Recensione NZXT H7 Flow, il case airflow di nuova generazione

Recensione NZXT H7 Flow, il case airflow di nuova generazione
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Recensione NZXT H7 Flow

NZXT H7 è la nuova serie di case PC desktop che va a rinnovare la rinomata gamma dell'azienda americana con tre diversi modelli: H7, H7 Flow e H7 Elite. I nuovi prodotti della famiglia H7 prendono il posto della celebre serie NZXT H710, che vi avevamo fatto vedere tra le nostre mani in un video di qualche anno fa, dunque possono essere considerati come i nuovi top gamma assoluti tra i case a marchio NZXT. Abbiamo provato NZXT H7 Flow e vi parleremo di questo modello nello specifico, spiegando tutte le caratteristiche tecniche e le differenze principali con gli altri case della serie H7.

PRO

  • Prezzo giusto
  • Facilità di montaggio e di manutenzione
  • Airflow garantito
  • Elegante

CONTRO

  • Dimensioni generose
  • Non troppo personalizzabile
  • Solo 2 ventole pre-installate

Caratteristiche Tecniche: NZXT H7 Flow

  • Formato: Mid-Tower
  • Dimensioni: 505 x 230 x 480 mm
  • Materiali: acciaio, vetro temperato
  • Peso: 10,05 kg
  • Ventole incluse: 2 x 120 mm
  • Compatibilità ventole:
    • Frontale: 3 x 120 mm / 3 x 140 mm
    • Superiore: 3 x 120 mm / 2 x 140 mm
    • Posteriore 1 x 120 mm / 1 x 140 mm
  • Compatibilità radiatori:
    • Frontale: fino a 360 mm
    • Superiore: fino a 360 mm
    • Posteriore fino a 140 mm
  • Formato scheda madre: ATX, EATX, MicroATX, Mini-ITX
  • Connettività: 2 x USB 3.2 Gen 1 Type-A; 1 x USB 3.2 Gen 2 Type-C; 1 x Jack audio 3,5 mm
  • Slot memoria: 2 x 3,5" HDD; 4+2 x 2,5" SSD
  • Slot espansione: 7
  • Spazio massimo CPU: 185 mm
  • Spazio massimo GPU: 400 mm
  • Spazio ventola e radiatore frontale: 60 mm
  • Spazio ventola e radiatore superiore: 30 mm
  • Cable Management: 18-22 mm
  • Filtri polvere: 2 x inferiori; 1 x frontale
  • Colori: bianco, nero, bianco/nero

Montaggio

Lo NZXT H7 Flow è stato protagonista di un nostro video di montaggio di cui potrete osservare il risultato finale anche in altre foto sottostanti. Visto l'arrivo sul mercato di nuovi componenti NZXT , abbiamo colto l'occasione per mettere insieme una build che sfruttasse quanti più componenti del noto marchio:

  • Scheda Madre: NZXT N7 Z690
  • Processore: Intel i5 12600K 12a Gen
  • Case: NZXT H7 Flow
  • Dissipatore: NZXT Kraken Z73 RGB
  • Alimentatore: NZXT C850 Gold
  • Scheda video: NVIDIA RTX 3080 Ti Founder's Edition
    • Kit NZXT per montaggio verticale della scheda grafica
  • RAM: CORSAIR VENGEANCE RGB PRO SL 32 GB (4x8GB)

Considerazioni

I nuovi NZXT H7 conservano l'estetica super minimale dei vecchi H710 e vanno a rifinire tanti piccoli particolari, ancora più curati rispetto al passato. Sia le prestazioni termiche che la facilità di montaggio sono state migliorate rispetto alle generazioni precedenti. In particolare, la versione H7 Flow che abbiamo in prova è la più innovativa da questo punto di vista: come già fatto con H510 Flow e con il piccolo H1, NZXT ha inserito una griglia traforata sul davanti, in modo da massimizzare l'airflow all'interno.

Le dimensioni di NZXT H7 Flow sono abbastanza generose per un mid-tower, ma restano più contenute rispetto a case di pari fascia, come ad esempio il Corsair 5000D. Gli angoli netti e la grande linearità del design non solo sono molto piacevoli da guardare per gli amanti dello stile minimal, ma consentono anche di ottimizzare lo spazio interno, molto ampio e capace di accogliere qualsiasi tipo di hardware. È possibile montare GPU di fascia top gamma, anche in verticale, così come sistemi di dissipazione ad aria multiventola o a liquido con radiatori fino a 360 mm, sia dietro al pannello anteriore che quello superiore, entrambi traforati. Nel nostro caso abbiamo applicato proprio un radiatore da 360 mm, quello incluso con l'NZXT Kraken Z73 RGB, e la scheda video applicata sul kit per montaggio verticale lanciato da NZXT insieme alla serie H7.

Rispetto ai modelli di serie H710, è leggermente cambiata la staffa interna, che presenta una forma meno accentuata in avanti. Sul retro, invece, c'è un nuovo sistema di gestione per il cable management, che rende ancora più semplice sistemare i cavi nella corretta posizione. Le ventole incluse all'interno di H7 Flow non sono più 4 come sul H710, ma solo 2 da 120 mm.

L'ampio pannello in vetro temperato sul lato sinistro permette di ammirare l'hardware interno al case in tutto il suo splendore. Da sottolineare anche l'ottimo supporto alla connettività: nel front panel montato sul pannello superiore sono disponibili due porte USB 3.2 Gen 1 Type-A, due porte USB 3.2 Gen 2 Type-C e un connettore jack audio combo da 3,5 mm (cuffie + microfono).

A livello di smontaggio e manutenzione, tutti i pannelli H7 Flow tranne quello posteriore sono removibili senza l'utilizzo di strumenti, grazie ad un resistente sistema ad incastro e ad una serie di incavi che ne facilitano la rimozione. Sulla parte inferiore, oltre a 4 piedini dotati di plastica gommata antiscivolo, troviamo anche due griglie cattura polvere removibili, in modo da permettere una facile manutenzione anche delle parti meno raggiungibili. Viti e altri accessori sono in una scatolina di cartone collocata nella gabbia degli HDD. Anche il pannello superiore nasconde una griglia anti-polvere di facile rimozione; idem dicasi per il pannello frontale, che presenta la griglia più ampia di tutto il case. Essendo il case in stile Flow, dotato quindi di pannelli traforati, è ovvio che l'eventuale accumulo di polvere potrebbe essere superiore alla media. La facilità di smontaggio dei pannelli permette comunque di mantenerlo pulito nel tempo senza grosse difficoltà.

In generale, mettere insieme una build basandosi sull'H7 Flow è stato un vero piacere. I pannelli, come già accennato, sono tutti removibili con facilità. Passare i cavi sul retro per mantenere la parte frontale sufficientemente pulita non è affatto complesso e anzi, risulta anche più semplice che in altri modelli. La variante Flow ha poi ancora più senso se volete creare un certo airflow che sfrutti il più possibile tutte le fessure offerte.

Differenza modelli NZXT H7

Per i diversi modelli della famiglia NZXT H7 ci sono differenze sia estetiche che tecniche. Come detto all'inizio, le tre versioni disponibili sono H7, H7 Flow e H7 Elite. Le prime due sono molto simili, mentre la terza versione è quella top gamma ed ha un costo superiore. Riportiamo a seguire uno schema rapido con le differenze principali.

  • NZXT H7: modello base, include 2 ventole da 120 mm già montate all'interno (sul fronte e sul retro);
  • NZXT H7 Flow: identico al modello base, ha lo stesso numero di ventole all'interno ma ha un pannello frontale con struttura mesh, una griglia traforata che migliora l'airflow;
  • NZXT H7 Elite: ha un design più elegante, monta 3 ventole da 140 mm con LED RGB sul fronte e una 140 mm sul retro, più un RGB & Fan Controller v2 dedicato con 6 canali RGB, gestibili via software.

Queste piccole differenze a livello di design causano differenze anche a livello di prestazioni, di cui andiamo a parlare nella sezione successiva.

Prestazioni

NZXT ha diffuso i dati ufficiali sulle prestrazioni termiche della serie NZXT H7. Ovviamente i valori dipendono da tantissimi fattori, come il numero di ventole, il sistema di dissipazione, il montaggio e persino la temperatura della stanza dove collocherete la vostra build. Affiancheremo questi valori anche a dati raccolti dai nostri test.

I dati ufficiali si riferiscono ad una build di fascia top, con processore Intel Core i9-12900K e GPU Gigabyte GV-N3090 EAGLE OC-24GD, raffreddata da un sistema AIO Kraken X73 (radiatore da 360 mm con 3 ventole da 120), più 3 ventole da 140 mm sul fronte e una da 140 mm sul retro. I test sono stati effettuati facendo girare insieme i software Prim 95 e FurMark.

Come potete notare dal grafico nella galleria in basso, i miglioramenti tra serie H7 e serie H710 sono notevoli. A parità di hardware e sistema di dissipazione interno, il case NZXT H7 in versione base mostra prestazioni termiche migliori di circa 8° rispetto a H710, che diventano ancora meglio con la versione H7 Flow, che a sua volta abbassa di altri 8° il delta della temperatura. Niente male anche la variante H7 Elite, che si posiziona nel mezzo tra i due modelli della famiglia H7 in termini di prestazioni.

I dati da noi raccolti si riferiscono invece alla build che abbiamo già citato in precedenza, costituita da processore Intel i5 12600K 12a Gen, scheda madre NZXT N7 Z690, scheda video NVIDIA RTX 3080 Ti Founder's Edition con montaggio verticale e sistema di raffreddamento affidato al Kraken Z73 RGB sempre di NZXT, affiancato dalle due ventole di cui è dotato il case. Iniziamo dalle temperature registrare da CPU e GPU durante il gaming.

Ecco anche i risultati delle prove lato produttività ottenuti da test quali Cinebench, Blender, 3DMark e PCMark.

Infine nel grafico seguente anche il torture test di 10 minuti di Prime95.

I risultati si commentano da soli. Grazie all'ottimo airflow del case le temperature rimangono ben sotto la soglia di "pericolo". Ottimi i valori della CPU, che non supera mai i 65° di temperatura. Merito anche del sistema di dissipazione, ma anche il case ci mette del suo.

Prezzo

La nuova serie di case NZXT H7 è disponibile in Italia, acquistabile direttamente dal sito ufficiale o anche da Amazon Italia. I prezzi variano a seconda del modello, dunque riportiamo a seguire tutti i costi di listino per ciascuna versione, aggiungendo anche le colorazioni disponibili.

Da notare una particolarità molto specifica: nei modelli bianco e bianco/nero il pannello in vetro temperato è trasparente, mentre solo per il modello nero il vetro ha una colorazione scura.

Ci sono anche due nuovi accessori:

NZXT H7 Flow - Foto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

NZXT H7 Flow

NZXT H7 Flow è un case elegante e semplice da sfruttare per le proprie build fatte in casa. Facile da smontare e rimontare, permette con facilità di portare avanti una routine di manutenzione obbligatoria vista la struttura bucherellata delle sue paratie. Le temperature, proprio grazie ai fori presenti anche sulla parte frontale, possono essere mantenute a valori ottimali senza grosse difficoltà. Il prezzo poi è in linea con quelli proposti anche da marchi concorrenti. Peccato che ci siano solo due ventole pre-installate.

Pro

  • Prezzo giusto
  • Facilità di montaggio e di manutenzione
  • Airflow garantito
  • Elegante

Contro

  • Dimensioni generose
  • Non troppo personalizzabile
  • Solo 2 ventole pre-installate

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", si è avvicinato al mondo dell'informatica alla tenera età di 5 anni. Si occupa principalmente di news e recensioni legate al mondo del gaming (mobile e non) e dei canali Social per il network SmartWorld.
Mostra i commenti