7.5

Soundcore Life Q20: cancellazione del rumore per tutti?

Giuseppe Tripodi -




Recensione Soundcore Life Q20

La cancellazione attiva del rumore (ANC, Active Noise Cancelling) è una funzione che per parecchio tempo è stata considerata un’esclusiva di cuffie di fascia elevata. Le cuffie dotate di ANC registrano il suono ambientale tramite microfoni e riproducono un segnale opposto, che quindi annulla il rumore esterno. Tra le migliori scelte per chi cerca la cancellazione del rumore ci sono certamente le Sony WH-1000XM3: ma non tutti sono disposti (o hanno la possibilità) a spendere quasi 300€ per un paio di cuffie. Ed è proprio a chi cerca un modello di cuffie (molto) più economico ma sempre dotato di ANC che si rivolgono queste Soundcore Life Q20, che costano appena 60€.

7.5

Confezione

All’interno della confezione di vendita, oltre le cuffie troviamo un cavetto USB-microUSB per la ricarica, un jack audio per utilizzarle in maniera analogica e un astuccio per il trasporto (in materiale plastico).

Una custodia rigida sarebbe stata (ovviamente) una scelta più apprezzata, ma considerando il prezzo ci si deve accontentare. Segnaliamo però una piacevole accortezza: all’interno dell’astuccio c’è una tasca in tessuto in cui conservare i cavetti.

8.0

Costruzione e comodità

La qualità costruttiva delle cuffie è davvero molto buona e ad una prima occhiata è facile confonderle con modelli molto più costosi. L’imbottitura dei padiglioni è generosa e comoda e, una volta circondate le orecchie (si tratta di cuffie over ear), le si può indossare per ore senza troppi fastidi. Personalmente, le ho indossate tutti i giorni a lavoro per almeno 8 ore più o meno consecutive senza grandi problemi. Inoltre, anche senza attivare l’Active Noise Cancelling, le cuffie forniscono un discreto isolamento acustico, sufficiente per coprire il chiacchiericcio di un ufficio troppo affollato.

La parte dell’archetto che preme sulla testa è realizzata in simil-pelle ed è ovviamente imbottita, in modo da non dare fastidio anche per usi prolungati. Una piccola finezza che ho apprezzato è il sistema per regolare la lunghezza degli archi, con scheletro in metallo affiancato da una guida in plastica: trasmette un’ottima sensazione di solidità.

Per facilitare il trasporto, i padiglioni si ripiegano e ruotano verso l’interno, il che permette di riporle facilmente nell’astuccio, ma anche di poggiarle comodamente sulle spalle se non vengono utilizzate per qualche minuto.

I componenti visibilmente più economici del resto sono sicuramente i tasti: sul padiglione sinistro troviamo i pulsanti On/Off e ANC, entrambi affiacati da un piccolo LED di stato, mentre sulla cuffia destra un trittico composto dai tasti per regolare il volume, con Play/Pausa in mezzo. Sotto di questi si trova il jack audio e il connettore microUSB per la ricarica. Purtroppo niente USB-C.

7.5

Esperienza d'uso

Quando ho iniziato a provare queste cuffie, avevo davvero zero aspettative per la cancellazione del rumore. D’altra parte, sono cuffie da 60€: cosa vuoi aspettarti? E invece il sistema di ANC va meglio del previsto, se escludiamo un po’ di effetti collaterali, primo di tutto il volume. Attivando la cancellazione del rumore, il volume della musica viene praticamente dimezzato. È un “problema” comune con le cuffie dotate di ANC, ma in questo caso la differenza mi è sembrata anche più marcata che su altri modelli: c’entra anche il fatto che il volume massimo non è molto alto, specialmente quando le cuffie vengono utilizzate via Bluetooth. Se utilizzate col cavo, al contrario, il volume è sensibilmente più alto. Il mio consiglio, quindi, è – se possibile – di utilizzare il cavo quando usate la cancellazione del rumore e, soprattutto, di attivare l’ANC solo quando ne trarreste davvero beneficio, tenendo presente che i padiglioni delle cuffie offrono già un discreto isolamento acustico e che questa tecnologia funziona meglio con suoni costanti e facilmente isolabili (come il rumore di un aereo).

Un altro spiacevole (ma spesso trascurabile) effetto collaterale è un uno fastidioso ronzio metallico che si avverte ogni tanto, specialmente quando l’ANC è attivo ma non c’è musica in riproduzione.

Fatte queste doverose premesse, devo ammettere che la cancellazione attiva del rumore funziona meglio del previsto, tenendo presente che stiamo parlando di cuffie estremamente economiche. Non aspettatevi di poterle paragonare a delle Sony o Bose top di gamma (non provateci neanche, sarebbe imbarazzante), ma utilizzandole su due viaggi in aereo e diversi spostamenti in metropolitana, devo ammettere di aver notato un piacevole isolamento dai rumori di fondo.

Dopo aver parlato della cancellazione del rumore, occupiamoci della qualità audio, caratterizzata da grandi alti e bassi. Letteralmente.

Battute a parte, queste Soundcore Life Q20 hanno una buona capacità sonora (con driver da 40 mm), ma sembrano essere penalizzate da cattive scelte nell’ingegnerizzazione del suono. Il problema più grande sono sicuramente i bassi: hanno un’ottima estensione e riproducono anche frequenze “difficili” senza distorcere, ma sono davvero troppo prorompenti, specialmente quando si utilizzano le cuffie via Bluetooth. Basta ascoltare qualsiasi brano hip hop scandito da colpi di basso regolari per rendenrsene conto: prendete None shall pass di Aesop Rock o anche 90MIN di Salmo (dopo il primo minuto) e vi renderete conto che ad ogni colpo di basso le vibrazioni coprono ogni altro suono. Canzoni con molti bassi profondi come Brass Monkey dei Beastie Boys diventano addirittura fastidiose da ascoltare. Fortunatamente, la situazione è molto meno grave quando le cuffie sono collegate via cavo: in questo caso, i bassi sono molto più equilibrati. Tuttavia, alla luce di quanto detto su, vi suggerisco di dimenticarvi subito della funzione BassUp, che serve per pompare i bassi e si attiva con un doppio clic del tasto Play: credetemi, non ne avrete bisogno.

La riproduzione delle alte frequenze è stata invece una piacevole sorpresa: considerando il prezzo, mi sono stupito di ascoltare la precisione con cui vengono riprodotte le sveglie e le campane all’inizio di Time dei Pink Floyd o i violini nella Primavera di Vivaldi. I medi, invece, risultano un po’ troncati e le tracce che puntano molto sulla voce vengono penalizzate: ascoltando Breezeblocks degli alt-J si nota come la voce non sia ricca come dovrebbe.

Il Bluetooth è in versione 5.0, quindi non ci sono ritardi nel segnale audio e potete utilizzarle anche per guardare film e serie TV, a patto che siano collegate ad un dispositivo dotato di Bluetooth 5.

L’autonomia è davvero ottima: Anker dichiara 60 ore di riproduzione in modalità standard e 30 con ANC attivo. Non è facile tenere il conto preicso di quante ore siano rimaste accese, ma posso dire che le sto utilizzando più o meno quotidianamente dall’ultima settimana di agosto e le ho ricaricate solo una volta.

Concludendo la panormaica sull’esperienza utente, segnaliamo la possibilitò di richiamare gli assistenti vocali (Siri o Google Assistant) e la presenza di un microfono, la cui qualità è però piuttosto mediocre.

Prezzo

Ancora una volta, il prezzo è quel che fa la differenza per i prodotti Anker: attualmente le Soundcore Life Q20 costano circa 60€ su Amazon.

Il prezzo è interessante, ma le cuffie sono davvero consigliate a due condizioni: che vi interessi davvero avere un minimo di cancellazione del rumore e che siate disposti ad utilizzare il jack audio quando potete. Utilizzandole in maniera cablata, infatti, le cuffie restituiscono una qualità sonora nettamente migliore, oltre che un volume massimo sensibilmente più alto.

 

Foto

Giudizio Finale

Soundcore Life Q20

7.5

Soundcore Life Q20

Le Soundcore Life Q20 sono cuffie con alti e bassi: sono consigliate soprattutto a chi vuole un po' di cancellazione del rumore senza spendere un capitale e chi potrebbe utilizzarle collegate soprattutto via cavo. Collegandole via Bluetooth, infatti, cala sensibilmente la qualità audio e il volume massimo, peggiorando l'esperienza d'ascolto.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • ANC a prezzo molto contenuto
  • Buona qualità costruttiva
  • Bluetooth 5.0
  • Ottima autonomia
Contro
  • Connettore microUSB
  • Qualità audio e volume massimo calano sensibilmente con cuffie connesse via Bluetooth
  • Claudio Antonetti

    Domandona…. Ma se per esempio, si volessero delle cuffie di qualità ma che mi permettano di sentire se la persone che ho accanto mi chiama, su che tipo di cuffie dovrei puntare? Cuffie aperte?