7.9

TerraMaster F2-220: un NAS casalingo dal buon rapporto hardware/prezzo

Giuseppe Tripodi -




Recensione TerraMaster F2-220

TerraMaster F2-220 è un NAS a 2 vani che si vede in giro da un po’, e che si è ritagliato un buon nome grazie al prezzo invitante e alle promozioni su Amazon. Si tratta di un prodotto interessante, orientato soprattutto ad uso casalingo o per piccole aziende, che non si fa mancar nulla e che, soprattutto, ha un rapporto tra hardware e prezzo abbastanza competitivo.

Confezione

All’interno della confezione di TerraMaster F2-220 troviamo solo il NAS, l’alimentatore, il cavo LAN per collegarlo al modem e un cacciavite. Nella scatola, quindi, non è incluso alcun hard disk, che va acquistato separatamente. A scanso di equivoci, il NAS non ha alcuna unità di archiviazione e, quindi, è necessario avere hard disk o SSD acquistati a parte per poterlo utilizzare.

Hardware

L’hardware è sicuramente il punto di forza di questo NAS: nonostante abbia circa due anni, la dotazione hardware regge ancora molto bene il confronto con la concorrenza, specialmente in questa fascia di prezzo. All’interno del TerraMaster F2-220 abbiamo un Intel Celeron J1800 (dual core da 2,41 GHz) e 2GB di RAM (espandibile a 4GB). Questo NAS ha 2 vani per i dischi e supporta hard disk SATA da 2,5″ e 3,5″ e SSD SATA da 2,5″, per una capacità massima di 24 TB (suddivisi in 2 hard disk da 12 TB l’uno).

Sul retro, oltre la porta LAN, troviamo una porta USB 2.0 (sigh) e una porta USB 3.0; manca un’interfaccia WiFi, che può essere aggiunta tramite una chiavetta WiFi acquistabile separatamente. I dischi collegati vengono formattati in EXT4, ma il NAS supporta praticamente qualsiasi formato per le periferiche connesse via USB (exFAT, EXT3, EXT4, NTFS, FAT32, HFS+). Se collegate due dischi, questi possono essere configurati in modalità RAID 0 o RAID 1 per avere ridondanza dei dati, oppure possono essere accessibili separatamente (JBOD).

Funzioni e prestazioni

Il processo di inizializzazione del TerraMaster F2-220 è a prova di novellino: inserire i dischi al loro posto è estremamente facile (è sufficiente estrarre gli slot, fissare i dischi e rimettere lo slot al suo posto) e la configurazione iniziale è semplice e ben guidata. Se avete collegato più di un disco, durante la fase iniziale vi verrà chiesto come volete configurarli (noi abbiamo scelto RAID 1 con protezione dei dati): tenete ben presente che durante questo processo i dischi verranno formattati, quindi se state utilizzando un hard disk che avevate usato in precedenza, ricordatevi di salvare i dati.

Il TerraMaster F2-220 si può utilizzare via browser o tramite l’apposita applicazione desktop (disponibile per Windows e macOS); è disponibile anche un’app per Android e iOS, che permette di accedere ai file ed eseguire il backup delle foto.

Una volta completata la configurazione, si accede al sistema operativo del NAS, chiamato TOS e aggiornato alla versione 4.0:  il sistema è facile da utilizzare e utilizza un comodo sistema a finestre, che vi permette di interagire coi software come fareste col vostro portatile. In basso a destra troviamo un widget, sempre a portata di mano per tenere sotto controllo lo stato del NAS: archiviazione, uso di CPU e RAM e tutto il resto.

Eseguendo un doppio clic su Applicazioni si accede al lungo elenco di software disponibili, che mostrano tutte le potenzialità del NAS: troviamo un gran numero di software per realizzare un ottimo media center, ma anche un buon numero di programmi per rendere il TerraMaster F2-220 un server per ogni esigenza.

Dal punto di vista multimediale troviamo un’app chiamata Multimedia Server, che abilita lo streaming di contenuti multimediali per dispositivi che supportano DLNA/UpnP (Smart TV, console, o anche semplicemente VLC). È anche possibile abilitare la transcodifica automatica, per convertire i file potenzialmente non supportati in formati compatibili. Non manca Plex, ormai uno degli standard di riferimento per chi vuole realizzare un media center casalingo, e iTunes Server, per conservare sul NAS la propria libreria musicale.

Anche programmatori e smanettoni si potranno divertire, con un gran numero di strumenti che possono essere installati con un clic: ci sono CMS (WordPress e Joomla), c’è Apache Tomcat, c’è phpMyAdmin, Git, MySQL Server e molto altro.

C’è poi un software dedicato al Backup, che supporta rsync e Time Machine (per la gioia degli utenti macOS), c’è Transmission per scaricare i torrent e c’è la possibilità di abilitare l’accesso remoto, ossia la possibilità di utilizzare il NAS da remoto e da qualsiasi dispositivo, senza la necessità di esser connessi alla stessa rete locale.

L’elenco delle applicazioni disponibili soddisferà la maggior parte degli utenti, anche se la scelta rimane più limitata rispetto ad altri NAS della concorrenza (Synology su tutti). Ma disponibilità del software a parte, il sistema operativo di questo TerraMaster ha presentato qualche incertezza di troppo che non avremmo voluto.

In particolare, Dropbox Sync non ha mai funzionato e qua e là ci sono delle piccole imperfezioni: ad esempio, cliccando Installa su un software presente nell’elenco delle Applicazioni, non c’è alcuna animazione o feedback, e non sempre è facile capire cosa stia succedendo, anche considerando che più di una volta le app hanno effettivamente fallito l’installazione.

Non fraintendeteci: non è nulla di tragico e nel complesso tutto funziona piuttosto bene (eccetto Dropbox Sync, per qualche motivo), ma considerando che non stiamo parlando esattamente di un prodotto low cost, un softwware più rifinito non avrebbe guastato.

Infine, considerando l’hardware niente male, è un peccato che non ci sia la possibilità di avviare una virtual machine per virtualizzare un sistema operativo completo (come avviene su alte marche): sono certo che gli smanettoni lì fuori avrebbero trovato ottime ragioni per avere una distro Linux a portata di mano direttamente sul NAS.

Prezzo

TerraMaster F2-220 ha un costo di 209,99€ su Amazon: il costo, a dire il vero, è piuttosto altalenante, e in passato è costato molto di meno (il minimo storico è di circa 156€) e molto di più (il massimo è stato 240€ circa). Considerando l’hardware (e comparandolo a quello della concorrenza) il prezzo non è male, ma ci saremmo aspettati un software leggermente più rifinito per questa cifra.

Foto TerraMaster F2-220

Screenshot TOS 4.0

Giudizio Finale

TerraMaster F2-220

7.9

TerraMaster F2-220

Il TerraMaster F2-220 è un buon NAS per uso casalingo o per una piccola azienda: ha un buon prezzo in relazione all'hardware e include tutte le principali applicazioni per realizzare un media center o un piccolo server su cui sviluppare. Nonostante qualche piccola incertezza software, chi lo acquista resterà certamente soddisfatto.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Buona dotazione hardware
  • Semplice da configurare e da usare
  • C'è tutto il necessario per un media center casalingo e molto di più
Contro
  • Il software ha qualche incertezza
  • Niente dischi nella confezione
  • Traduzione italiana con qualche pecca
  • zimo85

    Una precisazione. È vero che non si possono fare macchine virtuali “pure”, ma con TOS 4 è possibile installare Docker, che offre funzioni simili con dei container adeguati

  • Danilo

    riceve ancora upgrade regolari? oppure è morto già da un po’?

  • Roberto

    Io vorrei acquistare un NAS per l’ufficio, che serve da connessione a 2 pc di lavoro (studio di architettura), su cui poi verrà posizionata anche una cartella dropbox in sync continuo su altre postazioni pc in altri studi (ho 2 uffici, pc in casa ed il portatile..).
    Vorremmo un NAS che si occupi di archiviazione e backup costante… che sia veloce per lavorare in remoto (LAN in ufficio), e che mi faciliti magari l’archiviazione di foto, documenti, mail, direttamente anche dal cell o dai dispositivi in wifi (anche in forma remota.. lontano dall’ufficio).

    Avete qualche consiglio? Budget.. vorrei stare max sui 450€ hd compresi (almeno 2tb per disco)

    Grazie mille