 256-bit
  • Memory Bandwidth: 716,8 GB/s
  • Base Clock: 2.340 MHz
  • Boost Clock: 2.610 MHz
  • L2 Cache: 64 MB
  • Display supportati: fino a 4
  • Risoluzione massima: 4K@240 Hz o 8K@60 Hz
  • Interfaccia: PCI-Express 4.0 x8
  • Connettività: 1x HDMI 2.1a, 3x DisplayPort 1.4a
  • Raffreddamento: TORX Fan 4.0 x3, AirFlow Control, baseplate in rame
  • Form Factor: 2,5 slot
  • Dimensioni: 308 x 120 x 52 mm (circa)
  • Peso: 1.107 g
  • TGP: 285 W
  • PSU raccomandato: 700 W

Rispetto alla 4070 Ti, la variante SUPER ha più CUDA Core, più Tensore Core, più Ray Tracing Core, maggior ampiezza dell'interfaccia di memoria (e anche più ampiezza di banda) e, come già accennato, anche più memoria dedicata, il tutto mantenendo lo stesso TGP.

Un bell'upgrade hardware insomma, che si traduce anche in performance migliori. Ma quello lo vediamo a breve.

Sul retro troviamo una porta HDMI 2.1 e 3 DisplayPort v1.4a, con supporto per risoluzioni 4K fino a 240 Hz o 8K fino a 60 Hz. Le dimensioni di questa versione di MSI sono più compatte rispetto alla GAMING X TRIO che provammo un anno fa, tant'è che va a occupare 2,5 slot invece di 3 pesando quanto una 4070 SUPER Founders Edition.

Il design termico è pensato per tenere quanto più fresca possibile la GPU. È una scheda dotata di tre ventole TORX 4.0 con lame unite a coppia (a detta di MSI aiuta a focalizzare il flusso d'aria), una piastra in rame nichelato a stretto contatto con GPU e moduli memoria, tubi di calore che partono subito dalla piasta, e radiatore con controllo del flusso d'aria dato da vari deflettori già utilizzati da MSI in altre schede.

Vedremo meglio nella sezione dedicata alle temperature registrate durante i test.

Il consumo energetico è lo stesso della 4070 Ti del 2023: 285W di picco, 700W di alimentatore consigliato. Per il collegamento all'alimentatore è sempre sufficiente un doppio cavo PCIe a 8-pin con adattatore serie 40. Se invece avete alimentatori più attuali con il nuovo connettore a 12 pin fino a 600W potrete usare un cavo singolo.

Vediamo anche le specifiche tecniche salienti della RTX 4070 Ti SUPER a confronto con la 4070 SUPER e la 4080 del 2023.

  RTX 4080 RTX 4070 Ti SUPER RTX 4070 Ti
Architettura Ada Lovelace Ada Lovelace Ada Lovelace
Processo produttivo 4 nm TSMC 4 nm TSMC 4 nm TSMC
CUDA Core 9.728 8.448 7680
Tensor core 304 di 4° generazione 264 di 4° generazione 240 di 4° generazione
Ray Tracing Core 76 di 3° generazione 66 di 3° generazione 60 di 3° generazione
Base Clock 2,20 GHz 2,34 GHz 2,31 GHz
Boost Clock 2,50 GHz 2,61 GHz 2,61 GHz
Memoria video 16 GB GDDR6X 16 GB GDDR6X 12 GB GDDR6X
Ampiezza interfaccia memoria 256 bit 256 bit 192 bit
Interfaccia PCIe 4.0 PCIe 4.0 PCIe 4.0
TGP 320W 285W 285 W
PSU raccomandato 700W 700W 700 W

Software e Funzionalità

La GeForce RTX 4070 Ti SUPER 16G VENTUS 3X di MSI appartiene alla serie 40 di NVIDIA, e di conseguenza ha accesso alle sue varie tecnologie, come ad esempio:

  • DLSS 3 (Frame Generation): tecnologia esclusiva della serie 40 che, nei giochi compatibili, si occupa di generare fotogrammi aggiuntivi ex-novo aumentando le prestazioni senza influire sulla qualità dell'immagine.
  • DLSS 3.5 (Ray Reconstruction): la più recente fra le tecnologie di NVIDIA. Si tratta di una tecnica di denoising da usare in combinazione con la Super Resolution (il DLSS 2) per migliorare la resa del Ray Tracing. Si usa soprattutto in combinazione con il Path Tracing, ovvero il Full Ray Tracing.
  • NVIDIA Reflex, Broadcast, Canvas, iCAT
  • NVIDIA Studio Driver, ovvero i driver pensati per app creative quali Lightroom, Premiere Pro e simili.

Al contempo, essendo un prodotto di MSI, può contare anche sull'accesso a due software proprietari: MSI Center e Afterburner.

Il primo permette di gestire la scheda insieme al resto dell'hardware MSI a vostra disposizione. Si possono monitorare le performance della scheda e con il giusto plug-in anche attivare le modalità d'uso Prestazioni Estreme o varianti più bilanciate.

Afterburner permette sia monitorare performance e temperature della scheda, sia di mettere mano ad alcuni parametri, come ad esempio il power limit, la temperatura di soglia o la velocità delle ventole. C'è anche l'OC Scanner, uno strumento che permette di eseguire l'overclocking con un clic. La funzione si basa su un algoritmo sviluppato da NVIDIA ai tempi della serie 20 che determina in autonomia le impostazioni più stabili di overclock tenendo conto sia del sistema che della GPU. Nel caso voleste approfondire c'è un lungo articolo in italiano redatto dalla stessa MSI.

Piattaforma di test

Per i test sulla RTX 4070 Ti SUPER di MSI abbiamo sfruttato la medesima build usate per gli ultimi test sulla RTX 4070 SUPER e sulla RTX 4090 raffreddata a liquido di ASUS (la ROG Matrix Platinum GeForce RTX 4090).

Il processore è il più potente in circolazione, l'Intel Core i9-14900K di ultimissima generazione, e anche gli altri componenti non sono certo da meno, come la MOBO ASUS TUF GAMING Z790-PRO WIFI e le Patriot Viper Venom DDR5. Abbiamo giusto cambiato il case, se così si può definire: i componenti sono tutti montati su Open Benchtable.

I test sono stati effettuati su Windows 11 Home (build 22621.2861) con driver NVIDIA Game Ready 546.52. Per il conteggio degli FPS nei videogiochi presenti nei grafici abbiamo sfruttato NVIDIA FrameView.

Case Open Benchtable
Scheda Madre ASUS TUF GAMING Z790-PRO WIFI
Processore Intel Core i9-14900K
GPU MSI GeForce RTX 4070 Ti SUPER 16G VENTUS 3X
RAM Patriot Viper Venom DDR5 (32 GB, 6200 MHz, CL40)
SSD Samsung 990 Pro SSD (1 TB)
Raffreddamento Corsair iCUE LINK H150i LCD
Alimentatore Corsair RM1000e (1000 W, 80+ Gold)

⚠️ VBIOS finale

In questi ultimi giorni di test, MSI ha scoperto che in alcuni campi i risultati ottenuti dalla scheda in esame, la RTX 4070 Ti SUPER VENTUS 3X, potevano essere migliorati. Abbiamo già installato un VBIOS che ha migliorato le performance della scheda, ma nelle ore antecedenti alla pubblicazione della recensione è arrivato un update finale che migliora ulteriormente le prestazioni della GPU.

Di conseguenza potete aggiungere qualche punto percentuale a tutti i risultati che trovate qui di seguito.

Benchmark generali

A livello di prestazioni generali, RTX 4070 Ti SUPER si colloca sopra la RTX 4070 SUPER (e la 4070 Ti del 2023) e sotto la RTX 4080 del 2023. Sul test Speed Way incluso in 3DMark, con DirectX 12 e Ray Tracing, la nuova 4070 Ti SUPER ottiene 6.050 punti contro i 5.150 ottenuti dalla RTX 4070 SUPER. Ottimo anche il risultato ottenuto con Port Royal, quasi 15.000, con un distacco di quasi 2.000 punti dalla 4070 SUPER e di 1.000 punti da quanto ottenevamo un anno fa con la RTX 4070 Ti.

L'NVIDIA DLSS Feature Test è diventato parte integrante del nostro ciclo di prove per le recensioni delle GPU. Il test incluso in 3DMark permette di provare le performance del DLSS 3 a confronto con le prestazioni raster della scheda. Rispetto al precedente modello, la 4070 Ti SUPER guadagna qualche fps sia in raster che con DLSS 3 e DLSS 2 in modalità Performance.

Per la precisione, con il Frame Generation attivo si guadagnano una quindicina di fps sulla 4070 SUPER e 7 fps sulla 4070 Ti del 2023. Vediamo quindi i risultati del test DLSS a confronto con i valori ottenuti con altre schede.

Benchmark gaming

Come accennato nella recensione della 4070 SUPER, abbiamo un po' modificato il numero e il tipo di videogiochi per i test gaming delle schede, in modo da introdurre titoli più recenti e anche in grado di sfruttare le ultime tecnologie di NVIDIA. Tra quelli che ci sono serviti da benchmark si annoverano il buon vecchio Cyberpunk 2077, ancora uno dei punti di riferimento per il mercato, Modern Warfare 3, Alan Wake 2 e Avatar: Frontiers of Pandora. Anche stavolta i test sono stati effettuati in QHD (1440p) e in 4K (2160p). Qui di seguito trovate le prestazioni raster dei giochi presi in esame, senza l'utilizzo di DLSS o Ray Tracing.

Benchmark Quad HD (1440p)

Benchmark 4K (2160p)

Benchmark DLSS

Passiamo adesso ai test nei giochi compatibili con l'ausilio delle varie versioni del DLSS, ovvero Frame Generation (DLSS 3), Ray Reconstruction (DLSS 3.5) e anche il buon vecchio Super Resolution (DLSS 2).

Vediamo quindi i risultati ottenuti con queste tecnologie nei giochi compatibili. Per le nostre prove abbiamo utilizzato il DLSS 3 Frame Generation e il DLSS 2 Super Resolution su profilo Bilanciato/Equilibrato (è lo stesso profilo, cambia il nome a seconda del gioco). Dove possibile abbiamo provato anche il Ray Reconstruction. È tutto indicato nei grafici comunque. Come oramai di norma, il Frame Generation è quello che fa la differenza, portando dei benefici sostanziali senza tra l'altro influire sulla qualità dell'immagine.

Da notare nei grafici dei test in QHD il gigantesco balzo in avanti di Cyberpunk 2077 con Frame Generation, Ray Reconstruction e Super Resolution (Bilanciato) attivo: si passa da 61 fps in raster a 185 fps. Davvero ottime le performance anche in Alan Wake 2. Anzi, paragonandole a quelle della 4070 SUPER si parla di performance... SUPER! C'è praticamente un raddoppio sia in raster che con le varie versioni del DLSS attive. In 4K, sempre su Alan Wake 2, questo divario è inferiore, ma si parla comunque di 22 fps in più in 4K con DLSS attivo.

Ci sono alcuni risultati curiosi, che comunque non dipendeno dalla scheda quanto più dalle fluttuazioni di alcuni benchmark. Forza Horizon 5 performa meglio sulla 4070 Ti SUPER che su una 4080 con DLSS 3 attivo. F1 22 in 4K invece restituisce risultati peggiori con DLSS attivo che in raster. C'è da dire che i giochi di corse di EA ultimamente hanno "litigato" con il DLSS 3, tant'è che il supporto ufficiale su F1 23 non è mai arrivato, obbligandoci (e obbligando anche NVIDIA) a continuare i nostri test su F1 22.

Benchmark DLSS Quad HD (1440p)

Benchmark DLSS 4K (2160p)

Benchmark Ray tracing

Questa serie di prove vede l'introduzione del Ray Tracing, l'opzione che a livello grafico incide maggiormente sulle prestazioni. Dove possibile, lo abbiamo abbinato al DLSS. Ci sono poi giochi, come Cyberpunk 2077 e Alan Wake 2, che permettono l'attivazione del Path Tracing, ovvero il Ray Tracing completo, ancora più pesante da gestire. Ci sarebbe anche in Modern Warfare 3, ma attivarlo o disattivarlo non incide per qualche motivo sulle performance.

Benchmark RTX Quad HD (1440p)

Benchmark RTX 4K (2160p)

RTX 4070 Ti SUPER vs. RTX 4070 SUPER

Un rapido confronto tra i risultati ottenuti con la GeForce RTX 4070 Ti SUPER con quelli ottenuti dalla RTX 4070 SUPER. A livello di benchmark generali, come 3DMark, Superposition e FurMark, la Ti SUPER ottiene valori più alti del 15% rispetto alla 4070 SUPER liscia. Lato gaming il distacco è pari al 14%. Ci sono dei valori discrepanti che abbassano il valore, valori giustificati come accennato dalle fluttuazioni di alcuni benchmark integrati. Di conseguenza ci si può aspettare anche qualcosina in più all'atto pratico.

E per quanto riguarda l'1% low? Si tratta del valore più basso di frame rate registrato durante l'1% della sessione di gioco. Più il valore dell'1% low si avvicina a quello del frame rate medio meglio è, e si traduce in performance di gioco più consistenti (meno drop di frame rate). Dai valori registrati, la GeForce RTX 4070 Ti SUPER vanta prestazioni 1% low superiori del 25% rispetto alla 4070 SUPER.

Un gran bello scalino!

NVIDIA Studio, Blender e DaVinci

Il fatto di aver portato la VRAM dai 12 GB della RTX 4070 Ti del 2023 ai 16 GB della versione SUPER, di aver aumentato i core, l'ampiezza della banda di memoria e altre caratteristiche hardware, potrebbe rendere ancora più appetibile la scheda in questione anche a chi non cerca una GPU solo per il gaming.

Come forse saprete, da GeForce Experience, l'hub ufficiale di NVIDIA da cui si gestiscono giochi e driver della scheda stessa, si possono scaricare anche i driver NVIDIA Studio, ovvero driver sottoposti a test specifici riguardanti proprio l'utilizzo di applicazioni creative, come Photoshop, Lightroom, DaVinci Resolve, AutoDesk Arnold e simili. Ovviamente le performance in questi software dipendono da svariati fattori, tra cui anche il resto dell'hardware che compone il PC e i progetti su cui si lavora.

Per darci comunque un'idea delle performance della scheda in ambito creativo abbiamo eseguito due benchmark. Il primo è PugetBench per DaVinci Resolve, che testa il rendering con un'ampia gamma di codec a risoluzione 4K, con OpenFX e Fusion.

Alcune clip di test sono state fornite dalla compagnia di Linus (di Linus Tech Tips)! Il secondo è il benchmark realizzato da Blender, il celebre software di modellazione 3D.

Nel primo caso il risultato ottenuto è in linea con le aspettative: superiore, a parità di processore, di circa 200 punti a quello ottenuto con la 4070 Ti 2023 e inferiore a quello di una RTX 4080.

Con Blender Benchmark, la nostra GeForce RTX 4070 Ti SUPER di MSI è riuscita a raggiungere 7.154 punti. Stando ai valori riportati dalla stesse Blender sul suo sito ufficiale, una 4070 Ti si ferma a 6.500 punti. Anzi, sul grafico riportato sul sito c'è chi è riuscito ad arrivare a 7.322 punti con una 4070 Ti SUPER, ma è possibile che si trattasse di un modello OC.

Temperature e consumi

La nuova GeForce RTX 4070 Ti SUPER se la cava molto bene come previsto anche in ambito temperature e consumi. Nel nostro caso, la scheda MSI Ventus 3X con tripla ventola (e altre soluzioni di dissipazione) se la cava ovviamente bene nel mantenere le temperature molto spesso sotto i 70°C.

Il picco massimo in gioco pari a 71°C è stato raggiunto con Alan Wake 2 in 4K con Ray Tracing attivo e senza l'ausilio del DLSS. E oserei aggiungere: con sorpresa di nessuno. Sono valori in linea con quelli ottenuti durante i test della 4070 SUPER, e visto l'avanzamento a livello hardware e di performance non c'è davvero di che lamentarsi. Con il classico stress test di FurMark di 15 minuti in 4K a cui sottoponiamo sempre le schede video abbiamo raggiunto 284W di consumo e 69° di temperatura massima

Il limite sui consumi è rimasto a 285W, lo stesso valore della 4070 Ti del 2023, e questo nonostante le migliorie apportate. Il valore massimo raggiunto è quello che abbiamo riportato poco fa su FurMark, ovvero 284W. In gioco invece dipende molto da risoluzione e utilizzo del Ray Tracing.

Prezzi

Il prezzo di partenza per l'Italia della nuova NVIDIA GeForce RTX 4070 Ti SUPER è di 909€, 10€ in meno rispetto a quello della RTX 4070 Ti dell'anno scorso.

Produttori come MSI hanno a listino modelli a questo prezzo, come la VENTUS 2X a due ventole invece di 3. Per la VENTUS 3X protagonista di questa recensione è richiesto qualcosina in più, 959€.

Detto questo, la RTX 4070 Ti SUPER ha un solo problema: se qualcuno è disposto a spendere quasi 1.000€ per questa scheda, è molto probabile che sia disposto ad affrontare lo scalino di prezzo che gli manca per arrivare a una RTX 4080 SUPER, che di listino parte da 1.129€. C'è anche da dire che solo la Founders Edition della 4080 SUPER si troverà a quel prezzo, e di conseguenza la 4070 Ti SUPER potrebbe rimanere comunque appetibile. Il salto di performance rispetto alla RTX 4070 SUPER c'è, e la presenza di ben 16 GB di VRAM potrebbe far gola anche a chi vuole usare la GPU per scopi creativi e lavorativi.

C'è poi da rimarcare la stessa cosa detta nella precedente review: una GPU come questa serve a far gola a chi ha schede RTX serie 30, serie 20 o serie 10, non certo a chi ha già fatto il salto alla serie 40.

Il lancio in Italia è previsto per il 24 gennaio

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

MSI GeForce RTX 4070 Ti SUPER VENTUS 3X

Prestazioni superiori e più consistenti rispetto a quelle della RTX 4070 SUPER (e della 4070 Ti dell'anno scorso), temperature sempre sotto controllo, stessi consumi, 16 GB di VRAM (e non solo): difficile non farsi ingolosire dalla RTX 4070 Ti SUPER. E tenete di conto che con l'ultimo VBIOS rilasciato da MSI i risultati ottenuti sono anche superiori a questi! Il prezzo è alto, ma è comunque in linea con quello scelto da NVIDIA per il 2023. Come già accennato, gli upgrade hardware non fanno gola solo a chi vuole giocare al top, ma anche a chi vuole farne un uso misto. E a costo di ripeterci, il discorso è sempre il solito della scorsa recensione: avete GPU di vecchia generazione? Allora avete di che ingolosirvi. Avete già fatto il salto alla serie 40? Potete dormire sonni tranquilli. L'unico vero problema? È che così come l'anno scorso è ancora una strana via di mezzo fra una 4070 e una 4080.

Voto finale

MSI GeForce RTX 4070 Ti SUPER VENTUS 3X

Pro

  • Prestazioni in linea con le aspettative e anche più consistenti di quelle registrate con la 4070 SUPER
  • Temperature e consumi sempre molto ridotti
  • Tutti i vantaggi della serie 40, come il Frame Generation e il Ray Reconstruction
  • Performance solide anche con software professionali
  • Il prezzo non è aumentato

Contro

  • Alcune versioni avranno prezzi molto vicini alla 4080 SUPER FE
  • Se avete già una RTX serie 40 non c'è ragione di passare alle SUPER
  • È ancora una strana via di mezzo fra una 4070 e una 4080

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", mi sono avvicinato al mondo dell'informatica e della tecnologia alla tenera età di 5 anni. Mi occupo di news e recensioni legate ai PC (desktop e laptop) e al gaming, ma non disdegno elettrodomestici smart quali scope elettriche e friggitrici ad aria, preferibilmente con Bluetooth e Wi-Fi. Se trovate un meme sui canali social di SmartWorld è probabilmente colpa mia.