Teufel Supreme ON: cuffie senza compromessi

Teufel Supreme ON: cuffie senza compromessi
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Recensione Teufel Supreme On – Teufel è un'azienda tedesca specializzata nella produzione di dispositivi audio. Realizza speaker dal 1980 ed è conosciuta soprattutto nel settore HiFi e Home Cinema: per lungo tempo, infatti, la società ha prodotto quasi esclusivamente grandi casse ad alta fedeltà.

Negli ultimi anni, però, Teufel è entrata anche nel mercato consumer e da dicembre i suoi prodotti sono disponibili anche in Italia. Teufel adotta un modello di vendita particolare: non usa intermediari, quindi non troverete i suoi prodotti su Amazon, ma solo sul sito ufficiale dell'azienda.

PRO

  • Buona qualità audio
  • Companion app con equalizzatore
  • Multipoint
  • Play/Pausa automatici
  • Joystick multifunzione comodissimo

CONTRO

  • Niente ANC
  • Autonomia solo "ok"
  • Microfoni solo "ok"

Questo permette a Teufel di massimizzare il rapporto qualità/prezzo e, in ogni caso, l'azienda garantisce un periodo di prova di 8 settimane, con reso gratuito per chi non è soddisfatto.

Ma io ve lo dico subito: difficile non rimanere soddisfatti dalle cuffie Supreme On che sto provando da qualche mese: continuate a leggere e vi racconto tutto.

Confezione

La confezione di vendita non ricorda affatto quella di prodotti della concorrenza. Non è fancy come quella delle Marshall Major IV (un modello che useremo spesso come termine di paragone): un semplice scatolo di cartone, quasi indistinguibile da un qualsiasi pacco Amazon.

Al suo interno, però, troviamo tutto quel che ci aspetteremmo: un cavo USB/USB-C per la ricarica, jack audio (rivestito in tessuto e con microfono) e un astuccio in tessuto per non rovinare le cuffie durante il trasporto.

Costruzione e comodità

Prendendo in mano le Supreme On ci si rende immediatamente conto che Teufel è un'azienda che ci sa fare: le cuffie trasmettono una sensazione di grande qualità per i materiali, ma anche una certa attenzione per il design.

Le linee sono semplici e abbastanza classiche, ma la cura nei dettagli è notevole: l'archetto è rivestito in tessuto nella parte superiore, mentre l'interno, che poggia sulla testa, è in similpelle, con una gradevole trama e il logo dell'azienda.

La struttura è in metallo: scorre (a scatti) all'interno dell'archetto per regolare l'altezza dei padiglioni e si ripiega su sé stessa per facilitarne il trasporto.

L'imbottitura dei padiglioni non mi è sembrata particolarmente generosa, ma non ho nulla da ridire in termini di comodità: solitamente non vado troppo d'accordo con le cuffie on ear, ma queste Teufel Supreme On mi hanno convinto. Anche dopo ore di utilizzo, il fastidio è minimo (e inferiore rispetto ad altri modelli on ear recensiti di recente, come Fresh n' Rebel Code ANC o Marshall Major IV).

Sul padiglione sinistro troviamo il pulsante di accensione/spegnimento, il connettore USB-C per la ricarica e il jack audio. Sul destro, invece, troviamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per interagire con le cuffie: un joystick multifunzione, praticamente identico a quello delle Marshall Major IV.

Sinceramente non so quale delle due aziende lo abbia integrato per prima e a dire il vero neanche mi interessa: lo sto usando da un paio di mesi (prima sulle cuffie Marshall, adesso su queste Teufel) e lo adoro. È davvero il sistema di controllo multimediale che mi ha convinto di più, con buona pace dei controlli touch, che per me potrebbero scomparire domani.

Non manca neanche l'NFC (presente sul padiglione sinistro), che ci permette di associare rapidamente uno smartphone Android.

Funzioni e qualità audio

Qualità sonora

Posso dire che la qualità audio è davvero ottima: la paragono a quella delle Marshall Major IV, con la differenza che su queste Supreme On è possibile modificare il profilo sonoro tramite l'equalizzatore incluso nell'app (di cui parlo più avanti).

I driver da 40mm offrono un suono davvero ricco di dettagli: la prima cosa che risalta all'orecchio è la profondità e il dettaglio dei bassi, che sono un po' enfatizzati rispetto alle altre frequenze.

Per questo motivo, ho preferito abbassarli leggermente dall'app e ho trovato così il mio profilo perfetto, con i bassi che non penalizzano le altre frequenze, altrettanto ottime.

In un brano come You look like rain dei Morphine, troviamo tutto quello che ci serve per un benchmark di queste cuffie: con il profilo di default, i colpi di grancassa mi risultavano leggermente troppo vibranti, affaticando l'orecchio e costringendomi ad abbassare un po' il volume.

Riducendo un pizzico i bassi ho trovato un suono fantastico: la grancassa è ancora ben presente e scandisce chiaramente i tempi, ma riesco ad apprezzare meglio le evoluzioni del sassofono, che sale e scende tra le frequenze, e la voce calda di Mark Sandman davvero perfetta,  senza sbavature.

Sebbene le cuffie non siano dotate di cancellazione attiva del rumore, l'isolamento acustico è generalmente molto buono

Concludo questa sezione precisando che il Bluetooth è ovviamente in versione 5.0 e i codec supportati sono AAC e aptX.

Controlli e funzioni

Come ho già accennato, adoro il sistema di controlli basato sul joystick multifunzione. Ecco come funziona:

  • Clic: Play/Pausa
  • Doppio clic: Assistente vocale
  • Sinistra: Traccia precedente
  • Destra: Traccia successiva
  • Su: Alza volume
  • Giù: Abbassa volume

Avevo già amato questa soluzione sulle Marshall Major IV, continuo ad amarla su queste Teufel Supreme On. Mi sembra una soluzione ideale, molto meglio di mille tasti sparsi per i padiglioni o controlli touch.

Il joystick è un punto d'accesso unico per tutti i comandi, è estremamente intuitivo da usare e dà un chiaro feedback meccanico. Cosa chiedere di più ad un'interfaccia?

Oltre il joystick, sul padiglione sinistro è presente un altro tasto, che serve ad accendere/spegnere le cuffie e per avviare l'accoppiamento Bluetoot. A proposito di quest'ultimo, le Supreme On supportano il multipoint e possono essere collegate a due dispositivi contemporaneamente. Una comodità unica, a cui nessuna cuffia dovrebbe rinunciare nel 2021.

Non mancano neanche i sensori di prossimità, che mandano automaticamente in pausa la musica quando rimuovete le cuffie dalle orecchie e riprendono la riproduzione quando le indossate nuovamente.

Per accedere a tutte le funzionalità di queste cuffie vale la pena utilizzare l'app ufficiale, disponibile per Android e iOS: si tratta di un software piuttosto essenziale ma decisamente ben fatto.

Dall'applicazione possiamo vedere lo stato di carica delle cuffie, impostare il timer di spegnimento automatico (di default 15 minuti) e abilitare o disabilitare la pausa automatica e l'assistente vocale.

Ma soprattutto possiamo accedere alla funzione ShareMe e all'equalizzatore.

Per quel che riguarda ShareMe, si tratta di una funzione che ci permette di condividere la musica con un altro paio di cuffie Teufel: non avendone un secondo paio a disposizione, non ho potuto testarne il funzionamento.

L'equalizzatore, invece, merita qualche parola per il suo funzionamento particolare: include 8 preset (suddivisi per per generi musicali, più uno dedicato ai podcast) e una modalità personalizzata. Quest'ultima è un po' diversa da quel a cui siamo abituati: non è possibile regolare singolarmente le frequenze, ma "solo" scorrere un indicatore che modifica il profilo, amplificando o riducendo la quantità di bassi, medi e alti. Credo che le parole non siano il miglior modo per spiegarne il funzionamento, quindi guardate la GIF di seguito per farvi un'idea.

In ogni caso, il profilo audio viene salvato all'interno delle cuffie e, di conseguenza, viene utilizzato anche se collegate le Supreme On ad un altro dispositivo.

Autonomia

Teufel promette fino a 30 ore con una ricarica (o fino a 25 con aptX). Io ho utilizzato le cuffie connesso principalmente ad iPhone (quindi con codec AAC) e, secondo le mie stime, l'autonomia è più o meno conforme a quanto dichiarato dall'azienda. Dalle mie sessioni di ascolto credo di aver contato circa 28 ore, minuto più, minuto meno.

Sebbene non sia particolarmente brillante, l'autonomia è nella media. Non manca la ricarica rapida, che garantisce 1 ora di ascolto dopo 15 minuti di carica.

Microfoni

I microfoni sono abbastanza buoni: la tecnologia Qualcomm cVc permette di catturare la voce isolando i rumori di fondo. Non vi aspettate il top del top, probabilmente potreste avere qualche problema durante giornate particolarmente ventose, ma la tecnologia di Qualcomm è sufficiente per garantire chiamate chiare nella maggior parte delle occasioni.

[audio mp3="https://www.smartworld.it/wp-content/uploads/2021/02/Test-microfoni-teufel-supreme-on.mp3"][/audio]

Prezzo

Il costo di listino delle Teufel Supreme On è di 150€, pari a quello delle Marshall Major IV, a cui le ho paragonate più volte. Le Marshall hanno un'autonomia infinitamente più alta (ben 80 ore!), ma rispetto a queste ultime le cuffie Teufel offrono alcune accortezze in più (custodia di trasporto, app dedicata con equalizzatore, Play/Pausa automatici...), e sulla qualità audio siamo più o meno lì.

Il prezzo, seppure non proprio economico, è quindi giustificato dalla qualità del prodotto. Ricordate che i dispositivi di Teufel possono essere acquistati solo sul sito ufficiale dell'azienda e che, fino al 14 febbraio, è disponibile la promozione di San Valentino di Teufel: due paia di Supreme On al costo di 250€, con un risparmio di 50€ e la possibilità di condividere facilmente la musica via ShareMe.

Foto

Giudizio Finale

Teufel Supreme On

Le Teufel Supreme On sono cuffie on-ear senza compromessi: ottima qualità audio, companion app con equalizzatore, supporto al multipoint e play/pausa automatici le rendono tra le soluzioni on-ear più complete in commercio. Il joystick multifunzione è la ciliegina sulla torta: un sistema di controllo comodissimo e intuitivo. Se non vi interessa l'ANC, le Teufel Supreme On sono uno dei modelli più consigliati su questa fascia di prezzo.

Voto finale

Teufel Supreme On

Pro

  • Buona qualità audio
  • Companion app con equalizzatore
  • Multipoint
  • Play/Pausa automatici
  • Joystick multifunzione comodissimo

Contro

  • Niente ANC
  • Autonomia solo "ok"
  • Microfoni solo "ok"

Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi Faccio cose, vedo gente, ascolto musica, clicco tasti, leggo libri, scrivo articoli.

Commenta