Recensione OnePlus Watch 2: il salto di qualità con Wear OS è ineguagliabile

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Tech Master

OnePlus lanciò il suo primo smartwatch due anni fa, dopo tantissimi rumor. Il prodotto purtroppo non arrivò a soddisfare le aspettative. Oggi però OnePlus ci riprova con un dispositivo completamente diverso. Scopriamo OnePlus Watch 2 nella nostra recensione completa.

PRO

  • Autonomia sopra la media
  • Tutte le funzioni di Wear OS
  • Buon display
  • Hardware completo

CONTRO

  • Non c'è una versione 4G
  • Una sola dimensione
  • Prezzo aumentato

Confezione

OnePlus Watch 2 viene fornito con un cavo USB-A/USB-C e con una piccola basetta magnetica su cui poggiare l'orologio per la ricarica.

Costruzione e vestibilità

OnePlus Watch 2 è un prodotto interessante dal punto di vista del design. Si tratta di un orologio non particolarmente compatto, con cassa da ben 47 millimetri e una sporgenza sul lato destro, che lo rende sicuramente riconoscibile e crea un family feeling con i suoi smartphone top di gamma (come l'ultimo OnePlus 12). La scocca è realizzata in acciaio inossidabile e sul lato destro, quello della protuberanza, abbiamo due tasti fisici, uno per la home e uno per gli allenamenti. Entrambi hanno funzionalità aggiuntive alla doppia pressione o alla pressione prolungata. Purtroppo il tasto in alto, che si presenta come una corona circolare, pur ruotando non offre la possibilità di far scorrere i menù. L'orologio è sia resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP68, ma è resistente alle immersioni fino a 5ATM e ha anche passato i test resistenza a cadute e shock con standard MIL-STD-810H.

Hardware

In termini di hardware questo smartphone è un enorme salto in avanti. Abbiamo infatti il nuovo processore Snapdragon W5 pensato appositamente per wearable affiancato da un secondo processore a basso consumo energetico: il BES 2700. Questi due processori lavorano in simbiosi e il primo si attiva solo quando necessario per esempio per avviare l'assistente vocale o le app di Wear OS. Questo gli permette di offrire un'autonomia decisamente superiore ai concorrenti a parità di sistema operativo.

Abbiamo poi il GPS dual band, il Wi-Fi, 2 GB di RAM e 32 GB di memoria interna per app, musica o foto. Non mancano poi tutti i sensori per il fitness sulla parte inferiore e anche l'NFC per i pagamenti, oltre a speaker e microfono per chiamate al polso, anche se non esiste una versione 4G indipendente da smartphone. 

Display

Lo schermo di questo OnePlus Watch 2 è da 1,43 pollici ed è realizzato in tecnologia AMOLED con risoluzione di 466 x 466 pixel.

Questo display è molto luminoso ed è protetto da un vetro zaffiro. Questo vetro ha una curvatura 2.5D sulla parte esterna. È elegante e moderna anche se forse crea qualche riflesso di troppo sul display quando si è all'esterno. Il display ha anche ovviamente un sensore per regolare automaticamente la luminosità. Nel complesso forse avremmo apprezzato una mezza taratura al rialzo per la luminosità.

In ogni caso si tratta di un eccellente display, che non perde mai di qualità anche quando si utilizza lo smartphone in modalità di risparmio energetico, a differenza per esempio di quello che succede con uno smartwatch della famiglia Ticwatch, che però garantisce che l'orario sia sempre mostrato.

Software

Il più grande passo in avanti per questo smartwatch rispetto alla generazione precedente è sicuramente l'aver adottato Wear OS, ovvero il sistema operativo Google basato su Android. Rispetto all'utilizzo del sistema operativo proprietario di OnePlus qui si potrà quindi godere di un enorme numero di app e funzionalità altrimenti inaccessibili.

Basta pensare all'assistente vocale Google Assistant, ai pagamenti in mobilità con Google Wallet (che adesso mostra anche carte di imbarco e tessere fedeltà). Ovviamente poi abbiamo tutte le altre app Google (come Maps, Gmail o Calendar) e la possibilità di scaricare a piacimento tante altre app dal Play Store, come Outlook, Spotify , Stocard o ancora molte altre.

Il sistema è velocissimo ed è possibile personalizzare, come sempre su questa piattaforma, la schermata principale aggiungendo dei widget ai lati. Dall'alto verso il basso è possibile accedere ai toggle rapidi e dall'alto verso il basso invece possiamo arrivare alle notifiche, che sono mostrate in modo chiaro, con la loro icona e la loro anteprima. Proprio come su tutti i dispositivi Wear OS è possibile rispondere alle notifiche vocalmente o usando una piccola tastiera virtuale. OnePlus offre a corredo ovviamente tutte le app per un utilizzo completo di uno smartwatch, come il tracciamento dell'attività fisica, tutta la parte di benessere e i vari strumenti per monitorare il battito cardiaco, il sonno e l'ossigenazione del sangue.

Tutti dati che vengono poi mostrati all'interno di OHealth. L'app è chiara e semplice da utilizzare, anche se i dati mostrati sono solo quelli più ovvi, senza la possibilità di scavare più a fondo o di avere consigli su come viveva al meglio le nostre giornate.

C'è poi una sessione dedicata alle impostazioni e ai quadranti, dove ne troverete tantissimi fra cui scegliere. Molti di questi rimangono attivi senza perdere informazioni vitali anche nella modalità di risparmio energetico, che è possibile attivare direttamente dall'orologio. Questa modalità ad un primo sguardo sembra quasi identica a quella classica. Entrando nella lista delle app si scopre però che rimangono attive solo quelle native di OnePlus, perdendo quindi le funzionalità aggiuntive di Google. Di fatto diventa il software del OnePlus Watch originale, che però è comunque estremamente più completo delle modalità di risparmio energetico dei concorrenti.

Autonomia

OnePlus Watch 2 ha a disposizione una batteria da 500 mAh, che gli garantisce senza problemi un'autonomia di circa 2 giorni e mezzo / 3. È un risultato straordinario per uno smartwatch Wear OS, almeno il doppio se non il triplo di praticamente tutti i concorrenti, se si esclude il già citato TicWatch che utilizza uno stratagemma simile (ma diverso) per ottenere lo stesso risultato. In questo caso non ci sono due display, ma due processori. Quello che si attiva per le operazioni più comuni ha un consumo estremamente ridotto che permette allo smartphone di ottenere autonomie di questo tipo.

Attivando la modalità di risparmio energetico, che come abbiamo detto comunque lascia attive molte funzionalità, sai può arrivare anche a 10-12 giorni con una singola carica. Da tradizione OnePlus la ricarica è rapida. Grazie alla tecnologia VOOC è possibile caricare lo smartphone al 100% in un'ora. Non un risultato mai visto prima, ma comunque migliore di molti concorrenti (che magari hanno batterie più piccole).

Prezzo

OnePlus Watch 2 è uno smartwatch completamente diverso rispetto al passato. E questo lo rivediamo, purtroppo, anche nel prezzo, che sale notevolmente, arrivando a 329€. Si tratta della fascia un po' più alta del mercato, ma è comprensibile considerando l'hardware che troviamo all'interno. Certo è che di alternative con Wear OS più economiche non ne mancano.

Foto

Il sample di OnePlus Watch 2 per questa recensione è stato fornito da OnePlus che non ha avuto un'anteprima di questo contenuto e non ha fornito alcun tipo di compenso.

Giudizio Finale

OnePlus Watch 2

OnePlus Watch 2 è uno smartwatch ottimo. Totalmente diverso dal precedente modello. Così diverso che cambia il tipo di processore, il sistema operativo e quindi quello di cui è capace. Utilizzando Wear OS e l'hardware Qualcomm non ci sono veri limiti nel come sfruttare l'orologio, se non dovuti all'assenza di una versione 4G. Il prezzo è salito, ma l'autonomia di circa 3 giorni per uno smartwatch del genere è qualcosa che giustifica sicuramente l'aumento.

Sommario

Confezione 7

Costruzione e vestibilità 9

Hardware 9

Display 8.5

Software 8.5

Autonomia 8

Prezzo 7

Voto finale

OnePlus Watch 2

Pro

  • Autonomia sopra la media
  • Tutte le funzioni di Wear OS
  • Buon display
  • Hardware completo

Contro

  • Non c'è una versione 4G
  • Una sola dimensione
  • Prezzo aumentato

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vivo nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Ma quello che provo oggi qui su SmartWorld sono principalmente smartphone, smartwatch e prodotti per la smart home. Ma le mie passioni riguardano anche il LEGO e la musica elettronica.