Recensione Razer Pro Click Mini: l'anti Logitech MX Anywhere

Bonus: il mega tappetino Razer Pro Glide XXL
Recensione Razer Pro Click Mini: l'anti Logitech MX Anywhere
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Razer sfida Logitech sul terreno dove quest'ultima è regina: quello dei dispositivi da ufficio/lavoro. Lo fa con un nuovo mouse piccolo e leggero, Pro Click Mini, ideale da portare anche in viaggio, abbinabile ad un tappetino in tinta in due dimensioni, il Pro Glide. Attenzione però a pensare che siano mere alternative, perché le soluzioni di Razer hanno carattere da vendere.

PRO

  • Molto leggero (con una batteria)
  • Preciso e silenzioso
  • Ottima connettività
  • 7 tasti programmabili

CONTRO

  • La rotellina di MX Anywhere è più comoda
  • Un po' pesante con 2 batterie
  • Anche troppa tecnologia per un mouse da lavoro
  • Prezzo di lancio 

Confezione

Confezione curata quella del Pro Click Mini, che si apre a soffietto per svelare una seconda scatola di cartone al suo interno, dove c'è il mouse vero e proprio, assieme ad una piccola custodia in tessuto morbido. Ci sono anche un paio di pile Energizer Alcaline al suo interno, in modo da non lasciarvi a piedi e regalarvi subito migliaia di ore di autonomia.

Esperienza d'uso

Razer Pro Click Mini è un mouse molto leggero: sulla nostra bilancia, 57 grammi a vuoto, 90 grammi con una batteria AA, 114 grammi con due batterie (ovviamente il peso potrebbe un po' variare a seconda delle batterie impiegate, non a caso Razer riporta 88 e 111 grammi rispettivamente). Per fare un raffronto, il Logitech MX Anywhere 3 pesa 96 grammi, quindi è nel mezzo.

La scelta di non inlcudere una batteria ricaricabile è quantomeno opinabile, vista comunque l'esigua differenza di peso. Per comprenderla meglio dobbiamo tirare quindi di mezzo l'autonomia di Razer Pro Click Mini.

Razer promette circa 50 giorni con un utilizzo di 8 ore al giorno (è un mouse "da viaggio" più che da scrivania, quindi 8 ore quotidiane sono davvero tante) via Bluetooth con una batteria alcalina. Usando due batterie al litio dovreste arrivare oltre i 160 giorni in Bluetooth, in pratica le cambierete due volte all'anno, ma probabilmente anche meno se non lo userete così tanto. Potete comunque simulare il vostro scenario di utilizzo tipico sul sito Razer ed otterrete una stima dell'autonomia. Per ovvie ragioni di tempo, non l'abbiamo potuta verificare di persona.

Come da tradizione Razer, Pro Click Mini regala un'ottima esperienza di puntamento, sempre precisa (400-12.000 DPI variabili, polling-rate di 1000Hz) e senza incertezza alcuna. E sia chiaro che per quanto sia un mouse "da lavoro", non sfigura certo nel gioco in mobilità, tanto più che è anche compatibile con Razer Synapse, il software di configurazione cloud-based con il quale salvare la configurazione del proprio dispositivo.

Per certi versi sono caratteristiche anche eccessive per un mouse che vuole ammiccare più alla sfera lavorativa. Razer non riesce a rinnegare la sua natura ludica, ed in questo caso è un po' un peccato, perché questo poi va ad influire anche sul prezzo.

I 7 pulsanti programmabili sono poi tutto ciò che si può chiedere ad un mouse portatile, e la sua forma lo rende comodo sia con la mano destra che con la sinistra (con la quale però rinuncerete ai due pulsanti laterali).

I suoi switch meccanici sono ultra-silenziosi, con un ciclo di vita fino a 15 milioni di clic, e adattissimi all'uso anche in stanze poco rumorose. A dispetto della silenziosità, il clic si sente piuttosto bene con le dita, tanto che il Pro Click Mini non vi lascerà il dubbio di essere stato premuto o meno, anche se non lo sentirete. E questo sia chiaro che vale sia per clic destro e sinistro, che per i due tasti laterali. Un po' più rumoroso e cliccoso il tasto centrale, ottenibile con una pressione sulla rotellina.

La rotellina centrale può eseguire un movimento preciso, con un clic abbastanza marcato al tatto ma comunque (anche troppo) morbido, oppure uno scorrimento veloce, utile per gli scrolling prolungati. Il passaggio da una modalità all'altra però non è automatico (come sul già citato mouse di Logitech), bensì avviene tramite un piccolo pulsante posto a monte della rotellina stessa.

In compenso la rotellina centrale supporta anche l'inclinazione a destra e sinistra, per eseguire rapidamente un movimento laterale. Non è preciso come nel caso di una rotellina dedicata, ma è senz'altro comodo e sempre a portata di mano per quei casi in cui ne aveste necessità. A livello di rumorosità il tilt-to-click è a metà tra il pulsante centrale e gli altri.

Al suo interno, nel vano delle batterie, si trova anche un dongle USB-A HyperSpeed 2,4GHz, per collegarsi a PC ed altri dispositivi tramite una connessione più performante (ma più energivora) del Bluetooth. In questo modo potrete collegare il Razer Pro Click Mini fino a 4 dispositivi diversi: uno col dongle e tre via Bluetooth. Il passaggio da uno all'altro avviene tramite il tasto e lo switch posti alla base del mouse, come da copione.

Razer Pro Click Mini si presta quindi ad essere accoppiato a più dispositivi diversi, da PC a smartphone e tablet, diventando un comodo compagno di viaggio, grazie anche alle sue dimensioni, più che un mouse da tenere fisso sulla scrivania. Non a caso esiste il Pro Click (non mini) che assolve allo scopo.

Pro Glide XXL

Assieme al Pro Click Mini abbiamo provato anche il Pro Glide XXL, un tappetone da scrivania che ci è piaciuto davvero tanto. Di un bel colore grigio chiaro, diverso dal classico nero che dopo un po' di tempo si scolorisce inesorabilmente, questo tappetino di Razer non solo è davvero ampio (94 centimetri di larghezza), ma soprattutto è comodo.

La trama esagonale a contato con la scrivania ha un ottimo grip, che non lo ha mai fatto muovere di un millimetro dalla posizione iniziale, mentre la parte superiore è in tessuto con una trama molto fitta, sulla quale il mouse scorre che è una bellezza, pur senza azzerarne eccessivamente l'attrito, ma rendendolo soprattutto uniforme.

Lo spessore è di circa 3mm e l'imbottitura in schiuma lo rende confortevole alla pressione: rigido quanto basta, ma non così tanto come una comune scrivania. È quella piacevole via di mezzo sulla quale appoggerete volentieri le mani.

Disponibile anche in taglia media, in modo da ospitare solo il mouse, è comunque un peccato non prenderlo "big".

Prezzo

Razer Pro Click Mini ha un prezzo ufficiale di 89,99€, un po' troppi per renderlo concorrenziale. Mettiamola così: se il vostro utilizzo fosse prettamente lavorativo, un MX Anywhere 3 vi farà spendere meno ed essere felici lo stesso. Viceversa, se doveste gettare nel calderone anche una buona dose di gaming, allora Pro Click Mini avrà la mano vincente dalla sua, con buona pace del prezzo. 

Tra l'altro, per adesso, nemmeno Amazon ci viene in aiuto, con una cifra che nel momento in cui vi scriviamo è addirittura superiore al prezzo di listino.

Foto Razer Pro Click Mini e Pro Glide XXL

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Razer Pro Click Mini

Razer Pro Click Mini è un mouse con un'identità precisa, tanto che se non sapeste che il core-business di razer è nell'ambito gaming, pensereste che l'azienda si cimenti ogni giorno con dispositivi di questo tipo. In realtà una certa natura ludica ce l'ha eccome, tanto che non tutti i non-gamer sarebbero in grado di apprezzarne le doti. Precisione ed affidabilità sono infatti fuori questione, mentre più opinabili sono alcune scelte come le batterie stilo ed il fatto di dover commutare manualmente la velocità di scrolling della rotellina, soprattutto a fronte di un prezzo di lancio che non è concorrenziale.

Sommario

Confezione 8

Esperienza d'uso 8

Prezzo 7

Voto finale

Razer Pro Click Mini

Pro

  • Molto leggero (con una batteria)
  • Preciso e silenzioso
  • Ottima connettività
  • 7 tasti programmabili

Contro

  • La rotellina di MX Anywhere è più comoda
  • Un po' pesante con 2 batterie
  • Anche troppa tecnologia per un mouse da lavoro
  • Prezzo di lancio 

Nicola Ligas
Nicola Ligas Nicola è caporedattore su SmartWorld.it, e per questo motivo è odiato da tutti. I colleghi. Gli piace credere che il suo lavoro semplifichi la vita agli altri, in qualche modo. Ma non ai colleghi. Nel tempo libero cerca di complicare la sua vita, con nuovi progetti che non ha mai tempo di realizzare. Per fortuna. Dei colleghi.
Mostra i commenti