9.5

Recensione Sony WH-1000XM3: il meglio del meglio (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione SONY WH-1000XM3

Sony rinnova ancora una volta le sue ottime cuffie a cancellazione del rumore, con il nuovo modello WH-1000XM3. Apparentemente non si tratta di una rivoluzione, anche perché parliamo di un prodotto che era già di elevatissima qualità. (A tal proposito, vi invitiamo infatti a rileggere la recensione delle XM2.) Non fatevi però ingannare dalle apparenze, perché l’esperienza d’uso è anche superiore al passato, ed il prezzo di lancio non rincarato. Saranno le cuffie a cancellazione del rumore definitive?

LEGGI ANCHE: Le migliori cuffie Bluetooth

9.5

Confezione

La confezione delle Sony WH-1000XM3 vi offre anche una pratica custodia per riporle, che abbandona la finta pelle del passato, a favore di un tessuto in tinta con le cuffie stesse. All’interno trovano posto anche gli altri accessori presenti. Abbiamo infatti un cavo audio in tinta, senza microfono o altri controlli lungo il filo. C’è poi un cortissimo cavo Type-C / Type-A per la ricarica ed anche un adattatore con doppio jack audio per l’aereo.

Non ci sono insomma differenze degne di note rispetto al passato. L’unica cosa che manca, volendo essere stra-esigenti, è un caricabatterie dedicato. Il vostro PC o l’alimentatore del vostro smartphone possono benissimo sopperire alla mancanza.

9.0

Costruzione e comodità

Esteticamente è praticamente impossibile distinguere le XM3 dalle XM2, ma c’è un particolare che tradisce il nuovo modello: la porta Type-C, finalmente adottata per la ricarica.

Le cuffie restano quindi ben costruite, ripiegabili e durature (basandoci sul DNA delle precedenti). Sono anche comode. Tenendole per l’intera giornata lavorativa non danno fastidio, salvo ogni tanto riposizionare un minimo l’archetto per non gravare sempre sul medesimo punto. In ogni caso non stringono minimamente né sull’orecchio né in testa, anche se il peso si sente un po’ di più alla base dell’orecchio. Sono leggere (circa 275 grammi), e non hanno quella sensazione di “soffocamento” che danno altre cuffie a cancellazione del rumore.

Sul padiglione destro abbiamo i controlli touch, mentre sulla cuffia sinistra resta il simbolo dell’NFC. Poco più sotto troviamo il pulsante di accensione e quello per commutare le varie modalità di cancellazione del rumore. Quest’ultimo può servire anche per richiamare l’Assistente Google, con il quale potrete interagire senza toccare il telefono e che potrà anche leggervi il contenuto delle notifiche in arrivo. Peccato solo che le due funzioni di questo tasto siano mutuamente esclusive: o gestione della cancellazione, o assistente. Altro piccolo appunto: l’imbottitura, pur morbida e piacevole a contatto con la pelle, potrebbe far sudare un po’.

9.5

Esperienza d'uso

Le WH-1000XM3 confermano la qualità del loro DNA, in tutti i sensi. L’eliminazione del rumore (Sony non usa mezzi termini come “cancellazione”) è davvero ultra efficace. Il merito va anche al nuovo processore HD Noise Cancelling QN1, che si proclama fino a 4 volte più efficace del precedente. È un paragone che è difficile sostenere o smentire, ma di una cosa siamo sicuri: la cancellazione del rumore di queste cuffie è la migliore che abbiamo mai provato.

Non solo, ma potrete decidere voi, tramite l’app, l’intensità della cancellazione, in una scala a 20 livelli. Il tasto presente sulle cuffie vi permette infatti di commutare rapidamente fra tre modalità: cancellazione assente, cancellazione massima, ed un valore deciso dall’utente. Tenendo premuta la mano sulla cuffia di destra, invece, esalterete i toni alti attorno a voi. Sony chiama questa funzione “quick attention“, perché con un semplice gesto vi lascia sentire in maniera molto chiara e distinta tutte le voci, anche meglio di quanto fareste senza cuffie. (Efficacissima per “stalkerare” qualcuno vicino a voi, che penserà stiate ascoltando musica.)

Come già sottolineato inoltre, la XM3 non danno la sensazione di “soffocamento” di altre cuffie ANC, grazie anche ad una funzione di ottimizzazione, che adatta il suono in base a come indossate le cuffie (ad esempio se ci sono dei capelli nel mezzo) ed alla pressione atmosferica (da ripetere ad alta quota o in aeroplano). Altro elemento che distingue le WH-1000XM3 dalla concorrenza è il fatto che l’eliminazione del rumore non taglia (quasi per nulla) le basse frequenze, e la musica rimane sempre molto gradevole e naturale.

Non cambiano le specifiche tecniche rispetto al passato, ma al di là di quelli che sono i numeri, l’orecchio ci dice che queste XM3 suonano anche meglio delle precedenti (che già suonavano benissimo). La musica leggera è il loro terreno ideale, ed indipendentemente dal genere è difficile percepire delle carenze evidenti. Non aspettatevi però bassi esagerati, ma comunque sempre ben distinguibili. Non c’è sovrapposizione eccessiva, e, con il dovuto silenzio, riuscirete ad apprezzare a dovere tutti gli strumenti di un’orchestra. I toni alti sono chiari e non eccessivamente pungenti, e la spazialità del suono è in generale molto buona. Il volume massimo non è però dei più elevati. Non ci sono distorsioni ed è sufficiente per tutti gli utilizzi, ma non è certo il più potente mai provato.

Ottima come sempre la qualità audio in chiamata. Sentirete e vi farete sentire in modo chiaro, grazie ai microfoni presenti sulle cuffie stesse (e non sull’eventuale cavo), e con la cancellazione del rumore attiva sarà facile parlare anche nel caos cittadino.

Nota finale sui controlli touch, che di solito non mi fanno impazzire sulle cuffie, ma che in questo caso hanno (quasi) sempre funzionano egregiamente. Destra/sinistra per cambiare traccia, su/giù per il volume, doppio tap centrale per play/pause o per rispondere alle chiamate, e pressione prolungata per esaltare le voci. Difficilmente i vostri gesti verranno fraintesi, ed in ogni caso l’esecuzione di una gesture è accompagnata da un suono (sempre lo stesso però) che vi farà capire se è stata interpretata o meno.

9.0

App

Non ci sono particolari novità per l’app Headphones, per Android ed iOS, fondamentale per godere a pieno della qualità delle XM3. Oltre a regolare l’intensità della cancellazione del rumore in modo molto preciso, potrete ottimizzare automaticamente il suono in base alla pressione atmosferica attuale (utile per quando siete in montagna o in volo) ed a come indossate le cuffie. Potrete anche controllare la posizione di provenienza del suono, abilitare o meno alcuni preset per il surround (Arena, Club, Palco all’aperto, e Sala concerti), regolare l’equalizzatore manualmente o in base sempre ad alcuni preset (Luminoso, Entusiasta, Calmo, Rilassato, Vocale, Amplificazione alti, Amplificazione bassi, Discorso, Manuale, Personalizzato 1/2), ed avvalervi dei controlli audio integrati per gestire la musica in riproduzione anche da altri player.

C’è anche una opzione per gestire il tipo di connessione: priorità alla qualità del suono o alla stabilità del collegamento. Da notare che per usare gli effetti surround, l’equalizzatore e la posizione del suono, dovrete abilitare per forza la seconda opzione. E ad essere sinceri non abbiamo notato grandi differenze di qualità, se non allontanandosi un po’ di più dalle cuffie, con la priorità su qualità che perde prima il segnale (o comunque inizia prima a saltare).

Infine c’è una checkbox anche per DSEE HX, una tecnologia di Sony che ha lo scopo di migliorare la riproduzione di contenuti con perdita di qualità, come i file MP3. Come in precedenza, non fa miracoli ma rende il suono un po’ più pulito (ed un pelo più basso) su certi tipi di file. A seguire vi lasciamo alcuni screenshot autoesplicativi.

9.0

Autonomia

Le Sony WH-1000XM3 confermano l’ottima autonomia dei precedenti modelli, superando ancora una volta le 30 ore di uso wireless. Ricordatevi che, per avere la cancellazione del rumore attiva anche nell’uso cablato, dovrete accendere le cuffie e quindi consumerete batteria. In questo caso aspettatevi però un’autonomia superiore alle 40 ore, che poche non sono. E per controllare il livello di carica residua, e sufficiente una pressione rapida sul tasto di accensione e saranno le cuffie stesse a dirvelo.

7.5

Prezzo

Il listino delle XM3 è invariato rispetto al passato: 380 euro; ed in fondo anche un non-rincaro è una buona notizia. Nemmeno Amazon ci viene incontro per adesso, con un prezzo ancora al pari con quello ufficiale. Questo rende molto appetibile anche il precedente modello, disponibile a 299€. Se però voleste “il meglio del meglio”, sapete già a cosa puntare.

Foto

Giudizio Finale

SONY WH-1000XM3

9.5

SONY WH-1000XM3

Sony si conferma regina nel campo delle cuffie a cancellazione del rumore. Le WH-1000XM3 sono infatti il suo migliore prodotto ad oggi, e sono così complete che è molto difficile trovare loro dei difetti (a parte il prezzo elevato, ma in linea con il mercato e commisurato alla qualità). Se volete le migliori cuffie ad eliminazione del rumore disponibili sulla piazza, per di più dotate di una grande autonomia, comode, corredate da un'ottima app ed anche dall'Assistente Google, le avete appena trovate.

di Nicola Ligas
Pro
  • Cancellazione del rumore al top
  • Finalmente la USB-C
  • Qualità audio
  • C'è anche Google Assistant
Contro
  • Sempre un solo dispositivo connesso alla volta
  • Pulsante mutuamente esclusivo per ANC/Assistant
  • Design non rinnovato
  • Potrebbero essere ancora più comode

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • Michele

    Favolose, speriamo in un regalo con il pre order di xz4

    • Sperar non nuoce, però la vedo dura, visto il prezzo ed il fatto che sono state lanciate da poco

      • Michele

        Beh insomma anche quelle lasciate in regalo con xz1 e 2 venivano 380 di listino. Poi dipende anche dai vari paesi, l’omaggio cambia

        • finger crossed

  • Sattil

    Come posizioni le nuove XM3 rispetto alle Bose QuiteComfort 25 e 35?