Recensione ThieAudio Elixir: IEM con audio di qualità e design unico

Recensione ThieAudio Elixir: IEM con audio di qualità e design unico
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Quando si parla di audio, qui su SmartWorld testiamo soprattutto prodotti Bluetooth, perché è così che va il mercato e perché è quel che interessa alla maggior parte delle persone.

Ma da amanti della buona musica e del suono, non disdegniamo di provare anche prodotti più ricercati quando ci capita occasione. Abbiamo quindi accettato di buon grado di testare i ThieAudio Elixir, un paio di IEM di fascia media che ci sono stati inviati da Linsoul.

Se non avete familiarità con gli IEM (in-ear monitor), vi rimandiamo a questo video in cui spieghiamo cosa sono, perché sono amati dagli audiofili e perché hanno una qualità sonora infinitamente più elevata rispetto i true wireless di cui si parla di solito.

PRO

  • Qualità sonora eccellente
  • Ottimo soundstage
  • Design unico e originale

CONTRO

  • Possono risultare scomodi dopo lunghi ascolti
  • Cavo non modulare senza microfoni o controlli

Confezione

I ThieAudio Elixir arrivano in una scatola di cartone che contiene:

  • I due auricolari
  • Un cavo intrecciato con jack da 3,5 mm (removibile)
  • Un set di 3 coppie di gommini in silicone (S/M/L)
  • Un set di 3 coppie di gommini in schiuma (S/M/L)
  • Una custodia in finta pelle
  • 3 set di filtri sostituibili (4 filtri per ogni set)
  • Manuali

Veramente una gran bella dotazione.

Costruzione ed ergonomia

Da un punto di vista estetico, i ThieAudio Elixir sono gli IEM più ricercati che mi sia mai capitato di vedere: hanno un telaio in alluminio che dà una sensazione di grande solidità, in cui viene incastonata una placca in radica (legno pregiato ottenuto dalla radice). Per questo, ogni pezzo è unico e ogni unità di Elixir è caratterizzata da venature peculiari.

Il cavo non è lunghissimo (1,2m), ma è molto ben realizzato: i due cavi per canale destro e sinistro sono ricoperti da uno strato di vinile abbastanza spesso che ne migliora la resistenza.

All'interno del rivestimento ci sono due fili litz, un tipo di cavo progettato per ridurre le perdite, in questo caso composto da filamenti di rame e argento intrecciati tra loro. Il cavo è collegato agli auricolari tramite un connettore a due pin e può essere staccato (e sostituito) in caso di necessità i pin si inseriscono direttamente, senza alcun tipo di alloggiamento (che forse avrei preferito avere).

Lungo il cavo non troviamo microfono o tasti per controllare riproduzione e volume; nel caso non possiate fare a meno di utilizzare i ThieAudio Elixir anche per rispondere alle chiamate, dovrete quindi acquistare un nuovo cavetto.

Gli auricolari hanno una forma affusolata ma la sezione più esterna è abbastanza ingombrante: pur essendo abbastanza comodi in generale, può quindi capitare di sentire un po' di affaticamento dopo ore di ascolto.

Qualità sonora

Per parlare di qualità audio facciamo prima una premessa, necessaria considerando che qui su SmartWorld ci siamo occupati soprattutto di audio wireless.

Trattandosi di un paio di In-Ear Monitor di fascia medio-alta, la qualità sonora è nettamente migliore rispetto a qualsiasi cuffia senza fili, ma per apprezzarla al meglio è bene avere a disposizione anche un DAC esterno e della musica a qualità elevata.

Nel complesso, il suono è eccellente e, nonostante si tratti di un In-Ear Monitor, il profilo di equalizzazione non è piatto, il ché è ottimo per chi cerca un suono un po' più coinvolgente. Si tratta comunque di un suono complessivamente molto equilibrato, ma con qualche piccola enfasi sulle frequenze medio-basse e sulle frequenze medio-alte: il risultato è un profilo leggermente a V, che valorizza bene le dinamiche dell'audio.

I bassi mi sono piaciuti particolarmente: sono profondi e definiti, con una transizione pulitissima tra frequenze basse e medio-basse, che non vengono però mai sporcate dalla leggera enfasi accennata prima.
Per la scelta di equalizzazione, le voci più alte, posizionate su toni medio-alti (genericamente parlando quelle femminili) mi suonano leggermente più appaganti di quelle più basse (su toni medio-bassi), ma si tratta davvero di questioni irrilevanti su un suono sempre ottimo.

Una nota a margine la merita la spazialità: il soundstage è notevole, migliore di quanto mi aspettassi. I ThieAudio Elixir riescono a restituire un palcoscenico sonoro ampio e arioso, con un ottimo posizionamento dei suoni, ulteriormente arricchito dall'ottima separazione degli strumenti.

Prezzo

I ThieAudio Elixir costano 209$ su Linsoul: è un costo che può sembrare elevato a chi non segue il panorama, ma è un costo assolutamente nella media per un buon paio di In-Ear Monitor come queste, anche considerando anche l'ottima dotazione della confezione e la cura nel design.

Giudizio Finale

ThieAudio Elixir

I ThieAudio Elixir sono un ottimo paio di IEM: spiccano alla vista per il design unico e molto ricercato, ma conquistano per la qualità audio veramente eccellente, con un profilo sonoro coinvolgente ma non esagerato e un ottimo soundstage. Un peccato che il cavo (di altissima qualità) non sia modulare, ma ottima la generosa dotazione della confezione.

Pro

  • Qualità sonora eccellente
  • Ottimo soundstage
  • Design unico e originale

Contro

  • Possono risultare scomodi dopo lunghi ascolti
  • Cavo non modulare senza microfoni o controlli

Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi Faccio cose, vedo gente, ascolto musica, clicco tasti, leggo libri, scrivo articoli.
Mostra i commenti