Recensione Ringconn: l'anello smart completo e senza abbonamento

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Tech Master

Con l'arrivo a breve dei player più grandi l'interesse verso gli anelli smart sta crescendo. Ne abbiamo già provati alcuni e oggi ci apprestiamo a raccontarvi di uno degli anelli di cui più ci avete chiesto nei commenti.

PRO

  • Tantissimi dati raccolti
  • Ottima autonomia
  • App chiara e semplice
  • Nessun abbonamento

CONTRO

  • I punteggi "complessivi" non convincono
  • Il prezzo non è per tutti
  • Non supporta pagamenti NFC

Tra gli anelli smart c'è sicuramente un nome che guida il mercato. Stiamo parlando di Oura Ring (qui la nostra recensione) arrivato ormai da anni alla sua terza generazione. Questo Ringconn però aveva tutte le carte in regola per competere e così lo abbiamo provato con molta curiosità.

L'anello ha prima di tutto un forma diversa da quelli provati fino ad oggi. È leggermente più squadrato esternamente, mentre internamente è circolare ma ha la parte inferiore piatta, con ai lati due protuberanze dove sono presenti i sensori di battito cardiaco e di ossigenazione del sangue. La finitura della nostra variante grigia è opaca e lo fanno sembrare più un gadget futuristico che un anello che si indosserebbe puramente per una questione estetica. In più il bordo esterno è leggermente concavo e il bordo è lucido, dettagli che si notano solo guardandolo da vicino, ma che contribuiscono a renderlo particolarmente curato.

Quando si procede all'acquisto di Ringconn si potrà scegliere fra 9 misure. Se non si conosce la propria ci si può far spedire gratuitamente il kit di misurazione con 9 anelli in plastica finti da tenere al dito qualche giorno per trovare la misura perfetta per sé. Dopodiché si finalizzerà l'ordine con la misura giusta.

Una cosa che ci ha stupito di questo Ringconn è che la sua base di ricarica è realtà un case e un powerbank. In questo modo è possibile caricarlo ovunque senza necessità di collegarlo alla presa di corrente.

L'applicazione Ringconn vi accoglie subito con una schermata di ricca di dati: o meglio di spazi che nei giorni verranno riempiti di dati. Il prodotto è estremamente dato-centrico e potreste perdervi nell'applicazione navigando fra i dati raccolti nelle varie sezioni. Ci sono due tab fondamentali: Insights e Trends (sì, è tutta in inglese). Da entrambe potete in sostanza consultare gli stessi dati, ma la prima è personalizzabile e ha una vista più chiara e riassuntiva di tutti i valori fondamentali.

C'è anche un riepilogo rapido Wellness Balance con un punteggio complessivo e un grafico che mostra quanto siete bilanciati del vostro benessere anche nel confronto con il giorno precedente.

Elencare tutti i dati che raccoglie, aggrega e propone l'app di Ringconn richiederebbe un articolo a parte, ma possiamo comunque elencare i più rilevanti. Prima di farlo finiamo però di descrivere la schermata degli Insights che in alto ha anche una divisione giornaliera che permette di tornare a rivedere i dati dei giorni precedenti e di scorrere fra altri quattro tab: sonno, attività e stress.

Il sonno viene elencato con un punteggio numerico e vi viene anche data la possibilità di dare un voto soggettivo a come vi siete risvegliati. Scorrendo avrete invece il dettaglio di tutte le varie metriche che vengono raccolte da questo anello, come il tempo dormito, il tempo a letto, l'efficienza del sonno e le varie fasi dello stesso.

Potete anche guardare il grafico del sonno basandovi sulle varie fasi oppure sul battito cardiaco. Non manca il dato sulla variabilità del battito cardiaco che è molto importante. L'anello registra anche la temperatura della pelle e il ritmo del nostro respiro. Registra correttamente anche i pisolini. I dati che questo anello raccoglie durante il sonno sono veramente notevoli e anche molto precisi, proprio come avevamo visto su Oura Ring. L'unico dato che secondo noi non ci convince è quello riassuntivo con il punteggio, che almeno per noi sembra un po' troppo ottimistico. Ma i dati non mancano e la loro precisione sembra notevole. Dovrete magari spendere voi qualche minuto nell'analizzarli e trarre le vostre conclusioni.

Il tab dell'attività mostra invece tutte le informazioni su quanto vi siete tenuti in movimento durante la giornata. Interessante il grafico che mostra l'intensità dell'allenamento e quello che divide le calorie del metabolismo basale da quelle bruciate attivamente.

Infine abbiamo anche un grafico che mostra la progressione dell'attività durante il giorno, anche confrontandola con quella del giorno precedente. In stress abbiamo un altro chiarissimo grafico (i colori aiutano molto la comprensione) che mostra in che zona di stress siamo ora e anche ora per ora, andando anche a dividere questo punteggio per sezione della giornata, in modo da avere una più semplice comprensione di quali sono i momenti più difficili da gestire per noi.

Se la voce relativa agli Insights vi parla di cosa è successo oggi (o i giorni precedenti), quello dei Trend prende in esame un periodo minimo di una settimana, che può invece essere modificato in quello di un mese o di un anno. Qui avete una lista di tutte le voci principali che questo anello può analizzare con chiara indicazione se questi valori sono sopra o sotto la media.

Anche queste schermate sono personalizzabili e le informazioni mostrate sono tutte molto precise e dettagliate.

Anche in questo caso Rinconn non sembra il prodotto giusto per tracciare l'attività fisica puntuale, ma piuttosto il benessere giorno per giorno. Lo si capisce anche dal fatto che sono stati aggiunti al momento solo 4 sport da tracciare (passeggiata, corsa, tapis roulant e ciclismo) e solo in modalità Beta.

Dove questo anello batte indubbiamente la concorrenza è nell'autonomia. Parliamo di circa 6 giorni, da moltiplicare per circa 15 volte considerando che il case può essere usato come powerbank. Una ricarica impiega circa un'ora e mezza.

Ringconn è disponibile sul sito dell'azienda a 279$ (poco meno di 260€ al momento), un prezzo non per tutti, ma leggermente inferiore ad altri concorrenti. Quello che fa davvero la differenza è l'assenza di un abbonamento mensile per il suo utilizzo.

Foto

Il sample per la recensione per questa recensione è stato fornito da Ringconn che non ha avuto un'anteprima di questo contenuto e non ha fornito compenso monetario.

Giudizio Finale

Ringconn

Rinconn è uno smart ring sorprendente. È elegante, si distingue per vari fattori rispetto ai concorrenti un po' più omologati e soprattutto raccoglie tantissimi dati, mostrati in modo estremamente chiaro nella propria app. Rispetto a Oura Ring che abbiamo preso come benchmark tendiamo ad avere un'app un po' meno "umana", ma se avrete la pazienza di aprire tutti i giorni l'app per consultare i dati potrete probabilmente trarne considerazioni simili da soli. E il tutto senza un abbonamento mensile.

Voto finale

Ringconn

Pro

  • Tantissimi dati raccolti
  • Ottima autonomia
  • App chiara e semplice
  • Nessun abbonamento

Contro

  • I punteggi "complessivi" non convincono
  • Il prezzo non è per tutti
  • Non supporta pagamenti NFC

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vivo nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Ma quello che provo oggi qui su SmartWorld sono principalmente smartphone, smartwatch e prodotti per la smart home. Ma le mie passioni riguardano anche il LEGO e la musica elettronica.