Recensione Onyx BOOX Palma: proprio quello che mancava

Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi Tech Master
Recensione Onyx BOOX Palma: proprio quello che mancava

Qualche mese fa ho pubblicato un articolo e un video in cui mi lamentavo della direzione intrapresa dal mercato degli ebook reader. Tra le varie riflessioni che avevo messo sul tavolo c'era la tendenza dei produttori di adottare display con dimensioni sempre maggiori, a scapito della portabilità.

Alla luce di queste riflessioni, sarà facile immaginare perché ho adorato BOOX Palma: un dispositivo con e-ink ma con le dimensioni di uno smartphone, che può essere portato in tasca e tirato fuori con estrema semplicità. E poi un dispositivo con Android, che permette quindi di installare qualsiasi app utile per la lettura o gli audiolibri, garantendo quindi estrema flessibilità per la scelta di servizi da utilizzare (Kindle, Kobo, Audible: va bene tutto!).

È facile innamorarsi di BOOX Palma ed è facile consigliarlo, anche se il prezzo sarà un ostacolo per molti. Vediamo in dettaglio cos'è e come funziona.

PRO

  • Un formato diverso, comodissimo da portare in tasca
  • Display e-ink Carta 1200 sempre leggibile
  • Sistema operativo basato su Android, con Play Store e tutte le app utili
  • Sistema molto fluido per essere un e-ink
  • Il tasto personalizzabile è una buona idea
  • Tante ottimizzazioni software utili

CONTRO

  • Prezzo molto elevato
  • Fotocamera inutile
  • Nessun libro italiano sullo store di ebook

Costruzione ed ergonomia

La più grande particolarità di questo dispositivo è la sua forma, che si avvicina molto più a uno smartphone che a un ebook reader classico. Qui sotto una serie di dimensioni, per farvi un'idea:

  • BOOX Palma: 159x80x8 mm
  • Kindle (2022): 157x108x8 mm
  • iPhone 13: 146,7x71,5x7,7 mm

Da sinistra a destra: Kindle (modello base, versione 2022), BOOX Palma e iPhone 13. Come è possibile notare, la forma di BOOX Palma si avvicina molto di più a quella di uno smartphone, piuttosto che di un ebook reader.

BOOX Palma pesa 170 grammi (Kindle pesa 158 g, iPhone 15 171 g) e anche nella posizione dei pulsanti ricorda molto uno smartphone: sul lato destro c'è il tasto di accensione e il bilanciere del volume, che serve anche per andare avanti e indietro di pagina, sul lato sinistro il tasto Funzione (personalizzabile), e un piccolo slot che si apre con una puntina e ricorda quello di una nanoSIM, ma in realtà ospita la microSD.

A scanso di equivoci, vale la pena precisare subito che BOOX Palma non supporta le SIM, non può chiamare né collegarsi a rete dati mobili. 

Sul fondo troviamo il connettore USB-C, un microfono e uno speaker, mentre in alto c'è un secondo speaker (come capsula auricolare), il sensore di luminosità e un secondo microfono.

Il retro è davvero particolare, molto curato e piacevole al tatto: il rivestimento posteriore ricorda quasi il legno al tatto, è idrorepellente (ma non impermeabile, non c'è certificazione IP), non trattiene le impronte e migliora il grip. Sul retro troviamo anche la fotocamera, da 16 megapixel, dotata di flash.

Ma il vero protagonista è ovviamente il display, da 6,13" a filo con la scocca, che occupa quasi integralmente il fronte, dato che le cornici sono molto contenute, proprio come quelle di uno smartphone.

BOOX Palma somiglia davvero molto a uno smartphone nell'uso quotidiano: si regge comodamente con una mano in qualsiasi contesto, con il pollice comodamente posizionato sui tasti del volume per cambiare pagina, e si ripone comodamente in qualsiasi tasca.

Questa familiarità nelle forme lo rende particolarmente comodo da utilizzare, in qualsiasi contesto: siamo talmente tanto abituati ad avere uno smartphone in mano che le interazioni con un ebook reader con questo design risultano molto naturali.

Hardware e software

Da un punto di vista hardware, la dotazione è di tutto rispetto: anche qui, BOOX Palma ricorda più uno smartphone che un ebook reader. A bordo del dispositivo troviamo un SoC octa-core Qualcomm Snapdragon 662 con GPU Adreno 610, accompagnato da 6 GB di RAM DDR4X e 128 GB di memoria interna, espandibile via microSD. Non mancano Wi-Fi dual band (2,4 Ghz e 5 Ghz) e Bluetooth 5.0.

Il display è un pannello E-ink Carta 1200 da 6,13", con densità di pixel di 300 PPI (il massimo standard del settore). Anche se la forma può ingannare, il pannello ha quindi una diagonale analoga a quella di Kindle (6"): questo vuol dire che, a parità di grandezza del font, in una facciata entrano più o meno lo stesso numero di parole. Su BOOX Palma un pelino di meno (perché si va più spesso a capo e le interlinee occupano spazio) ma siamo lì.

Nonostante le forme molto diverse, i display di Kindle base e BOOX Palma hanno dimensioni analoghe (6" e 6,13") e, a partità di carattere, in una facciata ci sta più o meno lo stesso numero di parole.

La leggibilità del display è eccezionale, la luminosità massima è davvero molto elevata ma, come tutti gli ebook reader, BOOX Palma dà il meglio di sé con bassa (o nulla) sovrailluminazione e tanta luce naturale diretta: in contesti simili, le parole sembrano stampate sullo schermo.

Il sistema operativo è basato su Android 11, con un po' di aggiunte importanti da parte di Onyx. Troviamo infatti l'E-ink center dell'azienda, che permette di regolare in maniera estremamente capillare (ai limiti della mania) le impostazioni di refresh del display, impostando (anche per ogni singola app) la modalità di aggiornamento, il contrasto, l'intensità dei neri e altro ancora. 

Tra le altre app degne di nota c'è poi BooxDrop, che permette di inviare e ricevere facilmente file via rete locale, e un po' di altre chicche sparse per il sistema, sempre molto ricco. 

Anche su questo dispositivo, non mi fa impazzire la presenza della fotocamera, teoricamente pensata per scansionare testi, tramite l'apposita app Scansione Documenti (che è l'unica con accesso alla fotocamera: non c'è una vera e propria app per scattare foto, anche se volendo è possibile installarne una dal Play Store). Apprezzo l'intento, ma il software di scansione non funziona altrettanto bene come quelli che potete trovare su smartphone iPhone e Android, e scattare con un display e-ink non è il massimo.

In compenso, l'OCR (riconoscimento del testo) della scansione funziona abbastanza bene, ma rimango dell'idea che le fotocamere sono un componente di cui si potrebbe ampiamente fare a meno su dispositivi con display e-ink.

Al contrario, ho apprezzato molto l'idea del tasto Funzione, il cui comportamento è personalizzabile: io l'ho impostato per eseguire un refresh completo del display con un clic (estremamente comodo, per quando si notano effetti di ghosting durante la lettura) e catturare uno screenshot tenendo premuto. 

In generale, l'esperienza d'uso di BOOX Palma è sempre molto fluida: al netto dei limiti dei display e-ink, il dispositivo è davvero scattante e perfino navigare sul web e leggere un articolo online è un'esperienza piacevole. Non credo possa sostituire lo smartphone per qualsiasi utilizzo e non vi consiglierei mai di usarlo per guardarci un video su YouTube, ma io l'ho fatto (per curiosità) e, impostando la modalità di refresh più rapida, sono rimasto impressionato dalla fluidità della riproduzione.

Era talmente godibile che mi sono perfino distratto col video che avevo fatto partire per prova: veramente incredibile per un pannello e-ink.

Questo vuol dire che, al netto del fatto che sarà tutto in bianco e nero, con BOOX Palma potete farci quasi tutto quel che fareste con un dispositivo Android, specialmente per quel che riguarda lettura e consultazione: non si prova mai quella frustrazione che a volte si avverte con dispositivi e-ink che non riescono a gestire le animazioni, ad esempio durante la digitazione o nell'apertura di un pop-up su un sito. BOOX Palma se la cava benissimo, gestendo benissimo i movimenti nonostante lo schermo e-ink: ci ho perfino guardato TikTok e giocato a Tetris con una certa soddisfazione!

Ma ovviamente non è per giocare o guardare video che dovreste comprare un dispositivo del genere, bensì per leggere. Avere il Play Store a disposizione è davvero comodissimo, perché permette di installare facilmente tutte le app di lettura che possono tornarvi utili: Kindle e Kobo per i libri, Pocket per gli articoli, MLOL per accedere alle biblioteche digitali, e poi tutto quel che vi possa tornare utile.

E se siete fan degli audiolibri, ovviamente potete ascoltarli scaricando l'app che vi serve (Audible, Storytel o quel che preferite): gli speaker hanno una potenza sufficiente ed è possibile collegare cuffie via Bluetooth o via USB-C.

BOOX Palma è basato su Android 11 e ha il Play Store preinstallato, quindi potete installare facilmente tutte le app che volete

L'app di lettura è quella che abbiamo già visto su altri dispositivi Onyx BOOX. Si chiama Neo Reader e supporta tutti i formati più comuni per ebook e fumetti: ePub, Mobi PDF, CBR, CBZ e perfino documenti Word (.doc) e presentazioni PowerPoint (.ppt). Ha una montagna di impostazioni utili, ma manca un dizionario integrato, che però può essere sostituito da un dizionario scaricato da Play Store, che può essere integrato in Neo Reader.

A scanso di equivoci, Onyx BOOX Palma non supporta la scrittura a mano libera con pennino.

Esperienza di lettura

L'esperienza di lettura con i libri è ottima: il display di BOOX Palma è eccellente ed è un piacere da usare per leggere all'aperto. Inoltre, il sistema di illuminazione è uniforme, perfetto per sessioni di lettura anche con condizioni di scarsa luminosità.

I grandi punti di forza di questo dispositivo sono il formato, compatto e portatile, e il sistema operativo basato su Android con Play Store. Grazie al design simile a uno smartphone, è facile portare sempre con sé BOOX Palma e tirarlo fuori alla prima occasione utile per leggere.

Grazie al formato compatto, BOOX Palma è comodissimo per i pendolari: potete tirarlo fuori al volo per leggere mentre siete fermi alla banchina e poi infilarlo in tasca rapidamente quando arriva la metro.

La possibilità di installare qualsiasi app di lettura, invece, rende il dispositivo molto versatile, adatto a tutti gli utenti a prescindere dalle piattaforme a cui possono essere stati legati (Kindle, Kobo o altri). 

Questa versatilità compensa in buona parte l'assenza di libri in italiano sullo store di Onyx incluso, che potete anche disabilitare perché praticamente inutile.

Il formato in stile smartphone che ho tanto elogiato, però, ha anche degli svantaggi: leggere fumetti o riviste, per cui è necessaria una visione d'insieme più ampia, non è sempre il massimo. C'è di buono che sui PDF ci sono alcune opzioni per estrarre o riformattare il testo, ma BOOX Palma è un prodotto che consiglierei soprattutto a chi cerca un dispositivo per leggere libri, non fumetti o altro.

Prezzo

Il prezzo è il principale punto debole di questo dispositivo: BOOX Palma costa infatti 299,99€. Se lo acquistate dallo store ufficiale di Onyx BOOX, ricevete in omaggio una cover in silicone.

Trecento euro è un costo indiscutibilmente alto, specialmente considerando che un dispositivo che potremmo considerare concorrente, come il Kindle base, costa un terzo (99€). Certo, il Kindle è meno comodo da usare con una mano sola e portare in tasca, e non è basato su Android, ma bastano queste due caratteristiche per consigliare BOOX Palma?

Nonostante questo, mi auguro che questo dispositivo sia un successo, perché è davvero qualcosa di nuovo, ben fatto, e che mancava nel settore: un ebook reader comodissimo, estremamente portatile e molto versatile, perché non legato a uno specifico ecosistema. E scusate se è poco.

Giudizio Finale

Onyx BOOX Palma

BOOX Palma è l'ebook reader che mancava: piccolo e compatto come uno smartphone (con display da 6,13" in formato 2:1) può essere portato sempre in tasca. Lo schermo è un pannello E-ink Carta 1200 con densità di pixel di 300 PPI ed è leggibile in qualsiasi condizione, grazie anche alla sovrailluminazione con temperatura della luce regolabile (e sensore di luminosità).

Il sistema operativo è basato su Android 11, con tanto di Play Store che permette di installare facilmente ogni app utile per la lettura e non solo (Kindle, Kobo, Pocket e qualsiasi altra cosa vi venga in mente). Il sistema è molto fluido (nei limiti degli e-ink) e ci sono tutte le solite ottimizzazioni software di BOOX, tra cui l'avanzatissimo sistema di gestione dello schermo, che permette di personalizzare tempi di refresh e tonalità per ogni singola app.

Il pulsante personalizzabile è un'ottima idea per velocizzare qualche operazione ed è comodissimo per refreshare lo schermo con un clic quando serve. Nel complesso, BOOX Palma è un dispositivo solido e davvero molto interessante: peccato solo per il prezzo un po' proibitivo.

Voto finale

Onyx BOOX Palma

Pro

  • Un formato diverso, comodissimo da portare in tasca
  • Display e-ink Carta 1200 sempre leggibile
  • Sistema operativo basato su Android, con Play Store e tutte le app utili
  • Sistema molto fluido per essere un e-ink
  • Il tasto personalizzabile è una buona idea
  • Tante ottimizzazioni software utili

Contro

  • Prezzo molto elevato
  • Fotocamera inutile
  • Nessun libro italiano sullo store di ebook

Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi Sono soprattutto una persona curiosa: mi piace imparare cose nuove e spiegare quel che so. Quindi scusatemi per gli articoli così lunghi. Spesso mi isolo dal mondo con grosse cuffie in testa, a leggere su un ebook reader o ascoltare un podcast, ma ho un cane di nome Dubbio che mi mantiene vigile e mi trascina al parco un paio di volte al giorno.
Mostra i commenti