Skullcandy Hesh ANC: cancellazione del rumore e un sacco di bassi

Skullcandy Hesh ANC: cancellazione del rumore e un sacco di bassi
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

La cancellazione attiva del rumore è la funzione del momento, e a ragione: tutti la cercano e ormai la tecnologia è abbastanza matura per essere a portata di tutte le tasche.

Anche Skullcandy non manca all'appello e tutti i suoi più recenti modelli di auricolari integrano l'ANC: noi abbiamo provato le Skullcandy Hesh ANC, medio gamma davvero interessanti di cui vi raccontiamo tutto qui sotto.

PRO

  • Comode da indossare, anche a lungo
  • Buon sistema di ANC (con Ambient Mode)
  • Supporto a Tile
  • Si ripiegano (e girano) per facilitare il trasporto

CONTRO

  • Microfoni sottotono
  • Non sono supportate dall'app Skullcandy
  • Sull'autonomia si poteva fare di più

Confezione

Nella confezione di vendita, oltre le cuffie, troviamo un cavetto USB/USB-C per la ricarica, un lungo jack audio e una custodia morbida per il trasporto (con una comoda tasca per portare i cavetti).

Costruzione e comodità

Fatta eccezione per la struttura interna in metallo, le Hesh ANC sono realizzate interamente in plastica e non brillano per materiali o qualità costruttiva. Intendiamoci: non ci sono scricchiolii o evidenti problemi di solidità, sono semplicemente un paio di cuffie come tante altre in questa fascia di prezzo. Come di consueto per i modelli della società, il piccolo teschio – logo di Skullcandy – fa capolino, ben visibile, sugli archetti.

Molto buona l'imbottitura dei padiglioni, che avvolge completamente le orecchie e contribuisce all'isolamento acustico, ma che – prevedibilmente – non è sostituibile. Nonostante sembri un po' posticcio, ho apprezzato anche il generoso supporto morbido all'interno dell'archetto, che riduce sensibilmente la pressione sul cranio.

I tasti, posizionati tutti sul padiglione destro, sono 4: ANC, Volume+, Play/Pausa e Volume-. Sono in gomma e un po' cheap, ma sono anche in rilievo e facili da trovare al tatto. Accanto al pulsante per l'ANC c'è un piccolo LED che indica se la cancellazione del rumore è attiva o meno e, sotto, jack audio e connettore USB-C.

I padiglioni possono essere ripiegati su sé stessi per riporre comodamente le cuffie nella custodia, ma possono anche ruotare (su un'asse di 180°) per poggiarle sulle spalle quando non le utilizzate (a mio dire, un dettaglio comodissimo e troppo spesso sottovalutato).

Le Hesh ANC sono abbastanza comode da indossare, anche per lunghe sessioni di ascolto: né i padiglioni né l'archetto premono troppo, ma allo stesso tempo mantengono le cuffie ben salde alla testa (anche durante una corsa).

Purtroppo non c'è alcun tipo di resistenza a liquidi e polvere.

Funzioni e qualità audio

Qualità sonora

Le Skullcandy Hesh ANC non sono le cuffie che consiglierei ad un audiofilo: il suono sa essere piacevole e divertente, ma certamente non è neutro. Queste cuffie presentano infatti un profilo a V molto marcato, con un'importante enfasi sui bassi, che può piacere ed è godibile in alcuni momenti, ma che può anche arrivare a coprire un po' le altre frequenze.

Ad esempio, ascoltando How soon is now? degli Smiths, nella parte strumentale che inizia a 4:03 circa, i colpi di grancassa sovrastano troppo le chitarre.

Buoni i medi e medio-alti, che restituiscono una buona resa delle voci.

Nel complesso, queste Skullcandy Hesh ANC hanno un profilo sonoro molto commerciale, che piacerà a chi cerca molti bassi e un ascolto spensierato, ma che potrebbe deludere gli ascoltatori più esperti.

Peccato anche che non ci sia alcun tipo di equalizzatore, dato che l'app Skullcandy non supporta queste cuffie.

Controlli e funzioni

Nessuna sorpresa sul sistema di controlli: i tasti si trovano facilmente al tatto e si premono bene. Una pressione prolungata dei tasti volume cambia traccia; il doppio clic del tasto Play richiama l'assistente vocale mentre il doppio clic sul tasto ANC attiva l'Ambient Mode, che riproduce in cuffia i rumori ambientali.

Molto gradito il supporto all'ecosistema Tile, il sistema di tracking Bluetooth gestito dall'omonima azienda: proprio come un portachiavi smart, potete aggiungere queste cuffie all'elenco dei dispositivi sull'app Tile, dove vedere l'ultima posizione nota o far suonare le cuffie per ritrovarle.

Cancellazione del rumore

La cancellazione attiva del rumore funziona piuttosto bene: ovviamente siamo lontani dalla precisione dei modelli top di gamma come Sony WH-1000XM4, ma l'ANC c'è e fa il suo dovere.

Quando ci si sposta in città, con l'ANC attivo praticamente scompaiono i rumori dei motori e, in generale, i rumori ambientali si attenuano sensibilmente.

Insomma, queste cuffie sono l'ennesima dimostrazione che la cancellazione attiva del rumore ormai è una tecnologia alla portata di tutte le tasche.

Autonomia

L'autonomia è leggermente sotto la media del mercato: 22 ore con una ricarica. Non si può dire che siano in assoluto poche, ma sicuramente c'è chi fa meglio.

Per fortuna c'è la ricarica rapida: bastano 10 minuti di ricarica per avere 3 ore di autonomia.

Microfoni

I microfoni sono sufficienti per chiamate in casa o in ambienti generalmente silenziosi, ma non reggono bene la presenza di rumori di fondo (come potete ascoltare dalla prima registrazione, quando apro il rubinetto dell'acqua).

Inoltre, in generale il volume è piuttosto basso: dovrete urlare un po' per farvi sentire bene.

[audio m4a="https://www.smartworld.it/wp-content/uploads/2021/06/Skullcandy-Hesh-ANC-casa.m4a"][/audio]

[audio m4a="https://www.smartworld.it/wp-content/uploads/2021/06/Skullcandy-Hesh-ANC-vento.m4a"][/audio]

Prezzo

Il costo di queste Skullcandy Hesh ANC è di 129€: non sono esattamente economiche, ma neanche troppo care. Considerando il brand e la presenza di un sistema di cancellazione attiva del rumore che funziona, il prezzo è in linea con quanto mi aspettavo.

Foto

Giudizio Finale

Skullcandy Hesh ANC

Le Skullcandy Hesh ANC sono un paio di cuffie senza troppe pretese ma perfette per la vita di tutti i giorni: sono comode da indossare a lungo e hanno un buon sistema di cancellazione del rumore, che garantisce viaggi in metro silenziosi. Pur non brillando per autonomia o microfoni, se cercate soprattutto un paio di cuffie non troppo costose con cui isolarvi dal mondo per ascoltare la vostra musica, queste Hesh ANC faranno il loro dovere.

Voto finale

Skullcandy Hesh ANC

Pro

  • Comode da indossare, anche a lungo
  • Buon sistema di ANC (con Ambient Mode)
  • Supporto a Tile
  • Si ripiegano (e girano) per facilitare il trasporto

Contro

  • Microfoni sottotono
  • Non sono supportate dall'app Skullcandy
  • Sull'autonomia si poteva fare di più

Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi Faccio cose, vedo gente, ascolto musica, clicco tasti, leggo libri, scrivo articoli.

Commenta